Jazzitalia - Federico Bertelli - Riccardo Arrighini trio: Harmonitaly
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Fred Hersch, Billy Child, John Mclaughlin, Cècile McLorin Salvant, Christian McBride, Miguel Zenón, Pablo Ziegler, sono alcuni dei musicisti che si contenderanno il Grammy Award 2018.

Dave Douglas & Chet Doxas: Riverside special guest Carla Bley feat. Steve Swallow e Jim Doxas nell'ambito della terza edizione del Giordano in Jazz Winter Edition.

Jon Hendricks, il grande parolere e jazz singer, si è spento all'età di 96 anni. .

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

E' morto Ben Riley, batterista di Thelonious Monk.

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

Secondo appuntamento per la rassegna del The Empty Space presso RED Eventi di Gusto di Molfetta, con la presentazione del nuovissimo disco della vocalist Francesca Leone.

Virginia Sorrentino, Larry Franco e Tony Esposito sono i tre protagonisti della 18ma edizione di Sorrento Jazz - "M'illumino d'inverno"

Chick Corea, Steve Gadd, Dave Douglas, Carla Bley, Steve Swallow e molti altri i protagonisti di Giordano In Jazz Winter Edition 2017.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Parma Jazz Frontiere - XVI Edizione: Il profumo di Norvegia dell'Arve Henriksen Trio, l'ensemble pieno di suono e solarità di John Surman con la Big Band di Bergen, l'omaggio a Graham Collier di Roberto Bonati e l'ensemble "Ruvido Insieme", la contaminazione fra arte contemporanea e musica del duo chitarra & tela di Luca Perciballi e Mattia Scappini in "Fragile" e poi del Pollock Project, il Bobo Stenson trio a chiudere magnificamente la XVI edizione del Parma Jazz Frontiere festival. (Margot Frank, Nina Molica)
Bologna Jazz Festival 2011: L'estasi nietzscheana della prima dei Manhattan Transfer, il momento clou nel sogno di rivedere Pat Metheny e il suo trio con Larry Grenadier e Bill Stewart, l'energia di Christian McBride con il suo giovane trio, la pregevole musica di Fahir Atakoglu insieme ai grandi Horacio "El Negro" Hernandez e Alain Caron, la chiusura con lo Charlot del Jazz, Stefano Bollani, che insieme ai fedelissimi Jesper Bodilsen e Morten Lund ha fatto calare il sipario su un'edizione lunga undici giorni dove grandi nomi sono stati affiancati da giovani promesse. (Eugenio Sibona)
Colin Vallon Trio all'Auditorium per il Roma Jazz Festival: "...un mix originale e sorprendentemente coerente di musica colta, jazz nordico e gusto melodico balcanico." (Dario Gentili)
Markus Stockhausen & Ferenc Snètberger per la rassegna "Cose" a Roma: "Il concerto davvero non delude le attese. Il virtuosismo, mai fine a se stesso, di Snètberger si dipana in un fraseggio ritmico fitto di scale ed arabeschi, l'espressività di Stockhausen si esprime al contrario in una ricerca tutta focalizzata sulla bellezza del "suono"..." (Roberto Biasco)
Mike Stern Band: giunto alla IX Edizione, il Lamezia Jazz Festival, sotto la direzione artistica di Egidio Ventura, ha ospitato il fenomenale quartetto di Mike Stern insieme ai fidi Dave Weckl e Bob Malach e al bassista Chris Doky. "I suoi fraseggi blues scherzosi ricalcano molto il suo modo di esser sempre positivo e sorridente. Nel vederlo suonare si rimane colpiti dal fatto che non riesca a stare fermo. Ogni sua nota, ogni suo passaggio viene sottolineato da un movimento del corpo che diventa tutt'uno con la sua musica. Quest'onda d'energia travolge il pubblico del Politeama..."
Una speciale guida di New York City seguendo la carriera di Sonny Rollins: da un articolo del New York Post, Sonny "Colossus" Rollins delinea un percorso di mete nella Grande Mela che rappresentano punti salienti della sua carriera e, di conseguenza, della Storia del Jazz.
Intervista con Giovanni Falzone: "Oggigiorno mi capita spesso di sentire molte cose che mi fanno pensare che ci sia la tendenza a far diventare il jazz un po' musica di maniera, e c'è poca autenticità sia nei gesti, sia nel preparare un progetto, sia nel suono delle cose che si sentono in giro." (Eva Simontacchi)
Una conversazione sul Jazz Italiano: intervista a Igor Palmieri: "Spesso si fa fatica ad uscire fuori dal contesto nazionale, perchè forse manca un vero management musicale capace di scommetterci maggiormente, ma uno dei fattori da considerare, poi, è un eccesso di produzione discografica." (Rosanna Perrone)
"Perdido" e "Go Down Moses": un paio di perle del caro Satchmo. (Franz Falanga)
Il Darwinismo nel Jazz: evoluzione del brano "Some Of These Days". Dal bianco lezioso di Sophie Tucker allo splendido universo sonoro di Ella Fitzgerald (Franz Falanga)
Intervista a Fabrizio Bosso: "Andare avanti è importante, però conoscere le radici è fondamentale. Il lavoro che da anni sta facendo il trombettista Wynton Marsalis in questo senso, è notevole...io cerco di suonare in stile, ma in maniera contemporanea...già Armstrong ai suoi tempi era di una modernità sconvolgente...era avanti anni luce." (Nico Conversano)

Allan Holdsworth @ Alvas Showroom Apr 3rd 2017


Allan Holdsworth Trio 2010-11-09 Leverkusen, GR


Allan Holdsworth Instructional Video


Allan Holdsworth live in Tokyo 1984 + Interviews


Allan Holdsworth, Alan Pasqua, Chad Wackerman & Jimmy Haslip Live At Yoshi's Jazz Club

Enrico Intra
Enrico Intra (Korh Olga)

Mauro Grossi - Matteo Scarpettini
Mauro Grossi - Matteo Scarpettini (Barni Francesco)

Dust Trio
Dust Trio (Barni Francesco)

Simone Graziano - Frontal
Simone Graziano - Frontal (Barni Francesco)

Stefano Bollani - Napoli Trip
Stefano Bollani - Napoli Trip (Barni Francesco)

Strumenti Musicali

Limen Music

Ladybird Project

Felt Music School

Annunci gratuiti / Roma

Roma in Jazz

Hyperprism - Casa editrice specializzata nella produzione di testi antichi e contemporanei, opere e spartiti musicali, testi didattici, Cd e audiolibri

Radio Kreattiva - La web radio comunitaria di Bari

MayDay - Notiziario Musicale

Nicolosi Production

Latin Jazz, Salsa and Latin Music online from Italy

Il giornale degli Umbri nel mondo

Guida al Jazz in Italia

Jazzit...la rivista che suona il jazz

International Association of Jazz Educators: partnership con Jazzitalia

Jazzconnet - Partnership con Jazzitalia per Jazz Competition

Virgilio - Corsi di musica on line

Virgilio - Primo approccio al Jazz

Sito Amico di SuperEva

Panorama WEB - Luglio 2000

Axe - Novembre 2000

Chitarre - Dicembre 2000

Segnalato su Punto Informatico: l'evoluzione della rete

Segnalato su CIM Magazine: collaborazione tra Jazzitalia e Black Time - Benevento Jazz

Segnalato sul Mattino On Line: collaborazione tra Jazzitalia e Black Time - Benevento Jazz

Segnalato su Club Scuola Italia

IL JAZZ IN ITALIA SI PRESENTA IN...'JAZZITALIA' (Marco Esu)

Il sito dell'arte

WhiPart

Forum di Canto

Tutto Annunci

 
Federico Bertelli - Riccardo Arrighini trio
Harmonitaly



Spirito jazz 2010

1. E la chiamano estate
2. Amore baciami
3. Filipino waltz
4. Sus-Ann-Steps
5. Piccolo valzer per armonica
6. E se domani
7. Fred's works
8. Blame it on my youth
9. This Masquerade
10. Non ti scordar di me
11. Fontazzi blues

Federico Bertelli - armonica
Riccardo Arrighini - pianoforte
Riccardo Fioravanti - contrabbasso
Stefano Bagnoli - batteria

Ospiti:

Stefano 'Cocco' Cantini - sax soprano in 3
Ruben Chaviano - violino in 5


Gli strumenti altri, come il violino, la fisarmonica o la cornamusa, nelle classifiche delle riviste specializzate non costituiscono una vera categoria, ma sono assimilati in un unico compartimento a sé stante. Sono quasi messi in disparte, come elementi spurii, non omologabili alle voci più tradizionali e tipiche della musica afro-americana. Gli stessi rappresentano, per contro, sempre un motivo di curiosità, un qualcosa di inconsueto che fornisce un elemento di interesse per i dischi in cui compaiono. E' così anche per questo "Harmonitaly", inciso dal trio di Riccardo Arrighini con ospite e leader dell'impresa Federico Bertelli, giovane e talentuoso armonicista. Ed è proprio il piccolo strumento melodico a caratterizzare il suono complessivo di questo cd, composto da alcuni classici della canzone italiana, due pop-songs neppure troppo battuti e da quattro originals dello stesso autore e titolare del progetto.

L'armonicista esegue famosi "hit" degli anni sessanta rivelando una vera devozione per compositori quali Carlo Alberto Rossi, Bruno Martino e andando indietro nel tempo per Ernesto De Curtis. Il tema viene riprodotto quasi letteralmente. Poi si snodano variazioni sugli accordi aggraziate ed eleganti, a cui seguono interventi altrettanto garbati e ricercati del pianoforte. Si ritorna, infine, al "refrain" di base, dopo una breve deviazione "a vista", perchè è il canto ad essere protagonista privilegiato.

Fra i famosi "italians songs" si fa preferire una bella versione di "E se domani", che contiene fra l'altro un solo significativo di Riccardo Fioravanti. Bertelli rivela, peraltro, nelle sue composizioni e nei suoi arrangiamenti, la passione per il valzer jazzato, in "Filipino waltz" e in "Piccolo valzer per armonica", per il blues in "Fontazzi blues" e per i ritmi latini in "Sus-Ann-steps". Queste stesse inclinazioni si riversano nella riproposizione degli standards, rimodellati con gusto e proprietà, immediatamente riconoscibili, ma elaborati, poi, con una sofisticata semplicità. E non è una contraddizione. Si presentano, infatti, facili all'ascolto, sottintendendo una complesso lavoro sulla struttura armonica interna.

Come strumentista, Bertelli evidenzia una cura particolare per il timbro, brillante o opaco a seconda delle circostanze. Sa cambiare, poi, velocemente registro, eseguire molte note o fermarsi su un suono per cantare le parole delle canzoni, come un vero vocalist, per poi lanciarsi in assoli che sembrano trascurare il tema guida e ritornarci sopra a tempo debito. E' completamente padrone della sua armonica cromatica, ma rifugge dal virtuosismo. Ha un modo di improvvisare da sassofonista, in diversi punti, più che da armonicista.

I suoi partners sono dei maestri nel loro strumento. Riccardo Arrighini ha un tocco morbido e classico; sa aspettare il suo turno assecondando le idee del leader e occupando lo spazio che gli viene offerto con un pianismo "soffice" ed estremamente efficace. Riccardo Fioravanti disegna assoli melodici intensi con una cavata potente a cui sembra aver messo la sordina, per restituire un incanto e non per frantumarlo. Stefano Bagnoli opera in molti pezzi con le spazzole in modo discreto. E' una scelta vincente, perchè la batteria in questo modo non è mai protagonista, ma rende ancor più intrigante l'intero lavoro.

Oltre a "E se domani", si segnalano "Piccolo valzer per armonica" per la presenza del violinista cubano Ruben Chaviano con suggestivo unisono iniziale e "Filipino waltz" per il dialogo "in punta di strumento" fra Bertelli e il sax soprano di "Cocco" Cantini, due ospiti ben scelti per l'atmosfera complessiva del cd.
Volendo tentare una definizione per questo disco si potrebbe osare: è un valido esempio di "neo cool melodico italiano"; perchè contiene freschezza, suoni dolci ben armonizzati e una sicura appartenenza al modo di esprimersi dei musicisti della nostra penisola.

Gianni B. Montano per Jazzitalia






Articoli correlati:
19/07/2015

Messina Sea Jazz 2015: "Quattro serate all'insegna del jazz, otto formazioni, una grande orchestra e un unico prezioso fil rouge: la Sicilia." (Nina Molica Franco)

08/12/2013

Beyond (Mattia Cigalini)- Enzo Fugaldi

15/09/2013

Desertico (Paolo Fresu Devil 4et)- Alceste Ayroldi

21/07/2013

Vittoria Jazz Festival Music & Cerasuolo Wine: Il festival diretto da Francesco Cafiso continua con determinazione a mantenere alta la fiamma del jazz di qualità in Sicilia, alternando star internazionali, nuove proposte europee e validissimi talenti isolani. (Vincenzo Fugaldi)

25/05/2013

Un Altro Viaggio (Stefano Bagnoli We Kids Trio)- Marco Losavio

21/04/2013

Paolo Fresu Devil Quartet: "...una formazione che si conferma ai massimi livelli del jazz italiano e internazionale, riuscendo a coniugare una ricerca musicale raffinata ed innovativa con la capacità di catturare emotivamente un vasto pubblico." (Roberto Biasco)

24/02/2013

Intervista con Arianna masini: Arianna Masini presenta il nuovo album "Perchè io non potevo dimenticare le rose" al Blue Note. (Eva SImontacchi)

02/11/2012

Coltrane Project (Riccardo Fioravanti Trio)- Alceste Ayroldi

07/10/2012

Portraits (Fabio Crespiatico)- Matteo Mosca

07/07/2012

Red Inside (Antonella Catanese)- Francesco Martinelli

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

16/07/2011

Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine: "Alla quarta edizione, il festival di Vittoria si conferma come uno dei più importanti eventi musicali organizzati sul territorio siciliano. La formula prescelta dal direttore artistico è quella di dilatare nel tempo gli incontri musicali, concentrandoli in quattro fine settimana della tarda primavera, valorizzando uno dei quartieri più suggestivi della città, la restaurata Piazza Enriquez, e coinvolgendo, grazie a concerti e jam session notturne, una quantità di pubblico davvero rilevante, composto in parte da giovani e giovanissimi, portatori di un entusiasmo che fa davvero ben sperare sul futuro del jazz, almeno in questa parte della Sicilia." (Vincenzo Fugaldi)

06/03/2011

Intervista a Diego Baiardi: "...il mondo in questo momento abbia bisogno di forme artistiche che elevino, dunque se un disco ti eleva a livello vibrazionale, ti porta su di un piano di pace e apertura spirituale. Un disco ha la possibilità di modificare delle vibrazioni e di riportare l'ascoltatore su di un piano più positivo, meditativo." (Eva Simontacchi)

20/02/2011

Mares (Giulio Stracciati Trio Boy)- Enzo Fugaldi

11/12/2010

Mares (Giulio Stracciati Trio Boy)- Francesco Martinelli

04/12/2010

Moti ondosi (Diego Baiardi quartet)- Gianni B. Montano

23/10/2010

4 Out (Francesco Cafiso)- Alessandro Carabelli

23/10/2010

La vita è bella (Mintzer / Moroni / Fioravanti /La Barbera)- Alessandro Carabelli

19/06/2010

Say The Truth (Gabriele Boggio Ferraris Quartet)- Rossella Del Grande

15/05/2010

Arriving Soon (Soul 4 & Mattia Cigalini) - Marco Buttafuoco

24/04/2010

Steppin' Out (Idea 6)- Luca Civelli

23/04/2010

Il Mio Giardino (Toni Melillo)- Rosanna Perrone

25/01/2010

Chopin in jazz (Riccardo Arrighini)- Elio Marracci

26/09/2009

Rolli's Tones (Maurizio Rolli Big Band) - Giuseppe Mavilla

03/07/2009

Paolo Fresu Devil Quartet, Tom Harrell, Jerry Bergonzi al Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine, diretto da Francesco Cafiso: "...una manifestazione che vuole crescere, quest'anno la rassegna si internazionalizza, grazie alla presenza di musicisti molto apprezzati in Europa e nel mondo." (Antonio Terzo)

19/04/2009

"Let's Get Lost: Chet Baker ed il Messaggio nella Bottiglia" nell'ambito del Piacenza Jazz Fest ideato da Luca Bragalini con conferenza e concerto con il Paolo Fresu. (Stefano Corbetta)

08/03/2009

Sunday Afternoon (Andrea Dulbecco Trio )

08/03/2009

Appunti di viaggio (Marco Brioschi)

25/08/2008

Liquid Places (Mauro Negri Quartet)

23/08/2008

From east to west (Menconi, Fioravanti, Bagnoli)

21/07/2008

Speciale da Umbria Jazz 2008: «Continuità, stabilizzazione della struttura, mantenimento dei rapporti internazionali», sono questi gli imperativi su cui Regione dell'Umbria, Comune di Perugia e Umbria Jazz si impegneranno, sin dalla prossima edizione, per assicurare al Festival il giusto e sicuro futuro. (a cura di Marcello Migliosi)

21/06/2008

Note Basse (Riccardo Fioravanti Quartet)

22/05/2008

Starry Eyed Again (Chet On Our Minds) (Michela Lombardi – Riccardo Arrighini Trio)

22/03/2008

Francesco Cafiso, be bop, ma non solo!. "Il quartetto di Cafiso è apparso "solido" come non mai. Già dal primo brano (di Sonny Rollins) s'è capito che c'era qualche cosa in più rispetto all'ultima volta che l'avevamo sentito. Ma soprattutto nei brani firmati da lui Francesco ha dato prova di aver intrapreso la strada della "ricerca"." (Marcello Migliosi)

16/03/2008

The Cube (The cube & Tom Harrell)

01/08/2007

Intervista a Raffaello Pareti: "La realtà che viviamo è complessa e difficile da capire, per non perdere il contatto con la parte più profonda della mia identità quando la sento in pericolo, cerco di mettermi in una prospettiva che mi allontani dal fuori per poter meglio ascoltare il dentro. Questa sorta di profilassi dell'io provoca delle risonanze ancestrali, in questo senso lo sguardo alle cose lontane mi aiuta a recuperare senso quando non lo trovo nel presente." (M. Losavio - G. Mavilla)

19/03/2007

Mauro Negri Quartet al Paprika di Dalmine: "Si ha la netta sensazione che il gruppo abbia una forte identità e voglia creare un proprio sound che si discosta dai deja-vu del quartetto classico..." (William Cigarini)

18/03/2007

Just Smile (Matteo Brancaleoni with Renato Sellani)

11/03/2007

Crocevia (Max De Aloe)

14/01/2007

Aphrodite (Alessandro Carabelli Group (featuring Franco Ambrosetti))

01/05/2006

Italian Trumpet Summit a Chiasso: "L'evento ha indubbiamente rappresentato una evidente dimostrazione dell'ottimo livello raggiunto dai jazzisti italiani che meritatamente si sono imposti in ambiti internazionali, riscuotendo i meritati riconoscimenti e consensi." (Bruno Gianquintieri)

23/04/2006

Intervista a Stefano "Cocco" Cantini: "...dal un punto di vista artistico mi sento sfuggire il tempo e mi rendo conto che la mia vita non mi basterà. Più che essere artisti bisogna essere un po' folli per vivere serenamente, ma soprattutto ciechi..." (Alceste Ayroldi)

27/01/2006

L'amico del vento (Stefano Cantini)

14/07/2005

Bill Evans Project (Riccardo Fioravanti Trio)

03/07/2005

Intervista a Riccardo Arrighini: "...Sto approfondendo molto lo stile tradizionale, sto tornando al blues e alle improvvisazioni ricche di block chords e di blue notes, di stride piano. Secondo me è importante tornare indietro su cose che pensavi di aver già studiato a sufficienza..." (Michela Lombardi)

03/05/2005

LEZIONI (Articoli): Storia della musica Afro-Latina - IIa parte: La Musica Yoruba (F. Bertelli)

06/02/2005

LEZIONI (Articoli): Storia della musica Afro-Latina - Ia parte (F. Bertelli)

05/07/2004

Around Satchmo (Stefano Bagnoli Brushtime Trio)

21/06/2003

Super Star Triok (Moroni - Moriconi - Bagnoli)

31/12/2002

Niccolina al mare (Stefano Cocco Cantini)

29/09/2002

Michel Petrucciani ricordato da Stefano "Cocco" Cantini: "...Il suo era sempre un dare, dare tutto in ogni pezzo. Se il pubblico era un po' freddo o applaudiva un po' meno lui si chiedeva perchè.".

03/07/2002

A Jazz Story di Stefano Bagnoli con la Dream Band (Abeat records)





Video:
Mattia Cigalini - Flavio Boltro - Tullio De Piscopo - Andrea Pozza - Riccardo Fioravanti pt. 2
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 27/03/2010  da 84Plaza - visualizzazioni: 3087
Mattia Cigalini - Flavio Boltro - Tullio De Piscopo - Andrea Pozza - Riccardo Fioravanti
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 24/03/2010  da 84Plaza - visualizzazioni: 3016
Anthropology - Dizzie GIllespie / Charlie Parker - Davide Benecchi & The Jazz Masters
Davide Benecchi has achieved the diploma in "Mastering Jazz Guitar", a course held by Bebo Ferra at Accademia del Suono., "The Jazz Mas...
inserito il 04/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3693
Have you met Miss Jones - Hart & Rodgers - Francesco Arzani & The Jazz Masters - Mastering Jazz Bass
Daniele Cortese is a second year student of "Mastering Jazz Bass" a course held by Riccardo Fioravanti at Accademia del Suono., "The J...
inserito il 03/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3171
Straight, no chaser - Thelonious Monk - Daniele Cortese & The Jazz Masters - Mastering Jazz Bass
Daniele Cortese is a first year student of "Mastering Jazz Bass" a course held by Riccardo Fioravanti at Accademia del Suono., "The Ja...
inserito il 03/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3378


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.991 volte
Data pubblicazione: 24/04/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti