Jazzitalia - Guido Michelone: Due saggi e un romanzo di Guido Michelone
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Due saggi e un romanzo di Guido Michelone
di Franco Bergoglio


Jazz poesia civile
Università Cattolica, Milano 2008


Jazz '68
Università Cattolica, Milano 2008


A Charlie Chân piace il jazz?
Lampi di Stampa, Milano 2006

Guido Michelone non è certamente uno di quegli intellettuali che costruiscono la loro carriera professionale sopra un singolo tema, tali e tanti sono i suoi interessi. Scrittore, giornalista, conferenziere, saggista…e ancora: docente di Civiltà Musicale Afroamericana presso la Cattolica di Milano e di Storia del Jazz al Conservatorio "Antonio Vivaldi" di Alessandria. Ha scritto o curato un vastissimo numero di pubblicazioni tra le quali un best-seller dedicato al cartoon dei Simpson. Ideatore di trasmissioni radiofoniche e soggetti per documentari, ha contribuito ad aprire le porte della cultura italiana alla jazz poetry, come autore e come curatore talent scout di antologie comprendenti vari poeti contemporanei.

U
na delle ultime fatiche lo vede indossare le vesti di "giallista" de luxe in un lavoro a quattro mani con lo scrittore Biagio Bagini, A Charlie Chân piace il jazz? Si sa che il jazz e il clima del noir ben si sposano con le melodie jazz; i due autori non fanno altro che portare in primo piano l'atmosfera solitamente relegata alla funzione di sfondo. Ovviamente anche la trama è fortemente jazzata…

La passione per il jazz costituisce quindi il riconoscibile, vero denominatore della sua attività; una musica trasformata spesso in un campo di battaglia per dar respiro alle esigenze letterarie (ha composto testi per alcuni fra i maggiori jazzmen italiani (Gaetano Liguori, Alberto Mandarini, Carlo Actis Dato, Maurizio Brunod, Umberto Petrin), ma anche un terreno di coltura per analisi condotte con l'acume del fine studioso. Alla sua attività di saggista si devono due recentissimi lavori: Jazz 68 e Jazz poesia civile. In entrambi i casi si tratta di scritti e interviste che contribuiscono ad approfondire e documentare quel concetto ampio di jazz che si sta facendo faticosamente largo anche nel nostro Paese. Il primo testo, il jazz come poesia civile, vuole promuovere uno sguardo lirico sul mondo esterno, segno e metafora dell'attualità, strumento di protesta, impegno, libertà, fratellanza, partecipazione…scrive l'autore. Un modo per parlare di jazz e parlare d'altro, per esplorare l'idea della libertà tout court, dove non si può fare a meno di allargare lo sguardo e osservare la globalizzazione dei non valori e come il jazz vi resista, come quasi sempre abbia saputo opporre un rifiuto alla sua mercificazione, ponendo il soggetto creatore e dunque l'istanza artistica (e non il cedimento alle lusinghe della svendita e della spettacolarizzazione) (…) al centro della propria spassionata attività.

Senso etico e spirito culturale che si riverberano nei temi scelti per motivare questa unione: jazz e arti, jazz e storia, il jazz al femminile…il jazz e i libri, consigliati da un lettore che con souplesse si dichiara onnivoro.

Jazz 68 si configura invece come una riflessione a più voci sull'anno che ha cambiato il mondo, visto con il raggiunto distacco dei quarant'anni di storia passata sotto i ponti. Improntati alla pacatezza e talvolta nostalgici i commenti, tra i quali spiccano i primi dei pianisti italiani più rivoluzionari del periodo: Franco D'Andrea, Giorgio Gaslini, Gaetano Liguori, autori che ricordano volentieri il loro impegno politico, sociale e, -ovviamente- artistico.

Cosa rimane di quel periodo? Quale eredità ha lasciato il '68 al jazz? L'idea di una controcultura, che nel jazz, anche se con alterne vicende, rimane comunque vitale, risponde il musicologo Claudio Sessa, mentre lo spirito del tempo pare irrimediabilmente perduto sottolinea il direttore di Musica Jazz Filippo Bianchi. Chiude il volume una corposa discografia del periodo, unica nel suo genere. Prima di interrogare i protagonisti e altri addetti ai lavori, Michelone con concisione e rigore, inquadra il periodo storico in questione: rivolta studentesca e giovanile, contestazione alla guerra del Vietnam, gli omicidi di Martin Luther King e Robert Kennedy, la primavera di Praga e la fine dell'utopia legata al socialismo reale sono le coordinate che hanno sconvolto il mondo e pesantemente coinvolto e influenzato l'arte, jazz compreso, anche se per quest'ultimo il discorso andrebbe sfumato.

Scrive l'autore: in altre parole il '68 nel jazz è, sì, un anno importante per molte ragioni, ma non rimarrà un anno-chiave nella storia della musica afroamericana, così come, invece, si può affermare ad esempio del 1917 per New Orleans, del 1945 per il bebop, del triennio '56-'57-'58 per la nascita del contemporaneo o dello stesso 1960 per il free. Posta questa premessa, il nostro individua il punto di novità del periodo su un diverso piano: non si mette mai l'accento, forse perché i risultati espressivi perfettamente compiuti arriveranno l'anno dopo (…) sul fatto che nel '68 il jazz giunge a creare un nuovo linguaggio, il jazz rock che è un' ammirabile sintesi di due universi sonori in apparenza inconciliabili… Ancora interessante a questo proposito è l'analisi del pop-jazz, un sottogenere musicale che si era affermato prima del jazz rock vero e proprio e che vedeva super gruppi come Blood, Sweat & Tears, Chicago, Caravan, Soft Machine, Colosseum, Traffic e via elencando, esplorare gli spazi delle musiche afroamericane con prodotti orientati all'aggregazione di un vasto pubblico…Nomi oggi decisamente fuori moda nelle storie del jazz, ma che qui vengono giustamente posti in relazione con Hendrix, Beatles, Rolling Stones, svelando i legami e gli impasti eterogenei tra il rivoluzionario linguaggio rock e il jazz del periodo.

Un approccio trasversale ancora poco frequentato in Italia ma ben sfruttato negli States e non solo in accademia: basta sfogliare i migliori articoli pubblicati dalla rivista americana Rolling Stone per rendersene conto.

Jazz 68 e Jazz poesia civile sono lavori gemelli, utili agli addetti ai lavori ma godibili anche da chi sente di dover approfondire la propria passione per questa musica.

Franco Bergoglio per Jazzitalia






Articoli correlati:
03/12/2016

LEZIONI (Articoli): Rhythm Changes (Claudio Angeleri)

26/02/2015

LEZIONI (Trascrizioni): Out of Nowhere - Charlie Parker. Seduta del 4 novembre 1947 insieme a Miles Davis, Max Roach, Duke Jordan e Tommy Potter (Paolo Mannelli)

24/08/2014

60 Jazzisti (Guido Michelone)- Gianni Montano

20/10/2013

Quattro chiacchiere con...Attilio Berni: Una collezione di sax unica al mondo: ogni strumento vintage è "vittima" della propria evoluzione ed è plasmato dall'alito vitale insufflato al suo interno da chi lo ha posseduto. (Alceste Ayroldi)

14/01/2013

Black Music (Guido Michelone)- Gianni Montano

18/08/2011

Miles Davis. Il sound del futuro (Guido Michelone)- Franco Bergoglio

22/01/2011

Sincopato Tricolore (Guido Michelone)- Alceste Ayroldi

06/03/2010

Breve storia della musica jazz (Guido Michelone)- Marco Buttafuoco

06/03/2010

Charlie Parker - Vita e musica (Carl Woideck)- Marco Losavio

06/02/2010

Altre x-roads (Franco Minganti)- Franco Bergoglio

31/05/2009

Intervista a Ray Mantilla: "In America abbiamo davvero un grosso problema con l'economia. E per chi suona jazz è anche peggio. Per il tipico musicista di jazz le cose vanno male oggi...Ce ne sono tantissimi che non trovano lavoro e ingaggi in America. E gli americani sono spaventati. Ma ora, grazie a Dio! E' arrivato Obama. Ora che Obama è presidente le cose andranno sicuramente meglio. La gente poi lo ama davvero, almeno tanto quanto ultimamente odiava Bush." (Franco Bergoglio)

11/04/2009

LEZIONI (chitarra): Bird's Eye View (by Greg Howe), Jazz minor blues substitutions (Francesco Bonfanti)

23/11/2008

Il Giganti del Jazz (Studs Terkel)

10/02/2008

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 1 (Pietro Nicosia)

27/04/2007

Le Opere in Digital Art di Bruno Pollacci sui grandi del Jazz.

27/04/2007

LEZIONI (Violoncello): Donna Lee, istruzioni per l'uso... (Lucio Franco Amanti)

18/03/2007

Nuova gallery di quadri curata da Henk Mommaas

27/12/2006

LEZIONI (Storia): Bird, analisi del grandioso film di Clint Eastwood: "Rispetto alla tradizione del cinema biografia, Bird è un autentico capolavoro, dove il ritmo, continuamente mutato nei frequenti cambiamenti spazio-temporali sembra seguire quel ritmo interno che ha scosso la vita del vero Charlie Parker e che ha scosso inevitabilmente la storia del jazz." (Cinzia Villari)

16/05/2006

A Tribute to Charlie Parker (Francesco Cafiso & Strings)

17/04/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Un favoloso solo di Charlie Parker sul brano Scrapple from the Apple (Marcello Zappatore)

30/04/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Bird of Paradise, improvvisazione di Charlie Parker sull'armonia di "All The Things You Are". (F. Perina, N. Fazzini)





Video:
NPR Live at the Village Vanguard Webcast: Joe Lovano - January 12
On January 12th, celebrate the release of Joe Lovano's new Blue Note Recording, "Bird Songs" with a live webcast from the Village Va...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 3761
Joe Lovano - Bird Songs
Joe Lovano's new Blue Note recording, "Bird Songs," an exploration of the music of Charlie Parker featuring Us Five, drops January 1...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 4272
Enrico Rava Quintet Standards "Scrapple From The Apple" - Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in Scrapple From The Apple (C. Parker) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - SalernoEnrico R...
inserito il 04/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 3582
DARY -GRASSO Quintet "Sunday"
Nicolas DARY:tenor saxLuigi GRASSO:alto saxPasquale GRASSO: guitarMathias ALLAMANE:bassPhilippe SOIRAT:drumsLive Caveau de la Huchette 21/02/2010...
inserito il 16/03/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2898
Anthropology - Dizzie GIllespie / Charlie Parker - Davide Benecchi & The Jazz Masters
Davide Benecchi has achieved the diploma in "Mastering Jazz Guitar", a course held by Bebo Ferra at Accademia del Suono., "The Jazz Mas...
inserito il 04/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3690
Charlie Parker and Coleman Hawkins, Lester Young, et al 1950) - 1 of 2
This is one of two surviving sound films of Charlie Parker playing (and certainly the longest; the other is only 52 seconds long). Until recently, thi...
inserito il 14/12/2008  da kenjames64 - visualizzazioni: 2449
Bird, Bean, and Prez, et al (1950) - 2 of 2
Personnel:1. Ad Lib: Hank Jones (p), Ray Brown (b), Buddy Rich (d)2. Pennies From Heaven (unrecognizable): Bill Harris (tb), Lester Young (ts), Jones ...
inserito il 14/12/2008  da kenjames64 - visualizzazioni: 3630
Charlie Parker - All the things you are
Charles "Bird" Parker, Jr. (1920.08.29.-1955.03.12.) All The Things You Are...
inserito il 25/06/2008  da antonnio200 - visualizzazioni: 2656
Charlie Parker - "My old flame"
Charlie Parker (alto sax), Miles Davis (tromp.), Duke Jordan (piano), Tommy Potter (g), Max Roach (drums)...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2962
Charlie Parker - "Groovin' High"
Charlie Parker (alt. sax),, Herbie Williams (tromp.), Rollins Griffith (Piano), Jimmy Woode (bass), Marquis Foster (drums), Dec. 1953...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2757
Charlie Parker - "Moose the Mooche"
Charlie Parker (alt. sax), , Red Garland (piano), Billy Griggs (bass), Roy Haynes (drums), Live at Storyville Club, 10th March, 1953...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2992
Bireli lagrene - donna lee - ( charlie parker)
bireli tocando en en jazz vienne festival, el tema de charlie parker donna lee, con gipsy project....
inserito il 16/01/2008  da alejandrojazzmetal - visualizzazioni: 3151
Charlie Parker - Summertime (Jazz Instrumental)
Muy buena pieza...Summertime y el gran maestro Charlie Parker...que la disfruten...
inserito il 27/10/2007  da seann588 - visualizzazioni: 3181
Charlie Parker Sessions
Charlie Parker Sessions....
inserito il 06/02/2007  da servitecafe - visualizzazioni: 2147
Charlie Parker-Coleman Hawkins: Ballade
Norman Granz: Presents,Improvisation 1950...
inserito il 06/02/2007  da razalatinaPeru - visualizzazioni: 2252
The Death of Charlie Parker
Charlie Parker's death in 1955 was one of jazz's great tragedy's....
inserito il 06/11/2006  da flydguzmon - visualizzazioni: 2439


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.979 volte
Data pubblicazione: 09/05/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti