Jazzitalia - Recensioni - Massimo De Mattia Quartet: Hypermodern
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

E' morto Roy Hargrove!! Il geniale trombettista statunitense è deceduto il 2 novembre 2018. Il cordoglio dei musicisti e della comunità tutta in ricordo del suo grandioso talento..

Nuovo appuntamento di Storie di Vinile, interamente dedicato a Ennio Morricone per il suo novantesimo compleanno.

Giordano in Jazz Winter 2018: Bollani, Cincotti, Level 42, Alex Han e il gospel natalizio per l'edizione winter 2018, nella stupenda cornice del Teatro Umberto Giordano e non solo..

26ma edizione di Umbria Jazz Winter: nel cartellone i più bei nomi del jazz italiano e personaggi di culto del jazz americano. Una edizione che si segnala anche per alcune esclusive. .

Jazz Concept: Forme e Linguaggio Moderno del Jazz. workshop intensivo dedicato allo studio melodico del linguaggio jazzistico a cura del CEMM.

Ventisettesima Edizione per l'EFG London Jazz Festival, unanimemente riconosciuto come uno degli eventi più sfavillanti all'interno dell'offerta culturale della capitale inglese.

Sessantesimo anniversario del Bologna Jazz Festival, sui palchi e nei club anche di Modena e Ferrara, con un ricco programma e molti eventi didattici, culturali .

Chick Corea, John Scofield, Joe Lovano, Enrico Rava, Pat Martino tra i nomi di spicco del Padova Jazz Festival che si terrà dal 13 ottobre al 24 novembre.

Esce il 19 ottobre "La Fenice", registrazione del concerto che Keith Jarrett ha tenuto a Venezia nel luglio 2006.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Antonino (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
Massimo De Mattia Quartet
Hypermodern



Rudi Records (2014)

1. Lands Beyond
2. Hypermodern
3. Still Life Alive
4. Zeit
5. Proxemics
6. A Non-Place Odyssey
7. Entropy
8. Way Out

Massimo De Mattia - flutes
Giovanni Maier - doublebass
Luigi Vitale - vibraphone, marimba, percussion
Alessandro Mansutti - drums, percussion


"Hypermodern" fa pensare a qualcosa di avveniristico, a una presenza massiccia e indiscriminata di materiali tecnologici. Niente di tutto questo. Massimo De Mattia torna, invece, a un quartetto acustico e, dopo gli ultimi dischi, "Black Novel" e "Trilemma" drumless, se così si può dire, inserisce due strumenti a percussione. Oltre ad Alessandro Mansutti, alla batteria è Luigi Vitale al vibrafono a ricoprire il doppio ruolo ritmico e armonico. Completa il gruppo Giovanni Maier, bassista eccellente, adattissimo al modo di concepire la musica del leader pordenonese.

I temi dell'album sono zigzaganti, si ondeggia da intermezzi free bop ad atmosfere libere come il vento, prive di una evoluzione verso climi più jazzistici, a un camerismo spinto, fuori da qualsiasi reminiscenza accademica, fino a puntate nel funky, portate avanti con parsimonia. E' il flauto a indicare la rotta fra i flutti di un mare mosso o in procinto di agitarsi. De Mattia sale su fino ad arrivare a note alte e precise, per scendere, poi, più giù, a suoni impuri, moltiplicati. L'uso dell'ipersoffiato movimenta alcuni brani, senza assegnargli necessariamente una parentela con il progressive rock. Il suo solismo è frammentato e ricomposto, penetrante e stringato. Luigi Vitale martella sul vibrafono costruendo contrappunti incisivi o riempiendo gli spazi a disposizione con un fare nervoso e conciso. Alessandro Mansutti costruisce un accompagnamento sfilacciato, smagliato, capace di cucire e ricucire ritmicamente i brani, grazie a interventi divergenti solo in apparenza. Maier è il signore del contrabbasso contemporaneo. Nel pizzicato fa vibrare le corde, producendosi in interventi possenti, caldi e intensi. Quando imbraccia l'archetto disegna frasi taglienti, o spesse e modulate, in grado di corroborare il discorso complessivo.

In sintesi, si assiste allo sviluppo di quattro percorsi solistici distinti che vanno a quagliare in modo coerente in una composizione globalmente significativa. E' questa la musica iper-moderna o postmoderna? Difficile a dirsi. Siamo piuttosto di fronte ad una proposta con agganci riconoscibili nel jazz degli anni sessanta, fra i fermenti della New Thing agli albori, proiettata verso una nuova libertà espressiva che si svincoli da una posizione troppo accondiscendente verso il progresso e la modernità e indichi, per contro, i suoi aspetti negativi, le sue criticità.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/09/2018

Orchestra Senza Confini (Orkester Brez Meja)- Gianni Montano

12/03/2017

Tiresia (Enten Eller)- Gianni Montano

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

24/08/2014

Anything your little heart says (Triosonic (Rabbia, Maier, Battaglia))- Alceste Ayroldi

09/08/2014

Jaz7even (Gianluca Chiarini Tetra Quartet)- Gianni Montano

06/07/2014

Trilemma (Massimo De Mattia)- Alessandra Monaco

08/06/2014

Dune (F.M. 4tet plus Mauro Negri)- Nina Molica Franco

15/04/2014

Two For Joyce (Keith Tippett - Giovanni Maier)- Gianni Montano

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

09/06/2013

Galaxies (Lanfranco Malaguti Quartet)- Gianni Montano

31/03/2013

Zarja-tay (Saadet Turkoz - Giovanni Maier - Zlatko Kaucic)- Gianni Montano

20/01/2013

Black Novel (Massimo De Mattia)- Gianni Montano

29/12/2012

I Separatisti Bassi (Mauro Ottolini)- Roberto Biasco

30/11/2012

E(x)stinzione (Enten Eller Orkestra)- Gianni Montano

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

27/11/2011

Code Talkers (Massimo Barbiero & Giovanni Maier)- Gianni Montano

06/11/2011

Panorami (Lanfranco Malaguti Quartet) - Alceste Ayroldi

23/04/2011

Endrigo in jazz (Barbara Errico)- Gianni B. Montano

24/12/2010

Attodi Dolore/Duel 2 (Massimo De Mattia / Denis Biason)- Franco Bergoglio

24/11/2010

30th Anniversary Concerts (Zlatko Kaucic) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

07/11/2010

Mare su chiglia (Maurizio Nizzetto) - Cinzia Guidetti

17/10/2010

Echoes (Alessia Obino) - Marco Buttafuoco

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

31/10/2009

Vol. 1 (Vitale - Magatelli - Windfeld) - Alceste Ayroldi

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

15/02/2009

Suite 24 (Giacomo Mongelli)

30/10/2008

Panta Rei (Roberto Spadoni Nine )

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

22/06/2008

Downtown (Roberto Cecchetto)

27/05/2007

Sguardo d'insieme ad alcune produzioni del catalogo di El Gallo Rojo Records

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

03/01/2007

Cin-Cue (Luigi Vitale 4et)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 568 volte
Data pubblicazione: 28/09/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti