Jazzitalia - Recensioni - Sergio Armaroli: Early Alchemy
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Nominations dei 63° Grammy Awards. Gerald Clayton, Joshua Redman, Regina Carter, Maria Schneider, Goznalo Rubalcaba, Kurt Elling, il "solito" Chick Corea, e poi Carmen Lundy, Ambrose Akinmusire, Kenny Washington.....

La Musica Italiana a sostegno del Rosetta Jazz Club di Matera.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Riparte il San Severo Winter Jazz Festival. Annunciata la XI^ Edizione 2020/21 a cura del direttore artistico Antonio Tarantino.

Il Saint Louis College Of Music presenta Master di I Livello in Music Business & Management (60 CFA).

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            GADDI Piero (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Sergio Armaroli
Early Alchemy



dodicilune (2013)

1. Two-dimensional Figures
2. Carbon Chemistry
3. Quantum Mechanics
4. Orbital Structures
5. Crystals
6. The P-Block
7. Stellar Fusion
8. Alkali and Alkaline
9. Three-dimensional Figures
10. Making The Sun Shine
11. Rotation and Balance
12. Simple Harmonic Motion

Sergio Armaroli - marimba, grancassa 10
Tutte le composizioni di Sergio Armaroli



Via Ferecide Siro 1/e
73100 LECCE
Tel. +39 0832.091231 - 0832.092478
Fax +39 0832.1831054
email: ufficiostampa@dodicilune.it
web: www.dodicilune.it


Inciso in un'unica seduta, senza lavori di correzioni successive né sovraincisioni, Early Alchemy riesce a fondere in un unico suono introspezione, sperimentazione e improvvisazione.

Sergio Armaroli è una figura jazzistica dai mille contorni: vibrafonista, batterista, giornalista musicale, insegnante e poeta, incide questo nuovo lavoro in perfetta solitudine, per solo marimba, in cui cifra stilistica è un suono purissimo e denso di liricità come ad intendere un diretto contatto tra musicista e ascoltatore oltre che un ritorno alla primitività appunto sottolineato dal suono della marimba (antico strumento di origine africana).

I dodici brani dell'album stupiscono per la varietà di suoni e atmosfere il tutto attraverso una scrittura minimale che dà vita a una notevole tavolozza sonora ed evocativa ma soprattutto senza strafare in manierismi fini a sé stessi.
Per rendersi conto delle ambizioni di questo lavoro basta ascoltare "Orbital Structures" dalla struttura altalenante e in crescendo, oppure "The P-Block" imprevedibile e ricca di suspense.
Ma non si può tralasciare neanche "Making the Sun Shine" caratterizzata dall'uso della grancassa e con un mood impetuoso, oltre che "Three-dimensional Figures" dall'andamento incostante ora energico ora mellifluo.
Scaturisce da questo lavoro una musica emozionale e sincera che alterna momenti pacati a momenti ricchi di energia oltre che diffondere un senso di mistero e contemplazione.
Ci troviamo così di fronte ad un'opera dagli umori cangianti ma non per questo dispersiva che ci invita ad assaporare il suono essenziale della marimba oltre che riportarci all'eco primordiale, alle radici della nostra civiltà.

Tirando le somme possiamo considerare Early Alchemy un prodotto di gran validità artistica, merita un ascolto attento e silenzioso ma alla fine riesce a ricompensare le orecchie più raffinate ed esigenti.

Francesco Favano per Jazzitalia







Articoli correlati:
01/09/2019

from the Alvin Curran Fakebook - The Biella Sessions (Curran - Schiaffini - C. Neto - Armaroli)- Gianni Montano

11/09/2011

Prayer And Request (Sergio Armaroli Axis Quartet)- Gennaro Pasquariello







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 302 volte
Data pubblicazione: 20/11/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti