Jazzitalia - Recensioni - Federica Michisanti Trioness: Isk
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

12.500 euro destinati per una Borsa di Studio "Giorgia Mileto". promossa dalla famiglia e dal Saint Louis College of Music per i Corsi accademici di Jazz & Popular Music..

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Federica Michisanti Trioness
Isk



La Filibusta (2017)

1. Hush 05:22
2. Before I Go 04:36
3. Impro 1 03:32
4. Slow March 06:52
5. Further 06:46
6. Impro 5 02:26
7. Reset 05:26
8. Impro 2 01:40
9. Isk 04:50
10. Impro 3 05:20
11. Noise Reduction 04:27
12. Al Jabal 08:22

Federica Michisanti - double bass
Matt Renzi - tenor sax, bass clarinet, english horn, oboe
Simone Maggio - piano

Roma, Groovefarm Studio, 21 e 22 novembre 2015


Esperienza da consigliare, l'ascolto di questo disco. Michisanti è una contrabbassista romana, giovane ma già attiva oltre che nel jazz anche in altri settori (musica leggera, teatro), qui alla sua seconda opera da leader, dopo «Trioness», cd registrato quattro anni prima di questo con una formazione analoga. L'assenza della batteria è determinante per caratterizzare la musica che qui si ascolta, dagli aspetti cameristici in cui prevale una pregevole e non scontata concezione melodica.

Rispetto alla sua opera precedente la musicista ha guadagnato molto in sicurezza e controllo del materiale musicale, e ciò si riflette positivamente sul risultato, per merito anche degli altri componenti il trio, il polistrumentista Renzi che si alterna sapientemente fra strumenti diversi conferendo a ogni brano un'impronta diversa e peculiare, e il pianista Maggio, che sorprende per suono e creatività. Le composizioni, alcune di assorta melodicità (Hush, Slow March), altre astratte, vagamente ornettiane o konitziane (Before I Go, Further, Noise Reduction), sono tutte della contrabbassista, e sono inframezzate da quattro frammenti tratti da un'improvvisazione in studio. Il suono del contrabbasso di Michisanti è meditato, pieno, tondo, corposo, e l'interazione fra i tre è perfetta sin dalle note del brano iniziale. Fra le improvvisazioni la migliore è la prima, che meglio si integra con le composizioni del disco, fra le quali svettano l'eponima Isk dal canto profondo e coinvolgente e la conclusiva Al Jabal, lirica e delicata.

Non resta che attendere una nuova prova di questo trio.

Vincenzo Fugaldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
01/06/2019

Silent Rides (Federica Michisanti Horn Trio)- Alceste Ayroldi

09/07/2012

4 Stories (Matt Renzi, Stefano Senni, Jimmy Weinstein)- Enzo Fugaldi

27/08/2010

Winds in tunes (Simone Maggio - Emanuele Melisurgo)- Alessandro Carabelli

08/09/2008

Lo schiavo (Armando Sciommeri)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 653 volte
Data pubblicazione: 26/04/2017

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti