Jazzitalia - Livio Minafra: La dolcezza del grido
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Leo Records 2003
Livio Minafra
La dolcezza del grido


1. Meghy'
2. Schegge
3. Igor
4. Khalid
5. Zefiro
6. Fremito
7. Il cigno
8. Blue Kong
9. Byrn As A Bird
10. Cecil Colors Part I
11. Cecil Colors Part II
12. Cecil Colors Part III

Livio Minafra - piano solo


"La dolcezza del grido"…titolo quanto mai significativo per l'esordio discografico del giovane e promettente pianista Livio Minafra.



Figlio d'arte (il padre, Pino, è trombettista di notorietà internazionale), presenta un'opera stilisticamente composita: abile dal lato tecnico, offre variegati affreschi, dal balcanico al classico, dal ragtime all'hardbop e al free jazz, stile del quale sembra interpretare i concetti di modus e di inventio in maniera assolutamente personale e deduttiva, tanto che, finanche all'interno di uno stesso brano, è possibile trovare citazioni tanto eterogenee da "spiazzare" l'ascoltatore fino a condurlo allo straniamento, esattamente secondo quanto, se non teorizzato, almeno indicato con chiarezza da Ornette Coleman, dall'ultimo Coltrane, da Muhal Richard Abrams o da Lester Bowie.

A parere di chi scrive, ciò è segnale di una creatività inquieta e fervida, fondata su una cultura musicale di sicuro ricca e proposta con vigore e grande passionalità, in virtù un estro armonico al di fuori del comune e di una padronanza tecnica dello strumento che, specialmente nell'uso del pedale del pianoforte a coda, non può non ricordare la lezione straordinaria di Cecil Taylor, secondo quanto già osservato da Franz Falanga..

Dall'energico e infaticabile destrutturatore di Long Island Minafra sembra aver ben appreso l'arte di combinare il latente atonalismo con il profondo rispetto per la tradizione, in particolare Monk e Powell, senza comunque ignorare le suggestioni melodiche e gli intensi cromatismi di Bartòk e Stravinskij.

Tali ascendenze stilistiche possono essere colte in "Meghy' ", incipit dell'album, così come in "Cecil Colors", conclusio di quest'opera così difficile ad essere catalogata; un'"opera aperta" nel senso più ampio del termine, così in progress che talvolta chi ascolta rischia di perdere il filo conduttore, il trait d'union che avvolge le trame inesplorabili e vorticose dei 12 brani di cui Livio è autore.

L'antiaccademismo di questo pianista dallo spirito "disturbatore" anima il grido, talora lirico talora sarcastico, delle fluenti sonorità cui attinge con disinvolto gusto per una sfida coscientemente "brutale", viva, demolitrice nell'approccio percussivo alla tastiera, anche quando vengono esplorate atmosfere più sommesse e malinconiche (corre allora il pensiero a Ravel, a Debussy…fino al "Grido" di Munch).

Complessità, dunque, eclettismo, amore per la ricerca, sfrontato coraggio espositivo: Minafra non sembra preoccuparsi più di tanto della leggibilità delle proprie composizioni; del resto le intenzioni del Nostro, essendo tutt'altro che estranee al free, non possono tener conto della piacevolezza dell'ascolto intesa in senso comune.

Allora, i mutamenti di clima e di livello dinamico dominano l'improvvisazione in quanto esperienze emozionanti per lo stesso pianista, reazioni vibranti lanciate con ritmo incalzante verso l'ascoltatore, schemi imprevedibili ed impegnativi in una sintesi spesso visionaria concepita secondo una versatile, ansiosa e libera immaginazione.
Fabrizio Ciccarelli per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/09/2018

Talos Festival 2018: "Il festival pugliese muta, evolve, si trasforma, e assume negli anni recenti la connotazione di uno straordinario esempio di politica culturale." (Vincenzo Fugaldi)

23/09/2017

Talos Festival 2017: "Un esempio virtuoso di politica culturale che trae la propria forza dalla competenza, dalla volontà e dalla passione del direttore artistico..." (Vincenzo Fugaldi)

20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

12/03/2017

Born Free (Livio Minafra & Louis Moholo - Moholo)- Enzo Fugaldi

27/11/2016

Sole Luna (Livio Minafra)- Enzo Fugaldi

08/11/2015

Talos Festival 2015: "Il Talos edizione 2015 ha visto dei momenti nei quali l'arte dell'improvvisazione ha raggiunto livelli di creatività ineguagliabile." (Vincenzo Fugaldi)

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

20/10/2013

Talos Festival 2013: Dopo una sosta forzata, rinasce nel 2012 grazie al formidabile agitatore culturale Pino Minafra e giunge quest'anno al ventennale con un grande successo di pubblico. (Vincenzo Fugaldi)

29/09/2012

European Jazz Expo #1: Stanley Jordan, Giovanni Guidi, Cristina Zavalloni, Livio Minafra, Javier Girotto, Enzo Pietropaoli, Claudio Filippini, Enrico Rava e il PM Lab (V. Fugaldi, F. Truono)

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

25/03/2012

Intervista con Pino Minafra: "...generosità nel suonare, duttilità, saper leggere, saper sporcare, saper pulire la musica, ma soprattutto avere un sacro fuoco..." (Vincenzo Fugaldi)

19/02/2012

Quattro chiacchiere con...Livio Minafra: Il proprio stile non passa dal rifacimento di qualcosa che un altro ha fatto ma dal ricercare e miscelare spontaneamente ogni proprio amore ed istinto musicale. (Alceste Ayroldi)

08/08/2011

Südtirol Jazz Festival: "Il festival altoatesino prosegue nella direzione intrapresa dal direttore artistico Klaus Widmann, confermando e ampliando il suo ruolo di varco di comunicazione tra Italia e Europa, senza trascurare il grande jazz e le novità provenienti dagli Stati Uniti. La moltitudine di eventi che si svolgono nella stessa giornata su palcoscenici dislocati in numerose località del'Altoadige ci ha consentito di seguire un proprio itinerario di ascolti, iniziato il 27 giugno, che ha potuto coprire solo una parte di concerti." (Vincenzo Fugaldi)

15/08/2010

Südtirol Jazz Festival Altoadige: "Il festival altoatesino prosegue nella sua tendenza all'ampliamento territoriale e quest'anno, oltre al capoluogo Bolzano, ha portato le note del jazz in rifugi e cantine, nelle banche, a Bressanone, Brunico, Merano e in Val Venosta. Uno dei maggiori pregi di questa mastodontica iniziativa, che coinvolge in dieci intense giornate centinaia di artisti, è quello, importantissimo, di far conoscere in Italia nuovi talenti europei. La posizione di frontiera e il bilinguismo rendono l'Altoadige il luogo ideale per svolgere questo fondamentale servizio..." (Vincenzo Fugaldi)

04/07/2009

Reggio Top Jazz Festival, Seconda Edizione: "Nell'accogliente Teatro Cilea della città sullo Stretto, si sono alternati otto fra i vincitori della competizione, e due ospiti stranieri." (Vincenzo Fugaldi)

16/11/2008

La Fiamma e il Cristallo (Livio Minafra)

16/11/2008

Intervista a Livio Minafra: "Non c'è niente di più bello che la fantasia. In particolare se non è la fantasia dei sogni nel cassetto ma è quella dei lenti ma profondi cambiamenti. Credo che oggi non esista più la musica, e né le musiche e neppure i generi o gli stili. Oggi esistono le persone e per distinguersi la gente ha bisogno che la musica sia autobiografica. La gente ha bisogna che l'artista sia totale con la sua personalità artistica ed umana." (Fabrizio Ciccarelli)

30/03/2007

Fòua (Municipale Balcanica)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 4.006 volte
Data pubblicazione: 13/01/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti