Jazzitalia - Franco Minganti: Jazztoldtales
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Jazztoldtales
Jazz e fiction, letteratura e jazz

Franco Minganti (a cura di)
Bacchilega, Imola 1997
Pubblicazione: 1997

Preziosa questa summa, anzi pedissequa trascrizione ed attenta traduzione, degli atti dell'omonimo convegno tenutosi a Bologna nel 1995. Convegno e libro curati dall'attento ed acuto Franco Minganti che raccolse intorno al cenacolo della cultura afroamericana, alcuni tra i più prestigiosi studiosi e profondi conoscitori della cultura Blackness.



D
i primo acchito rammarica che seminari di tale spessore siano oramai mosche bianche, scenari didattici ritenuti – volutamente – obsoleti, superati da solipsistici interventi, appannaggio di pochi soloni che preferiscono sottrarsi a qualsivoglia confronto.

Il telaio su cui si innervano gli interventi degli illustri relatori, come lo stesso Minganti afferma nell'introduzione, è la raccontabilità del jazz, "ovvero la consapevolezza della sua esistenza e persistenza quale racconto, fiction e immaginario, inteso nel senso più letterale di accumulazione di immagini".

Il risultato è un'opera – rimarco volutamente – preziosa, affrancata da scatole disciplinari, che mostra come il phenomenon Jazz sia una realtà dalla quale anche gli sciovinisti più elitari non possono prescindere. Così i saggi, corredati da una consistente bibliografia, muovono il pensiero grazie alle acute riflessioni di Al Young – autore di sceneggiature cinematografiche di spessore, tra le altre occupazioni – sulla poesia e sul racconto orale; sottolinea anche le tappe copernicane della musica afroamericana, come nel caso di Maiden Voyage di Hancock.

David Meltzer si lancia in un breve excursus sulla letteratura jazzistica, con le sue tinte a volte grigie e via via, passando per sottili interventi storici (Josef Jarab, "La Forza vitale del jazz": il sax basso di Joseph Skvorecky) ed icone letterarie (Ernesto Franco, "Como un take": Julio Cortàzar e il jazz), nonché attraversando – inevitabilmente – la Beat Generation ed il suo apparente gusto per il bebop, secondo l'attenta analisi storico-letteraria di Bernedt Ostendorf. Fino a giungere, ancora con Meltzer, alla ricca filmografia jazzistica.

Un lavoro sempre attuale nonostante i quasi tre lustri passati dalla pubblicazione. Fortuna vuole che la pertinace casa editrice Bacchilega l'abbia in catalogo, seppur il prezzo in quarta di copertina è espresso in lire. Ciò implementa quel senso di amarcord già nell'incipit stigmatizzato.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
06/02/2010

Altre x-roads (Franco Minganti)- Franco Bergoglio







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.414 volte
Data pubblicazione: 04/05/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti