Jazzitalia - Toni Melillo: Il Mio Giardino
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Microcosmo Dischi, 2009
Toni Melillo
Il Mio Giardino


1. Scende Così
2. Dormi Anche Stasera?
3. La Bestia
4. La Dolce Vita Di Veronica
5. Soldier Of Love
6. L'Uomo Dei Sogni
7. Come Vorrei
8. Canzone Per Randdah - Parte Seconda
9. Il Mio Giardino
10. Senza Aria
11. La Casa Di Tom
12. E Penso A Te
13. Hi Peter!
14. Fragole E Panna
15. No Ghosts Anymore


Toni Melillo - voce, chitarra acustica, mani, vocal trumpet, chitarra elettrica, chitarra semiacustica.
Riccardo Fioravanti - contrabbasso in 1, 10, 11.
Fausto Beccalossi - fisarmonica, fischio in 1.
Maurizio Pini - glockenspiel in 1, sonorizzazioni in 3,8 e 13, Fender Rhodes in 4.
Alberto Morelli - kalimba in 1, shells, bansuri in 4, shells in 6, sanza, piffero in 12,.
Marco Ricci - contrabbasso in 2, 3, 5, 12.
Giovanni Giorgi - batteria in 2, 5.
Marco Bianchi - armonica cromatica in 2, piano in 3, 5, 12.
Francesco Manzoni - sordina, tromba, trombone in 2, tromba, sordina in 3, sordina in 4, 12.
Renato D'aiello - sax tenore in 2, 5.
Carlo Nicita - flauto traverso in 2,5.
Daniel Richards - voce della bestia in 3.
Francesco Pellizzari - congas, little bells, ride, spazzole, altri colori in 3, rullante in 6, shaker, tambourine, cozze, blocks, surdo, metal toys, djembe brushes, vocal quica in 8, spazzole, tubolar metals, fingers, campanellini in 11, triangolo, acqua in 12.
Oscar Del Barba - keyboard in 5 e 13, piano, keyboard in 10.
Andrea Crosara - violino in 5, 9, 10, 13.
Federico Fabbris - violino in 5, 9, 10, 13.
Daniel Formentelli - viola in 5, 9, 10, 13.
Vittorio Piombo - violoncello in 5, 9, 10, 13.
Pasquale De Fina - chitarra elettrica in 7.
Rosa Emilia Dias - voce in 9.
Dario Retegno - violino elettrico in 11.
 



C
'è una poesia surrealista scritta da Rimbaud che inventa il colore delle vocali. Così alla "U" viene attribuito il verde: verde come un giardino. Quello che ha fatto Toni Melillo con Il mio Giardino è stato tradurne alcuni versi. Lo ha fatto piantando tanti semini nella terra ed esprimendo la dimensione del disco che su tutto più colpisce: la fecondità della vita. Ci ha messo le mani, senza paura di sporcarle, come afferma egli stesso, tanto quanto ci ha messo l'anima, il gusto nella ricerca di melodie, nella sperimentazione di un pop acustico, "sporcandosi" della bossa nova e delle influenze latin-jazz brasiliane. Si sentono omaggi a Tom Jobim e Rickie Lee Jones, un tocco blues alla Tom Waits e dei bellissimi archi che sfumano i contenuti delle singole canzoni. Altre influenze innegabili sono quelle di Nick Drake ed inevitabilmente di Miles Davis, sebbene aprendo il libretto del disco, si noterà come le prime due pagine siano piene dei riferimenti musicali e delle ispirazioni sulle quali questo giardino mette le sue radici ed assolutamente condivisibili!

Per la preparazione di questo prodotto, inoltre, hanno collaborato con Toni Melillo jazzisti come Riccardo Fioravanti, Fausto Beccalossi e Marco Ricci, oltre che Rosa Emilia Dias a completamento di una già particolare vocalità dell'autore.

In realtà ci sarebbe tanto altro. I testi appaiono infatti molto netti, perché toccano contenuti estremamente terreni: dal dolore della guerra alla nascita di un figlio, strappando simbolicamente il secco, il marcio, l'erbaccia che si nutrirebbe altrimenti dei frutti buoni della vita. L'immagine delle mani sporche di terra che toccano delle foglie, che portano al viso i petali di un fiore per lasciar quasi sentirne il profumo, è quella che descrive al meglio il senso ultimo di questa scelta musicale. Una scelta di duplice significato: una, fatta da Melillo l'artista, che si lascia andare alla creazione, insieme a Melillo la persona, che riempie di significato la sua esperienza. E - bisogna proprio dirlo- un'altra scelta è quella fatta anche dalla giovane casa discografica, alla quale va riconosciuto il merito di sapersi far scegliere in questi ultimi anni dagli artisti italiani che, evidentemente, si sentono all'interno in questa casa liberi di poter esprimere al meglio il genio personale. Insomma, un matrimonio ben fatto. Non si può negare che Il mio Giardino fiorisce a discapito di un cuore blu, di corvi neri e di muri bianchi, colorando quella surrealistica U, simbolo di cicli e vibrazioni, di pace seminata da pascoli e rughe attraverso "l'alchimia (che) imprime nelle ampie fronti studiose", lasciandoci percorrere di persona tutti i passaggi di un'arte attiva che non è stata compromessa in alcun modo. Quale miglior suggerimento per (ri) fiorire su questa ciclicità della natura, sulla coscienza che riesce a costruire pacificamente la propria saggezza, attraverso il linguaggio semplice e profondo della vita che, se solo lasciassimo che entri in noi, può regalare tranquillità interiore?

Complimenti a Toni Melillo: Il mio giardino è un frutto convincente.

Rosanna Perrone per Jazzitalia







Articoli correlati:
01/11/2017

To Lindsay: omaggio a Lindsay Cooper (Ferdinando Faraò & Artchipel Orchestra)- Alceste Ayroldi

08/03/2015

Intervista con Rosario Di Rosa: "...consiglio di studiare a fondo la tradizione e il linguaggio di questa musica senza dimenticare mai di lasciare una porta aperta alla creatività e alla curiosità." (Gianmichele Taormina)

17/11/2014

Bija (Bija)- Antonella Chionna

08/12/2013

Beyond (Mattia Cigalini)- Enzo Fugaldi

08/09/2013

Gargoyle (Zoidberg)- Francesco Favano

24/02/2013

Intervista con Arianna masini: Arianna Masini presenta il nuovo album "Perchè io non potevo dimenticare le rose" al Blue Note. (Eva SImontacchi)

02/11/2012

Crystals (Alessandro Bertozzi)- Vincenzo Fugaldi

02/11/2012

Coltrane Project (Riccardo Fioravanti Trio)- Alceste Ayroldi

07/07/2012

Red Inside (Antonella Catanese)- Francesco Martinelli

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

16/01/2012

Desiderata (Stefano Clemente) - Marco Sagliano

20/11/2011

4 Friends (Zanolini, Bianchi, Visibelli, Ricci)- Alessandro Carabelli

29/05/2011

Pursuit of radical rhapsody (Al Di Meola) - Alessandro Carabelli

24/04/2011

Harmonitaly (Federico Bertelli - Riccardo Arrighini trio)- Gianni B. Montano

06/03/2011

Intervista a Diego Baiardi: "...il mondo in questo momento abbia bisogno di forme artistiche che elevino, dunque se un disco ti eleva a livello vibrazionale, ti porta su di un piano di pace e apertura spirituale. Un disco ha la possibilità di modificare delle vibrazioni e di riportare l'ascoltatore su di un piano più positivo, meditativo." (Eva Simontacchi)

07/02/2011

The Thrust (Little Wonder) - Alceste Ayroldi

04/12/2010

Moti ondosi (Diego Baiardi quartet)- Gianni B. Montano

23/10/2010

Com os Violoes (Francesca Leone)- Alessandro Carabelli

23/10/2010

La vita è bella (Mintzer / Moroni / Fioravanti /La Barbera)- Alessandro Carabelli

27/08/2010

Legatura di Valore (Rita Sannia)- Alessandro Carabelli

27/08/2010

In the Mean Time (Marco Detto)- Alessandro Carabelli

07/08/2010

Dawn (The Plug) - Alceste Ayroldi

19/06/2010

Say The Truth (Gabriele Boggio Ferraris Quartet)- Rossella Del Grande

15/05/2010

Arriving Soon (Soul 4 & Mattia Cigalini) - Marco Buttafuoco

24/04/2010

Steppin' Out (Idea 6)- Luca Civelli

16/03/2010

Tre gosse de luna (Oscar del Barba)- Gianni B. Montano

26/12/2009

Intrecci (Paola Atzeni – Marco Bianchi)- Roberto Biasco

22/11/2009

God Save the Earth (Dino Betti van der Noot)- Enzo Fugaldi

06/06/2009

Jazz Garden & Friends (Andrea Braido)

19/04/2009

"Let's Get Lost: Chet Baker ed il Messaggio nella Bottiglia" nell'ambito del Piacenza Jazz Fest ideato da Luca Bragalini con conferenza e concerto con il Paolo Fresu. (Stefano Corbetta)

13/04/2009

High Energy (New Trio One)

08/03/2009

Appunti di viaggio (Marco Brioschi)

23/11/2008

Voci del dove (Giovanni Mattaliano)

02/11/2008

Bossanuova (Mell Morcone)

25/08/2008

Liquid Places (Mauro Negri Quartet)

21/06/2008

Note Basse (Riccardo Fioravanti Quartet)

16/03/2008

The Cube (The cube & Tom Harrell)

27/12/2007

Sottomarini e Pattini (Maurizio Aliffi e Marco Bianchi)

22/12/2007

Brisa (Doze Cordas Trio)

16/06/2007

Unquiet Serenade (Carlo Nicita / Rosario di Rosa Sextet)

26/05/2007

Intervista e recensione del concerto dei "Quadrivision", ovvero Marco Ricci, Massimo Manzi, Alberto Mandarini e Roberto Cecchetto. Un nuovo progetto nato principalmente attraverso un rapporto di amicizia e stima reciproca e che mira alla ricerca di un suono amalgamanto ma costituito da elementi individuali chiaramenti distinguibili. (Eva SImontacchi)

19/03/2007

Mauro Negri Quartet al Paprika di Dalmine: "Si ha la netta sensazione che il gruppo abbia una forte identità e voglia creare un proprio sound che si discosta dai deja-vu del quartetto classico..." (William Cigarini)

11/03/2007

Crocevia (Max De Aloe)

11/01/2007

Oscar Del Barba Trio Special Guest Javier Girotto: "Ascoltare il trio di Oscar Del Barba con Javier Girotto era un'occasione da non perdere anche per constatare lo stato di grazia in cui versa il jazz italiano..." (Giuseppe Mavilla)

29/06/2006

A Look At Mompou (Sergio Orlandi )

14/12/2005

Armalletale (Power Duo)

14/07/2005

Bill Evans Project (Riccardo Fioravanti Trio)

23/10/2004

Japanese era (Marco Bianchi, Maxx Furian, Massimo Scoca)

23/10/2004

Intervista a Marco Bianchi: "...la musica ha il potere di trasfigurarti, perché quando stai suonando accade qualcosa che non è decifrabile…. Un insieme di sensazioni, di pulsazioni che il cervello coglie, lascia, abbandona, illumina i tuoi movimenti..." (Eva Simontacchi)





Video:
Mattia Cigalini - Flavio Boltro - Tullio De Piscopo - Andrea Pozza - Riccardo Fioravanti pt. 2
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 27/03/2010  da 84Plaza - visualizzazioni: 3330
Mattia Cigalini - Flavio Boltro - Tullio De Piscopo - Andrea Pozza - Riccardo Fioravanti
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 24/03/2010  da 84Plaza - visualizzazioni: 3337
Anthropology - Dizzie GIllespie / Charlie Parker - Davide Benecchi & The Jazz Masters
Davide Benecchi has achieved the diploma in "Mastering Jazz Guitar", a course held by Bebo Ferra at Accademia del Suono., "The Jazz Mas...
inserito il 04/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 4066
Have you met Miss Jones - Hart & Rodgers - Francesco Arzani & The Jazz Masters - Mastering Jazz Bass
Daniele Cortese is a second year student of "Mastering Jazz Bass" a course held by Riccardo Fioravanti at Accademia del Suono., "The J...
inserito il 03/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3504
Straight, no chaser - Thelonious Monk - Daniele Cortese & The Jazz Masters - Mastering Jazz Bass
Daniele Cortese is a first year student of "Mastering Jazz Bass" a course held by Riccardo Fioravanti at Accademia del Suono., "The Ja...
inserito il 03/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3729


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 3.489 volte
Data pubblicazione: 23/04/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti