Jazzitalia - Domenico Caliri Violongerìa: Il buio acceso
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

caligola 2106
Domenico Caliri Violongerìa
Il buio acceso


1. Nero
2. Berah
3. Rue St. Denis
4. Vita a molla
5. L’essenza della memoria
6. Forward
7. Melosemera
8. Scripta manent
9. Giovannino Mezzotango
10. Sarabande

Erica Scherl - violin
Maria Vicentini - violin
Paolo Botti - viola
Francesco Guerri - cello
Antonio Borghini - double-bass
Cristiano Calcagnile - drums, percussion, glockenspiel
Domenico Caliri - electric guitar, acoustic 12 string guitar, classical guitar, prepared el. guitar, composition.



Album quanto mai variegato, "Il buio acceso" è un esempio maturo ed interessante di musica di ricerca in grado di creare atmosfere curiose ed emozionanti. Già la grafica della copertina del cd, realizzata da Giorgio Finamore, annuncia un mondo musicale "grottesco" fatto di buio e improvvisi sprazzi di luce.



I
l titolo del primo brano "Nero" ne ricorda le atmosfere "noir", inquietanti e losche. L'introduzione vede protagonisti contrabbasso e archi; la chitarra elettrica di Caliri interviene a intermittenza. Dopo un breve momento di suspense il ritmo accelera per poi tornare lento ed introdurre il primo affascinante assolo di Caliri: la sua chitarra simula ora un ruggito, ora il rombo di un motore ed alterna questo "rumore" a melodie suadenti, lasciandosi andare in un fiume di note, creando armonie tortuose. Calcagnile percorre un suo discorso interpretativo, per lo più accompagnando gli altri, scandendo il tempo e spostandolo frequentemente ma concedendosi di tanto in tanto i suoi "sfoghi" rumorosi. È una fase in cui il quartetto d'archi resta in silenzio; spezza poi il ritmo l'introduzione di un'altra gamma di suoni stridenti e rumori prodotti sfregando le corde con l'archetto.

"Berah" è un brano suggestivo e particolarissimo, che riesce a conciliare perfettamente musica jazz e classica in un prodotto originale, caratterizzato prevalentemente dal suono del metallofono. Caliri fa uso qui della chitarra acustica a 12 corde. Interrompendo quell'accenno di melodia e interplay che si stava creando, si apre una fase di rumori "fastidiosi" creati da ciascuno in totale libertà: ad un primo ascolto sembra il regno del caos e dell'atonalità, per un ritorno alla "normalità" che chiude all'unisono. "Rue St. Denis" comincia con un motivetto suggerito da tocchi delicati sulle corde del violino, accompagnato dal contrabbasso. "Tira e molla" è aperta dal suono alterato e ambiguo della chitarra elettrica e dalla batteria, poi finalmente le corde pizzicate a turni e ripetutamente da Caliri vibrano fino a cominciare a produrre una melodia, accompagnata da archi e contrabbasso. Bello e a tratti lirico l'assolo del violino: è un pezzo che entra dentro col suo ritmo e "scuote". In "L'essenza della memoria" Caliri dà prova della sua abilità con la chitarra classica, alternandola a quella elettrica, in un dialogo con se stesso. In "Forward" sono Borghini e Calcagnile a trainare gli altri in un ritmo velocissimo. Il chitarrista si lancia in un'esecuzione strepitosa mentre i violini gli rispondono con brevi interventi corali. "Melosemera" prende il via con il solo suono pulito e fluido della chitarra elettrica e offre a modo suo uno scorcio di romanticismo, mentre "Scripta manent" riprende le atmosfere buie ed i suoni stridenti dell'inizio. In "Giovannino Mezzotango" Caliri riprende la chitarra acustica a 12 corde ed avvicinandosi alle sonorità del tango, private qui del tipico bandoneon, presenta un brano - e con esso una storia - fantasioso e ben costruito, dando l'impressione di un lavoro più finito dei precedenti, forse sottraendo qualcosa alla libertà collettiva che caratterizza gli altri pezzi. Il cd si chiude con "Sarabande" di Zimmermann: esce di scena la sezione ritmica e rimane solo il quartetto d'archi per un momento toccante e con una vena drammatica.

Laura Mancini per Jazzitalia







Articoli correlati:
27/11/2016

Multikulti Cherry On (Cristiano Calcagnile)- Enzo Fugaldi

08/08/2016

Newswok (Giancarlo Tossani Synapser + Ralph Alessi)- Enzo Fugaldi

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

19/09/2015

Roccella Jazz Festival - African Noises: "Edizione numero trentacinque per lo storico festival della provincia di Reggio Calabria, tornato a riempire le serate d'agosto dopo un'annata 2014 in versione ridotta." (Vincenzo Fugaldi)

12/10/2014

(In)Obediens (Fabio Sartori, Marco Colonna, Cristiano Calcagnile)- Nina Molica Franco

30/03/2014

Quattro chiacchiere con...Tito Mangialajo Rantzer: "Nell'album "Dal basso in alto" Mangialajo Rantzer riesce a tirare fuori un sound così corposo che appare orchestrale." (Alceste Ayroldi)

20/11/2013

Ohmlaut (Piero Bittolo Bon & Jump The Shark)- Andrea Gaggero

03/11/2013

Il Bidone (Gianluca Petrella)- Alceste Ayroldi

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

08/09/2013

Slight Imperfection (Paolo Botti Quartet with Betty Gilmore)- Marco Buttafuoco

08/06/2013

Mauro Ottolini Sousaphonix: "Bix Factor": "Mauro Ottolini riesce a coniugare ricerca musicale, impegno artistico e capacità di divertire non solo il pubblico, ma anche e soprattutto sè stesso e la band che lo circonda." (Roberto Biasco)

08/06/2013

JAM 2013: Jazz a Mira: Il duo Pascal a Jazz a Mira 2013, rassegna dedicata al Jazz indipendente e curata da Nicola Fazzini. (Aisha Ruggieri)

22/12/2012

The Leaping Fish Trio a Sestri in Jazz: "...un prodotto vivo e attuale perchè ottenuto con una esposizione riassuntiva personale di quanto metabolizzato, digerito in maniera adeguata." (Gianni Montano)

22/12/2012

Francesco Bearzatti Tinissima Quartet Monk'n' Roll: "Gli interventi al sax di Bearzatti sono intensi, aspri, sinceri e spietati. Ogni suo solo è unico, mai uguale a se stesso..." (Valeria Loprieno)

02/11/2012

Sankofa (The Leaping Fish Trio)- Enzo Fugaldi

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

02/05/2011

Elegy For The Punk Movement (Orange room)- Gianni B. Montano

02/05/2011

Slaves (Gianluca Petrella Tubolibre)- Enzo Fugaldi

27/11/2010

Mingus in Strings Vol. 1 (Musikorchestra di Luca Garlaschelli)- Rossella Del Grande

27/08/2010

Legatura di Valore (Rita Sannia)- Alessandro Carabelli

27/08/2010

RossOnirico (Raffaele Matta)- Vincenzo Fugaldi

25/07/2010

Six Dances Under (Antonio Borghini & Malebranche)- Vincenzo Fugaldi

25/07/2010

God Fried Finger (Blonde Zeros)- Vincenzo Fugaldi

24/04/2010

...Ma io ch'in questa lingua (Chant Trio)- Elio Marracci

04/04/2010

When the Teacher (Einfalt) - Giuseppe Mavilla

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

06/01/2010

L'Opera va/Carmen (Enrico Rava)- Marco Buttafuoco

05/01/2010

Solidago (Cristina Zavalloni)- Enzo Fugaldi

05/01/2010

Sugoi Sentai! Gattai!! (Piero Bittolo Bon Jump The Shark) - Enzo Fugaldi

08/11/2009

Effetto Ludico (Alessandro Sacha Caiani) - Alceste Ayroldi

25/02/2008

Le secolari pietre che formano l'ipogeo della masseria "Il Trappeto" di Monopoli, hanno accolto Irio De Paula, uno dei più grandi chitarristi della cultura brasiliana e il Tubolibre Quartet di Gianluca Petrella. (Mariagiovanna Barletta)

27/05/2007

Sguardo d'insieme ad alcune produzioni del catalogo di El Gallo Rojo Records

28/01/2007

Coherent deformation (Giancarlo Tossani Synapser)

27/08/2006

Radio 3 Sessions (Domino Quartet)

11/08/2006

Do Ut Do (Domenico Caliri)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.536 volte
Data pubblicazione: 22/11/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti