Jazzitalia - Antonio Apuzzo: Gentle Giant I Giganti del Prog-Rock
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)


Antonio Apuzzo

Gentle Giant I Giganti del Prog-Rock
Stampa Alternativa 2010
Pgg.152 euro 20,00
Contiene CD

Ibrido Hot Six Plays
Acquiring The Taste

Antonio Apuzzo è un grande esploratore e valente ricercatore di musiche. Tale sua eccellenza la traspone, oltre che nelle partiture musicali, anche nella pubblicistica, che lo occupa con buon successo. Successo dovuto, anche e soprattutto, alla sua pervicacia e precisione, quasi maniacale nel descrivere ciò di cui intende parlare. E' il caso di "Gentle Giant I Giganti del Prog-Rock", edito da Stampa Alternativa che racchiude in modo tassonomico la storia del leggendario gruppo inglese, fabbricatori del rock progressive, corrente musicale che ha rivoluzionato il già consistente scenario musicale degli anni Settanta, fianco a fianco con Genesis e King Crimson e, rispetto a questi ultimi (dei quali si è parlato e scritto in abbandonanza), piuttosto misconosciuti. E già questo è un valore che si aggiunge alla sintetica, serrata e precisa trattazione del sassofonista, clarinettista Antonio Apuzzo.

L'opera si compone di tre sezioni, prologo a parte, che vanno dalla nascita del gruppo "familiare" (fondato dai tre fratelli Shulman) fino alla sua fine, arricchite da un epilogo che ci ricorda il tentativo di ricostruzione avvenuto con i Rentle Giant (2008) ed un'intervista dello stesso Autore a Malcom Mortimore e Gary Green. Un libro suddiviso in album, si potrebbe dire e che quindi acquista ancor di più forma sonora nella trattazione, fatta anche di consistenti approfondimenti musicologi sulla struttura dei singoli brani, ben contestualizzati e mai fine a sé stessi. Insomma, nulla è lasciato al caso e ciò traspare a chiare lettere, oltre che un'approfondita conoscenza del gruppo e della fase storico-musicale, un vero amore per quella musica affascinante, rivoluzionaria e travolgente. Prova ne è il bel complemento che forma parte integrante del libro: "Ibrido Hot Six Plays Acquiring The Taste".

Il gruppo di Apuzzo, ensemble tanto aperto quanto "anomalo" (suonano due contrabbassi) ben interpreta il lavoro "Maximo" del "Gigante Gentile". Dodici brani che vanno ascoltati di pari passo con la lettura del libro e che trovano opportuno analisi esplicativa nella sua appendice.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia








Articoli correlati:
24/07/2016

D'un dolcissimo incanto al bel godere (Ibrido Hot X)- Niccolò Lucarelli

21/11/2009

L'Eclisse (Ibrido Hot Six) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

29/03/2007

Nothing to kill or die for (Ibrido Hot Five)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 4.287 volte
Data pubblicazione: 24/11/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti