Jazzitalia - Daniele D'Agaro Adriatics Orchestra: Exotica Domestica
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Artesuono Art 077
2009
Amerio Stefano Edizioni Musicali
Daniele D'Agaro Adriatics Orchestra
Exotica Domestica


1. Tiny Pyramids
2. Transition
3. Ultramarine #7
4. Oh!
5. Up on the Highest Mountains
6. Tibbar
7. Mixin't
8. You don't know me because you think you know me
9. Soul touch
10. Adriatic gospel
11. Huiswijn

Daniele D'agaro - tenor sax & clarinetti
Tobias Delius - tenor sax & clarinetti
Sean Bergin - alto & tenor sax, pennywhistel, ukulele, concertina & vocals
Davide Guidoni - trumpet
Mauro Ottolini - trombone
Bruno Marini - hammond organ & baritone sax
Saverio Tasca - vibes, marimba & balafon
Stefano Senni - double bass
Han Bennink - drums
Mauro Costantini - Church Organ
Daniele Giardina - trumpet





C
i sono degli elementi fortemente caratterizzanti in quest'ultima produzione dell'Adriatics Orchestra del sassofonista e clarinettista Daniele D'agaro: estemporaneità e originalità, insieme, condensati in una registrazione, che trasuda feeling e divertimento, realizzata in presa diretta nell'agosto 2007, presso la Sala Alpina e la Chiesa di Comeglians in provincia di Udine tra le Alpi Carniche. Ne sono coinvolti, oltre al leader, dieci musicisti di tre diverse generazioni, tutti preda di un atmosfera festosa e partecipata percepita anche da chi ascolta e che tende a ricreare quanto accade in ogni edizione del Festival I Suoni della Montagna che si tiene annualmente in quella cittadina. Grande parata di fiati nelle mani di un quintetto di autentici mattatori come Sean Bergin, Tobias Delius, Davide Ghidoni e Mauro Ottolini, ad affiancare D'Agaro ed in più un'inaspettata, quanto determinante e nostalgica, presenza dell'organo Hammond di Bruno Marini, nonché di quello liturgico di Mauro Costantini. La ritmica dell'astro Han Bennink, batteria, e del giovane ma raffinato Stefano Senni al contrabbasso, completano l'armoniosa dotazione strumentale arricchita anche da Saverio Tasca, vibrafono e marimba.

L'apertura è affidata alla gustosa riproposizione di due brani di Sun Ra: "Tiny Piramids" e "Transition" che si consumano tra melodie danzanti, scoppiettio di fiati e vibranti accelerazioni ritmiche in una atmosfera goliardica. Con la successiva "Ultramarine # 7" a firma D'Agaro l'orchestra prova e veleggiare, con ottimi risultati, su territori free mentre un intrigante riff strumentale e vocale costituisce l'essenza trascinante di "Oh". Si va avanti con "Up the highest mountains" e "Tibbar", entrambi ad esclusivo dominio proprio della sezione fiati dell'orchestra, protagonista di un intenso interplay che nel finale del secondo brano da origine ad un blues. E' poi la variegata "Mixin'it" ad affascinare con un duetto voce-marimba, che lascia spazio nella parte centrale al solo di Ghidoni alla tromba e che, come la conclusiva "Huiswijn" (ripresa, a differenza delle altre, da Udin&Jazz 2008 con Daniele Ghidoni sostituito alla tromba da Daniele Giardina) si dispiega in ambiti world.

Gli ultimi tre episodi si consumano attraverso due ballate intrise di liricità e di umori mistici: "You don't know me because you think you know me" e "Soul Touch" dove fa la sua comparsa l'organo liturgico di Costantini, e "Adriatic Gospel" un brano corale all'insegna dell'improvvisazione.

Una prova maiuscola per Daniele D'agaro e per l'Adriatics Orchestra attraverso undici tracce ricchi di stimoli, idee e fermenti sonori che ne delineano un linguaggio sfaccettato e in continua metamorfosi, frutto delle diversità lessicali delle tante anime artistiche in essa presenti.

Giuseppe Mavilla per Jazzitalia








Articoli correlati:
15/09/2018

Intervals I (Franco D'Andrea Octet)- Gianni Montano

29/07/2018

Multiculturita Summer Jazz Festival 2018: Grande successo di pubblico per la XVI edizione che ha visto in scena Tosca, Mauro Ottolini Ottovolante e Peppino Di Capri con tre eccellenti jazzisti di fama internazionale.

27/05/2018

Orbite (XY Quartet)- Alceste Ayroldi

18/03/2018

Tenco: Come ti vedono gli altri? (Mauro Ottolini)- Gianni Montano

27/01/2018

Piacenza Jazz Fest 2018: XV Edizione: Più di 50 eventi in 40 giorni nei più bei teatri e location di Piacenza e provincia. Grande attesa per Toquinho Dave Douglas, Uri Caine, Lee Konitz, Michel Portal, Mauro Ottolini e Vjay Iyer

14/01/2018

I primi due giorni di Umbria Jazz Winter 2017/2018: "Per i suoi venticinque anni Umbria Jazz Winter si è voluta trattare bene: a Orvieto: un sacco di musicisti, molti dei quali "resident artist" che grazie a questo si sono esibiti in più concerti." (Aldo Gianolio)

23/07/2017

Südtirol Jazz Festival Altoadige 2017: "Dedicata agli artisti del Benelux la XXXV edizione del festival altoatesino che sempre più si caratterizza come una finestra sulla vasta scena del jazz europeo, e si svolge in alcune delle località più incantevoli." (Vincenzo Fugaldi)

08/01/2017

Il mondo che verrà (Raffaello Pareti "The Roar at the Door")- Gianni Montano

27/08/2016

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei XXXVI: ""Sisong. Una canzone per Siso" il titolo dell'edizione 2016 dello storico festival calabrese, il primo senza la presenza del senatore Sisinio Zito, fondatore del festival deceduto dopo lunga malattia il 6 luglio scorso." (Vincenzo Fugaldi)

13/12/2015

Sentimentale - Dedicato a Lelio Luttazzi (Barbara Errico)- Niccolò Lucarelli

02/11/2015

Mauro Ottolini Sousaphonix - Musica per una società senza pensieri: "Noi vogliamo una musica che aiuti ad ascoltare quello che è diverso da noi, con un atteggiamento di interesse e curiosità..." (Andrea Gaggero)

10/05/2015

Laut (Gaia Mattiuzzi)- Laura Scoteroni

29/03/2015

The Duke (Vibeguitar Quartet)- Antonella Chionna

11/01/2015

ParmaJazz Frontiere Festival: "...per il diciannovesimo anno consecutivo, si conferma come uno dei festival più interessanti d'Europa." (Andrea Grossi)

21/12/2014

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab: "Se il nome è un pezzo sacro della storia del jazz italiano, le aspettative schizzano su alle stelle in un baleno. Il problema delle aspettative è che quando vengono tradite, l'amaro in bocca fatica ad andare via." (Nina Molica Franco)

19/10/2014

Meets Mahler (Sonata Islands (Giovanni Falzone))- Valeria Loprieno

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

09/08/2014

XY (Fazzini Fedrigo XY Quartet)- Alceste Ayroldi

08/06/2014

Young Jazz Festival 14: "Dieci anni di Young Jazz a Foligno, celebrati con un'edizione densa di appuntamenti, che ha puntato a valorizzare il centro storico della cittadina umbra con una serie di momenti musicali di notevole spessore." (Vincenzo Fugaldi)

08/02/2014

Quattro chiacchiere con...Guido di Leone: "C'è ancora chi pensa che sia una musica difficile e per vecchi: alcuni ragazzi non l'hanno mai sentito. Poi quando lo scoprono se ne innamorano!" (Alceste Ayroldi)

02/02/2014

Intervista a Franco D'Andrea: "Il bop ci ha dato l'apertura mentale per andare avanti. Non è superato, ma acquisito. Non è un punto di arrivo. E' lo spirito che ci fa cercare il nuovo." (Marco Buttafuoco)

23/12/2013

Imperfetta Solitudine (Pensiero Nomade)- Alceste Ayroldi

25/11/2013

Collettivo Gallo Rojo (Collettivo Gallo Rojo)- Gianni Montano

15/09/2013

Castroreale Jazz Festival 2013: L'inedito duo tra Cristina Zavalloni e Alfonso Santimone e il "Trio Campato in Aria" di Mauro Ottolini per la tredicesima edizione di Castroreale Jazz. (Vincenzo Fugaldi)

08/09/2013

Chick Corea, Saverio Tasca trio Mediterre: Un Chick Corea a "cordo di idee" che fa anche cantare il pubblico e l'interessante nuovo progetto Mediterre di Saverio Tasca. (Giovanni Greto)

25/08/2013

Jazz Groove Parte 2: Joyce in 'Femina', Maurizio Brunod & Miroslav Vitous in 'Duets', Claudio Fasoli Four in 'Patchwork', Ambrosetti, Caine, Di Castri in 'From Bach to Miles and Trane' e l'omaggio a Lester Bowie di Enrico Rava & PMJL. (Giovanni Greto)

16/06/2013

Young Jazz Festival 13: Artisti italiani della nuova frontiera jazz con una felice incursione norvegese e gran finale con la Liberorchestra, progetto di grande rilevanza sociale. (Vincenzo Fugaldi)

08/06/2013

Mauro Ottolini Sousaphonix: "Bix Factor": "Mauro Ottolini riesce a coniugare ricerca musicale, impegno artistico e capacità di divertire non solo il pubblico, ma anche e soprattutto sè stesso e la band che lo circonda." (Roberto Biasco)

07/04/2013

The Song Is You (Chiara Pancaldi)- Valeria Loprieno

10/03/2013

Rava On The Dancefloor (Enrico Rava and The Parco della Musica Jazz Lab)- Alceste Ayroldi

17/02/2013

Acrobats (Tino Tracanna)- Alceste Ayroldi

09/02/2013

XV Padova Jazz Festival: "Ad un deludente David Murray and The Black Saint Quartet si contrappone l'interessante e godibile Rava on the Dance Floor" (Giovanni Greto)

29/12/2012

I Separatisti Bassi (Mauro Ottolini)- Roberto Biasco

02/11/2012

Spinoza (Girardi, Recchia, Senni, Burk)- Gianni Montano

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

22/07/2012

Franco d'Andrea Sextet in "Monk e la Macchina del Tempo" e il trio di piano composto da Kenny Barron, Mulgrew Miller e Dado Moroni in "3 Monkish Pianos. (Gabriele Prevato)

09/07/2012

4 Stories (Matt Renzi, Stefano Senni, Jimmy Weinstein)- Enzo Fugaldi

01/05/2012

Shadows (Nico Gori Millenovecento Feat. Tom Harrell)- Enzo Fugaldi

01/05/2012

The Sky Above Braddock (Mauro Ottolini Sousaphonix)- Enzo Fugaldi

16/01/2012

The Roar At The Door (Raffaello Pareti)- Alessandro Carabelli

04/07/2011

Young Jazz 2011: "Young Jazz si conferma una delle realtà più interessanti del panorama dei festival jazz italiani, grazie non solo alle felici scelte della direzione artistica affidata anche quest'anno a Gianluca Petrella, ma anche al profondo radicamento nel territorio, che coinvolge oltre alla città di Foligno altre vicine incantevoli località offrendo visite guidate a musei e monumenti di eccezionale bellezza, e da quest'anno una sezione speciale denominata Jazz Community, dedicata ai bambini, agli anziani e ai disabili." (di Vincenzo Fugaldi)

28/05/2011

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab "Gershwin & more": "Nonostante il repertorio di uno dei maggiori classici che il jazz possa annoverare, appare stimolante l'ascolto della grande abilità strumentale e l'eclettico universo musical-sperimentale dei giovani componenti della band, in una stupefacente "modernità". E Rava si conferma, ancora una volta, grande e storico scopritore di talenti..." (Viviana Falcioni)

15/05/2011

Enrico Rava Parco della Musica Jazz Lab a Linguaggi Jazz con il progetto "Gershwin & More" il quale ripropone alcuni noti standard del sommo compositore riarrangiati in maniera contemporanea. (Franco Bergoglio)

02/05/2011

Slaves (Gianluca Petrella Tubolibre)- Enzo Fugaldi

29/01/2011

Giovanni Guidi & The Unknown Rebel Band feat. Gianluca Petrella: "Un'interessante progetto proposto da una band che si impone a giusto merito come una delle realtà più gradite ed originali del panorama jazzistico italiano. Eccellente il lavoro del giovane leader nella guida dell'ensemble e nella costruzione delle strutture armoniche, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter diventare, in un futuro potenzialmente prossimo, un jazzista di livello internazionale." (Andrea Valiante e Francesco Tromba)

22/01/2011

Riddles (Luca Alex Flores – Bruno Marini)- Rossella Del Grande

07/11/2010

Mare su chiglia (Maurizio Nizzetto) - Cinzia Guidetti

03/05/2010

Spirit Of The Mountains (Federico Casagrande)- Andrea Gaggero

18/04/2010

Han Bennink & Daniele D'Agaro per Risonanze 2010 a Venezia: "Non poteva aprirsi in maniera più felice la stagione 2010 di Risonanze...i musicisti hanno dato vita ad un unico set che ha tenuto desta l'attenzione di un pubblico eterogeneo, ipnotizzato dal virtuosismo di entrambi...Improvvisazione pensata e tradotta in suono sull'istante." (Giovanni Greto)

18/01/2010

Acariciando El Rio (Virginia Viola Rayuela Group) - Alceste Ayroldi

06/01/2010

L'Opera va/Carmen (Enrico Rava)- Marco Buttafuoco

06/01/2010

Nineteen Plus One (Colours Jazz Orchestra & Kenny Wheeler) - Alceste Ayroldi

07/12/2009

Clouds Over Me (Michele Polga) - Giuseppe Mavilla

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

04/07/2009

Dario Cecchini Four Winds: "I quattro sono riusciti a catturare l'attenzione di un pubblico folto accorso probabilmente per ascoltare il secondo set della serata, l'esplosiva proposta delle cinque batterie rockeggianti del gruppo "La drummeria". Un pubblico quindi poco a suo agio con la tradizione afro-americana." (Marco Buttafuoco)

26/04/2009

B.B.G. TRIO al Bollate Jazz Meeting: "Un pianismo diverso dal consueto, molto personale e che non si è mai ascoltato prima fra i vari interpreti monkiani. Borstlap è un pianista davvero interessante, ancora poco conosciuto in Italia, ma dotato di grandi capacità e di una grande sensibilità...I tre musicisti si divertono palesemente, ridono fra di loro, sono piacevolmente stupiti dalle idee che ciascuno di loro propone e dalle quali traggono reciprocamente stimolo." (Rossella Del grande)

23/11/2008

The House Behind This One (Giovanni Guidi Quartet)

03/11/2008

Slide Family (Mauro Ottolini - Beppe Calamosca)

02/11/2008

Udin&Jazz 2008: I will not apologize: "In un incontro dedicato al tema del festival, William Parker e Amiri Baraka, scrittore e poeta, affiancati da alcuni critici italiani, hanno parlato dei tempi che corrono, lucidamente e a volte con pessimismo, confermando come, sì, il free e la Black music sono stati importanti per la causa della gente di colore, ma molto rimane ancora da fare." (Giovanni Greto)

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

13/08/2008

Clusone Jazz Festival: "La ventottesima edizione del festival ha avuto come sempre la sua conclusione con una tre giorni finale ambientata a Clusone e dintorni. Un festival che presta attenzione nei confronti delle nuove tendenze e dei giovani musicisti." (Roberto dell'Ava)

06/07/2008

Comeglians (Daniele D'agaro Adriatic Orchestra)

15/11/2007

Morrocoy (Ascanio Scano )

29/11/2006

Too close for comfort (Smell Quintet)

20/11/2006

Ecologic Island (Mauro Ottolini)





Video:
Misha Mengelberg & Han Bennink Duo - Improvisation
Misha Mengelberg : piano Han Bennink : drums Live at the Bimhuis, Amsterdam, Netherlands, September 2, 2004....
inserito il 31/10/2007  da anthdb45 - visualizzazioni: 2258


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.950 volte
Data pubblicazione: 02/01/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti