Jazzitalia - Gabriele Coen Jewishexperience: Golem
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Alfamusic - 2009
Gabriele Coen Jewishexperience
Golem


1. Gilk (trad)
2. Quando el Rey Nimrod (trad)
3. Dona dona (A. Tzeitlin)
4. Miserlou (trad)
5. Golem (trad)
6. Mahshav (J.Zorn)
7. Dance of the Souls (M. Katz)
8. The very last Waltz (G. Cohen)
9. Come in Peace (M. Katz)
10. Cuban Shalom (G. Coen, P.Lussu, M. Loddo)

Gabriele Coen - Saxhophones
Pietro Lussu - Piano
Lutte Berg - Guitars
Marco Loddo - Contrabbasso
Luca Caponi - Batteria/Perc

 




ALFAMUSIC
Music Label & Publishing
Via G. Turner, 27 - 00169 Rome (Italy)
Tel:(+39) 06 263067 Fax:(+39) 06 23269109
email:
info@alfamusic.com
web:
www.alfamusic.com
 




S
e si legge il titolo "Golem" e poi si scorge il nome della formazione "Jewish experience" si corre il rischio di pensare immediatamente ad una operazione realizzata sulla scia e ad imitazione di una delle mode caratterizzanti questi ultimi anni: il klezmer attualizzato. Per completare il quadro il leader, Gabriele Coen, suona il clarinetto come Don Byron, musicista noto per aver ripercorso la musica della cultura ebraica in dischi storici come "Play the music of Mickey Katz" o come David Krakauer altro esponente di spicco del jazz intriso di elementi klezmer. A conti fatti anche il modello del "John Zorn-Masada" viene alla memoria, a priori, prima dell'analisi del disco. Insomma la possibilità di trovarci di fronte ad un prodotto confezionato in modo "provinciale", alla maniera di…c'è tutta. Invece, aprendo la copertina, si scopre che le note sono firmate da Gianfranco Salvatore, giornalista geniale, attento, rigoroso e poco incline a "regalare" giudizi positivi a chiunque pubblichi cd di genere o di confine. Ascoltando il disco, poi, cadono tutti i pregiudizi.

Siamo di fronte ad un cd con un alto grado di elaborazione, ben concepito e ben suonato. Siamo lontani tanto dalla ripresa della tradizione ebraica, spesso anche troppo letterale, di Don Byron, come dall'appropriazione esasperata, in alcuni tratti dura e poco consolatoria di John Zorn. C'è in Coen e soci, prima di tutto, un profondo rispetto per quanto viene proposto e allo stesso tempo si avverte una chiara tensione per inserire elementi personali, con parsimonia e affetto, in un repertorio a volte già parecchio "battuto". Si comincia con "Glik". Coen presenta la melodia del canto tradizionale con il sax soprano. All'interno del brano si può ammirare, fra l'altro, un pregevole assolo molto melodico del basso di Marco Loddo. "Quando el rey Nimrod", ancora proveniente dalla tradizione ebraica, si apre con il suono distorto della chitarra di Lutte Berg, in dialogo con il tenore del leader. Il brano ha un andamento solenne e allo stesso tempo malinconico e ha una chiusura sospesa, in calando. "Dona dona" è una canzone famosissima, tradotta e interpretata in italiano negli anni sessanta da Herbert Pagani e portata al successo internazionale da Joan Baez. Qui Coen ne velocizza il tempo, rispettando, però, la struttura e il significato del "song", scritto all'epoca della shoah. "Miseriou" ha un andamento arabeggiante e un ritmo sostenuto. E' un brano tradizionale non solo della cultura ebraica; infatti è suonato anche in tutto il nordafrica ed è patente il suo "sapor mediorientale" come direbbe la Nannini. "Mashav" si ricollega a John Zorn-Masada. Coen usa il clarinetto, sfruttando al meglio le note basse e i glissandi. Lutte Berg si produce in solo con il suono distorto della chitarra elettrica, facendo assumere al brano un carattere rock-blues piuttosto energico, quasi violento. "Dance of the souls" di Mickey Katz è dominato ancora dal clarinetto del leader, su un tempo andante-medio e si apre ad un intervento solistico a tratti percussivo del piano di Pietro Lussu. Il leader si impegna, poi, ancora con il clarinetto in "The very last waltz", un brano di sua composizione, caratterizzato da un accelerando continuo, in un'atmosfera che ricorda i canti russi, fino al cambio di tempo e di scenario sul finale del pezzo. C'è spazio anche grazie a "Come in peace", nuovamente di Mickey Katz, per una ballad solenne e malinconica, sul versante intimista, in cui il clarinetto di Coen si lascia andare al canto, limitandosi a interpretare la canzone senza aggiungere variazioni o ammodernamenti, per riguardo al tema e all'autore. Si chiude con "Cuban shalom" un intermezzo giocoso, che vuole trasferire su ritmi caraibici la melodia di un'antica preghiera ebraica.

Siamo prossimi ad un'operazione in stile "Masada" ma con un approccio, uno stile molto più discreti e "timidi" (come contrario di "sfacciati"). E' fondamentale, in questo contesto, il contributo dei bongos e dello shaker di Simone Haggiag. "Golem" si propone come un punto fermo nella discografia di un artista che ha già pubblicato diversi dischi e che privilegia la fase progettuale a quella improvvisativa, senza trascurare quest'ultima, ma controllandone gli spazi. E' da apprezzare, infine, il grado di coesione raggiunto da un gruppo di musicisti di valore, che si dedicano con convinzione ad una musica indefinibile, imparentata certamente con il jazz e che ha il punto di forza negli arrangiamenti e nelle composizioni di Gabriele Coen.

Gianni B. Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
27/05/2018

Intimade (Stefania Tallini e Guinga)- Alceste Ayroldi

05/02/2018

Migrantes (Pasquale Innarella Quartet)- Alceste Ayroldi

09/04/2017

Travel Music (Roberto Spadoni New project Jazz Orchestra)- Alceste Ayroldi

12/03/2017

D Birth (Daniela Spalletta feat. Urban Fabula)- Enzo Fugaldi

04/05/2016

Ctrl Z (Fabio Morgera & NYCats)- Enzo Fugaldi

13/12/2015

Crossthing (Fabrizio D'Alisera Quartet)- Gianni Montano

11/10/2015

Optics (Alice Ricciardi)- Alceste Ayroldi

05/07/2015

Young Jazz Festival 15: "L'undicesima edizione del festival fulginate patrocinato da Umbria Jazz e diretto da Giovanni Guidi ha confermato l'ormai consueto taglio innovativo e la festosa partecipazione di numerosissimi giovani nel nuovo spazio dell'ex cinema Vittoria, oggi denominato Zut!" (Vincenzo Fugaldi)

05/07/2015

Bluestop Live (Enrico Intra - Enrico Pieranunzi)- Enzo Fugaldi

05/01/2015

The Day After The Silence - 1976 Piano Solo (Enrico Pieranunzi)- Alceste Ayroldi

19/10/2014

Parole Inutili (Lillo Quarantino)- Alessandra Monaco

16/09/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco - Fabrizio Salvatore, Alfa Music: "Libertà, creatività, passione per la musica, il piacere di fare un lavoro che ti piace." (Alceste Ayroldi)

11/05/2014

Intervista a Danilo Zanchi: "Il mio obiettivo era proprio quello di realizzare un disco che avesse non solo l'impronta del trio ma anche un "sound di trio", cercando di andare ad approfondire l'essenza melodica ed armonica di certi passaggi." (Roberto Biasco)

03/02/2014

Seven (Dino e Franco Piana Septet)- Andrea Gaggero

08/12/2013

Yiddish Melodies In Jazz (Gabriele Coen Jewish Experience)- Gianni Montano

13/10/2013

Roccella Jazz Festival 2013: Trentatreesima edizione per il festival calabrese che, con una nuova direzione artistica, e' stato dedicato quest'anno alla tema della pace. (Vincenzo Fugaldi)

29/09/2013

Quattro chiacchiere con...Mauro De Federicis: "...mi piace la musica n cui ci sono stimoli, laddove trovo un brano, un musicista oppure una situazione che mi da emozioni." (Aceste Ayroldi)

15/08/2013

Spaces (Francesco Cataldo)- Gianni Montano

27/07/2013

Intervista a Francesco Cataldo: "La Spiritualità è il motore della mia ricerca musicale. Non riesco a scindere la spiritualità dalla musica." (Gianmichele Taormina)

25/05/2013

Quattro chiacchiere con...Fabrizio Savino: "Ciò che desidero dalla musica, e di riflesso anche dalla vita, è una serenità espressiva." (Alceste Ayroldi)

14/04/2013

Piani Diversi (Susanna Stivali)- Marco Losavio

07/04/2013

Il Viaggio di Sindbad (Giuliana Soscia & Pino Jodice Quartet)- Gianni Montano

31/03/2013

Heart And Soul (Stefano Sabatini Trio)- Gianni Montano

31/03/2013

Mr. Jobhopper (Fabrizio D'alisera Quintet)- Francesco Favano

03/03/2013

Joyful (Flavio Boltro 5tet)- Alceste Ayroldi

23/02/2013

Aram (Fabrizio Savino)- Alceste Ayroldi

30/09/2012

Silentium (Francesco Negro Trio)- Enzo Fugaldi

09/09/2012

Songs From The Top Of The World (Nina Pedersen)- Enzo Fugaldi

08/04/2012

La Fuga Di Majorana (Jacarè) - Andrea Gaggero

22/02/2012

Versus (Vittorio Sabelli R-Evolution Band)- Rossella Del Grande

06/11/2011

Desiderata (Quinteto Porteno)- Pietro Scaramuzzo

18/10/2011

Oriental Night Fever (Hector Zazou)- Giovanni Greto

18/08/2011

Challange (Eugenia Munari)- Alessandro Carabelli

10/04/2011

Basentini/Hoffman Quintet alla Casa del Jazz: "Gli arrangiamenti sono ridotti al minimo così come introduzioni e code ma il senso di tutto ciò sta nella prevalenza della pura facoltà improvvisativa, nella ricerca di continui gesti estemporanei. Ogni chorus è diverso dall'altro e la sensazione - a volte - è che Basentini potrebbe continuare a soleggiare all'infinito per la grande varietà di soluzioni lessicali di cui è capace." (Paolo Incani)

20/03/2011

Paris Jazz (Chantons! (Awa Ly, A. Valiante, V. Serangeli)) - Alceste Ayroldi

20/02/2011

The Driver (Andrea Beneventano Trio)- Enzo Fugaldi

07/02/2011

Intervista a Gabriele Coen: "La mia formazione jazz mi ha impedito di diventare un filologo, un esegeta della musica giudaica. Il folk mi ha tenuto lontano dalle secche pericolose del mainstream, dello swing a tutti i costi. Secche nella quale paiono essersi incagliati tanti giovani musicisti, anche talentuosi, della scena jazzistica." (Marco Buttafuoco)

05/12/2010

Charles & Joe (Gianluca Renzi All Stars Orchestra)- Elide Di Duca

05/12/2010

Awakening (Gabriele Coen Jewish Experience)- Vincenzo Fugaldi

01/11/2010

Camera Ensemble (Camera Ensemble)- Paolo Incani

12/09/2010

The octave tunes (Carol Sudhalter)- Gianni B. Montano

04/09/2010

Trionometry (Trionometry Group)- Paolo Incani

27/08/2010

Colori dell'anima (Pietro Vitale Ensemble) - Fabrizio Ciccarelli

15/08/2010

Canzoni Preludi Notturni (Intra – Tommaso - Gatto) - Alceste Ayroldi

10/08/2010

The Illusionist (Stefania Tallini) - Alceste Ayroldi

31/07/2010

Stand up...one more time (Ares Tavolazzi - Daniele Pozzovio Quintet) - Marco Buttafuoco

05/07/2010

Lutte Berg Ensemble al Teatro Arciliuto di Roma: "Un jazz o piuttosto un etno-jazz che davvero va oltre i confini di ciò che siamo soliti collocare all'interno di questo genere, senza però lasciare mai l'ascoltatore spaesato." (Laura Mancini)

18/05/2010

Bye Bye Lazybird (Gerardo Bartoccini) - Alceste Ayroldi

22/04/2010

Too High (Marco Acquarelli)- Franco Bergoglio

05/04/2010

Fidus Band (Massimo Fedeli Fidus Band)- Gianni B. Montano

06/03/2010

Mr. Xanthou (Fabio Di Biagio)- Gianni B. Montano

21/12/2009

Canto De Perdas (Worldream) - Alceste Ayroldi

02/12/2009

Elisabetta Antonini presenta il suo album "Un minuto dopo" all'Alexander Platz di Roma insieme a Gabriele Coen, Alessandro Gwis e Paul McCandless. (Laura Mancini)

25/10/2009

Un minuto dopo (Elisabetta Antonini)- Andrea Gaggero

04/10/2009

Reincarnation Of a Lovebird (Pietro Ciancaglini) - Alceste Ayroldi

05/09/2009

Que la Fete Commence (Gianni Savelli Media Res)- Gianni B. Montano

03/08/2009

Amigos (Gio' Marinuzzi)- Cinzia Guidetti

12/04/2009

Omaggio a Lennie Tristano (Iacoucci-Cantarano )

05/04/2009

Liebman Meets Intra Live (Enrico Intra)

15/03/2009

Nothing By Chance (Andrea Lubrani Trio)

12/10/2008

Goin' Solo
(Celebrating 60 years in jazz guitar)
(Sergio Coppotelli)

24/12/2007

Bindi in Jazz (Cristiana Polegri)

07/07/2007

Tjololo (Enrico Bracco)

23/06/2007

Bibbidi Bobbidi Boop (Boops Sisters)

16/06/2007

Alhambra (Gabriele Coen Atlante Sonoro)

24/10/2006

Essential team (Pippo Matino)

01/10/2006

Gianluca Renzi Sextet a Diagonal Jazz 2006: "Le melodie nascono spesso da un riff di contrabbasso, su cui si sviluppano gli assoli...Il leader del sestetto è in gran forma, accompagna e improvvisa con fervore e gusto del ritmo..." (Andrea Caliò)

20/09/2006

Le case di Berio (Enrico Intra)

17/04/2006

Brazilian etno Drumming Project (Alessandro D'Aloia & Lo Bengula)

14/02/2006

Shades of Carol (Carol Sudhalter)

24/09/2005

Charity Cafè (Okinerò)

23/07/2005

Dreams (Stefania Tallini Quintet)

11/07/2005

Quartette èlectrique (Davide Pettirossi)

13/04/2005

Duende (Gabriele Coen - Atlante Sonoro)

10/03/2005

Solo Trio (L. Cesari - R. Fassi - G. Coen)

24/07/2004

Opzioni (il viaggio) (Isoritmo)

24/04/2004

Ensemble (Lutte Berg)

19/07/2003

A Secret Place (Susanna Stivali)

15/07/2003

Trinacria (Andrea Beneventano Trio)

27/06/2003

NinnaNannaNino (Dario Cellamaro Swingsuite Quintet)

21/04/2003

The Look of Love (Antonella Vitale)

28/12/2002

New Steps (Pino Iodice Project)





Video:
salis+worldream.mp4
...
inserito il 02/05/2010  da MrGtrHero - visualizzazioni: 2536
HOT CLUB ROMA - SUR LA ROUTE DE DJANGO ROMA 18 -01-2010
HOTCLUB ROMA - SUR LA ROUTE DE DJANGO ROMA 18-01-2010 TEATRO DEI SATIRI con Moreno Viglione chitarra solista, Emanuele Rastelli fisarmonica, Gianfranc...
inserito il 28/01/2010  da MrGtrHero - visualizzazioni: 2760
FUGA A TRE - LUTTE BERG ENSEMBLE
...
inserito il 29/09/2009  da Italclip - visualizzazioni: 2687
MINNUSH
...
inserito il 22/08/2009  da DDFvideo - visualizzazioni: 2493
Ennio Rega in concerto: Asti, Salerno, Biella
...
inserito il 14/04/2009  da Marcellinadeangelis - visualizzazioni: 2341
collettivo dedalus in concerto
...
inserito il 02/09/2008  da checcopallone - visualizzazioni: 2419
Ennio Rega - Fnac
...
inserito il 20/04/2008  da beatmeda - visualizzazioni: 2272
NULLA di Fernando Pessoa musicato da Ennio Rega
...
inserito il 16/03/2008  da applausigroup - visualizzazioni: 2615


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 3.794 volte
Data pubblicazione: 19/07/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti