Jazzitalia - Simona Premazzi: Looking for an exit
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Simona Premazzi
Looking for an exit


1. Smokersion
2. Autumn Leaves
3. Four O` Clock
4. Just One Of Those Things
5. Ale`s Dog
6. Prayer For Robert
7. Junkie Paper Dragon
8. B. R. A. D.
9. But not for me
10. Looking For An Exit

Simona Premazzi - piano
Joe Sanders - bass
Ari Hoening - drums





Eleganza femminile in jazz: ecco "Looking for an exit", album d'esordio della giovane pianista di Busto Arsizio, ormai cittadina Newyorkese; il tocco raffinato e scolasticamente impeccabile di un trio di musicisti tra cui Joe Sanders al contrabbasso, colonna portante, e Ari Hoening duttile batterista che riesce a calibrare estro con precisione e regolarità.

Leggendo la tracklist saltano subito all'occhio standard come "Autumn Leaves", "Just one of those things", "But not for me"...sentiti e risentiti, dalle ottime alle pessime interpretazioni. Diviene lecito "temere" di essere dinanzi ad un progetto leggermente ambizioso. Questo timore è subito fugato invece sin dall'ascolto del primo brano avvertendo subito un tocco deciso e coinvolgente. Il pianoforte di Simona Premazzi trascina, con le sue dinamiche riesce a penetrare nella cassa toracica...un uso eccellente del pedale e il perfetto intrecciarsi del suoni profusi dal trio fa quindi ricredersi da ogni scetticismo.

Sono la classe e l'interpretazione creativa che distinguono Simona Premazzi da molti altri interpreti. 

Davvero non male come primo disco, da rimanerne squisitamente stupiti. Attendiamo con ansia nuove collaborazioni...

Ugo Galelli per Jazzitalia







Articoli correlati:
08/09/2014

BAM, Il Jazz oggi a New York City (Nicola Gaeta)- Marco Losavio

21/12/2013

Intervista con Simona Premazzi: "Il mood di Simona Premazzi oggi è mutevole, ma anche curioso, affamato di conoscenza ed equilibrio..." (Marco Losavio)

18/08/2011

Terence Blanchard Quintet per Veneto Jazz Summer 2011: "La tromba di Blanchard è un modello vintage dal suono squillante. Il compositore dimostra molta abilità e capacità di cambiare registro o ritmo, ma non c'è mai quel momento eccitante che trasforma un discreto concerto in uno imperdibile." (Giovanni Greto)

22/04/2011

Insidein (Simona Premazzi and The Intruders)- Paolo Incani

13/02/2011

Terence Blanchard Quintet al Jazz Standard di New York: "...un combo di "visionari", di musicisti che si muovono verso direzioni innovative offrendo un ascolto mutevole e trasmettendo la chiara percezione di una pagina voltata." (Marco Losavio)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.706 volte
Data pubblicazione: 03/11/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti