Jazzitalia - Marl Alban Lotz: Istanbul Improv Sessions May 5th
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Sotto l'Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, al via l'edizione del Premio Lelio Luttazzi 2021. Le iscrizioni (gratuite) dal 10 febbraio al 30 aprile 2021.

Addio Chick. Riposa in Pace. Ci lascia Chick Corea al'età di 79 anni..

Amore, Carcere e Invettiva nella Musica Popolare Italiana. un Viaggio Musicale tra Lazio, Campania e Sicilia. Bando di Selezione per Musicisti d'Orchestra.

Adriano Urso. La tristissima dipartita del pianista che pone una riflessioni profonda e urgente. Salviamo lArte, proteggiamo gli Artisti..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Nominations dei 63° Grammy Awards. Gerald Clayton, Joshua Redman, Regina Carter, Maria Schneider, Goznalo Rubalcaba, Kurt Elling, il "solito" Chick Corea, e poi Carmen Lundy, Ambrose Akinmusire, Kenny Washington.....

La Musica Italiana a sostegno del Rosetta Jazz Club di Matera.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Riparte il San Severo Winter Jazz Festival. Annunciata la XI^ Edizione 2020/21 a cura del direttore artistico Antonio Tarantino.

Il Saint Louis College Of Music presenta Master di I Livello in Music Business & Management (60 CFA).

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Marl Alban Lotz
Istanbul Improv Sessions May 5th



LopLop Records (2011)

1. North Star (Caglar/Uygan/Lotz)
2. Animal Rites (Toysoul/Uygan/Lotz)
3. R R K Rahasaan (Hays/Lotz)
4. Ursuppe (Caglar/Toisoul/Uygan/Lotz)
5. Kusendem (Caglar/Toisoul/Uygan/Lotz)
6. Dr. No (Merlet/Lotz)
7. Open Air Party (Caglar/Toisoul/Uygan/Lotz)
8. Friction (Caglar/Hays/Merlet/Toisoul/Uygan/Lotz)
9. Sintactics (Caglar/Hays/Merlet/Toisoul/Uygan/Lotz)
10. Soroaster (Hays/Merlet/Lotz)

Mark Alban Lotz - piccolo, flauti vari, flauto preparato;
Alexandre Toisoul - clarinetto
Can Omer Uygan - tromba, effetti
Umut Çaglar - chitarra elettrica, effetti
Michael Hays - contrabbasso
Florent Merlet - batteria

Recorded 5th may 2010 at Deneyevi Studio Istanbul


Mark Alban Lotz flautista, musicista curioso e apolide (nato in Germania ma olandese d'adozione e per formazione) viene qui fotografato in compagnia di alcuni dei migliori musicisti della scena improvvisativa turca. Traduciamo dalla copertina "Il mese di maggio 2010 in Istanbul è stato per me molto fruttuoso direi memorabile. Non soltanto perchè ho suonato con jazzisti e musicisti di world music ma anche perché ho avuto l'opportunità di collaborare con alcuni grandi esponenti della scena improvvisativa di questa vibrante metropoli.;coglie così il segno dichiarando il suo debito a quella città e ai musicisti che la popolano.



Musica, di elevata qualità, totalmente e liberamente improvvisata, che spazia dal duo di Dr. No al sestetto di Friction e Synactis, conferendo estrema varietà al disco; a Lotz il compito di far da filo rosso attraverso le dieci tracce che compongono l'album-

L'interplay totale, la libertà assoluta, l'ironia e l'understatement sono qui elementi di forte emozione. Libertà psicologica, mentale e d'approccio alla materia musicale-sonora e alle sue, apparentemente inesauribili, possibilità di origine e sviluppo; libertà di creare e impiegare suoni senza porsi la quaestio, alquanto stantia, dell'origine e formazione dei medesimi. Uno degli elementi di pregio dell'incisione è la soupless e naturalezza con cui vengono impiegati suoni acustici, vocalità inclusa, i medesimi rielaborati elettronicamente e altri d'origine digitale.
Il siderale North Star si apre su radi suoni ed effetti a cui si aggiungono il clarinetto di Toisoul e la tromba, meravigliosamente davisiana-dixoniana, di Can Omer Uygan; naturale e/o filtrata e deformata, porta alla ribalta la memoria del Davis più astratto ed estremo creando qui un dialogo di struggente lirismo con il clarinetto di Toisoul, a Lotz il compito ostico di inserirsi indicando una nuova direzione.
Luminoso il trio, ma la presenza al flauto di Lotz è ridottissima, di Animal Rites, giocato sul ritmo della cellula ritmica esposta in apertura dal clarinetto di Alexandre Oisoul e la tromba di Can Omer Uygan sorprende per il lirismo e la capacità d'ascolto e interplay.
Il conciso, swingante R.R.K. Rahasaan si apre sul basso archettato doppiato dalla voce gutturale di Michael Hays, che ripesca Slam Stewart, per poi aprirsi ed accogliere il flauto di Lotz e infine trascolorare nel sospeso, inqueto e allucinato Ursuppe.
Kusendem si apre su suoni gutturali del flauto di Lotz a cui si accosta il clarinetto di Toisoul e molto dopo la tromba di Uygan, ma è la chitarra strapazzata da Caglar a conferire tensione e insieme carattere al pezzo.
E poi il duo flauto batteria di Dr. No, e ancora il quartetto nel successivo Open Air Party e la formazione al completo nei due successivi brani. Ma i sei musicisti non suonano quasi mai contemporaneamente e prevale la dimensione cameristico solistica.
Affascina ed entusiasma qui la libertà dagli schematismi di tanta musica di matrice eurocolta scritta, improvvisata liberamente o meno, aleatoria o meno. Una tradizione musicale millenaria non sembra esser stata vana, non in termini di recupero o radicamento nella stessa quanto di apertura e profondità di pensiero musicale; va allora dato ampio merito ad Alban Lotz di averci permesso di entrare in contatto con i musicisti qui riuniti, tutti facenti parte del collettivo re-konstrukt, che partecipa alla produzione dell'album.

Andrea Gaggero per Jazzitalia











Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 974 volte
Data pubblicazione: 30/09/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti