Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Tommaso Rava Quartet
La Dolce Vita
(Movie-ing Jazz)

1
. PROFUMO DI DONNA 05:03
2.
MONDO CANE 03:40
3.
CINEMA MODERNO 04:12
4.
AMMAZZARE IL TEMPO 05:26
5.
IL SOGNO DI HITCHCOCK 05:35
6.
LA DOLCE VITA 01:16
7.
IL POSTINO 07:01
8.
L'AVVENTURA 06:26
9.
IL PRATO 06:06
10.
LA PRIMA VOLTA 02:53
11.
CRONACA FAMILIARE 04:42

Enrico Rava
tromba
Stefano Bollani
piano
Giovanni Tommaso
contrabbasso
Roberto Gatto
batteria

 

CRITIC'S PICKS JAZZIZ 2001/2002

Il Cd "La Dolce Vita" del Tommaso/Rava quartet, realizzato dalla CAMJAZZ, è stato indicato tra i dieci migliori CD Jazz del mondo. E' il risultato del referendum "Critic's Picks" organizzato dai critici della prestigiosa rivista americana Jazziz.

Questo referendum, giunto al suo ventesimo anno di età, è sicuramente uno dei massimi riconoscimenti del panorama internazionale: i critici impegnati nelle votazioni hanno ascoltato, prima di pronunciarsi, migliaia di opere provenienti da tutte le parti del mondo.

Com'è oramai tradizione, dal
1993 la rivista edita anche un CD contenente le migliori tracks delle 10 opere segnalate.

Questo riconoscimento premia sicuramente tanto la CamJazz quanto gli interpreti del disco.

La CamJazz infatti, nonostante la sua giovane età, si è impegnata a fondo nel promuovere i migliori talenti nazionali del panorama jazzistico, e le collaborazioni con importanti artisti stranieri: nel suo catalogo troviamo quindi, a fianco de "
La dolce vita", opere quali "Secondo Tempo" del Giovanni Tommaso quintet, la rivisitazione jazz che Roberto Gatto ha fatto del "Rugantino" di Armando Trovajoli e poi il trio Pieranunzi, Johnson, Baron che reinterpretano le musiche da film di Ennio Morricone, Luis Bacalov che crea atmosfere argentino-Jazz in "Tango and Around", solo per citare alcuni.

Per quanto riguarda gli interpreti di questa "
Dolce Vita" si tratta di un quartetto di stelle composto da Enrico Rava alla tromba, Giovanni Tommaso al contrabbasso, Stefano Bollani al pianoforte, e Roberto Gatto alla Batteria.

A proposito di questa esperienza Giovanni Tommaso dice: «Quando mi è stato chiesto di registrare questo album non ho avuto esitazioni ed ho chiamato immediatamente Enrico Rava (questa esperienza potrebbe anche essere stata predestinata!). Enrico è l'unico trombettista al mondo che avrebbe potuto reinterpretrare come ha fatto questa grande musica del Cinema Italiano; il suo suono, la sua poesia e la sua vena ironica hanno reso questo lavoro veramente unico. Grazie Enrico. E grazie anche a Stefano Bollani e Roberto Gatto che considero il più "adattabile" dei musicisti per questo lavoro.»

Nel disco il quartetto propone la sua personale e particolare rivisitazione di alcuni fra i più popolari e conosciuti temi musicali del cinema italiano:
PROFUMO DI DONNA (SCENT OF A WOMAN), musica di Armando Trovajoli; MONDO CANE (A DOG'S WORLD), musica di N.Oliviero-R.Ortolani; AMMAZZARE IL TEMPO, musica di Enrico Rava ; LA DOLCE VITA (THE SWEET LIFE), musica di Nino Rota; IL POSTINO (THE POSTMAN) musica di Luis Bacalov; L'AVVENTURA (ADVENTURE) musica di Giovanni Fusco; IL PRATO (THE MEADOW) musica di Ennio Morricone ; LA PRIMA VOLTA musica di Giovanni Tommaso; CRONACA FAMILIARE (FAMILY DIARY) musica di Goffredo Petrassi.

Inoltre sono presenti due composizioni originali scritte appositamente per questa occasione:
CINEMA MODERNO di Giovanni Tommaso e IL SOGNO DI HITCHOCK di Enrico Rava.

Data 07/05/2000
Fonte MUSICA JAZZ
Titolo Giovanni Tommaso - Enrico Rava
Autore Giuseppe Piacentino

Ci sono svariate cose da dire a proposito di questo disco che il Tommaso-Rava Qartet dedica al cinema. Anzitutto, che la sua raffinatezza, il suo essere "educato" e spesso di atmosfera rarefatta è null'altro che il frutto di una profonda saggezza. I quattro musicisti sono accomunati dall'alta capacità di usare le note con la giusta parsimonia, senza sprecare tempo, energie e velleità ma concentrandosi sull'essenziale. Ciò li inscrive nella classicità, al punto che il nocciolo di questa musica avrebbe potuto benissimo essere concepito dieci, venti, quarant'anni fa (nel caso di Bollani, che ripercorre in più di un brano- con personalità e autorevolezza-il cammino indicato da Bill Evans). La dizione e il fraseggio di Rava sono ormai fuori del tempo,come lo è stato Fellini; il suo gusto per la melodia, già intuibile dalla frequente adozione del flicorno, recupera qualcosa che fu fondamentale per le musiche da film prima che, per ragioni di "business", prendessero il sopravvento le compilations commerciali; cioè la canzone, il motivo conduttore, ciò che da una ventina d'anni è sempre più una mosca bianca. E mentre Roberto Gatto svolge con fantasia il compito di accompagnare mantenendo un certo understatement, Giovanni Tommaso ci fa ascoltare una piena, profonda, calda voce di contrabbasso. Il repertorio è sostanzialmente formato da leit motiv (guarda caso per gli ultimi vent'anni ce ne sono soltanto due..). Si apprezza molto la scelta di autori esclusivamente italiani-a parte Bacalov, che però lo è per adozione-, visto che a loro si devono alcune tra le migliori colonne sonore dal dopoguerra agli anni Sessanta. Il neo è La dolce vita, unico brano dove il quartetto perde la capacità di sintesi lasciandosi andare a giochetti piuttosto vacui. Tutto il resto è davvero l'argenteria del jazz italiano.

Data 02/06/2000
Fonte JAZZIT
Titolo Tommaso/Rava quartet - LA DOLCE VITA
Autore Daniele Sordi

Raccontando storie di celluloide la "voce" di Enrico Rava, giocando su toni caldi e bassi, è davvero a proprio agio, come del resto Bollani, che con il suo tocco fresco e propositivo sembra sempre divertirsi a suonare con le immagini che scorrono davanti agli occhi. Il progetto riguarda alcune celebri colonne sonore che ci riportano spesso ad atmosfere in bianco e nero, che partendo dalla Dolce Vita - musiche scritte da Nino Rota - arrivano a Profumo di donna - musica di Armando Trovaioli - e al Postino - musica di Luis Bacalov - passando per Morricone e Giovanni Fusco. E' un repertorio trasversale della musica del Novecento, quel filone insomma che ha da sempre sancito in maniera felice il matrimonio tra cinema e jazz: una coppia di amanti con la stessa età (un secolo circa). La scelta dei brani, pur apparendo senza un criterio ben definito, è azzeccata perché affianca vecchi classici e motivi meno conosciuti e consumati: si passa così da una versione della Dolce Vita espansa e camaleontica, alle forme sfuggenti di un bolero nel film di Antonioni e al suono misterioso ed antico del contrabbasso del 1701 che introduce ad un film dei fratelli Taviani. 11 brani che mantengono sempre un lirismo raffinato, mai banale, che in maniera leggera e quasi sottovoce ci guida all'approfondimento di musiche scritte da grandi autori e riproposte con intelligenza da quattro stupendi musicisti.

Data 01/11/2001
Fonte DOWNBEAT
Titolo Giovanni Tommaso-Enrico Rava Quartet: La Dolce Vita
Autore Mitchell Feldman

I temi tratti da Il Postino, Mondo Cane, La Dolce Vita e altri film italiani vincitori di premi sono eseguiti da una session di questo quartetto co-diretta dal trombettista Enrico Rava e dal bassista Giovanni Tommaso. Rava, un maestro nel creare immagini musicali per il cinema con la sua tromba, e il giovane pianista Stefano Bollani, regnante interprete jazz italiano di standard americani e canzoni popolari italiane, inseriscono in questa collection un impressionismo bluesy sostenuto da Tommaso e dal batterista Roberto Gatto.

Data 03/04/2001
Fonte www.allaboutjazz.com/italy
Titolo La dolce vita - Tommaso/Rava Quartet
Autore Mario Calvitti

La C.A.M., etichetta specializzata in musica da film e colonne sonore, ha recentemente affiancato al suo vasto catalogo una collana dedicata al jazz, che ha visto anche la pubblicazione del disco di Roberto Gatto dedicato alle musiche di Armando Trovaioli per la commedia musicale Rugantino, e che era stato preceduto di qualche mese da questo La Dolce Vita, che rivisita in chiave jazzistica temi tratti dalle colonne sonore di alcuni film italiani.

L'operazione è condotta con mano sicura dal quartetto capeggiato dal contrabbassista Giovanni Tommaso e dal trombettista Enrico Rava, due mostri sacri del jazz nostrano. Roberto Gatto, batterista onnipresente, e Stefano Bollani al piano completano il gruppo di all-stars.

I temi reinterpretati appartengono per la maggior parte a capolavori del cinema italiano degli anni Sessanta e Settanta, come La Dolce Vita, L'Avventura, Cronaca Familiare; le eccezioni sono rappresentate da Il Postino e da La Prima Volta, apparsi nell'ultimo decennio. La lista dei compositori delle colonne sonore originali elenca i maggiori musicisti italiani di quegli anni, attivi non solo nel campo della musica per film, ma spesso anche in quello del jazz. Vi troviamo infatti, oltre agli immancabili Ennio Morricone e Nino Rota, anche Riz Ortolani, Armando Trovaioli, Giovanni Fusco e Luis Bacalov, nonché un compositore accademico come Goffredo Petrassi. Completano l'elenco gli stessi Rava e Tommaso, anche loro autori ciascuno di un tema da film e di un'altra composizione originale dedicata al cinema.

Per sua stessa natura, la musica da film è una musica d'atmosfera, e i quattro si mantengono fedeli alle atmosfere dei temi originali, pur operando una scomposizione e ricomposizione tale da accentuarne l'aspetto jazzistico. La melodia viene preservata, e sottolineata dal flicorno di Rava (che lo usa qui più spesso della tromba). Prevalgono i tempi lenti, soffusi, ben esemplificati dall'iniziale Profumo di Donna, tra i momenti più riusciti della raccolta insieme a L'avventura, Mondo cane (un tema questo già visitato altre volte da musicisti jazz) e Il Postino, con un bell'assolo di Bollani.

L'operazione merita un plauso sincero, per la dedizione e il trasporto con cui i quattro musicisti si sono messi umilmente al servizio della musica e dei temi selezionati; e ci fornisce l'indicazione che il connubio tra cinema e jazz, non sempre sfruttato al meglio in passato, può ancora dare frutti saporiti in mano alle persone giuste.

..::Altre recensioni...(click)::..

Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 14.665 volte
Data pubblicazione: 29/04/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti