Jazzitalia - Govinda + Ananda Gari: Incipit
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Roccella Jazz Festival 2017 - Rumori Mediterranei. Dedicato a Rino Gaetano, la XXXVII edizione del noto festival calabrese.

Brda Contemporary, festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua settima edizione tornare a Smartno, nel cuore della Brda, il meraviglioso collio sloveno. .

Joe Lovano Plays John Coltrane. A Palermo il sassofonista americano, accompagnato dal trio di Salvatore Bonafede, eseguirà alcune delle composizioni più memorabili di Coltrane..

Todd Barkan, Pat Metheny, Diane Reeves e Joanne Brackeen riceveranno il prestigioso National Endowment For The Arts 2018 Jazz Masters.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            BOTTALICO Roberto (sax)
            CHIOZZI Alberto (batteria)
            DESIDERI Fabrizio (sax e clarinetto)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            ESPOSITO Sergio (chitarra)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PAVIGNANO Daniele (batteria e percussioni)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            SALVADORI Mattia (tromba)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            VENTUROLI Danilo R. (piano)
            ZORZI Riccardo (batteria)
Govinda + Ananda Gari
Incipit



Jazz Engine (2012)
JE8016


1. W 4 ST
2. No Hurry Man
3. Incipit
4. Overflew
5. Song For Mom
6. Next Worlds #1
7. Next Worlds #2
8. Nex Worlds #3
9. Icnot – Passing Away
10. In Loving Memories

Mark Turner - sax tenore
Luca Nostro - chitarra
Govinda Gari - pianoforte, piano elettrico
Gabriele Pesaresi - contrabbasso
Ananda Gari - batteria


Qui ha inizio l'avventura discografica dei fratelli Gari. E inizia veramente bene, anche perché non poteva essere altrimenti, vista la stoffa della quale entrambi sono fatti. I fratelli Gari sono pugliesi, di Cisternino per l'esattezza, in provincia di Brindisi. Govinda ha mosso i suoi primi musicali passi accudito da Gianni Lenoci, docente del Conservatorio di Monopoli, pianista e compositore tra i più fervidi in circolazione. Ananda ha come maestri Tony Russo prima, e Antonio Di Lorenzo poi, oltre a studi accademici tutt'ora in corso.
Ciò che sorprende di questi due giovani è che iniziano senza misurarsi con il passato. E fanno molto bene, perché le idee che frullano in questo bel lavoro discografico sorretto dal vulcanico Marco Valente, sono tutte di sostanza oltre che di bello aspetto. Mark Turner è l'ospite "non ospite" azzeccato, per la sua freschezza nell'esporre i temi e per il suo personalissimo verbo, declinato sempre a meraviglia. Il quintetto è completato da Luca Nostro: il chitarrista romano meriterebbe maggiore attenzione nella scena italiana, perché il suo tocco è garbato ma incisivo, carezzevole e tagliente, senza avere bisogno di rimodellare il pitch, ma con estrema naturalezza. Gabriele Pesaresi, esperto contrabbassista e pregevole didatta, cuce e taglia lì dove è necessario, spinge e incalza i temi con fermezza.

I temi sono tutti originali, perlopiù firmati dal pianista ad eccezione del brano eponimo e di "Overflew" che portano il sigillo di Ananda. E nessuno di questi è mai scontato: martellante e cupo, grazie alle sferzate di Nostro e i duri colpi di velluto di Turner ("W 4 ST"), ma con il tema sempre nel mirino, come anche in "No Hurry Man", dove la chitarra diventa gentile e il sassofono più acuto.
Govinda Gari non invade mai, c'è sempre però a tenere le fila di un quintetto assolutamente democratico, anche nella parentesi fusion di "Incipit" (dove mette le mani al Fender Rhodes) e nel slow-tempo di "Overflew", con Turner che sciorina cellule melodiche calorose.
Il drumming di Ananda è ricco di colori, controlla perfettamente le dinamiche che costruisce al fianco di Pesaresi, aprendo figurazioni ritmico-armoniche in cui Govinda, Turner e Nostro si muovono con elasticità e fantasia, accarezzando la tradizione del migliore modern mainstream ("Song For Mom") o costruendo sonorità rocciose, dalla metrica sobbalzante nella terna "Next Worlds". Bella, giusta e significativa la chiosa di "In Loving Memories" con il dialogo serrato, ma lucido, limpido tra Govinda e Turner.

Un album inaudito, non ascoltato. Vi sono richiami, certamente, per chi è un appassionato dei richiami e delle citazioni, soprattutto se le vuole trovare a tutti i costi. La verità è che questo quintetto conosce la storia, ma l'ha superata. E molto bene.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia






Articoli correlati:
05/11/2016

Home Away From Home (Colours Jazz Orchestra plays Music of Any Inserto)- Gianni Montano

03/01/2016

T-Duality (Ananda Gari)- Niccolò Lucarelli

27/12/2015

Mark Turner Quartet: "...un progetto che, pur navigando i mari della più classica tradizione d'oltreoceano, sa lasciarsi contaminare da colori e profumi del tutto anticonvenzionali." (Barbara Bianchi)

26/04/2015

Lathe Of Heaven (Mark Turner Quartet)- Gianni Montano

19/10/2014

Do You Agree? (Marco Postacchini Octet feat. Fabrizio Bosso)- Antonella Chionna

08/09/2014

BAM, Il Jazz oggi a New York City (Nicola Gaeta)- Marco Losavio

18/05/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Gianni Barone, NAU Records: "Per noi il jazz è più vivo che mai, il nostro impegno è rivolto a documentare, proporre e valorizzare le nuove generazioni, questa è la mission della Nau Records." (Alceste Ayroldi)

17/11/2012

Musiplano (Massimo Morganti Quartet)- Enzo Fugaldi

01/05/2012

La Bikina (Edward Simon)- Enzo Fugaldi

18/03/2012

Il jazz diventa un pretesto per improvvisare, il criterio per dialogare con gli altri strumenti è "la libertà in funzione della spontaneità". (Viviana Falcioni)

20/03/2011

Lazy Saturday (Marco Postacchini Octet (MP'S Jazzy Brunch)) - Daniele Camerlengo

26/02/2011

The Spinning 5tet featuring Mike Melillo Sale sul palco per inaugurare il programma del 2011 del Fano Jazz Club (Viviana Falcioni)

02/05/2010

Falta De Setembro (Pra Rogerio e Pra Mim) (Roberto Mazzoli) - Fabrizio Ciccarelli

24/04/2010

Isole (Speakin'4)- Alessandro Carabelli

06/03/2010

Pop Gossip (Osmiza) - Luca Labrini

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

22/11/2009

Tall Stories (Jazzlife Sextet) - Marco Buttafuoco

26/07/2009

Sky & Country (Fly (Turner, Grenadier, Ballard))- Gianmichele Taormina

28/06/2009

Bruto (Roberto Zechini Limanaquequa) - Giuseppe Mavilla

06/06/2009

No leader (Nelide Bandello / Leibniz)

07/04/2009

Jazz Prologo (Giuly Modesti, Alle Montecchi)

14/03/2009

New York Days (Enrico Rava)

12/03/2009

Element (Emilio Merone – Luca Nostro Sys2 Quartet)

12/01/2009

Mulini a vento (Bottos/Goloubev/Colussi)

15/08/2008

Un Lungo Viaggio (Gianluca Caporale)

22/10/2007

Speakin' 4 (Mandolini - De Federicis - Pesaresi - Desiderio)

22/10/2006

Intervista a Robert Glasper: "... molte persone non sanno che io sono un musicista jazz ... ma io ho due lavori a mio nome, e sono due lavori jazz. Ciò che io voglio suonare, ciò che di mio voglio far ascoltare alla gente, è jazz ..." (Adriana Augenti)

17/04/2006

Hikmet (LTC – Lussu – Tucci - Ciancaglini)

17/02/2006

Passage (Joe Martin)





Video:
Enrico Rava - Certi angoli segreti
"Certi angoli segreti", from the album "New York Days" (ECM-2009), Enrico Rava, Mark Turner, Stefano Bollani, Larry Grenadier, Pau...
inserito il 17/08/2009  da Jazzfan92 - visualizzazioni: 3831
kurt rosenwinkel 4 tet feat. jeff ballard
mark turner ben street jeff ballard kurt rosenwinkel...
inserito il 24/09/2008  da dliberg - visualizzazioni: 2788
Kurt Rosenwinkel - Zhivago
Kurt Rosenwinkel - guitarMark Turner - tenor saxophoneBen Street - bassJeff Ballard - drumsDL it here! - http://www.megaupload.com/?d=KZ74JFGR...
inserito il 23/06/2006  da fodera6 - visualizzazioni: 3146


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.481 volte
Data pubblicazione: 29/12/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti