Jazzitalia - Recensioni - Mariangela Cagnetta: e-motion
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Edizione Speciale, il nuovo album di Enrico Rava.

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Mariangela Cagnetta
e-motion



Caligola Rec. (2019)

1. Things Ain't What They Used To Be
2. Afro Blue
3. Nature Boy
4. Lawns
5. Caravan
6. Lazy Afternoon Phunk
7. And I Love Him
8. Speak Low
9. Blue In Green
10. Giant Steps
11. Moon River

Mariangela Cagnetta - voce, flauto
Viz Maurogiovanni - basso elettrico
Pierluigi Villani - batteria


Non è affatto semplice fare un album senza l'ombra di uno strumento armonico, soprattutto se l'elenco dei brani in scaletta profumano di jazz e non di rock d'avanguardia. Be', a ben vedere e ascoltare Mariangela Cagnetta e i due sodali ci riescono mettendo insieme rock e jazz, senza declinare una nuova fusion, ma con scioltezza e naturalezza assoluta.

Il basso di Maurogiovanni si incunea con ampi passaggi in cui la melodia è tratteggiata con rapidità e professionalità. Villani, come sempre, tiene in modo magistrale il timone del ritmo, con un timing ineccepibile e un'elasticità che ripercorre la voce di Mariangela Cagnetta, che arriva come una rasoiata in "Things Ain't What They Used To Be"; calda e sensuale in "Nature Boy", giocata in duo con Maurogiovanni che crea le giuste tessiture; elastica, agogica nella ricostruzione asciutta di "Caravan". "Lawns" sorprende per il senso orchestrale che trasuda. "Lazy Afternoon Phunk" è l'unico originals in scaletta, dal groovy funk sostenuto con la leader che fa della voce strumento. Un passaggio dalla premiata coppia Lennon-McCartney è d'obbligo e arriva "And I Love Him" che qui si avvicina a quegli arrangiamenti tipici delle musiche da film degli anni Settanta. Cambia colore la voce e il timbro di Mariangela Cagnetta nell'intonare "Speak Low": voce e batteria si contendono la scena con pari equità e dignità per un lavoro sicuramente interessante e nuovo. Dopo "Giant Steps" ridipinta con tinte optical, arriva la giusta chiusura di album evergreen, "Moon River" intima, secolare: una ballad dove lo swing è gustosamente sottinteso.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
25/11/2013

My Perpetual Life (Marco Contardi)- Francesco Favano

31/03/2013

My Waits (Serena Spedicato)- Alceste Ayroldi

17/02/2013

Complice (Silvia Anglani)- Alceste Ayroldi

09/07/2012

The 4 One (Pierluigi Villani)- Gennaro Pasquariello

17/10/2010

Tempus Transit (Pierluigi Villani Group)- Vincenzo Fugaldi

22/03/2010

sings Cole Porter& the beat of yearning desire (Giuseppe Delre) - Cinzia Guidetti

02/11/2008

Strange Energies (Charles Blenzig, Gianluca Renzi, Pierluigi Villani)

23/02/2008

Hustle And Bustle (Marco Contardi Quartet)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.023 volte
Data pubblicazione: 19/01/2020

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti