Jazzitalia - Pasquale Innarella Jazz Quartet Feat. Beppe Caruso: L'uomo del 300 Gilera
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Terre Sommerse-2006
Pasquale Innarella Jazz Quartet Feat. Beppe Caruso
L'uomo del 300 Gilera


1. Freexland
2. Orecchiettabile
3. Kebabo
4. Amarea
5. Ra Bumbardon
6. La Giostra di Mattia
7. L'uomo del 300 Gilera

Pasquale Innarella - sax tenore e soprano
Beppe Caruso - trombone e tuba
Francesco Lo Cascio - vibrafono
Gianluca Pizzorno - contrabbasso
Roberto Altamura - batteria



Il fatto che i sette brani che compongono il lavoro siano senza "padrone", cioè non si sappia chi sia il compositore, appare un segnale ben chiaro. La libertà espressiva che Innarella intende marchiare deve essere totale anche nell'evitare che l'ascoltatore possa essere influenzato dal compositore del brano.



L
'essere di Pasquale Innarella si ritrova tutto in questa sua ultima produzione discografica in studio(cronologicamente, nel 2007 è seguito il Live in Ceglie), traspare la sua natura forte e da guascone, caratterizzata da un vissuto formativo intenso. Un professionista che non produce tanto per fare un disco, ma pondera ogni suo lavoro. E di questi ultimi tempi, tale dote, appare essere una rarità.

Nel merito: la libertà espressiva, come detto, la fa da padrone. Una sorta di sincretismo tra l'hard bop ed il free reso cool dalle incursioni al vibrafono di Lo Cascio. Freexland è il biglietto da visita con accenni alle sale da ballo ed ai jazz club più focosi degli anni '50.

La matrice rollinsiana caratterizza l'album rendendolo vivacemente attuale, senza mai cadere nel deja ecoute. Il solo del sassofonista irpino, in respirazione circolare, di Orecchiettabile, è vigorosamente sorretto dalla ritmica ed opportunamente contrappuntato da Caruso. Il quintetto non perde mai di vista la nota. Non perde mai la ragione armonica ed il senso per la melodia (Amarea).

Il passato "bandistico" del leader emerge – seppur edulcorato e bronzato – in Ra Bumbardon. Innarella sa essere sardonico, gigioneggia ed i suoi compagni lo sorreggono con pungente adeguatezza accarezzando le feste di paese ed anche – sembrerebbe irriverente il paragone – le liriche di Albert Ayler.

La main title chiude il lavoro. La sua cantabilità, segnata da un crescendo psicotico o, meglio, psichedelico, pone in rilievo la magica sensibilità di Caruso e la scioltezza ritmica di Pizzorno al contrabbasso e Altamura alla batteria.

Ecco cosa si può tirare fuori quando si ha qualcosa da dire. Effettivamente. Un lavoro da ascoltare con attenzione e storica dedizione.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia








Articoli correlati:
05/02/2018

Migrantes (Pasquale Innarella Quartet)- Alceste Ayroldi

20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

08/11/2015

Talos Festival 2015: "Il Talos edizione 2015 ha visto dei momenti nei quali l'arte dell'improvvisazione ha raggiunto livelli di creatività ineguagliabile." (Vincenzo Fugaldi)

26/01/2015

Dialogo (Silvia Bolognesi - Angelo Olivieri)- Nicola Barin

21/07/2013

Marcel & Solange Trio e Giovanni Falzone Quintet "Around Ornette": Nell'ambito del festival "Una Striscia di Terra Feconda", il Marcel & Solange trio con le loro "atmosfere minimaliste e rarefatte" e il personale omaggio a Ornette Coleman di Giovanni Falzone con suo Quintet. (Valeria Loprieno)

14/04/2013

Uomini Di Terra (Pasquale Innarella 4et)- Alceste Ayroldi

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

02/09/2012

Domino's Tales (Domino Trio)- Gianni Montano

22/02/2012

Air (Francesco Lo Cascio, Alipio C Neto, Federico Ughi) - Cinzia Guidetti

05/02/2012

Ragh Potato (Heimweh)- Gianni Montano

13/01/2012

Around Ornette (Giovanni Falzone Quintet) - Alceste Ayroldi

01/08/2011

L'albero e il fiume (Santino Carcano Quintet)- Alessandro Carabelli

15/05/2011

Giovanni Falzone in "Around Ornette": "Non vi è in tutta la serata, un momento di calo di attenzione o di quella tensione musicale che tiene sulla corda. Un crescendo di suoni ed emozioni, orchestrati da Falzone, direttore, musicista e compositore fenomenale, a tratti talmente rapito dalla musica da diventare lui stesso musica, danza, grido, suono, movimento. Inutile dire che l'interplay tra i musicisti è spettacolare, coinvolti come sono dalla follia e dal genio espressivo e musicale del loro direttore." (Eva Simontacchi)

06/03/2010

Darwinsuite (Ferdinando Faraò) - Giuseppe Mavilla

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

22/11/2009

God Save the Earth (Dino Betti van der Noot)- Enzo Fugaldi

28/06/2009

Echoes (Angelo Olivieri) - Gianni B. Montano

06/06/2009

Caos Musique (Olivieri/Courtois/Ariano/Pulli)

14/09/2008

R-Evolution Suite (Giovanni Falzone Contemporary Orchestra)

07/09/2008

Nadir - Oidè (Angelo Olivieri)

18/05/2008

The Piano Room (Francesco Gazzarra)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.229 volte
Data pubblicazione: 18/05/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti