Jazzitalia - AA.VV.: Jazz al dente
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

XXXVIII Edizione di Roccella Jazz Festival 2018 - Rumori Mediterranei: Un omaggio all'Italia, al contributo italiano offerto alla musica di tutto il mondo.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            AUTINO Adriano (chitarra)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            RONCA Marco (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
AA.VV.
Jazz al dente



My Favorite Records 2010
Bonsai Music
8034135080134
Distribuzione Emi Music Italy

CD 1
1. Secret Lover (Alessandro Magnanini)
2. Dizzy's blues (Fabrizio Bosso)
3. A Saint-Germain-Des Prés (Giammaria Testa, Roberto Cipelli)
4. Wintersong (Lorenzo Tucci)
5. Le due corde vocali (Musica Nuda)
6. Nucleo (Paolo Fresu Quintet)
7. Tacere/Parlare (Joe Barbieri)
8. The ever changing sky (Giovanni Ceccarelli)
9. My favorite things (Max Zanotti & Floriano Bocchino)
10. Carta o contanti? (Gnu Quartet)
11. Da lontano (Unplugged) (Raffaele Casarano)
12. Mouvin'on (Paolo Fedreghini)
13. U (The Dining Rooms)
14. Il confine (Fausto Mesolella)


CD 2:
1. Spaghetti alle acciughe (Fausto Mesolella)
2. Ciceri e tria (Raffaele Casarano, Don Pasta)
3. Ziti al ragù (Musica Nuda: Magoni & Spinetti)
4. Orecchiette fiori e zucchine (The Dining Rooms)
5. Spaghetti al polipo murato (Joe Barbieri)
6. Pasta alla bottarga (Paolo Fresu)
7. Gnudi di spinaci e ricotta (Gnu Quartet)
8. Bucatini crossover (Max Zanotti e Floriano Bocchino)
9. Bucatini all'amatriciana (Paolo Fedrighini)
10. Spaghetti alla chitarra (Lorenzo Tucci)
11. Farfalle alla Venturi (Giovanni Ceccarelli)
12. Torta gianduia della ghironda (Alessandro Magnanini)
13. Agnolotti alla piemontese (Fabrizio Bosso)
14. Gli gnocchi di Gianmaria (Giammaria Testa)

"Saranno quasi cinque anni che il progetto Jazz Al Dente ci sta in mente. Facendosi spesso viva in noi come un leitmotiv insistente, l'idea ha resistito nel tempo ed era quindi doveroso realizzarla un giorno o l'altro". Le note di copertina del ricco booklet del doppio cd non recano una firma, ma non si fatica a capire che l'autore sia Pierre Darmon, patron della parigina Bonsai Music (produttrice, fianco a fianco con la My Favorite Records, del disco) e ideatore di questa eccellente iniziativa. "Il primo disco di cucina italiana", come recitano le liner notes, è un'idea golosa quanto i contenuti. Due Cd, reciprocamente profumati di bella musica e gustose pietanze, che concedono ai posteri quattordici solchi suonati ed altrettanti "recitati" su versi che non avrebbero fatto storcere il naso a Pellegrino Artusi. Jazz e cucina vanno a braccetto già da tempo, basti ricordare – primus inter pares – lo Swing Shack di Louis Armstrong, dove anche i piatti assumevano la forma e il nome di melodie jazz e musicisti. Poi è loci communes, la predisposizione degli italiani verso l'arte culinaria e la capacità di fare della tavola un luogo dalle mille culture. Ed è altresì vero che i quattordici musicisti/chef sono, senza ombra di dubbio, tra i più quotati in patria e all'estero. La selezione dei brani restituisce il milieu editoriale. E' trasversale ed occupa diversi scaffali: dalle travolgenti note di Fabrizio Bosso al nu-jazz de The Dining Rooms, passando per il soul di Alessandro Magnanini; Paolo Fresu Quintet con la suadente Nucleo (firmata da Roberto Cipelli), dalla matrice filmica; le fresche sonorità da orchestra Anni Quaranta di Lorenzo Tucci, la canzone d'autore tinteggiata di jazz di Joe Barbieri e quella di chansonnier d.o.c. di Giammaria Testa; la danzabilità di Mouvin' On di Paolo Fedreghini, il minimalismo roccioso di Giovanni Ceccarelli ed il folk-jazz degli Gnu Quartet. Completano il set-up Musica Nuda e Fausto Mesolella, con due prove d'autore di particolare spessore, alle quali si aggiungono la sorprendente versione di My Favorite Things di Max Zanotti e Floriano Bocchino e l'intimistica Da Lontano di Raffaele Casarano, brano in esclusiva per la compilation.

Girata pagina, troviamo i quattordici artisti impegnati a dispensare ricette di qualità e ricche di sentimento, non solo culinario. Tutti piatti pregevolissimi e che costituiscono il senso del disco. Da citare l'apparizione di Don Pasta (gastrofilosofo musicale, per sua stessa definizione) accanto a Raffaele Casarano per la pugliesissima ricetta "Ciceri e tria".

Il libretto allegato è anche il ricettario, impreziosito dalle belle illustrazioni di Dimitri Lamouret.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
26/06/2017

Un[folk]ettable Two (Nico Morelli)- Alceste Ayroldi

28/07/2011

The Dreamer (Marco Bardoscia) - Alceste Ayroldi

11/07/2011

Intervista a Raffaele Casarano: "Suonare in Puglia oggi è difficile più che mai, c'è tantissima voglia di fare, ma poca possibilità per concretizzare, causa i quattrini sempre meno e istituzioni sempre meno attente. Il rapporto tra la voglia di fare e le possibilità a disposizione è sempre in forte squilibrio. Ma come dico sempre, noi quaggiù al Sud, siamo i più fortunati, perchè la disperazione crea l'intenzione, e quindi abbiamo stimoli altissimi...sarà l'odore e la luce di questa terra?" (Alceste Ayroldi)

04/10/2010

Argento (Raffaele Casarano) - Alceste Ayroldi

08/11/2009

Metropolitan Prints (Fabrizio Savino Quintet) - Alceste Ayroldi

07/11/2009

Replay (Raffaele Casarano & Locomotive) - Alceste Ayroldi

13/09/2009

Lunaria (Luca Aquino) - Alceste Ayroldi

17/09/2008

Opening (Marco Bardoscia)

31/07/2006

Legend (Raffaele Casarano & Locomotive)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.929 volte
Data pubblicazione: 02/04/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti