Jazzitalia - John Tchicai Lunar Quartet: Look To The Neutrino
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

In occasione delll'International Jazz Day 2019, a Tricase lo Unit Six Jazz Sextet ripercorre l'hard bop con la guida all'ascolto a cura di Alceste Ayroldi..

Furto di Sax alla collezione privata del Maestro Berni. Trafugato anche un Selmer appartenuto a Sonny Rollins.

Ravenna Jazz 2019. Il festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

I 50 anni di Woodstock: fu vera gloria? Incontro gratuito col giornalista e critico musicale Alceste Ayroldi per un'analisi dei momenti chiave che ne hanno fatto un evento simbolo di una generazione..

JAZZ e Cinema: la storia della musica jazz nel cinema attraverso aneddoti, proiezioni a cura di Alceste Ayroldi con la band di Mike Zonno.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Rosario Giuliani Hammond Trio per il prosieguo della rassegna Boogie Jazz Season a Roma, curata da Gabriele Buonasorte.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
John Tchicai Lunar Quartet
Look To The Neutrino



Music Center, ZeroZeroJazz

1. Look to the Neutrino
2. We Need Your Number
3. Freedom
4. The White Balloon
5. Afro Danish Form 6 & 7
6. Muon
7. Detour
8. Flute Calling
9. Lost Time
10. Tau
11. Look to the Neutrino (Reprise)

John Tchicai - sax tenore
Greg Burk - pianoforte
Marc Abrams - contrabbasso
Enzo Carpentieri - batteria


Il gruppo, nato da un'idea di Enzo Carpentieri, prende forma poco più di due anni fa, decidendo di registrare dapprima il CD per verificare poi l'impatto dal vivo. In scaletta ci sono tutti brani ad ampio respiro, diversificati sia ritmicamente che nella scrittura, con in comune l'attenzione alla struttura e in cui ogni musicista svolge un ruolo preciso ed importante per l'interpretazione delle idee compositive. Si parte con la title track, che sarà ripresa in chiusura con uno svolgimento più esteso. A comporla è il pianista che delega il contrabbasso a mantenere costante, quasi ossessivo, il non facile tempo dispari, mentre Tchicai espande con eleganza e poesia il proprio fraseggio, assecondato da un Carpentieri abile nello spostare gli accenti e nel costruirsi quasi un assolo continuo, mantenendo parallelamente, in maniera originale, il giusto tempo. Inoltre, conoscendo la sua predilezione per le belle sonorità e per i modelli vintage, notiamo una timbrica ed un'accordatura di pelli adatte a rendere ancora più spumeggianti i pezzi, come avviene in "Muon" che esordisce con un ficcante ed aggressivo assolo di batteria, sostenuto dal contrabbasso cui si aggiungono nell'ordine, il piano ed il sax, in un crescendo free che ci trasporta all'indietro negli anni infuocati della contestazione e del "Black Power".

Il Free è presente anche in "Afro Danish Form 6&7", nel quale Carpentieri ad un certo punto toglie la cordiera al rullante, avvicinandone il suono a quello dei tom, tutti con le pelli ben tirate e con un delizioso suono naturale, che si espande attraverso un incantevole accompagnamento afro in forma di assolo. Tchicai, che tra le sue illustri collaborazioni annovera quella con John Coltrane per l'incisione dello storico disco "Ascension", appare in gran forma. Il suo approccio è spesso aggressivo. Eppure il sax tenore ha sempre una sonorità corposa, un timbro caldo, proteso alla ricerca di una creatività improvvisativa. C'è in lui anche il gusto per il recitativo in "The White Balloon" e per pezzi sognanti, elegiaci come "Tau", in cui assieme a Burk, soffia su dei flauti di legno, mentre Carpentieri e Abrams sono alle prese, rispettivamente, con una serie di gong e con una nota tenuta lunghissima e lentissima con l'archetto. Affascinante, infine, il collettivo "Flute Calling", inizialmente un dialogo serrato tra il flauto traverso e il contrabbasso, cui si aggiungono in un graduale crescendo il pianoforte e la batteria, rinforzando la qualità sostanzialmente ritmica del brano

Giovanni Greto per Jazzitalia







Articoli correlati:
12/10/2014

Ipso Facto (Edge)- Nina Molica Franco

02/06/2013

Open Jazz Festival d'Ivrea e Canavese 2013 : "...un festival che ha una lunga storia e vuol proseguire e crescere con opzioni ogni volta coraggiose e intriganti." (Gianni Montano)

02/11/2012

Spinoza (Girardi, Recchia, Senni, Burk)- Gianni Montano

15/07/2012

The Path Here (Greg Burk) - Francesco Favano

17/03/2012

Block Notes (Antonio Tosques 4et Guest Mike Melillo) - Eva Simontacchi

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

20/02/2005

Carpe Momentum (Greg Burk Quartet)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.512 volte
Data pubblicazione: 06/03/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti