Jazzitalia - Salvatore Bonafede: For the time being
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

CamJazz 7771-2
Salvatore Bonafede
For the time being


1. La Passerella di Otto e mezzo (N. Rota) / Greta Garbo (S. Bonafede)
2. Frida
3. Sicilia
4. La grande ilusión
5. Ad mortem festinamus / Small toy for Luca
6. Human cry of the blues
7. Wait in line
8. Steve Lacy
9. Enjoy your life
10. Il mistero del tempo (S. Bonafede) / La Passerella d'addio (N. Rota)

Salvatore Bonafede - piano
Joe Lovano - tenor sax
Adam Rogers - electric and acoustic guitars
Mark Dresser - bass
Paul Motian - drums
Michele Rabbia - percussion



CAM JAZZ is a label of the KEPACH group
KEPACH Music S.r.l. - All rights reserved
Via Cola di Rienzo, 180 - 00192 Rome (Italy)
Tel: (39-06) 6840791
E-Mail: info@CamJazz.com
Web Site: www.CamJazz.com




Fra i pianisti italiani della sua generazione uno dei più prolifici, soprattutto negli ultimi tempi, Salvatore Bonafede in questa nuova uscita per la CamJazz, For the time being, concepita come "un bilancio estetico e affettivo della mia carriera, un autoritratto in forma fantastica", inserisce tutti brani inediti a propria firma, attorniandosi di un "cast" di musicisti di notevole pregio: dal sassofonista Joe Lovano, al quale lo lega una tanto sincera quanto longeva amicizia, al chitarrista Adam Rogers, attualmente pilastro fisso del "Patitucci guitar trio", da Mark Dresser al contrabbasso, espressione dell'avanguardia jazzistica di Los Angeles, al "giovane" settantacinquenne Paul Motian, delicatezza e melodia paradigmatiche alla batteria – già nel primo disco in assoluto a nome del pianista, "Actor/Actress" del '91 –, senza dimenticare il nostro Michele Rabbia e le sue ancestrali percussioni. Per chi conosca Bonafede, fiore all'occhiello del jazz siciliano, è facile rintracciare quanto del suo mondo, musicale e affettivo, appunto, si trova in questo CD. A cominciare dal suo dichiarato amore per Nino Rota, alter-ego musicale di Fellini, la cui Passerella di 8 ½ apre e chiude, in "girotondo", la tracklist: il celebre tema è trattato alla stregua di un riff su cui vengono svolte le digressioni dei jazzisti, prima l'eloquente chitarra di Rogers, poi l'organica improvvisazione del titolare, brillante, grintosa ed ondulata quella di Lovano, panciuto il suo timbro, fino alla coda che si prolunga in Greta Garbo, figurazione semplice – una decina di note – e ad un tempo suggestiva, che sfuma il finale del pezzo.

C'è poi il bop, il cui stile nervosamente anima la saltellante Frida, che non a caso è dedicata al periodo "vispo" e sgambettante della figlia, ancora infante all'epoca della composizione: ottimo affiatamento fra piano e sax (Rogers qui non figura), profondità ritmo-armonica a cura di Dresser e Motian, per una pillola di meno di tre minuti, purtroppo. Registro grave di sax, in lontananza l'archetto del contrabbasso e lancinanti stridori percussivi per Sicilia, a rimarcare forse il tormentato legame con la propria terra, tormentato sì ma inscindibile ed imprescindibile, come per ogni Siciliano: frasi brevi, all'unisono fra i vari strumenti. Indiscutibilmente spagnoleggiante l'ambientazione de La grande ilusión, con tanto di nacchere (Rabbia) ed archetto (Dresser), l'acustica protagonista di un nitido pizzicato, fluido ed ardente il suo tocco. Un brano in assoluta assenza del sax, dove anche il piano si limita al ruolo d'accompagnamento, a testimoniare del Bonafede compositore, nel senso più vero.

Un titolo ossimorico inneggiante alla Nera Signora, Ad mortem festinamus/Small toy for Luca: "la morte va affrontata, e se non sappiamo affrontarla non sappiamo affrontare neppure la vita", afferma l'autore stesso. Coinvolgente la marcia sulle bacchette di Motian, in alternanza fra rullante ed accenti della cassa, quasi a ricordare i cortei funebri del primordiale jazz di New Orleans: attraverso l'esposizione motivica del piano si infiltra il romanticismo crepuscolare di Bonafede, opportunamente assecondato dal tenore di "compare" Lovano, ogni fiato scolpito nell'aria; pulito l'intervento di Rogers, le cui scale creano un discorso melodico alternativo sulla medesima prospettiva armonica. Ma anche qui tornano gli affetti e così come il ritorno di quei cortei assumeva una forma "gioiosa e spensierata", allo stesso modo a questa composizione se ne collega un'altra che reca il nome del secondogenito, un piano solo da cui scaturiscono sottili emozioni, con note asperse fra i fruscii leggeri della batteria di Motian. Chitarra, batteria, tenorsax, ciascuno in turno solitario, introducono il disegno del contrabbasso, grasso e vibrante, per giungere al piano che delinea il motivo di Human cry of the blues, replicato poi quasi senza variazioni dagli altri strumenti, sopra il montante vespaio creato dalle cicaleggianti percussioni di Rabbia e da tamburi e piatti, quasi in esile voce melodica, di Motian. Dove Rogers si distingue è in Wait in line, disteso e trascinate il suo percorso diversivo, con il piano ad insistere su scarni tracciati reiterati.

Non infrequenti sono, nei suoi album, le dediche rese dal pianista a figure significative del jazz contemporaneo (Charles Mingus, Mel Lewis, Paul Bley, gli stessi Motian e Lovano, Enrico Rava), ed anche Steve Lacy altro non è che "un umile omaggio ad un gigante della musica,conosciuto a Palermo in occasione di un suo concerto in duo con Mal Waldron": quasi uno scherzo, che armonicamente sembra procedere all'indietro, per semitoni, creando un giro melodico che, gattonando, già al secondo ascolto entra in testa. Una delle splendide trovate di Bonafede, con una punta di ironia – che non guasta – in cui tutto da godere è il monologo di Dresser, ampio e puntuto, cui segue il sax levigato di Lovano. Solare Enjoy your life, echi quasi caraibici, terreno fertile per le percussioni, in un andamento tuttavia ternario, mentre il tenore pesca fra le sonorità rollinsiane che ben si attagliano al mood del pezzo, vivificante nella chitarra senza distorsioni e tutta spostata in avanti. Non da meno è il contrabbasso, che riprende il tema, se lo rigira fra le corde, palpita con la diteggiatura, con virtuosismi di cui non si avvertono affatto fatica e pesantezza: davvero divertente. Intense le linee del pianista, lasciano vago Il mistero del tempo procedendo nella ripetizione di una frase modulata per progressioni, prima ascendenti e poi discendenti, un ciclo reso ancor più toccante – se possibile – dalle spire del saxtenore e che si interrompe con la Passerella d'addio – ancora Rota – esposta nelle sue due anime, malinconica prima, in tonalità minore con il sax, e scanzonata poi, in tonalità maggiore, dispiegata dall'elettrica di Rogers e dai vari turni di improvvisazione, risolvendo, infine, in un languido declivio.

Un lavoro che reca imperiosa la necessità, per Bonafede, di fissare un momento importante – hic et nunc – del proprio essere musicista, con composizioni non riferite a fonti d'ispirazione esogene – come avviene per le musiche da lui scritte per il cinema dei registi ed amici Ciprì e Maresco, musiche inscindibili, ancorché autonome, dalle immagini cui si accompagnano, e torna in questo la lezione del connubio Rota/Fellini –, con la presenza di compagni quali Lovano e Motian, frutto di una esperienza musicale già matura e personale, e adesso pure di grande spessore.
Antonio Terzo per Jazzitalia







Articoli correlati:
18/03/2018

Harvesting Minds (Filippo Vignato 4tet)- Alceste Ayroldi

20/12/2017

Battaglia/Rabbia - Art Ensemble Of Chicago: "Musica di ogni genere, danza, arte contemporanea nel programma della IX Edizione del Festival Aperto a Reggio Emilia, sede del glorioso Festival Jazz durato 25 edizioni." (Aldo Gianolio)

22/10/2017

Una Striscia di Terra Feconda: "XX Edizione per il Festival Franco-Italiano di Jazz e Musiche Improvvisate ideato da Paolo Damiani, che ne cura la direzione artistica insieme ad Armand Meignan" (Vincenzo Fugaldi)

30/09/2017

Seconda Edizione del Festival JAZZMI: JAZZMI al Blue Note Milano con Stacey Kent, Al di Meola, Mike Stern & Dave Weckl Band, Joe Lovano Classic Quartet, Maria Gadu', Kneebody

09/08/2017

Joe Lovano Plays John Coltrane: A Palermo il sassofonista americano, accompagnato dal trio di Salvatore Bonafede, eseguirà alcune delle composizioni più memorabili di Coltrane. Lo spettacolo sarà introdotto dal regista Franco Maresco.

09/04/2017

Cinema Italia (Giuliani - Biondini - Pietropaoli - Rabbia)- Alceste Ayroldi

12/03/2017

Seven Sketches In Music (Paolo Damiani Double Trio)- Enzo Fugaldi

18/09/2016

Sounds From The Harbor (Tindiglia, Sheppard, Kamaguchi, Rabbia)- Gianni Montano

11/09/2016

Curva Minore - Jazz / Not Jazz : "Questa prima edizione del festival era dedicata a una delle figure di riferimento del contrabbasso del jazz più avanzato, lo statunitense Mark Dresser." (Vincenzo Fugaldi)

27/08/2016

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei XXXVI: ""Sisong. Una canzone per Siso" il titolo dell'edizione 2016 dello storico festival calabrese, il primo senza la presenza del senatore Sisinio Zito, fondatore del festival deceduto dopo lunga malattia il 6 luglio scorso." (Vincenzo Fugaldi)

08/11/2015

Talos Festival 2015: "Il Talos edizione 2015 ha visto dei momenti nei quali l'arte dell'improvvisazione ha raggiunto livelli di creatività ineguagliabile." (Vincenzo Fugaldi)

11/05/2015

In Memoriam (S. Battaglia - M. Rabbia - E. Aarset)- Enzo Fugaldi

26/04/2015

Imaginary Cities (Chris Potter)- Enzo Fugaldi

08/03/2015

Intervista con Rosario Di Rosa: "...consiglio di studiare a fondo la tradizione e il linguaggio di questa musica senza dimenticare mai di lasciare una porta aperta alla creatività e alla curiosità." (Gianmichele Taormina)

14/12/2014

Joe Lovano & Dave Douglas Sound Prints: "...una coppia perfetta per condurre per mano il pubblico in un percorso di immagini sonore in cui la figura di Wayne Shorter è sempre e costantemente palapabile." (Nina Molica Franco)

24/08/2014

Anything your little heart says (Triosonic (Rabbia, Maier, Battaglia))- Alceste Ayroldi

21/07/2014

Keywords (Enrico Zanisi)- Alceste Ayroldi

21/07/2014

Vinodentro (Paolo Fresu)- Alceste Ayroldi

19/05/2014

In Two Minds (John Taylor)- Alceste Ayroldi

02/03/2014

Evan (Antonio Faraò American 4tet)- Alceste Ayroldi

13/01/2014

Antonio Faraò American Quartet: "Faraò è l'artefice di invenzioni armoniche e melodiche di pregevole eleganza, i suoi brani, caratterizzati da uno swing permeante, lasciano arguire una ricerca volta al contemporaneo senza mai perdere di vista una personalità e coerenza ben definita." (Viviana Falcioni)

06/01/2014

ParmaJazz Frontiere 2013 - IIa Parte: "Michele Rabbia ed Eivind Aarset, Franco d'Andrea Trio, Factor-Y Trio, Evelina Petrova Duo" (Nina Molica Franco)

23/12/2013

Viva V.E.R.D.I. (Giovanni Mirabassi Trio & Strings)- Francesco Favano

08/12/2013

Beyond (Mattia Cigalini)- Enzo Fugaldi

20/10/2013

Quattro chiacchiere con...Attilio Berni: Una collezione di sax unica al mondo: ogni strumento vintage è "vittima" della propria evoluzione ed è plasmato dall'alito vitale insufflato al suo interno da chi lo ha posseduto. (Alceste Ayroldi)

30/09/2013

Cross Culture (Joe Lovano Us Five)- Vincenzo Fugaldi

15/08/2013

Spaces (Francesco Cataldo)- Gianni Montano

28/07/2013

SPL (Fulvio Sigurtà)- Alceste Ayroldi

27/07/2013

Intervista a Francesco Cataldo: "La Spiritualità è il motore della mia ricerca musicale. Non riesco a scindere la spiritualità dalla musica." (Gianmichele Taormina)

16/06/2013

Dokumenta Sonum (Michele Rabbia)- Enzo Fugaldi

09/06/2013

Monk'n'nroll (Francesco Bearzatti Tinissima 4et)- Marco Losavio

28/04/2013

Blue From Heaven (Pierluigi Balducci)- Gianni Montano

28/04/2013

Intervista a Ermanno Basso: Abbiamo incontrato a Dublino, nell'ambito del 12Points Festival, il produttore della CAM Jazz che ci racconta il lavoro di sostegno ai giovani e di come il jazz abbia bisogno di "coraggio"... (Daniela Floris)

14/04/2013

Piani Diversi (Susanna Stivali)- Marco Losavio

31/03/2013

Live At Village Vanguard (Enrico Pieranunzi Trio)- Marco Losavio

24/03/2013

Intervista a Enrico Zanisi: Ospite al Festival 12points di Dublino, perchè selezionato come artista italiano tra giovani di tutta Italia. "Non serve dovere fare qualcosa per innovare ma 'poter' fare qualcosa per esprimersi." (Daniela Floris)

16/03/2013

New Life (Antonio Sanchez)- Vincenzo Fugaldi

03/03/2013

Life Variations (Enrico Zanisi Trio)- Nicola Barin

24/02/2013

Sei domande a: L.Aquino, J.Mazzariello, A.Paternesi, E.Pietropaoli, M.Rabbia, F.Sigurtà, E.Zanisi: "L'insegnamento, gli spazi e i festival, il jazz europeo e americano, i media la discografia..." (Vincenzo Fugaldi)

17/02/2013

Il Caffè Delle Americhe (Angelo Valori & M. Edit Ensemble)- Gianni Montano

09/02/2013

Atina Jazz Winter 2013: "...in collaborazione con CamJazz e Jando Music, tre giornate interamente dedicate ad alcune interessanti realtà del jazz italiano." (Vincenzo Fugaldi)

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #1: Chick Corea, Stefano Bollani, Herbie Hancock, John Scofield, Joe Lovano, Esperanza Spalding, Al Jarreau, Paolo Fresu...(Pierfrancesco Falbo)

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

08/08/2011

Südtirol Jazz Festival: "Il festival altoatesino prosegue nella direzione intrapresa dal direttore artistico Klaus Widmann, confermando e ampliando il suo ruolo di varco di comunicazione tra Italia e Europa, senza trascurare il grande jazz e le novità provenienti dagli Stati Uniti. La moltitudine di eventi che si svolgono nella stessa giornata su palcoscenici dislocati in numerose località del'Altoadige ci ha consentito di seguire un proprio itinerario di ascolti, iniziato il 27 giugno, che ha potuto coprire solo una parte di concerti." (Vincenzo Fugaldi)

01/08/2011

We Don't Live Here Anymore (Giovanni Guidi Quintet feat. Gianluca Petrella) - Dario Gentili

26/06/2011

Live At Birdland (Konitz, Mehldau, Haden, Motian)- Giammichele Taormina

20/03/2011

House Of Cards (Fulvio Sigurtà) - Alceste Ayroldi

26/02/2011

Luna Reverse (Luigi Cinque Hypertext Orchestra) - Alceste Ayroldi

13/02/2011

Joe Lovano "US Five" al Village Vanguard di New York: "Lovano presenta con Esperanza Spalding e il suo quintet un progetto interamente dedicato alla musica del grande Parker: come scrivere qualcos'altro sul bebop considerato dai più "muffa" o con un sentito trito e ritrito." (Marco Losavio)

29/01/2011

Giovanni Guidi & The Unknown Rebel Band feat. Gianluca Petrella: "Un'interessante progetto proposto da una band che si impone a giusto merito come una delle realtà più gradite ed originali del panorama jazzistico italiano. Eccellente il lavoro del giovane leader nella guida dell'ensemble e nella costruzione delle strutture armoniche, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter diventare, in un futuro potenzialmente prossimo, un jazzista di livello internazionale." (Andrea Valiante e Francesco Tromba)

02/01/2011

In stride (Oregon)- Alessandro Carabelli

05/09/2010

Roccella Jazz Festival 30a Edizione: "Trent'anni e non sentirli. Rumori Mediterranei oggi è patrimonio di una intera comunit? che aspetta i giorni del festival con tale entusiasmo e partecipazione, da far pensare a pochi altri riscontri". La soave e leggera Nicole Mitchell con il suo Indigo Trio, l'anteprima del film di Maresco su Tony Scott, la brillantezza del duo Pieranunzi & Baron, il flamenco di Diego Amador, il travolgente Roy Hargrove, il circo di Mirko Guerini, la classe di Steve Khun con Ravi Coltrane, il grande incontro di Salvatore Bonafede con Eddie Gomez e Billy Hart, l'avvincente Quartetto Trionfale di Fresu e Trovesi...il tutto sotto l'attenta, non convenzionale ma vincente direzione artistica di Paolo Damiani (Gianluca Diana, Vittorio Pio)

27/08/2010

Among the Waves of Light (Giancarlo Mazzù Trio meets Salvatore Bonafede)- Alessandro Carabelli

01/06/2010

Green Factor (Ada Rovatti)- Roberto Biasco

03/05/2010

Lost In A Dream (Paul Motian Trio)- Gianmichele Taormina

18/04/2010

Sicilian Opening (Salvatore Bonafede) - Alceste Ayroldi

13/03/2010

Pure Songs (Laura Lala & Sade Mangiaracina) - Giuseppe Mavilla

21/02/2010

Bonafede/Bosso Quartet: "Un concerto condotto sull'onda dei sentimenti, come è sempre la musica del pianista Salvatore Bonafede, co-titolare dell'appuntamento del Metropolitan Jazz Vanguard insieme al trombettista torinese Fabrizio Bosso" (Antonio Terzo)

20/02/2010

Il supergruppo Bonafede/Leveratto/Bosso e Gatto inaugura al Teatro Garibaldi di Modica la rassegna "Il Teatro per la Musica": "Quattro personalità eterogenee - quattro modi diversi di interpretare il jazz - riunite per la prima volta insieme esclusivamente per una serata pensata per offrire un evento che testimoniasse una particolare attenzione, della stessa fondazione, verso questa disciplina musicale." (Giuseppe Mavilla)

26/12/2009

10/15 (Javier Girotto & Aires Tango) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

06/12/2009

Eventi in Jazz 2009: la perla d'autunno. "Una manifestazione che è cresciuta nel tempo soprattutto dal punto di vista qualitativo e che è riuscita ad uscire dai confini del territorio, diventando una tradizione da non perdere e una rassegna che per costanza, qualità e importanza dei musicisti invitati, si piazza tra i più interessanti festival europei." (Alessandro Carabelli)

22/11/2009

Woman's Perfume (Antonio Faraò)- Roberto Biasco

14/11/2009

Intervista a Richard Galliano: "...utilizzare vari linguaggi è stata una necessità più che una scelta. Un fisarmonicista non può tagliare le sue radici. La fisarmonica non è mai servita a tracciare nuove strade musicali. Noi siamo necessariamente immersi nel nostro passato. E il nostro passato è quello di tantissimi musicisti di strada, gente che suonava ai balli popolari e nelle ricorrenze di paese. La fisarmonica, un organo portatile, non può prescindere da questa sua storia umile." (Marco Buttafuoco)

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

28/10/2009

Mostly Coltrane (Steve Kuhn Trio with Joe Lovano) - Dario Gentili

04/10/2009

John Patitucci, Joe Lovano e Brian Blade ospiti alla festa di compleanno del Direttore Artistico Todd Barkan al Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York. (Roberta E. Zlokower)

21/06/2009

Bologna, Ravenna, Imola, Correggio, Piacenza, Russi: questi ed altri ancora sono i luoghi che negli ultimi tre mesi hanno ospitato Croassroads, festival itinerante di musica jazz, che ha attraversato in lungo e in largo l'Emilia Romagna. Giunto alla decima edizione, Crossroads ha ospitato nomi della scena musicale italiana ed internazionale, giovani musicisti e leggende viventi, jazzisti ortodossi e impenitenti sperimentatori... (Giuseppe Rubinetti)

06/06/2009

Dream Dance (Pieranunzi Johnson Baron)

14/03/2009

New York Days (Enrico Rava)

01/02/2009

Malene (Malene Mortensen)

01/02/2009

Live at the Village Vanguard (Martial Solal)

16/12/2008

New York Trio Recordings, vol. 2: "Voices" (Marc Copland)

26/10/2008

"Tonyght Jazz", tributo a Tony Scott: "Un concerto irripetibile e di elevato livello culturale, in un momento in cui la cultura langue: sia per i musicisti coinvolti, alcuni appositamente chiamati, sia per il progetto entro cui la serata si inserisce. L'idea, infatti, nata dalla vulcanica mente e dal sensibile animo del regista Franco Maresco, è quella di realizzare un film-documentario sulla vita di un indimenticabile protagonista del jazz di tutti i tempi: Tony Scott." (Antonio Terzo)

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

18/08/2008

McCoy Tyner - Joe Lovano Quartet all'Auditorium Parco della Musica di Roma: "Il maestro ha prosciugato il suo stile, sottraendo quanto di superfluo e ridondante potesse apparire negli anni giovanili, arrivando ad una forma espressiva in cui la sensazione di "potenza" è comunque presente, non declamata, ma sottintesa, accennata, stemperata in una sensibilità lirica affinata nel tempo." (Roberto Biasco)

10/08/2008

Jazz Fuori Tema 5 con la direzione artistica di Alberto Bazzurro: "L'ambizione dell'organizzazione è quella di creare dei progetti originali, degli incontri inediti fra personaggi lontani come ambito o che, per le più svariate ragioni, non hanno trovato l'occasione per collaborare prima di questo appuntamento..." (G.B. Montano)

22/06/2008

Downtown (Roberto Cecchetto)

21/06/2008

Tango Fugato (Francesco Venerucci)

16/03/2008

Airbop (Ada Rovatti)

03/01/2008

Umbria Jazz Winter #15, l'anno del Jazz Made in Italy: "Oltre 60 concerti a pagamento e circa 50 ad ingresso libero, 12 mila le presenze paganti, 165 mila euro gli incassi ai botteghini, 65 mila le presenze complessive, 180 artisti, 80 persone di staff, 25 tecnici, 50 unità di servizio e 210 le persone direttamente impegnate nella organizzazione del festival..." (Marcello Migliosi)

28/10/2007

Sotto la consueta direzione artistica di Paolo Damiani, si è tenuta la XXVII edizione di Roccella Jazz Festival 2007, intitolata "Al tempo che farà": "...un'edizione di "Rumori mediterranei" che certo resterà fra le migliori dell'intera storia del festival" (Enzo Fugaldi)

14/10/2007

Pescara Jazz 2007: "Giunto alla 35^ edizione, e in ottima salute, il Festival pescarese ha proposto cinque eccellenti formazioni, con i loro accattivanti progetti, e due gustosi fuori programma: il concerto della splendida Nathalie Cole (quasi un antipasto al luculliano pranzo che Pescara Jazz ha offerto al suo pubblico), e la bella iniziativa del Jazz in Città (una passerella dei migliori gruppi dell'area metropolitana pescarese)." (Dino Plasmati)

08/07/2007

Indian Summer (Giovanni Guidi)

25/05/2007

Portare il jazz tra i banchi di scuola, un'utopia? E' quanto è stato fatto con grande successo con la manifestazione "Jazz...le note inarrestabili": una settimana a stretto contatto con il Jazz per cinque Istituzioni Scolastiche di Modica.

17/03/2007

Ballads (Pieranunzi – Johnson – Baron)

01/02/2007

Journey to Donnafugata (Salvatore Bonafede)

26/01/2007

Salvatore Bonafede al Lumiére in un omaggio a Nino Rota: "...in questo nostro Sud vedo che non è cambiato ancora niente. Da una parte c'è il richiamo perché è una terra ridente, fortunata...Però con l'altra metà della bocca siamo sempre tristi, siamo in difficoltà, siamo malinconici, ci manca sempre qualcosa, siamo piagnucoloni..." (Giuseppe Mavilla)

14/10/2006

Double Rainbow (Rosalba Lazzarotto)

04/09/2006

Un grande concerto alla Carnegie Hall in onore di Toots Thielemans con Herbie Hancock, Oscar Castro-Neves, Eliane Elias, Ivan Lins, Joe Lovano, Paquito D'Rivera...(Roberta E. Zlokower)

02/09/2006

Chris Potter al Blue Note: "La mia esperienza con Dave Holland è stata molto significativa. Ora ho molta libertà con la mia band. Pur essendoci parecchi aspetti in comune con la musica di Holland, la mia musica di adesso è differente, per via del sound elettrico, per il tipo di struttura." (Rossella del Grande)

27/08/2006

Untold Story (Enrico Pieranunzi)

10/08/2006

"Hicks Time", Memorial Celebration in onore di John Hicks a New York, presso la St. Peter Church: "John Hicks, il musicista, e John Hicks, l'uomo, mancheranno molto alla comunità jazz internazionale..." (Roberta Zlokower)

19/03/2006

So Right (Maria Pia De Vito)

12/03/2006

Duologues (Jim Hall - Enrico Pieranunzi)

11/03/2006

Hank Jones e Joe Lovano in "Joyous Encounter" per Aperitivo in Concerto: "Da una parte 60 anni di storia ‘vissuta' - dall'altra la conoscenza e capacità di esprimere quei 60 anni non vissuti con estrema duttilità e naturalezza in quanto facenti parte della propria cultura..." (Patrizio Gianquintieri)

15/12/2005

Stravagario 2 (Stefano Battaglia e Michele Rabbia )

10/12/2005

Prime (Oregon)

10/08/2005

I Have The Room Above Her (Paul Motian Trio)

11/10/2004

Paradoxa (Salvatore Bonafede) - ANTEPRIMA

31/08/2004

Antonello Salis e Michele Rabbia a Villa Guariglia: "...Musica della variazione, dove l'imprevedibile diventa la norma e i molteplici cambi di direzione mettono in campo una serie di "figure musicali" che sottintendono una logica quasi teatrale nella realizzazione delle frasi, negli sviluppi improvvisativi..." (Olga Chieffi)

14/08/2004

Scores (Paolo Fresu)

22/05/2004

Play Morricone 2 (Pieranunzi - Johnson - Barron)

22/05/2004

Journey to Donnafugata (Salvatore Bonafede)

24/04/2003

Stravagario (Michele Rabbia e Stefano Battaglia)

17/12/2001

Play Morricone il CD che Enrico Pieranunzi in trio con Marc Johnson e Joey Baron ha dedicato alla musica di Ennio Morricone (Cam Jazz)





Video:
NPR Live at the Village Vanguard Webcast: Joe Lovano - January 12
On January 12th, celebrate the release of Joe Lovano's new Blue Note Recording, "Bird Songs" with a live webcast from the Village Va...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 4083
Joe Lovano - Bird Songs
Joe Lovano's new Blue Note recording, "Bird Songs," an exploration of the music of Charlie Parker featuring Us Five, drops January 1...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 4591
Paul Motian Quintet with Lee Konitz / Joe Lovano = North Sea Jazz Festival
Paul Motian Quintet North Sea Jazz festival === Lee Konitz, Joe Lovano, Bill Frisell, Marc Johnson...
inserito il 03/03/2010  da freeavantgardevideos - visualizzazioni: 3125
Bill Evans Trio 1962 with Paul Motian - Nardis
...
inserito il 23/12/2009  da RareJazzVideos - visualizzazioni: 2933
Keith Jarrett, Charlie Haden & Paul Motian - Germany 1972
Keith Jarrett performing with his trio in the Hamburg Funkhaus, Germany, on June 14, 1972., , Keith Jarrett - p, Charlie Haden - b, Paul Motian - dr...
inserito il 13/12/2009  da OhNoxius - visualizzazioni: 2819
Enrico Rava - Certi angoli segreti
"Certi angoli segreti", from the album "New York Days" (ECM-2009), Enrico Rava, Mark Turner, Stefano Bollani, Larry Grenadier, Pau...
inserito il 17/08/2009  da Jazzfan92 - visualizzazioni: 4325
Paul Motian's Favorite Drummer
This is a short clip of Paul Motion hanging at Drummers World in NYC talking about his favorite drummer....
inserito il 29/04/2009  da drummersworldnyc - visualizzazioni: 1919
Michael Brecker, David Liebman, Joe Lovano - 1999
http://www.jazzvideoguy.tv presents the Saxophone Summit LIve at Birdland, December 18, 1999., , Michael Brecker, David Liebman, Joe Lovano - Saxophon...
inserito il 19/02/2009  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2918
Paul Motian Quintet ~ How Deep Is The Ocean
July 8, 1995 Umbria Jazz Festival, Italy, Paul Motian-Drums, Marc Johnson-Bass,, Lee Konitz-Alto Sax, Joe Lovano-Tenor Sax, Bill Frisell-Guitar...
inserito il 26/05/2008  da bathoshue - visualizzazioni: 2906
GARY PEACOCK, PAUL BLEY, PAUL MOTIAN take1
GARY PEACOCK, PAUL BLEY, PAUL MOTIAN...
inserito il 12/09/2007  da hkhakase - visualizzazioni: 2439
GARY PEACOCK, PAUL BLEY, PAUL MOTIAN take2
GARY PEACOCK, PAUL BLEY, PAUL MOTIAN...
inserito il 12/09/2007  da hkhakase - visualizzazioni: 2120
John Hicks with Joe Lovano Nonet
from the Joe Lovano Nonet: The Paris Concert - New Morning...
inserito il 20/01/2007  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2435
Broadway Music - How Deep Is the Ocean
Paul Motian's Broadway Music Band performing "How Deep Is the Ocean" in Pori, Finland in 1995. The band members are Lee Konitz (alto sax), J...
inserito il 26/11/2006  da migmarfin - visualizzazioni: 2595


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 5.382 volte
Data pubblicazione: 17/11/2006

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti