Jazzitalia - Miles Davis: Kind Of Blue
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�



Columbia\sony-Bmg
si ringrazia Luciano Rebeggiani (Sony\BMG Italia)

Miles Davis
Kind Of Blue
50th Anniversary De Luxe Edition

CD 1
1. So What (B)
2. Freddie Freeloader (B)
3. Blue In Green (B)
4. All Blues (C)
5. Flamenco Sketches (C)
6. Flamenco Sketches (alternate take) (C)
7. Freddie Freeloader – studio sequence 1 (B)
8. Freddie Freeloader – false start (B)
9. Freddie Freeloader – studio sequence 2 (B)
10. So What – studio sequence 1 (B)
11. So What – studio sequence 2 (B)
12. Blue In Green – studio sequence (B)
13. Flamenco Sketches – studio sequence 1 (C)
14. Flamenco Sketches – studio sequence 2 (C)
15. All Blues – studio sequence (C).


CD 2
1. On Green Dolphin Street (A)
2. Fran-Dance (A)
3. Stella By Starlight (A)
4. Love for Sale (A)
5. Fran-Dance (alternate take) (A)
6. So What (D) (precedentemente pubblicata in forma non autorizzata).


180-gram LP
(Side One)
1. So What (B)
2. Freddie Freeloader (B)
3. Blue In Green (B)
(Side Two)
4. All Blues (C)
5. Flamenco Sketches (C).


DVD
Celebrating A Masterpiece: Kind Of Blue documentary (55 mins);
"Robert Herridge Theatre: The Sound of Miles Davis" (26 mins);
photo gallery by Don Hunstein

MDMiles Davis (tromba)
CAJulian ‘Cannonball' Adderley (sassofono alto)
JCJohn Coltrane (sassofono tenore)
WKWynton Kelly (piano)
BEBill Evans (piano)
PCPaul Chambers (contrabbasso)
JCBJimmy Cobb (batteria)

GUIDA ALLE SESSIONS:
(A) – Session di lunedi, 26 maggio 1958: MD, CA, JC, BE, PC, JCB.
(B) – Session di lunedì, 2 marzo 1959: MD, CA, JC, WK (solo su Freddie Freeloader), BE, PC, JCB.
(C) – Session of mercoledi, 22 Aprile 1959: MD, CA, JC, BE, PC, JCB.
(D) – Concerto di Sabato, 9 Aprile 1960: MD, CA, JC, WK, PC, JCB (at the Kurhaus, Den Haag, Holland).

 

di Vittorio Pio

Nel jazz "Kind Of Blue" è considerato come una sorta di testo sacro su cui prestare giuramento: è quell'album che mette tutti d'accordo, puristi o iconoclasti, che anzi ci tornano periodicamente a schieramenti compatti al fine di scoprire sempre nuova magnificenza. In questi 50 anni di vita ne sono apparse sul mercato almeno una dozzina di edizioni, fra originali in mono e stereo, ristampe in vario formato e trattamenti ulteriori. Dalla morte di Davis avvenuta nel 1991, ne sono state vendute in tutto il mondo due milioni di copie, che si sommano agli altri tre raccolti in precedenza. Adesso arriva l'ultima e speriamo definitiva versione, grazie a questo lussuoso box che contiene poche sorprese e qualche riserva sulla confezione (non proprio maneggevole al suo interno), pur rimanendo un must-have a tiratura limitata per qualsiasi appassionato (o curioso) che si rispetti. C'è un doppio cd che allinea in ordine cronologico l'intero svolgersi delle sedute in studio (una chiesa greco ortodossa sconsacrata sulla 30th avenue a New York), effettuate giusto il 2 marzo e il 22 aprile del 1959, con precedente work in progress per un totale di oltre due ore, un sensualissimo vinile da 180 stampato ovviamente in blu, un libro di eguale formato composto da sessanta fitte pagine divise in saggi, riflessioni e note che ci riportano direttamente al fascinoso mood di un epoca irripetibile per il jazz, come ribadito da alcune splendide fotografie in bianco e nero che ne corredano la dotazione. Poi c'è un dvd che integra del materiale apparso in precedenza con dei nuovi interventi di alcuni dei musicisti coinvolti o ispirati, una riproduzione delle note di copertina nel manoscritto originale di Bill Evans, un set di foto singole e un poster di grande formato per i cultori i cui retaggi adolescenziali, potrebbero indurre ad attaccare il loro beniamino sulla parete di casa.



L
'accesso ai nastri originali, i ricordi dei protagonisti come lo stesso Evans ("Durante quelle registrazioni stavamo bene, ma non avevo la minima idea –anzi credo che nessuno di noi l'avesse-che ciò che stavamo facendo sarebbe sopravvissuto così a lungo") o John Coltrane ("Quando gli sottoponevo un problema musicale, Miles si sedeva al piano e mi dava le risposte suonando. Mi bastava guardarlo suonare per capire"), hanno consentito di ricostruire meticolosamente la duttilità e la fresca spontaneità di una musica mai ufficialmente eseguita se non quando i musicisti si ritrovarono in studio: fu la cosiddetta rivoluzione modale, basata non più sugli accordi fondamentali del tema-base, bensì su quelli posti direttamente sulla "scala" di ogni singola nota, una tecnica già diffusa nella musica classica e nel blues, la grande radice nera da cui il jazz indubbiamente deriva, aperta all'improvvisazione dei fantastici solisti ospitati in studio, tutti coinvolti in un generale stato di grazia. Autentici maestri, malgrado la paga sindacale che li retribuiva per soli 64,67 dollari al giorno, con menzione di ulteriori lodi per il sax tenore di John Coltrane, che un paio d'anni dopo fece trionfare questa nuova concezione nell'altrettanto imprescindibile "My Favourite Things".

Con le spalle coperte dalla visione prospettica di Bill Evans (piano) e i solidi ritmi di Jimmy Cobb (batteria) che rimane fra quelli l'unico musicista sopravvissuto e ancora in piena attività, Paul Chambers (contrabbasso), Cannonball Adderley (alto sax) e Wynton Kelly che sostituì magistralmente Evans in "Freddie Freeloader", l'ensemble suona languido e sospeso come una pioggia primaverile, nel formidabile equilibrio timbrico in cui il divino Miles vola alto a partire dal semplice tema melodico di "So What", il cui classico schema in 32 battute(16-8-8), venne trasformato modalmente nel corso del suo svolgimento, a partire dalla magnetica introduzione per piano e contrabbasso. Davis si dimostrò non meno che regale nel tono allusivo della sua sordina, capace di sfiorare la commozione nella morbida melodia di "Blue in Green": sarà lì che Evans e Coltrane metteranno a segno alcuni fra i più memorabili soli della storia del jazz. Poi c'è l'ipnotica e misteriosa "Flamenco Sketches", un'altra perla che riluce tra i solchi di un disco davvero impareggiabile, capace di non attraversare mai un calo di tensione, grazie anche alla forza gentile di Evans, unico bianco in formazione, il cui tocco limpido si rivelò decisivo nel determinare le fortunatissima evoluzione del disco. ("Ho imparato moltissimo da Bill- ribadì anni dopo con lapalissiana efficacia Davis -perché suonava il piano esattamente come doveva essere fatto").

In questo box nel primo cd dopo i cinque brani del corpus originale registrato nel 1959, ci sono una girandola di versioni alternative e false partenze più o meno conosciute, che vanno dagli 11 secondi ai due minuti per ognuno di essi che danno un idea precisa dell'empatico feeling che legava tutti i protagonisti in studio. Nel secondo dischetto invece si torna indietro di un anno con altri 5 brani che sono "On Green Dolphin Street," "Fran-Dance" (anche questa con alternate take), "Stella By Starlight," e "Love for Sale": brani che rappresentano le sole altre registrazioni di quel formidabile sestetto, oltre a un paio di testimonianze dal vivo raccolte a Newport e al Plaza Hotel. La chicca è rappresentata da una versione di ben 17 minuti di "So What", in precedenza mai autorizzata alla diffusione ufficiale perché incompleta, eseguita dal vivo in maniera molto più veloce e robusta rispetto a quella presente nel disco, una vera delizia anche se in realtà era già conosciuta al vasto popolo degli aficionados. Il vinile è fantastico di per se, nelle trasparenze blu poi diventa quasi peccaminoso. Per ultimo il dvd che accanto al levigato documentario (già pubblicato) di 25 minuti intitolato eloquentemente "Made In Heaven: The Story Of", fitto di testimonianze fornite da musicisti attinenti o contigui (si va da altri partners storici come Ron Carter, Dave Liebman, Horace Silver o Herbie Hancock che dimostra al piano la bellezza intatta di quella musica, al rapper Q-Tip che paragona il disco alla bibbia "E' un qualcosa che comunque deve essere presente in casa", fino a John Scofield, Me-shell e l'onnisciente Santana), con i necessari sottotitoli in italiano, aggiunge la più rara performance del gruppo al "Robert Herridge Theater", andata in onda all'epoca per la Cbs in occasione del lancio del disco, più un'altra preziosa galleria fotografica.

Le trascrizioni dettagliate di tutte le sessions sono state compilate da Ashley Khan, autore dell'altrettanto fondamentale testo "Kind Of Blue, New York 1959: nascita e fortuna del capolavoro di Miles Davis", tradotto da Francesco Martinelli e pubblicato in Italia da Il Saggiatore, con quello stesso certosino approccio. Il libro però è aperto da due saggi di cui sono autori studiosi che su questa pregiata materia hanno speso buona parta della loro vita: nel primo Francis Davis, stimato columnist del Village Voice, afferma che a congiurare verso il capolavoro contribuirono anche le febbrili quanto rapide sedute di registrazione: "Solo due e in momenti ravvicinati". Con una tale decisione che tutti i brani tranne "Flamenco Sketches", ebbero praticamente una sola take completa. E' impossibile immaginare Davis, Coltrane, Evans e Adderley in eguale armonia soltanto un anno o due più tardi, perché gli stessi si sarebbero trovati non solo a capo di propri gruppi, ma fondatori anche di altrettante estetiche. Da notare come "Kind Of Blue" fu il primo album del divino Miles, composto interamente da brani accreditati solo a lui, nonostante la certa collaborazione di Bill Evans in almeno due episodi: per "Flamenco Sketches" (la cui intro derivava dal magnifico "Peace Piece" del pianista, che a sua volta si era ispirato a "Some Other Time", una gemma di Leonard Bernstein), e soprattutto per "Blue In Green", per anni strenuamente accreditata al leader piuttosto che spartita con Evans, il cui risentimento fu legittimo nel decidere (purtroppo) di allontanarsi da quel brillante per quanto avido compagno musicale. Il secondo invece si chiama proditoriamente "L'ultimo sovrano d'America: come Miles ha inventato la modernità" esteso dal Professor Gerald Early della Washington University a St. Louis, le cui consulenze sono state utilizzate in numerosi documentari afro-americani. Qui viene rilanciata l'idea di concept-suite. "Grazie al formato LP, su cui questa musica è stata cucita, "Kind Of Blue" non ha rappresentato certo una serie di brani eseguiti da un organico ristretto, ma di certo uno dei pochissimi album di jazz conosciuti fino a quel momento in cui è riscontrabile un evidente senso di narrazione e di appartenenza univoca nello scorrere delle varie tracce. Un lavoro inteso come corpo organico che ne evidenzia il formidabile appeal". Alcuni problemi nel mixing finale erano stati già risolti durante il primo remastering del 1995, quindi dal punto di visto dinamico il massimo risultato possibile era già stato raggiunto. Il tutto a mo' di apologia su quello che da molti è stato definito come il disco perfetto, il cui fascino è fluito fino a dilatarsi nel tempo e sul quale però sarebbe anche onesto porre un definitivo sigillo.
Vittorio Pio per Jazzitalia







Articoli correlati:
28/10/2017

Intervista a Monica Mazzitelli - "The Coltrane Code": "Il jazz è il mio grande amore, e anche se attualmente ascolto solo nuovo jazz europeo ho voluto nel mio piccolissimo omaggiare Coltrane, che resta per me uno dei più grandi di tutti i tempi." (Marco Losavio)

20/08/2017

Around Jazz: intervista a Papa Dj: "...la musica è la protagonista principale della nostra comunicazione, riesce ad abbattere barriere politiche, sociali e religiose, un pezzo bello diventa collante tra popoli e culture, questa è la potenza della musica." (Alceste Ayroldi)

09/08/2017

Joe Lovano Plays John Coltrane: A Palermo il sassofonista americano, accompagnato dal trio di Salvatore Bonafede, eseguirà alcune delle composizioni più memorabili di Coltrane. Lo spettacolo sarà introdotto dal regista Franco Maresco.

24/04/2017

Intervista a Pino Jodice: "...le orchestre sono la massima espressione artistica musicale, umana e sociale; con l'orchestra si crea bellezza, civiltà e cultura, si coltiva l'intelligenza." (Marco Losavio)

05/02/2017

Quegli anomali discepoli di Thelonious : "Monk non solo era consapevole che quello stava facendo era giusto ma anche di altissimo livello artistico..." (Claudio Angeleri)

14/06/2015

Intervista a Greta Panettieri : "...tutto parte dalla scoperta di una grandissima passione, perchè da lì ho iniziato a scoprire il jazz con la foga dell'adolescenza, a gran velocità." (Laura Scoteroni)

12/06/2015

LEZIONI (chitarra): Analisi del brano "Doxy" di Sonny Rollins (Donatello Polidoro)

26/02/2015

LEZIONI (Trascrizioni): Out of Nowhere - Charlie Parker. Seduta del 4 novembre 1947 insieme a Miles Davis, Max Roach, Duke Jordan e Tommy Potter (Paolo Mannelli)

01/02/2015

Volevo essere Bill Evans. Storie di Jazz (Sergio Pasquandrea)- Alceste Ayroldi

19/05/2014

Blue. Chi ha ucciso il jazz? (Eric Nisenson)- Marco Losavio

07/01/2014

Miles on Miles – Incontri con Miles Davis (Paul Maher Jr., Michael K. Dorr)- Marco Losavio

28/12/2013

Quattro chiacchiere con...Giuseppe Mirabella: "Con i tempi che stiamo vivendo non puoi più dare per scontato che farai il musicista per il resto della tua vita..." (Alceste Ayroldi)

11/12/2013

Jim Hall (1930 - 2013): "Listening is still the key" - Jim Hall

01/12/2013

Intervista con Peter Bernstein: "...se sei con le persone giuste, non m'importa se si sta suonando un blues, è importante solo che stai suonando, sei dentro la musica che si sta costruendo: è così che avverto che mi sto evolvendo." (Marco Losavio)

12/08/2013

Vicenza Jazz New Conversations (IIa parte): l'Orchestra del Teatro Olimpico con Enrico Pieranunzi e Pedro Javier Gonzales, la Mike Stern/Bill Evans Band per la XVIII Edizione di Vicenza Jazz New Conversations intitolata "Nel fuoco dei mari dell'Ovest. West Coast and the Spanish Tinge" (Giovanni Greto)

03/08/2013

Torino Jazz Festival 2013: "...coniugare il fatto artistico con il lato ricreativo. Divertire con la cultura." (Gianni Montano)

12/05/2013

Miles Davis rewind (Guido Michelone - Gianfranco Nissola)- Gianni Montano

02/12/2012

Intervista a Pete LaRoca Sims: Per ricordarlo a pochi giorni dalla sua scomparsa, e mostrare quanto siano attuali le riflessioni di questo grandioso batterista, che ha segnato la storia del jazz. (Antonio Terzo)

30/01/2012

LEZIONI (chitarra): Central Park West (J. Coltrane): voicings for comp (Francesco Bonfanti)

28/01/2012

LEZIONI (Articoli): Il ruolo del walking bass nel Jazz modale - Paul Chambers in "So what". (Giuseppe Canale)

27/11/2011

The Big Love: Life and Death with Bill Evans (Laurie Verchomin)- Rossella Del Grande

18/08/2011

Miles Davis. Il sound del futuro (Guido Michelone)- Franco Bergoglio

12/03/2011

Dedicated To Bill Evans (Luigi Ruberti) - Rossella del Grande

19/12/2010

Bitches Brew 40th Anniversary Deluxe Edition Box (Miles Davis)- Vittorio Pio

15/11/2010

Live in Rome & Copenhagen 1969 (Miles Davis Quintet)- Giovanni Greto

31/07/2010

Everybody digs Bill Evans (Bill Evans)- Giovanni Greto

09/07/2010

In diretta da Umbria Jazz 2010. (Marcello Migliosi)

15/05/2010

Intervista a Roberto Mattei per la presentazione del suo album "A Time Remembered" dedicato a Bill Evans: "...in ogni arrangiamento prevedo la "ristrutturazione" delle composizioni non lasciandole mai nelle proprie forme originali ma apportando loro sempre elementi di rivisitazione nelle strutture sia formali sia armoniche e l'intento è quello di far confluire i linguaggi sia classico sia jazzistico senza privarli delle loro naturali caratteristiche espressive." (Eva Simontacchi)

09/05/2010

Jazz! (John F. Szwed)- Alceste Ayroldi

18/04/2010

Una vita con il sax (Armando Brignolo)- Marco Losavio

11/04/2010

The Complete Legendary Sessions (Chet Baker/Bill Evans) - Alceste Ayroldi

05/04/2010

Nal Tarahara (Bruno Marinucci Trio)- Rossella Del Grande

06/03/2010

"At home with Zindars" di Luciano Troja. La scoperta di un compositore amato da Bill Evans (Rossella del Grande)

25/03/2010

Hal McKusick si racconta. Il jazz degli anni '40-'50 visti da un protagonista forse non così noto, ma presente e determinante come pochi. "Pochi altosassofonisti viventi hanno vissuto e suonato tanto jazz quanto Hal Mckusick. Il suo primo impiego retribuito risale al 1939 all'età di 15 anni. Poi, a partire dal 1943, ha suonato in diverse tra le più interessanti orchestre dell'epoca: Les Brown, Woody Herman, Boyd Reaburn, Claude Thornill e Elliot Lawrence. Ha suonato praticamente con tutti i grandi jazzisti tra i quali Art Farmer, Al Cohn, Bill Evans, Eddie Costa, Paul Chambers, Connie Kay, Barry Galbraith e John Coltrane." (Marc Myers)

06/03/2010

At Home With Zindars (Luciano Troja)- Francesco Martinelli

06/01/2010

Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis (Merlin Enrico - Rizzardi Veniero)- Franco Bergoglio

13/12/2009

The Complete Columbia Album Collection (Miles Davis)- Vittorio Pio

06/12/2009

LEZIONI (chitarra): Joe Diorio book – Giant Steps – solo n°12 pag. 20 (Francesco Bonfanti)

29/11/2009

Pharoah Sanders Live al Ronnie Scotts di Londra: "Il concerto di Sanders e' una delle lezioni di jazz piu' pure ed impressionanti..." (Florindo Grillo)

07/09/2009

LEZIONI (chitarra): Giant Steps - Head. (Il tema). (Francesco Bonfanti)

07/09/2009

LEZIONI (chitarra): Giant Steps - Walkin' lines comp. (Francesco Bonfanti)

20/08/2009

Miles live e in studio (Richard Cook)- Franco Bergoglio

20/04/2009

Bill's Heaven - To Bill Evans (Trio)

03/01/2009

LEZIONI (Trascrizioni): Il solo di Miles Davis su "It could happen to you" da "Relaxin' with the Miles Davis Quintet" (Andrea Sorgini)

19/10/2008

Manuale Creativo di Chitarra Jazz (Alberto Tebaldi)

21/09/2008

LEZIONI (chitarra): Giant Steps, chord melody (Francesco Bonfanti)

21/09/2008

LEZIONI (chitarra): Giant Steps, basic comp (Francesco Bonfanti)

29/08/2008

The Past Inside The Present (Gianfranco Continenza)

18/08/2008

McCoy Tyner - Joe Lovano Quartet all'Auditorium Parco della Musica di Roma: "Il maestro ha prosciugato il suo stile, sottraendo quanto di superfluo e ridondante potesse apparire negli anni giovanili, arrivando ad una forma espressiva in cui la sensazione di "potenza" è comunque presente, non declamata, ma sottintesa, accennata, stemperata in una sensibilità lirica affinata nel tempo." (Roberto Biasco)

15/06/2008

LEZIONI (piano): "In breve 9", un brano dedicato al grande Bill Evans (Massimo Colombo)

04/05/2008

Da "A Love Supreme", John Coltrane, "Resolution": "Una lezione di teologia, "Resolution", un documento straordinario che ci parla in maniera inconsueta di fede. Una fede così avulsa dalla vita comune nella sua concezione occidentale, così lontana dalla quotidianità e così diffidente delle emozioni, nemica del sangue e del sudore, di un corpo che fa parte dell'uomo tanto quanto lo spirito. " (Augusto Pallocca)

03/05/2008

Birdland 1951 (Miles Davis)

23/02/2008

Una vita in quattro quarti (Giuseppe Barazzetta)

16/02/2008

LEZIONI (Trascrizioni): "The Days of Wine and Roses", solo di Wes Montgomery (Francesco Lesi)

10/02/2008

LEZIONI (chitarra): Moment's Notice di John Coltrane (Alberto Tebaldi)

07/01/2008

Intervista al giovane chitarrista Simone Gubbiotti: "In Italia credo ci sia scarsa disponibilità alla progettualità, specialmente di idee nuove e originali ed è davvero complesso entrare in contatto con le persone, molto spesso con gli stessi musicisti...Negli Stati Uniti la novità è sempre accettata ben volentieri, c'è scambio di idee..." (Eva Simontacchi)

01/11/2007

LEZIONI (piano): Pentatoniche e accordi per quarta (Claudio Angeleri)

22/10/2007

The House That Trane Built (Ashley Kahn)

15/08/2007

LEZIONI (chitarra): Applicazione dell'enneagramma a Giant Steps. (Alberto Tebaldi)

18/03/2007

Nuova gallery di quadri curata da Henk Mommaas

11/02/2007

Intervista a Eddie Gomez: "Tutto ciò che io ho studiato, tutto ciò a cui mi sono interessato, non è stato premeditato. Il mio interesse si è sviluppato col tempo. A 21 anni forse potevo dire di aver appreso qualcosa di questa storia, e di quella e di quell'altra ... Poi, nei miei anni succesivi con Bill Evans, ho appreso ancora di più della tradizione ... e sto ancora imparando..." (Adriana Augenti)

14/12/2006

Intervista a Rita Marcotulli: "Credo però anche che sia molto importante trovare una propria voce, raccontare la propria storia, non quella di qualcun altro, altrimenti si diventa solo dei grandi interpreti, come gli esecutori di musica classica. Non è poco, perchè non è facile interpretare qualcun altro. Però il jazz non è musica scritta come la musica classica: vale la pena dipingere il quadro di un altro pittore?" (Antonio Terzo)

10/11/2006

Nuova gallery direttamente dal Blue Note di Milano (Enrico Barberis)

31/08/2006

Changing Trane - The music of John Coltrane (Scrignoli - Martino - Laviano )

17/04/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Un favoloso solo di Charlie Parker sul brano Scrapple from the Apple (Marcello Zappatore)

04/04/2006

I dipinti dei grandi del jazz di Mauro Angiargiu

04/03/2006

Musica e politica, oggi?! A colloquio con l'etnomusicologo e sassofonista Jerome Camal, assistente alla Washington University di Saint Louis (Franco Bergoglio)

03/01/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Il solo di Miles Davis sul brano Half Nelson dell'album "The Prince of Darkness" (Marcello Zappatore)

16/12/2005

Nuova gallery con i quadri di Manlio Noto

16/10/2005

At Carnegie Hall - 1957 (Thelonious Monk Quartet with John Coltrane )

14/07/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Giant Steps, il primo storico chorus del solo di John Coltrane. (Francesco Bonfanti)

11/06/2005

Eric Alexander & The Real Thing: "...il piacere di aver sentito suonare "in carne e ossa" vere e proprie leggende del jazz di tutti i tempi, aver potuto assistere realmente alle movenze che le loro – sublimi – esecuzioni su disco lasciano solo immaginare..." (Antonio Terzo)

03/06/2005

Riedizioni 2005 (Miles Davis)

12/03/2005

ARTICOLI (profili): John Coltrane: "...Nato il 23 Settembre del 1926, muove i primi passi da professionista in numerose formazioni di R&B. Solo ventitreenne, viene ingaggiato nell'orchestra di Dizzy Gillespie nella quale ha la possibilità di accostarsi allo stile del Be bop..." (Marco De Masi)

11/03/2005

Bill Evans nel ricordo di una serata nata con diffidenza e trasformatasi in un momento irripetibile, unico, come solo un grande di quel calibro avrebbe potuto fare...(Alberto Grimoldi)

14/11/2004

LEZIONI (piano): Bill Evans e i pianisti di Davis. (Claudio Angeleri)

21/03/2004

Kind of Blue - Io & MIles Davis (Quincy Troupe - Ashley Khan)

10/10/2003

Coltrane - Ballads (John Coltrane)

01/12/2002

LEZIONI (Analisi): Psalm, ultimo atto di A Love Supreme di Coltrane. (Andrea Pellegrini)

07/10/2002

LEZIONI (Analisi): Pursuance, terzo brano del capolavoro A Love Supreme di Coltrane. (Andrea Pellegrini)

13/08/2002

LEZIONI (Analisi): Resolution, secondo brano del capolavoro A Love Supreme di Coltrane.(Andrea Pellegrini)

18/05/2002

LEZIONI (analisi): Avviata una sezione di analisi su A Love Supreme indiscusso capolavoro del grande John Coltrane. Il primo articolo è dedicato ad Acknowledgement. (Andrea Pellegrini)





Video:
The Miles Davis Story (Sub Ita)
Nessuna descrizione disponibile....
inserito il 18/09/2011  da Greengrassmusic - visualizzazioni: 4659
Lonnie Liston Smith w/Alessio Menconi, Massimo Moriconi, Lee Pearson @ Eddie Lang Jazz Festival 2011
Lonnie Liston Smith w/Alessio Menconi (guitar) Massimo Moriconi (bass) & Lee Pearson (drums) @ Eddie Lang Jazz Festival 2011http://www.eddielang.o...
inserito il 23/08/2011  da HandEyeFamilyMusic - visualizzazioni: 4380
Miles Davis Human Nature (solo Kenny Garrett)
Miles Davis-trumpetKenny Garrett-saxophoneFoley-guitarRicky Wellman-drumsRichard Patterson-bass1991...
inserito il 25/05/2011  da kmpp16 - visualizzazioni: 3447
Miles Davis - The Last Performance - Jazz à Vienne 1991 (Official)
Directed by : Patrick SaveyExclusive -- The last Miles Davis with his band filmed concert, on 1991 July 1st. Filmed at the Vienne Roman theater, feat ...
inserito il 29/11/2010  da Zycopolis - visualizzazioni: 3348
Miles Davis Time After Time Montreux 1988 - Google Chrome.flv
Miles......
inserito il 05/11/2010  da BlackMax58 - visualizzazioni: 3605
Bill Evans: tutta la musica in un 'tocco'
...
inserito il 15/02/2010  da azionecreativa - visualizzazioni: 3477
Bill Evans - Autumn leaves
...
inserito il 06/01/2010  da PianoGreatest - visualizzazioni: 3450
Bill Evans Trio Helsinki 1970
...
inserito il 29/12/2009  da RareJazzVideos - visualizzazioni: 3289
Bill Evans Trio 1962 with Paul Motian - Nardis
...
inserito il 23/12/2009  da RareJazzVideos - visualizzazioni: 3209
2010 Grammy Nominated Roy Hargrove Big Band - Roy Allan (Jazz A Vienne Excerpt)
Purchase "EMERGENCE" at Amazon: http://www.amazon.com/gp/product/B002..., at iTunes: http://itunes.apple.com/us/album/emer..., , Filmed live...
inserito il 20/12/2009  da GroovinHighRecordsUS - visualizzazioni: 3491
Bill Evans But Beautiful
...
inserito il 24/07/2009  da JATLOZ - visualizzazioni: 2744
Miles Davis - Heavy Metal
Miles Davis - Live in Germany (1988)Miles Davis - trumpet, keyboardsKenny Garrett - saxophone, fluteBobby Irving - keyboardsAdam Holzman - keyboardsBe...
inserito il 03/07/2009  da Neidhardt84 - visualizzazioni: 3776
Bill Evans Lee Konitz - My Melancholy Baby
Bill Evans Lee Konitz - My Melancholy Baby, Piano- Bill Evans, Alto Sax- Lee Konitz, Bass-Niels-Henning Ørsted Pedersen, Drums- Alan Dawson, LP....
inserito il 23/04/2009  da lepadekor - visualizzazioni: 3422
Bill Evans Trio Time Remembered The Jazz Set 71
...
inserito il 19/04/2009  da Drjisra - visualizzazioni: 3090
Bill Evans Trio 1978 Nardis
...
inserito il 23/03/2009  da sigmundgroid - visualizzazioni: 2805
Bill Evans interveiw 1970
...
inserito il 21/02/2009  da symbolkid - visualizzazioni: 2897
Oscar Peterson Trio - You Look Good to Me @ Amsterdam
The Oscar Peterson Trio performing the piece You Look Good to Me at Het Concertgebouw in Amsterdam, the Netherlands. I don't think the Oscar Peterson ...
inserito il 03/01/2009  da boasdubbelman - visualizzazioni: 3711
"I'll Still Be In Love With You"
Jimmy Cobb/Chesky Records Session 10/14/08 in NYC. , , "Songs in the Key of Blue", , Songwriter-Steve Satten, , Drums-Jimmy Cobb, Trumpet - ...
inserito il 22/10/2008  da TSEnterprises00 - visualizzazioni: 3278
Miles Davis in Concert ( Kenny Garrett solo )
Warsaw 1988...
inserito il 10/10/2008  da darominu - visualizzazioni: 4038
Miles Davis - In A Silent Way, New Blues LIVE STUTTGART ´88 [HQ]
Inicio del concierto Miles en Stuttgart '88....
inserito il 08/10/2008  da juandirecto - visualizzazioni: 3829
Avishai Cohen - Smash
...
inserito il 19/08/2008  da luccabf - visualizzazioni: 3515
Keith Jarrett about Miles Davis and the Very Slow Beat
Keith Jarrett tells a story about Miles Davis and how this great musician explained a very slow beat to a drummer. Very funny!...
inserito il 08/07/2008  da frafrafrafrabla - visualizzazioni: 3451
Marcus Miller - So What (Live)
Marcus Miller performs live playing a Miles Davis classic, So What....
inserito il 28/06/2008  da tonchi2a - visualizzazioni: 3478
Jazz istruzioni per l'uso paolo fresu
...
inserito il 14/05/2008  da esomare - visualizzazioni: 4285
Charlie Parker - "My old flame"
Charlie Parker (alto sax), Miles Davis (tromp.), Duke Jordan (piano), Tommy Potter (g), Max Roach (drums)...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 3500
Bill Evans & Kenny Burrell - A Child Is born (1978)
Montreux 1978...
inserito il 18/01/2008  da bobjazz11 - visualizzazioni: 2985
Bill Evans - Some Other Time
...
inserito il 17/01/2008  da Crus072 - visualizzazioni: 3200
Bill Evans 1966 Interview
...
inserito il 11/01/2008  da GustavoAgatiello - visualizzazioni: 2919
Giant Steps
James Moody with the RIAS Big Band playing John Coltrane's 'Giant Steps.'...
inserito il 09/01/2008  da ncodrington - visualizzazioni: 3691
Bill Evans - Billie's Bounce
...
inserito il 28/12/2007  da garausamuele - visualizzazioni: 3243
John Coltrane - Dear Lord
Does it get any better?...
inserito il 17/12/2007  da gcalixto - visualizzazioni: 2834
Bill Evans - "I Loves You Porgy" Solo - NYC 1969
...
inserito il 19/11/2007  da svsugvcarter - visualizzazioni: 3485
Bill Evans - The Creative Process and Self-Teaching
...
inserito il 20/10/2007  da sareston - visualizzazioni: 2839
Bill Evans - The Creative Process and Self Teaching 2
...
inserito il 20/10/2007  da sareston - visualizzazioni: 2855
Elvin Jones- Big Solo
elvin jones solo...
inserito il 25/09/2007  da benenunes - visualizzazioni: 2719
Miles davis & Marcus miller - mr pastorius
video do miles davis & marcus miller - mr pastorius mtv jazz...
inserito il 18/07/2007  da benenunes - visualizzazioni: 3945
Miles Davis & John Scofield
http://worldmusicstore.com.au Purchase this DVD by clicking above:...
inserito il 13/07/2007  da ozmusicshop - visualizzazioni: 3824
John Coltrane - I Want To Talk About You - 1962
1962 in Stockholm, filmed by an audience member. , , John Coltrane - Tenor Sax, McCoy Tyner - Piano, Jimmy Garrison - Bass, Elvin Jones - Drums...
inserito il 29/05/2007  da Astrotype - visualizzazioni: 2797
John Coltrane - My Favorite Things - 1961
1961 in Baden-Baden Germany, , John Coltrane - soprano sax, tenor sax, Eric Dolphy - flute, alto sax, McCoy Tyner - piano, Reggie Workman - bass, Elvi...
inserito il 26/05/2007  da Astrotype - visualizzazioni: 3109
Herbie Hancock - Chameleon
Herbie Hancock, Bill Evans (II), Darryl Jones - [1988] - Chameleon [Live in Montreux]...
inserito il 14/04/2007  da palanzana - visualizzazioni: 3694
Bill Evans - Jazz Piano Workshop - Beautiful Lov
...
inserito il 09/04/2007  da jane8948 - visualizzazioni: 3044
WOODY SHAW: "To Kill A Brick" - Monterey Jazz Fest. (1979)
http://www.WoodyShaw.com...
inserito il 25/03/2007  da WoodyShawdotcom - visualizzazioni: 3617
Miles Davis - Herbie Hancock - Wayne Shorter - Ron Carter -
Miles Davis - Herbie Hancock - Wayne Shorter - Ron Carter - tony williams Stockholm 1963...
inserito il 19/02/2007  da moresco63 - visualizzazioni: 3631
Michael Brecker 1996 Interview - Practicing
Michael Brecker was interviewed by Bret Primack in 1996 about his then new release, Tales from the Hudson....
inserito il 27/01/2007  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 3299
Miles Davis - Wayne Shorter - Herbie Hancock - Ron Carter -
...
inserito il 25/01/2007  da moresco63 - visualizzazioni: 3456
Stan Getz and John Coltrane
Stan Getz & John Coltrane live in Dusseldorf, Germany Oscar Peterson Paul Chambers Jimmy Cobb...
inserito il 24/01/2007  da avelaz3 - visualizzazioni: 2201
The Bill Evans Trio - Summertime (1965)
'Summertime' by The Bill Evans Trio. Recorded in London, 19 March 1965, for the UK TV series Jazz 625. Bill Evans on piano, Chuck Israels on bass, Lar...
inserito il 23/01/2007  da ricardo266 - visualizzazioni: 3147
The Bill Evans Trio - Come Rain Or Come Shine (1965)
'Come Rain Or Come Shine' by The Bill Evans Trio. Recorded in London, 19 March 1965, for the UK TV series Jazz 625. Bill Evans on piano, Chuck Israels...
inserito il 23/01/2007  da ricardo266 - visualizzazioni: 2880
Miles Davis: Walkin'
The Miles Davis Quintet digs into this classic on November 7, 1967 at the Stadthalle, Karlsruhe, Germany....
inserito il 20/12/2006  da pixaninny - visualizzazioni: 3565
Bill Evans Trio - Gloria's Step
Bill Evans Trio- In The Jazz Set '72 - Gloria's Step...
inserito il 10/11/2006  da jane8948 - visualizzazioni: 3427
Bill Evans Trio - My Romance (tune3)
Iowa 1979. With Marc Johnson - bass & Joe Labarbera - drums....
inserito il 29/10/2006  da fopstra - visualizzazioni: 3079
Bill Evans - Waltz For Debby
Bill Evans - Waltz For Debby,players' cast shown in comment of [lk2u] and [stefshop].thanks for the information....
inserito il 19/10/2006  da jane8948 - visualizzazioni: 3278
Dave Liebman Plays with Elvin Jones
Soprano Sax Master David Liebman served an apprenticeship with Percussion legend Elvin Jones...
inserito il 10/10/2006  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2936
miles davis electric 73
calypso frelimo at newport...
inserito il 08/10/2006  da milesdewey - visualizzazioni: 3450
Bill Evans-My Foolish Heart
Bill Evans : piano,Larry bunker : drum , Chuck Israel : bass....
inserito il 24/09/2006  da jane8948 - visualizzazioni: 3186
GIANT STEPS / Gonzalo Rubalcaba
Gonzalo Rubalcaba Reynald Melian...
inserito il 14/09/2006  da piarumpet - visualizzazioni: 2815
Freddie Hubbard - Resolution
This is from the same video as the Blues Minor clip - in Messina, Sicily, 1987 with Elvin Jones, McCoy Tyner, Reggie Workman and Sonny Fortune. Freddi...
inserito il 11/09/2006  da eatsleeptrumpet - visualizzazioni: 3014
Miles Davis Quintet - 1967 - Footprints
The video is actually from a concert done on October 31, 1967 in Sweden. Miles and the band were in Europe, playing in a concert package dubbed "...
inserito il 18/08/2006  da edmarxxx - visualizzazioni: 3454
John Coltrane w/ Wynton Kelly Trio VERY RARE
John Coltrane, Wynton Kelly, Paul Chambers, Jimmy Cobb-- RARE!...
inserito il 21/07/2006  da jazzclassic - visualizzazioni: 3488
BURN : Miles davis w/santana & Robben ford
Miles Davis Octet with Carlos SantanaAmnesty International's 25th Anniversary Benefit ConcertGiants Stadium, East Rutherford, NJJune 15, 1986...
inserito il 04/07/2006  da ricosantana - visualizzazioni: 3182
Miles davis et John Coltrane - So what
http://deepsound.net - Miles Davis and John Coltrane play one of the best renditions of SO WHAT ever captured on film-Live in 1958. Edit : in fact, wa...
inserito il 14/05/2006  da Deepsound - visualizzazioni: 3686
John Coltrane :: Alabama :: Jazz Casual
The John Coltrane Quartet (John Coltrane, McCoy Tyner, Jimmy Garrison, Elvin Jones) en 1963, el el programa de televisión Jazz Casual, interpreta...
inserito il 23/04/2006  da interplanetarymusic - visualizzazioni: 2682
George Benson blues miles davis tribute
George Benson & mIles Davis...
inserito il 09/03/2006  da Bendrobert2005 - visualizzazioni: 3751
Sunday at the Village Vanguard - Bill Evans
...
inserito il   da Bendrobert2005 - visualizzazioni: 3060
Bill Evans | Sunday at the Village Vanguard
...
inserito il   da Bendrobert2005 - visualizzazioni: 3314


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 9.855 volte
Data pubblicazione: 19/10/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti