Jazzitalia - Recensioni - Fabrizio Puglisi Guantanamo: Giallooro
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Fabrizio Puglisi Guantanamo
Giallooro



Caligola (2017)

1. Giallo Oro
2. Un poco loco
3. Ogun
4. Turkish Mambo
5. La Comparsa
6. Song for Doudou(To Doudou Noiaye Rose)

Fabrizio Puglisi - piano, synth & fender rhodes
Pasquale Mirra - vibrafono
Davide Lanzarini - contrabbasso
Danilo Mineo - percussioni
William Simone - batà, percussioni
Gaetano Alfonso - batteria
Venus Rodriguez - vocals in Ogun


Fabrizio Puglisi è noto per la sua militanza nel collettivo bolognese "Basse Sfere", associazione attiva nel campo della ricerca e della composizione istantanea, oltre che per le sue collaborazioni con artisti della scena olandese e italiana più innovative. Fra i suoi svariati progetti si segnala questo "Guantanamo", gruppo fondato qualche anno fa al fine di rileggere in maniera intellettuale il tipico sound afro.cubano. Va ricordato, come premessa, che il jazz ha pescato parecchio fra i suoni dei Caraibi e che, anzi, diversi personaggi di origine cubana si sono imposti all'attenzione generale, scrivendo pure pagine importanti nella storia della musica afroamericana. Si possono ricordare, fra gli altri, Machito, Chico O'Farrill, Chucho Valdes, non dimenticando il contemporaneo Michel Camilo. E' d'obbligo, poi, menzionare Steve Coleman e il suo pregevole album "The sign and the Seal", inciso nell'isola di Fidel Castro con la Mystic Rytm Society e con un ensemble locale, come esempio luminoso di contaminazione fra lo stile metropolitano poliritmico di marca M-Base e la clave, la scansione metrica propria delle isole centramericane.
Il pianista siciliano lavora su un repertorio misto, selezionando due pezzi a sua firma, due superclassici come "Un poco loco" di Bud Powell e "Turkish Mambo" di Lennie Tristano, oltre a un canto tradizionale e ad una canzone etno-folk d'autore. Come strumentario il peso dell'accompagnamento ritmico va a due percussionisti e ad un batterista che offrono un sostegno coriaceo e preciso di chiara impronta latina, aiutati dall'incedere di un basso non appariscente, ma estremamente concreto. A tastiere e vibrafono, poi, spetta la parte armonico-melodica. Puglisi e Mirra assolvono al compito con un dialogo tematico serrato e stringente e interventi solistici appropriati, contraddistinti da un andamento sinusoidale. Per movimentare il quadro d'insieme, inoltre, interviene l'elettronica a introdurre qualche sfasatura voluta per complicare il discorso o meglio per attualizzarlo.

In effetti "Guantanamo", però, si muove con un rispetto quasi eccessivo per il materiale scelto. Ci si aspettava da Puglisi e soci una rivisitazione meno letterale e più avventurosa in certi tratti. Così, invece, si apprezzano la compattezza del tessuto percussivo, gli scambi equilibrati fra pianoforte e metallofono, ma non si rinviene la spinta progressiva, l'unghiata avanguardistica del leader della formazione.

Così "Giallooro" incontrerà sicuramente il gusto degli amanti del latin-jazz, ma lascerà dubbiosi quanti seguono da tempo la parabola artistica di un musicista che ci ha abituato a prove ben più audaci e azzardose.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
15/10/2021

Curva Minore Mediterraneo Jazz: "Nel prosieguo del sogno del compianto Lelio Giannetto, le quattro serate a Selinunte con tema principale il progetto 'BassMasse Sizilien' del contrabbassista tedesco Sebastan Gramss" (Vincenzo Fugaldi)

17/01/2021

Pierino e il Lupo in jazz (Ettore Fioravanti - Silvana Kühtz)- Gianni Montano

10/01/2021

Iperboliche Distanze (Massimo Donà Ensemble)- Gianni Montano

18/08/2019

Pipe Dream (Pipe Dream)- Alceste Ayroldi

13/04/2019

Bergamo Jazz 2019: "41ma Edizione del prestigioso festival lombardo che chiude il ciclo quadriennale con la direzione artistica affidata a Dave Douglas per annunciare il passaggio dell'incarico a Maria Pia De Vito" (Aldo Gianolio)

15/09/2018

Deep Changes (Alessia Obino Cordas)- Gianni Montano

26/08/2018

Sento Doppio (John De Leo - Fabrizio Puglisi)- Enzo Fugaldi

27/11/2016

Multikulti Cherry On (Cristiano Calcagnile)- Enzo Fugaldi

24/07/2016

L'uomo poco distante (Toni Cattano Ottetto)- Gianni Montano

10/05/2015

Laut (Gaia Mattiuzzi)- Laura Scoteroni

05/01/2015

A World Apart (Stefano Maltese Open Sound Ensemble)- Francesco Favano

29/11/2014

Oltremente Festival 2014 : "Jazz d'avanguardia e rivisitazione del passato, improvvisazione istantanea e composizione contemporanea (ma molto altro ancora)..." (Gianmichele Taormina)

19/05/2014

Il Mandorlo (Silvia Bolognesi Almond Tree)- Monica Mazzitelli

20/11/2013

Ohmlaut (Piero Bittolo Bon & Jump The Shark)- Andrea Gaggero

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

08/06/2013

JAM 2013: Jazz a Mira: Il duo Pascal a Jazz a Mira 2013, rassegna dedicata al Jazz indipendente e curata da Nicola Fazzini. (Aisha Ruggieri)

02/05/2011

Elegy For The Punk Movement (Orange room)- Gianni B. Montano

25/07/2010

Six Dances Under (Antonio Borghini & Malebranche)- Vincenzo Fugaldi

13/05/2010

Supuesto Blue (Marcello Benetti)- Rossella Del Grande

05/01/2010

Sugoi Sentai! Gattai!! (Piero Bittolo Bon Jump The Shark) - Enzo Fugaldi

06/06/2009

No leader (Nelide Bandello / Leibniz)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 354 volte
Data pubblicazione: 11/04/2019

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti