Jazzitalia - Hard Drive Trio feat. Maurizio Urbani: Estate
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Sarasvati music-2006
Hard Drive Trio feat. Maurizio Urbani
Estate


1. Three for two
2. Light on
3. Bolle di sapone
4. Nothing left nothing right
5. Softly, as in a morning sunrise
6. April
7. Joy spring
8. Estate
9. Barbados
10.Turn out the Stars

Federico Laterza - piano e melodica
Stefano Cantarano - contrabbasso
Paolo Amarisse - batteria
Maurizio Urbani - sax tenore e soprano




E' noto che la formula del trio è una gatta da pelare in tutti gli stili musicali, ancora di più nella musica jazz in cui necessitano grande perizia tecnica e grande capacità di interplay; i giovani artisti in questione se la cavano piuttosto bene, specialmente nei brani originali, buono Nothing Left Nothing Right, di metheniana o maysiana ispirazione o il primo brano Three for Two, decisamente più vicino a Evans.

Meno interessanti i brani standards in cui si avverte un-atmosfera da Jam Session, senza arrangiamenti di particolare interesse, anche l'inserimento dell'ospite Maurizio Urbani ai sax non aumenta il livello di interesse.

Sembra che il cd sia stato fatto in due momenti diversi, la parte di brani originali suona più compatta mentre quella delle covers un po' più "tirata via"; anche la scelta degli standards appare un po' casuale, si passa da brani hard bop come Joy Spring a un bebop come Barbados passando per un "modalone" come Soflty; queste scelte, a parere di chi scrive, non si conciliano in modo ottimale con il suono di base proposto dal trio nella prima parte del cd.

Dal punto di vista prettamente tecnico, la registrazione è molto "live" un po' cruda e le strutture si ripetono con il classico esposizione melodica - solo del piano - solo del basso – tema finale.

Da giovani jazzisti è auspicabile aspettarsi un po' di più, magari uno stile ruvido ma pieno di calore ed impeto, con idee nuove, voglia di comunicare e di rischiare.
Paul Christopher per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/10/2010

Like the wind (Enrico Ghelardi Boptet)- Alessandro Carabelli

04/09/2010

Trionometry (Trionometry Group)- Paolo Incani

21/02/2010

Southern Avenue Project (Fabrizio Cecca)- Rossella Del Grande

21/12/2009

Canto De Perdas (Worldream) - Alceste Ayroldi

12/04/2009

Omaggio a Lennie Tristano (Iacoucci-Cantarano )







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.271 volte
Data pubblicazione: 07/04/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti