Jazzitalia - Ahmad Jamal: Jamal at the Penthouse
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
Ahmad Jamal
Jamal at the Penthouse



Essential Jazz Classics 2010
Distr. Egea

1. Comme ci, Comme ça
2. Ny
3. Never Never Land
4. Tangerine
5. Ahamad's Blues
6. Seleritus
7. I Like To Recognize The Tune
8. I'm Alone With You
9. Sophisticated Gentleman
10. Volga Boatman
11. On Green Dolphin Street
12. How About You?
13. I Just Can't See For Lookin'
14. Spring Will Be A Little Late This Year
15. Beat Out One
16. Maryam
17. Easy To Remember
18. Jim Loves Sue
19. I Wish I Knew
20. Ahamad’s Blues (trio version)
21. Seleritus (trio version)

Musicisti 1-9
Ahamad Jamal - pianoforte
Israel Crosby - contrabbasso
Vernell Fournier - batteria
Strings Orchestra diretta da Joe Kennedy


Musicisti 10-19
Ahamad Jamal - pianoforte
Israel Crosby - contrabbasso
Walter Perkins - batteria

BONUS TRACK "Ahamad's Blues"
Ahamad Jamal - pianoforte
Ray Crawford - chitarra
Eddie Calhoun - contrabbasso

BONUS TRACK "Seleritus"
Ahamad Jamal - pianoforte
Israel Crosby - contrabbasso
Vernell Fournier - batteria


Il titolo inganna a metà, perché si tratta di un doppio lavoro che comprende la registrazione nei Penthouse Nola Studios di New York (del febbraio 1959), ed anche l'album "Conte 'Em 88" registrato nel 1956 e licenziato dalla label Argo. A completare il contenuto del blister, due versioni in trio di Ahamad's Blues (inciso nel 1952) e Seleritus (del 1958). Il trio, Jamal a parte, vede la presenza costante del bassista Israel Crosby, affiancato nella registrazione agli studi Penthouse dal batterista Vernell Fournier e dall'orchestra d'archi diretta da Joe Kennedy, mentre nel lavoro cronologicamente antecedente tamburi e piatti sono appannaggio di Walter Perkins.

Come è consuetudine dell'Essential Jazz Classics, il booklet è filologico e presenta le liner notes originali a firma di Dick Martin per la prima parte, e Jack Tracy (Editor Down Beat), per la seconda. Summa sono le note "contemporanee" di Malcom Mint.

Jamal aveva preferito le corde, via via passando dai Four Strings ai Three Strings (con Ray Crawford e Eddie Calhoun, che qui ritroviamo nella bonus track Ahamad's Blues). Nel 1956 decide di dare voce al primo trio piano-contrabbasso-batteria, con Crosby e Fournier, giusto poco tempo dopo la sua conversione all'Islam e poco prima del suo viaggio in Africa.

Al di là della bellezza estetica dei due dischi qui racchiusi, va sottolineata l'importanza storica di questi due eccellenti lavori nell'evoluzione del trio jazz "per eccellenza". La complementarietà degli strumenti quasi in conflitto, in continua tensione, sobriamente sofisticati nei tasti di Jamal, attento ai valori ritmici ed allo svolgimento armonico, rendono il trio del pianista di Pittsburgh un monito per le generazioni successive.

Un pezzo di storia della musica, non sempre tenuta a mente, proposto con grande stile e da tenere, obbligatoriamente, nella propria discoteca.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
09/10/2011

XXIV Edizione Festival Internazionale Time in Jazz: "Dopo Acqua e Aria, quest'anno è la Terra protagonista, a partire dal senso stretto come terreno su cui si cammina, si vive, si suona fino a giungere al senso lato come pianeta." (Viviana Maxia)

25/09/2011

Roccella Jazz Festival 2011 - "Unitàlia In-Attesa": Come tante altre rassegne, jazzistiche e non, l'edizione 2011 di Rumori Mediterranei, con la direzione artistica di Paolo Damiani, ha reso omaggio ai 150 anni dell'unità d'Italia con alcuni progetti mirati e la consueta kermesse di artisti internazionali di primissimo piano provenienti da culture di ogni dove e capaci di rendere unica anche questa trentunesima edizione che, purtroppo, rischia di sparire. (Vincenzo Fugaldi)

17/04/2010

Bergamo Jazz 2010: "Tocca sempre a Bergamo il compito di inaugurare la nuova stagione del jazz in Italia, dall'alto di una tradizione di scintillante fattura, impreziosita dalla seconda conduzione artistica di Paolo Fresu, il cui obiettivo quest'anno è stato quello di concentrarsi su alcune delle correnti che attribuiscono al genere nuova linfa." (Vittorio Pio)

21/02/2010

A Quite Time (Ahmad Jamal) - Alceste Ayroldi

01/04/2007

Ahmad Jamal Trio al Blue Note di Milano: "Ahmad Jamal è il leader indiscusso del proprio trio. Il suo stile sa essere nel contempo ricchissimo o minimalista. Ha una padronanza totale dello strumento e si percepisce tanta musica classica nel suo attuale modo di suonare. Ma vi è anche il blues. Un grandissimo contrasto di mondi, di stili, di sonorità ... Ha il carisma del capogruppo. Ha un suo modo di suonare che non assomiglia a nessuno. E' Ahmad Jamal. Con l'unicità dei grandi." (Rossella del Grande)

26/06/2005

After Fair (Ahmad Jamal)





Video:
Ahamad Jamal a Umbria Jazz 09
Teatro Morlacchi - Perugia...
inserito il 18/07/2009  da umbriajazz2009 - visualizzazioni: 2847


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.496 volte
Data pubblicazione: 28/07/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti