Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


ABJZ 026

Marilena Paradisi - Piero Leveratto
Intimate Conversation

1. The Meaning Of The Blues 5.10
2. I Will Say Goodbye 2.10
3. Where Flamingos Fly 4.16
4. Guess I'll Hang My Tears Out To Dry 2.51
5. Left Alone 4.22
6. Lament 3.44
7. If You Could See Me Now 2.45
8. Isn't It Romantic 3.10
9. When Sunny Gets Blue 4.25
10. How Did He Look 3.20
11. I'm Gonna Laugh You Right Out Of My Life 2.49
12. You Must Believe in Spring 3.38
13. A Little Tear 3.58
14. Goodbye 2.13

Marilena Paradisi - voce
Piero Leveratto - Contrabbasso


Via Pasubio, 6
21058 Solbiate Olona (VA)
tel/fax +39 0331 376380

L'intimo incontro tra la voce e lo strumento può realizzarsi in un sodalizio oppure nel nulla più profondo, nella vacuità acustica di visionarie espressioni, poco apprezzabili.

La voce che incontra l'ariosità ritmica del contrabbasso è un'esperienza ancor più audace: entrambi devono essere dotati di una cantabilità e di un'intonazione eccellenti.

La grande Sheila Jordan (come ricordano le note del booklet) è stata una pioniera in tal senso, dettando ora con Steve Swallow, ora con Arild Andersen dei tempi, dei ritmi e delle melodie piuttosto inconsueti.

Ma tali magie del passato potrebbero sembrare oggi dei peccati veniali.

Ripetere delle lingue di storia, delle stole di luce, potrebbe essere difficile, forse irriverente.

Non è il caso dell'opera realizzata da Marilena Paradisi e Pietro Leveratto: Intimate Conversation è un lavoro meditato, cesellato e levigato in ogni punto. La preparazione tecnica di entrambi è indiscutibile, ma il persistente connubio, quasi erotico, ha materializzato un lavoro di grande spessore, di densa sonorità implacentata dalla voce danzante della Paradisi.

Una cascata di piccole storie, di personali dialoghi, lucenti o crepuscolari, colorati o in bianco e nero, formano questo lavoro.

Tutti standard(e questa scelta poteva rivelarsi ancor più rischiosa per il raffronto): da Holiday(Left Alone) a Legrand (You must believe in Spring e I Will say goddbye), passando per Eumir Deodato(A little tear), ed altre icone che s'incastonano in un lucente diadema composto dal duo.

Voce e contrabbasso. E la voce del contrabbasso che funge da cornice ad un costrutto vocale ed interpretativo sempre diverso, acceso e fiorente alcune volte, ed opportunamente in chiaroscuro in delle altre.

Un breve cenno per la casa discografica: Abeat Records che si conferma produttrice attenta di nuove esperienze e sicuro mentore di realtà che andrebbero maggiormente condivise.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia








Articoli correlati:
01/06/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Mario Caccia, Abeat Records: "...attualmente l'industria discografica è ormai polverizzata, così come sono ormai entrate in declino tutte le figure professionali che gravitano attorno alla valorizzazione e commercializzazione della musica..." (Alceste Ayroldi)

03/02/2014

The Cave - Dialogues Between Echoes Of Stone (Marilena Paradisi - Ivan Macera)- Nina Molica Franco

26/01/2014

The Complete Remastered Recordings on Dischi della Quercia (Giorgio Gaslini)- Marco Losavio

15/07/2012

Come dirti (Marilena Paradisi)- Roberto Biasco

27/09/2011

Novo (Giampaolo Casati Trio) - Cinzia Guidetti

01/11/2010

Rainbow Inside (Marilena Paradisi - Arturo Tallini) - Roberto Biasco

12/04/2010

Il progetto "Jazz in The Air" del Marilena Paradisi Quartet all'Alaexanderplatz di Roma: "L'omaggio al jazz d'autore viene rivisitato in modo originale e secondo arrangiamenti personali e di moderno sentire, un'attenta rilettura di standards..." (Fabrizio Ciccarelli)

31/12/2009

Intervista a Marilena Paradisi: "...per me l'arte non può essere mero intrattenimento...per me arte è trasformazione. Cioè arte che contiene in se' un semino, un contenuto profondo tra le righe, che induce a pensare, che mette anche in crisi, e quindi spinge verso un cambiamento..." (Fabrizio Ciccarelli)

28/06/2009

Magique (Hot Tune) - Roberto Biasco

15/03/2009

Concert For Mirella (Bill Smith & Gianmarco Lanza)

15/02/2009

Time Pieces for piano (Amato Jazz Trio )

21/12/2008

Stylus Q (Stylus Q)

25/08/2008

Liquid Places (Mauro Negri Quartet)

23/08/2008

From east to west (Menconi, Fioravanti, Bagnoli)

21/06/2008

Note Basse (Riccardo Fioravanti Quartet)

20/03/2008

Humanity (Tom Harrell - Dado Moroni)

19/03/2008

Changing Walking (Fausto Ferraiuolo Trio)

16/03/2008

The Cube (The cube & Tom Harrell)

04/02/2008

Pensiero – Omaggio a Gino Paoli (Marilena Paradisi) - include un intervista a Marilena Paradisi.

27/12/2007

Private Tales (Zara - Goloubev - Zanoli)

16/06/2007

Unquiet Serenade (Carlo Nicita / Rosario di Rosa Sextet)

11/03/2007

Crocevia (Max De Aloe)

04/02/2007

Catanzaro Jazz fest 2006: "Si inizia con Adam Kolker accanto al celebre John Abercrombie, Dick Oatts assieme al nostrano Pietro Condorelli. L'ultima serata è invece dedicata proprio al pianoforte, ed è proprio una bella dedica: ad esibirsi è il trio di Jean Michel Pilc..." (Andrea Caliò)

02/06/2006

Transmutations (Stefano Pastor Quartet)

01/06/2006

Pasion/a.s. (Tangoseis)

24/05/2006

Musica (Antonio Zambrini)

19/03/2006

Passaggi (T.R.E. (Tri Razional Eccentrico))

04/02/2006

Note a margine, intervista parallela a quattro contrabbassisti: Pietro Leveratto, Paolino Dalla Porta, Ferruccio Spinetti, John Patitucci (Antonio Terzo)

04/01/2006

Intervista a Marilena Paradisi: "...se la ricerca si sposta un po' di più sulla ricerca artistica...allora non si può che seguire la propria immagine, la propria identità, con coerenza e senza compromessi...per me la musica è arte..." (Alceste Ayroldi)

27/12/2005

Standard Trio (Alessio Menconi)

23/12/2005

Senza parole (Ettore Martin quartet e Les quartettes strings)

22/08/2005

Songs (Mario Zara)

14/07/2005

Bill Evans Project (Riccardo Fioravanti Trio)

02/01/2005

MAG Trio (Pensieri Circolari)

01/11/2004

Le note richiamano versi (JP Band)

28/06/2004

Un po' come...noi (Dino Massa)

21/04/2004

Casa Moderna (Massimo Nunzi)

14/11/2003

Intervista a Marilena Paradisi. La sua voce ha già incantato la critica specializzata francese e statunitense: in questa intervista Marilena Paradisi ci racconta le idee e le passioni che nutrono il suo primo album, "I'll never be the same", e i suoi prossimi progetti. (Federica Papoff)

02/09/2003

Marilena Paradisi in tour a New York con Scott Reeves







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 6.286 volte
Data pubblicazione: 10/06/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti