Jazzitalia - Claudio Lo Cascio:
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Claudio Lo Cascio
La mia vita per il Jazz (e altro...)

Ilmiolibro.it
Pagine 179 – euro 22,70


Claudio Lo Cascio
Siciliani a New Orleans Nick la Rocca

ilmiolibro.it
Pagine 125 – euro 25,65

Poche sono le persone che possono vantare – non millantando – di possedere la (e non una) memoria storica del jazz. Lo Cascio è una di queste, senza dubbio. E non perché abbia raccolto testimonianze indirette o perché possa avere una discoteca ingombrante (potrebbe anche averla, peut-être), semplicemente perchè ha pasteggiato di jazz dal 1934, anno natale, e continuando a suggerne la scalpitante realtà.



P
ianista, compositore, direttore d'orchestra, Lo Cascio ha dato un poderoso contributo alla divulgazione della musica afroamericana in Italia, qui testimoniato da due opere letterarie di gran spessore.

Che i siciliani abbiano fatto parte della schiera dei muratori del tempio jazzistico, è cosa nota. Jimmy Giuffrè, Scott La Faro (Rocco Lo Faro), Tony Scott (Anthony Sciacca), Joe Venuti, Jack "Papa" Lane (George Vitale), solo per citare alcuni dei numerosissimi musicisti di sangue siculo sbarcati negli States. Ma non è questo – o solo questo – ciò che emerge dal lavoro di Lo Cascio. L'autore ha un'innata capacità di trattare la storia (spesso e purtroppo, dimenticata soprattutto dai più giovani jazzcats) trasmettendo immagini vivide, materiche ed epurandole dal gravame narrativo. E quindi ci lascia vivere il mercantile Montebello, "ferrigno" vapore vettore di anime impregnate di musica, e la Storyville con la "Casa" della contessa Willie Piazza, prima ad utilizzare un pianista come intrattenitore nel bordello; tutto ciò – e tanto altro, con ampio spazio sul dominus Nick La Rocca - anche con l'ausilio di preziosi documenti e foto presenti nel testo. Siciliani a New Orleans, sono gustosi confetti di saggezza storica, piccole onde a smuovere la memoria ed a sollecitare la curiosità.

Ottimo completamento è il materiale autobiografico raccolto ne La mia vita per il Jazz (e altro…), dove Lo Cascio affronta col gusto del genio (parafrasando Kant) la sua vita tinta di jazz. Emblematico è il capitolo – summa del libro – "dalla culla al primo pianoforte", quel "vecchio tarlato Boiselot verticale della mia nonna materna", affrontato di petto dal Nostro a dieci anni. Lo Cascio ha contribuito, così si legge, a dare dignità al jazz, musica da sempre bistrattata e demoniaca facendo irruzione (musicale, ovvio) nella domus aurea del classicismo musicale: il Conservatorio. Alla stregua dell'aver infranto il muro ecclesiale suonando – nel lontano 1959 – nell'Auditorium dei Padri Gesuiti di Casaprofessa. Un nugolo di ricordi spiattellati con ordine, anamnesi storica, ma senza mai cadere nella trappola della banalizzazione alla quale potrebbe indurre un'autobiografia.

Due libri da leggere e conservare con particolare accuratezza.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
28/12/2013

Evviva l'Italia del Jazz (o Jass che dir si voglia): "Il jazz in televisione e, particolarmente alla RAI, ha subìto una flessione drammatica per anni e anni, sopraffatto da talent e porcherie simili, fino a quando, nel 2011, siamo stati improvvisamente svegliati dal nostro torpore culturale da un barlume..." (Marco Losavio)

02/02/2008

Il Folk-Jazz "Un ponte fra le regioni d'Europa" (Claudio Lo Cascio and his New Jazz Society)

17/12/2006

Forever (We Remember You) (Claudio Lo Cascio And His Modern Art Quartet)

05/08/2006

Il Nick La Rocca Jazz Festival 2005 in uno scenario con un'atmosfera semplicemente incantevole, una perfetta organizzazione, una manifestazione che ha offerto sicuramente più luci che ombre. (Francesco Peluso)

24/05/2006

Frank Sinatra Story (Claudio Lo Cascio & his Sicilia Jazz Big Band)

12/08/2005

Il biografo di Nick La Rocca - Come entrare nella storia del jazz (Salvatore Mugno)

02/04/2005

Una storia nel Jazz - Nick La Rocca (Claudio Lo Cascio)

04/12/2004

Glenn Miller tradito a Palermo...E' l'amara conclusione dopo il concerto tenutosi a Palermo dalla Glenn Miller Orchestra diretta dall'olandese Wil Salden... (Claudio Lo Cascio)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.916 volte
Data pubblicazione: 16/06/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti