Jazzitalia - Joseph Lepore : Journal
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

E' morto Ben Riley, batterista di Thelonious Monk.

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

Secondo appuntamento per la rassegna del The Empty Space presso RED Eventi di Gusto di Molfetta, con la presentazione del nuovissimo disco della vocalist Francesca Leone.

Chick Corea, Steve Gadd, Dave Douglas, Carla Bley, Steve Swallow e molti altri i protagonisti di Giordano In Jazz Winter Edition 2017.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            AUTINO Adriano (chitarra)
            CAIAZZA Igor (perccussioni)
            CIMINO Lorenzo (tromba)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            ESPOSITO Sergio (chitarra)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            RONCA Marco (piano)
            SCARAMELLA Giulio (piano)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            VENTUROLI Danilo R. (piano)
            VIGNALI Michele (sax)
Joseph Lepore
Journal



Inner Circle Music (2011)
INCM 011 CD

1. Running
2. Waiting For Better Times
3. Sphere's
4. The Lazy One
5. The Big Apple
6. The Big Apple
7. The Vampire
8. Drawing Hands

Joseph Lepore - contrabbasso
Lance Murphy - sax tenore
Tim Collins - vibrafono
Nasheet Waits - batteria


New York- Salerno- New York. E' la rotta biografica di Joseph Lepore, in bilico tra la sua città natale (la Grande Mela) e la vivace cittadina campana. Un vissuto artistico più che considerevole che lo ha portato ad affiancare Greg Osby, già dal 2008.

Journal segna il suo esordio discografico come leader ed anche come compositore a tutto tondo, visto che tutti i brani recano la sua firma. Con lui una terna di ottimi musicisti: il tenorsassofonista Lance Murphy (anche docente di vaglia del Conservatorio di Brooklyn), il vibrafonista Tim Collins e l'esperto Nasheet Waits, fuori classe della batteria.

Un album mai monocorde, ricco di variazioni metriche, cambi di tempo e mille pieghe sonore che lo rendono intensamente metropolitano. Adamantino esempio è il brano di apertura Running, la cui complessità ritmica è condotta dal basso pastoso e ben calibrato di Lepore. Anche i passaggi down-tempo non si perdono mai nell'ovvietà delle ballads (Waiting For Better Times, dove si può apprezzare il suono seducente del sassofono di Murphy). La raffinatezza armonica la fa da padrona, cesellata dalle improvvisazioni stilistiche di Collins e dal drumming emozionante di Waits, una fontana di invenzioni ritmiche senza eccessi (Puzzle, The Big Apple). Il passo di Lepore si ascolta costantemente, ampio e a tratti asimettrico, che dà slancio al fluente fraseggio ordinato e mai lezioso di Lance Murphy. I brani svoltano l'angolo con una rapidità sorprendente, come in The Vampire (che trae ispirazione dal celebre libro "Intervista con il vampiro"), dove l'incipit da longue - bossa si astrae per dare spazio ad un brano multiforme.

Un ottimo inizio per Joseph Lepore che dimostra ampia padronanza del suo strumento ed una lucente capacità compositiva che fa di Journal un lavoro dal robustissimo impianto complessivo.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
08/09/2014

BAM, Il Jazz oggi a New York City (Nicola Gaeta)- Marco Losavio

30/01/2011

Una gallery di oltre 60 scatti al New York Winter Jazz Fest 2011: Chico Hamilton, Don Byron, Geri Allen, JD Allen, Butch Morris, Steve Coleman Vernon Reid, Anat Cohen, Aaron Goldberg, Nasheet Waits, Abraham Burton, Eric McPherson...(Petra Cvelbar)

27/12/2009

Requiem (Komeda Project) - Marco Buttafuoco

26/09/2009

Reflection(s) On Monk (Norberto Tamburrino) - Luca Labrini

04/05/2009

Don't loose your soul (Silvia kleyff)

08/03/2009

Closer (Marco di Gennaro feat. Peter Bernstein)

04/05/2008

Need For Peace (Fabio Morgera)

05/01/2008

Il trio di Danilo Rea e Roberto Gatto, con Joseph Lepore al contrabbasso, al Dizzy's Club Coca-Cola di New York: "...l trio ha presentato alcune arie tratte dalle opere italiane eseguite con arrangiamenti jazz, oltre a classici della musica americana di Bacharach e Lennon, e originali interpretazioni in chiave jazzistica di note canzoni italiane." (Roberta Zlokower)

09/05/2007

Palermo (Eddie Gomez Trio)

07/12/2006

Black Stars (Jason Moran)

02/09/2006

Start Here…Finish There (David Berkman)





Video:
JASON MORAN (LIVE)
JM and the Bandwagon = Tarus Mateen - bass and Nasheet Waits - drums brilliant stuff...
inserito il 29/03/2007  da JAZZCAF - visualizzazioni: 2178


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.171 volte
Data pubblicazione: 20/03/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti