Jazzitalia - Dino Betti van der Noot: God Save the Earth
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Sam Production SAM 9026
Dino Betti van der Noot
God Save the Earth


1. God Save the Earth
2. In the Beginning Was Beauty
3. Maybe
4. Like a Circle in the Water
5. Alone in the Crowd
6. City Mornings

Alberto Mandarini, Beppe Virone, Marco Sozzi, Andrea Terzuolo - tromba
Beppe Caruso, Graziano Soave, Dario Cozzi, Sergio Lombardi - trombone, tuba
Sandro Cerino, Giulio Visibelli, Maria Teresa Battistessa, Daniela Ievolo, Gilberto Tarocco - flauto, sax
Elio Marchesini - vibrafono, marimba
Marco Ricci - violoncello
Alberto Tacchini - pianoforte
Matteo Corda - live electronics, sound programming
Vincenzo Zitello - wire-strung harp, bawu, dizi, kalimba
Gianluca Alberti - basso elettrico
Francesco D'auria, Tiziano Tononi - batteria e percussioni
Ginger Brew, Sofia Woodpecker - voce

Registrato a Milano, primavera 2009

Composizioni di Dino Betti van der Noot



Impossibile non dire bene di Dino Betti van der Noot, qui al suo nono disco in poco più di trent'anni: beniamino della critica italiana e straniera, ha vinto numerosi e meritati premi a partire dagli anni '80, fino al Top Jazz del 2007 come miglior compositore. Le spalle dei giganti su cui Betti è salito, tra i quali l'ultimo Gil Evans, gli consentono di guardare oltre l'orizzonte con i suoi progetti per big band, e di realizzare ottimi dischi. E anche questa volta ha fatto centro: un organico molto vasto, la presenza di voci femminili, la partecipazione di Vincenzo Zitello con i colori dei suoi multiformi strumenti, fanno di "God Save the Earth" un cd che rivela nuove ricche sfumature a ogni ascolto, un'opera intensa e colta.

Una musica di sintesi, affollata di suoni come per reazione a una sorta di horror vacui, ricca di interferenze, commistioni tra suoni elettronici e acustici, tra atmosfere etniche e solido swing orchestrale, costruita intorno alle notevoli personalità musicali coinvolte e dedicata all'emergenza dell'ambiente, con due composizioni cantate su testi di Stash Luczkiw e Lou Faithlines, come già nel cd precedente, "The Humming Cloud", e altre quattro di ampio respiro, ricolme di suggestioni. Ogni brano meriterebbe una recensione a sé, per la ricchezza di particolari: l'atmosfera libera e africaneggiante della canzone iniziale, caratterizzata dal timbro della marimba, con un dialogo tra tromba e flicorno a punteggiare il canto di Ginger Brew e le pennellate orchestrali di sfondo; il lirico tema di In the Beginning Was Beauty, seguito da un lungo splendido assolo al flauto di Sandro Cerino su uno strabiliante tappeto percussivo; l'assolo di sax tenore di Giulio Visibelli sull'ossessionante e apocalittica Maybe; l'altro assolo di flauto di Sandro Cerino in Like a Circle in the Water; l'infuocato tema di Alone in the Crowd, con un intervento al trombone di Beppe Caruso dallo swing trascinante; la canzone conclusiva, impreziosita dal pianoforte a coda di Alberto Tacchini, che occupa la seconda parte del brano con un assolo di stupefacente essenzialità, contrapponendosi per alcuni minuti alle folte sonorità che caratterizzano l'intero disco.

Vincenzo Fugaldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
18/12/2017

Où sont les notes d’antan? (Dino Betti van der Noot)- Alceste Ayroldi

20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

12/03/2017

Tiresia (Enten Eller)- Gianni Montano

18/09/2016

Notes are but wind (Dino Betti van der Noot)- Gianni Montano

31/01/2016

Three Spirits (Blue Chorale)- Niccolò Lucarelli

27/12/2015

Claudio Angeleri Quintet - Ellingtones: "Si sono apprezzate una notevole abilità di scrittura del leader, autore di temi estremamente variati e armonicamente ricchi..." (Andrea Gaggero)

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

11/05/2015

Stella By Starlight (The Splay Trio)- Laura Scoteroni

01/03/2015

Gigiabbo (Claudio Bianzino 4et feat. Alberto Mandarini)- Alessandra Monaco

29/12/2013

Shibui (Enrico Fazio Critical Mass)- Gianni Montano

02/11/2013

Intervista a Dino Betti van der Noot: "...se tu prendi un talento e lo fai tuffare in un contesto completamente differente da quello in cui nuota ogni giorno, questo talento si scatenerà su strade nuove." (Gianni Montano)

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

07/09/2013

Bianco il vestito nel buio (Roberto Bonati)- Alceste Ayroldi

21/07/2013

Marcel & Solange Trio e Giovanni Falzone Quintet "Around Ornette": Nell'ambito del festival "Una Striscia di Terra Feconda", il Marcel & Solange trio con le loro "atmosfere minimaliste e rarefatte" e il personale omaggio a Ornette Coleman di Giovanni Falzone con suo Quintet. (Valeria Loprieno)

22/12/2012

Black Ol' Blues (Black Hole Quartet) - Francesco Favano

30/11/2012

E(x)stinzione (Enten Eller Orkestra)- Gianni Montano

13/05/2012

"Massimo Barbiero e soci confermano che le buone idee possono trovare gambe per marciare quando a sostenerle sono la passione e la capacità di organizzare e coordinare i vari eventi, anche in tempi di "vacche magre" come questi." (Gianni Montano)

01/05/2012

Per Kelli Fini Que Ki Contene (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Andrea Gaggero

18/03/2012

Figli (Tiziana Ghiglioni)- Enzo Fugaldi

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

13/01/2012

Around Ornette (Giovanni Falzone Quintet) - Alceste Ayroldi

11/12/2011

September's New Moon (Dino Betti Van Der Noot)- Gianni Montano

20/11/2011

4 Friends (Zanolini, Bianchi, Visibelli, Ricci)- Alessandro Carabelli

01/08/2011

L'albero e il fiume (Santino Carcano Quintet)- Alessandro Carabelli

11/07/2011

Songs (Tiziana Ghiglioni)- Gianni Montano

15/05/2011

Giovanni Falzone in "Around Ornette": "Non vi è in tutta la serata, un momento di calo di attenzione o di quella tensione musicale che tiene sulla corda. Un crescendo di suoni ed emozioni, orchestrati da Falzone, direttore, musicista e compositore fenomenale, a tratti talmente rapito dalla musica da diventare lui stesso musica, danza, grido, suono, movimento. Inutile dire che l'interplay tra i musicisti è spettacolare, coinvolti come sono dalla follia e dal genio espressivo e musicale del loro direttore." (Eva Simontacchi)

26/02/2011

A Cuàntas Paradas De Aqui’? (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Gianni Montano

27/08/2010

In the Mean Time (Marco Detto)- Alessandro Carabelli

31/07/2010

Emozionarsi a vivere (Consuelo Orsingher) - Cinzia Guidetti

06/06/2010

Non Sono io (Musiche di Luigi Tenco) (Tiziana Ghiglioni)- Gianni B. Montano

23/04/2010

Il Mio Giardino (Toni Melillo)- Rosanna Perrone

06/03/2010

Darwinsuite (Ferdinando Faraò) - Giuseppe Mavilla

25/04/2009

Un sospeso silenzio (Roberto Bonati)

11/04/2009

Black Hole Quartet (Black Hole Quartet )

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

07/04/2009

Baudrillard Est Mort (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna )

09/02/2009

TotoCorde (Alberto Mandarini / Daniele Tione)

14/09/2008

R-Evolution Suite (Giovanni Falzone Contemporary Orchestra)

13/07/2008

VIa Maestra (Giulio Visibelli)

18/05/2008

L'uomo del 300 Gilera (Pasquale Innarella Jazz Quartet Feat. Beppe Caruso)

16/03/2008

The Humming Cloud (Dino Betti van der Noot)

29/02/2008

Roberto Bonati e i Sacred Concerts di Ellington a Parmafrontiere: "...il vasto ensemble, nel suo complesso, ha fatto sentire quel mix indicibile di spiritualità e sensualità, quel superamento della scissione fra arte e vita, fra danza e preghiera, fra religione e quotidianità proprio dell' arte africana prima e afro americana poi." (Marco Buttafuoco)

07/08/2007

Invenzioni a più voci (Claudio Angeleri)

15/07/2007

Intervista a Daniela Panetta e Sandro Cerino in occasione della presentazione del loro album "Ampio Respiro", Un progetto singolare e notevole, che merita certamente attenzione da parte del pubblico e della critica. (Eva Simontacchi)

26/05/2007

Intervista e recensione del concerto dei "Quadrivision", ovvero Marco Ricci, Massimo Manzi, Alberto Mandarini e Roberto Cecchetto. Un nuovo progetto nato principalmente attraverso un rapporto di amicizia e stima reciproca e che mira alla ricerca di un suono amalgamanto ma costituito da elementi individuali chiaramenti distinguibili. (Eva SImontacchi)

25/02/2007

Love Songs (Alberto Mandarini/Phoebus Quartet + Strings)

19/12/2006

Ampio Respiro (Daniela Panetta, Sandro Cerino)

29/06/2006

A Look At Mompou (Sergio Orlandi )







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 3.403 volte
Data pubblicazione: 22/11/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti