Jazzitalia - Recensioni - Fabio Sartori, Marco Colonna, Cristiano Calcagnile: (In)Obediens
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ravenna Jazz 2019. Il festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

I 50 anni di Woodstock: fu vera gloria? Incontro gratuito col giornalista e critico musicale Alceste Ayroldi per un'analisi dei momenti chiave che ne hanno fatto un evento simbolo di una generazione..

JAZZ e Cinema: la storia della musica jazz nel cinema attraverso aneddoti, proiezioni a cura di Alceste Ayroldi con la band di Mike Zonno.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Rosario Giuliani Hammond Trio per il prosieguo della rassegna Boogie Jazz Season a Roma, curata da Gabriele Buonasorte.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Fabio Sartori, Marco Colonna, Cristiano Calcagnile
(In)Obediens



Rudi Records - RRJ1022 (2013)

1. Frame
2. Frenetic Dance
3. (In)Obediens
4. Flex Frame
5. Impro#1
6. Celebra(L)tion Day
7. Arlequin

Fabio Sartori - pianoforte
Marco Colonna - clarinetto basso, clarinetto, sax tenore
Cristiano Calcagnile - batteria, percussioni


Obbedire alle leggi della musica non è possibile, anche perchè alla fin fine tali leggi non esistono. E così, Fabio Sartori, Marco Colonna e Cristiano Calcagnile intraprendono un percorso ai limite delle sfide sonore e dell'improvvisazione, della ricerca di pattern sempre articolati al puro scopo di presentare una poetica musicale in cui l'orecchio è teso ad ascoltare qualcosa di inedito e di sfrontato rispetto alla comune formalità.

(In)Obediens è l'album di esordio di un artista come Fabio Sartori che pone la sua firma su ognuna delle sette tracce, coordinato in tre di esse dai suoi compagni di viaggio. Frame costruisce una cornice all'interno della quale Sartori e Colonna procedono all'inizio di pari passo, poi l'assolo al piano e i piccoli accorgimenti ritmici di Calcagnile dotati di straordinaria delicatezza e infine le note lunghe e sforzate di Colonna che creano un'idea di dilatazione sonora particolarmente intrigante. E subito dopo si ha il contrasto: in Frenetic Dance viene abbandonata l'idea di dilatazione per perseguire quella della frenesia musicale con eccitanti parti serratissime. (In)Obediens sintetizza sicuramente la poetica dell'album; ogni musicista è impegnato nell'esplorazione del proprio strumento riuscendo a mantere la costante sensazione di insieme. I percorsi di Sartori sono profondamente articolati e ogni nota sembra essere frutto di una grande razionalità, di un lavoro molto ricercato che non punta all'originalità in quanto tale, ma mira piuttosto ad arricchire il panorama musicale costruendo strade nuove, spesso accidentate e con qualche biforcazione nel punto più imprevedibile. Il lungo intro di Flex Frame dipinge perfettamente il volto di Calcagnile, un batterista capace di mettere in atto come pochi tutta una serie di accorgimenti e di finezze. Impro#1 è una continua lotta tra l'agilità, la dilatazione, le dissonanze e gli accodi che scivolano sfuggenti, così come Celebra(L)tion Day, una sfrenata ricerca di suoni brevissimi che si susseguono agilmente quasi volessero trovare una dimensione comune che solo sul finale sembra delinearsi, ma con i contorni sfumatissimi. Infine Arlequin, brano di chiusura dell'album, in cui dal solo di Colonna che lavora ancora sul concetto di dilatazione ma anche di fluidità si passa al finale che si tinge di toni distesi e più riflessivi.

"(In)Obediens" presenta una scrittura fine e intrigante che, al di fuori di ogni costrizione o modello precostituito, spinge la ricerca e l'improvvisazione all'estremo e l'esito musicale si tinge di contrasti e di sfumature che è difficile non cogliere e apprezzare.

Nina Molica Franco per Jazzitalia







Articoli correlati:
27/11/2016

Multikulti Cherry On (Cristiano Calcagnile)- Enzo Fugaldi

08/08/2016

Newswok (Giancarlo Tossani Synapser + Ralph Alessi)- Enzo Fugaldi

24/07/2016

L'uomo poco distante (Toni Cattano Ottetto)- Gianni Montano

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

19/09/2015

Roccella Jazz Festival - African Noises: "Edizione numero trentacinque per lo storico festival della provincia di Reggio Calabria, tornato a riempire le serate d'agosto dopo un'annata 2014 in versione ridotta." (Vincenzo Fugaldi)

19/09/2015

The Surface of an Object (Trio (mit) Marlene)- Gianni Montano

10/08/2015

Navajo Sunrise (Daniel Carter, William Parker, Federico Ughi)- Antonella Chionna

01/03/2015

Hexaphone - The Cosmology of Improvised Music (Katja Cruz feat. Oliver Lake)- Gianni Montano

02/06/2014

Suoni dal carcere (Maria Pia De Vito, Silvia Bolognesi)- Alceste Ayroldi

19/05/2014

Il Mandorlo (Silvia Bolognesi Almond Tree)- Monica Mazzitelli

04/05/2014

MC3 - Marco Colonna Trio: "Marco Colonna, Fabio Sartori e Stefano Cupellini sanno perfettamente come trascinare il pubblico nel vortice intenso della loro frenesia musicale." (Nina Molica Franco)

03/11/2013

Il Bidone (Gianluca Petrella)- Alceste Ayroldi

31/03/2013

Zarja-tay (Saadet Turkoz - Giovanni Maier - Zlatko Kaucic)- Gianni Montano

20/01/2013

Black Novel (Massimo De Mattia)- Gianni Montano

20/01/2013

Live In Ventotene (Salis, Schiaffini, Kasirissafar)- Gianni Montano

23/12/2012

Saragolla (Test Quintet)- Gianni Montano

22/12/2012

Black Ol' Blues (Black Hole Quartet) - Francesco Favano

02/09/2012

Domino's Tales (Domino Trio)- Gianni Montano

16/08/2012

Hear In Now (Mazz Swift, Tomeka Reid, Silvia Bolognesi)- Gianni Montano

02/05/2011

Slaves (Gianluca Petrella Tubolibre)- Enzo Fugaldi

25/07/2010

Six Dances Under (Antonio Borghini & Malebranche)- Vincenzo Fugaldi

24/04/2010

...Ma io ch'in questa lingua (Chant Trio)- Elio Marracci

05/01/2010

Solidago (Cristina Zavalloni)- Enzo Fugaldi

22/11/2009

Il buio acceso (Domenico Caliri Violongerìa) - Laura Mancini

08/11/2009

Effetto Ludico (Alessandro Sacha Caiani) - Alceste Ayroldi

25/02/2008

Le secolari pietre che formano l'ipogeo della masseria "Il Trappeto" di Monopoli, hanno accolto Irio De Paula, uno dei più grandi chitarristi della cultura brasiliana e il Tubolibre Quartet di Gianluca Petrella. (Mariagiovanna Barletta)

28/01/2007

Coherent deformation (Giancarlo Tossani Synapser)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 750 volte
Data pubblicazione: 12/10/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti