Jazzitalia - Recensioni - Note Noir: Incontri
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Pianisti di altri mondi, 7 + 1 concerti dal jazz alle sonorità contemporanee. Tornano a Milano i concerti delle domeniche mattina in una rassegna ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Rita Marcotulli per la 20a Edizione di Sorrento Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ALESSI Piero (batteria)
            CALIGIURI Francesco (sax)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Note Noir
Incontri



1. Major to Minor (S.Mevik)
2. Hora (trad.)
3. Hasapiko (trad.)
4. Khebar (J.Zorn)
5. Suite Tzigane: Pentru Tine (G.Buluncea);
6. Nem Voltam En Eletemben (trad.)
7. Scibmeg Bogar (trad.)
6. Piccolo Fiore (C.Venturi)
7. Cigany Kortanc (trad.)
8. Piccolo Fiore (C.Venturi)
9. The Amorous Dance of the Orchid (J.Bester)
10. Cher Ami (F.Lear)

Ruben Chiavano Fabian - violino
Roberto Beneventi - fisarmonica
Tommaso Papini - chitarra
Mirco Capecchi - contrabbasso
Sergio Odori - percussioni 4, 9


Capitanati dal violinista cubano (ma italiano di adozione) Ruben Chiaviano Fabian, i Note Noire sono quattro musicisti di doti straordinarie che uniscono i suoni del mondo mediterraneo con quelli mitteleuropei.
Il loro stile trae ispirazione dalla musica di Django Reinhardt, passando per Markos Vamvakaris fino ad arrivare alle composizioni gitane di Sandor Lakatos e a quelle di Goran Brekovic. Il tutto senza però risultare un revival fine a sé stesso in quanto i musicisti riescono a personalizzare il tutto e ad adattarlo a soluzioni contemporanee. Il violino di Chiaviano Fabian offre al disco quel tocco latino in più senza perdere di vista il senso dell'improvvisazione.
 
Tra i brani degni di nota non possono passare inosservati la rumba di "Major To Minor" gioioso brano arricchito dalla fisarmonica di Roberto Beneventi, oppure "Khebar" a metà strada tra suono latino e klezmer. Notevoli anche "Laurita", tra atmosfere valzeristiche europee e mood jazzistico statunitense in cui Mirco Capecchi ci regala un assolo denso e incisivo, oltre che "Cher Ami" e "The Amorous Dance of The Orchid", reminescente di Reinhardt la prima, più tangueira la seconda. Per il resto Incontri sembra mantenere un mood gioioso per niente malinconico o sottotono, quasi come se volesse spesso invitare l'ascoltatore alla danza ma senza per questo ridursi a mero intrattenimento.

Obiettivo del quartetto è quello di trasportare il pubblico verso mondo ignoti, alla riscoperta delle tradizioni gitane senza per questo dimenticare la matrice jazz americana.
A ciò contribuiscono anche i sapienti interplay tra il violino di Chiaviano Fabian e la fisarmonica di Beneventi che, nonostante la varietà di stili proposta, riescono a non disorientare il fruitore rendendo il lavoro coerente.

Sorprendenti anche nelle esibizioni dal vivo, i Note Noire oltre a vantare un curriculum artistico di tutto rispetto, mostrano un raffinato senso della ricerca in grado di trasportarci verso suoni quasi dimenticati in maniera originale e dignitosa.

Francesco Favano per Jazzitalia













Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 306 volte
Data pubblicazione: 08/12/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti