Jazzitalia - Mansarda: Mansarda
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019con grandi protagonisti del Jazz.

Apre a Matera, nella splendida cornice dei sassi, il Rosetta Jazz Club con la grande energia del sassofonista americano Jerry Weldon.

Otto concerti internazionali gratuiti nello splendido scenario della piazza Cattedrale sotto il tema "La fisarmonica nel jazz" per la diciannovesima edizione del Beat Onto Jazz Festival..

Riflettori accesi sul Montreux Jazz Festival: un programma da capogiro che coinvolge anche le altre due sedi, un programma vario, variopinto che tiene a mente solo una cosa, la buona musica..

Tutto pronto a Londra per l'edizione 2019 del magnifico British Summer Time nello straordinario scenario di Hyde Park con Celine Dion, Lionel Richie & Stevie Wonder, Barbra Stresand, Brian Ferry.

Bari in Jazz: Caetano Veloso, Francesco De Gregori, Paolo Fresu, Andrea Motis, Michel Godard, Redi Hasa, Aziza Brahim, Daniele di Bonaventura, Daniele Sepe, Amaro Freitas, Lucia Carvalho e molti altri per uno degli eventi più attesi dell'estate pugliese .

XVII edizione del Multiculturita Summer Fest: Tre concerti di particolare pregio e spessore all'insegna dell'incontro tra il jazz e le altre musiche con Patrizia Laquidara, Bungaro e Nino Buonocore.

XI edizione del CEMM Summer Camp aperto a tutti i musicisti professionisti e amatori, iscritti a scuole di musica, istituti musicali e Conservatori all'interno delle prestigiose Fattorie di Celli.

Serata finale del Concorso il Jazz ed i Colori della Musica ad Avellino con Paolo Fresu, Ada Montellanico, Franco Caroni, Alceste Ayroldi, Danilo Rea, Maria Pia De Vito, Pietro Condorelli.

Al via la terza edizione del Festival "Gianicolo in Musica 2019", anche quest'anno la collaborazione con il Saint Louis College of Music e direzione artistica affidata a Roberto Gatto.

Saranno gli Yellowjackets, la più longeva e creativa fusion band della storia ad aprire la 1^ Edizione del JAZZ in Masseria Celentano.

Samba De Roda, Corso on Line di batteria ideato da Alessandro D'Aloia, per studenti di livello intermediario - avanzato..

GaiaJazz VII Edizione. Con la direzione artistica di Antonio Farao', 4 appuntamenti di altissimo valore artistico .

BariJazz: il 22 luglio annunciato a Fasano Caetano Veloso, ultima data del tour italiano.

Cinquant'anni di ECM, al Teatro la Fenice un evento speciale con i tre concerti di Anouar Brahem, Egberto Gismonti, Enrico Rava. .

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Marsicovetere Jazz Contest 2019 - ad agosto il contest riservato a giovani musicisti italiani, gruppi e solisti, di età inferiore a 35 anni.

Furto di Sax alla collezione privata del Maestro Berni. Trafugato anche un Selmer appartenuto a Sonny Rollins.

Ravenna Jazz 2019. Il festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Giuseppe (contrabbasso)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Mansarda
Mansarda



Improvvisatore Involontario (2011)

Part I
1) Red dress
2) The old man
3) Per gole, sì
4) Surdu Mihai
5) Swinw-ghetto
6) Vorticoso twist
7) Turbolento
8) Il Dio del latin

Part II
- Palingenesi di una forma canzone
- Interno maceratese
- Wall(Y) a San Giorgio a Cremano
- Tony Blair witch project
- Sineddochi di bop
- Tu mi tiri coriandoli d'asfalto onde celebrare la tua Viareggio stanca
- Illuminoteca per spazi e uffici (Spot)
- Le ultime lettere di Alberto Fortis
- Il caffè di Maometto
- Henry goes to Hollywood
- V come Veronica

Giacomo Ancillotto - guitar, live electronics
Francesco Cusa - drums, percussions
Henry Cook - alto sax, flute, baritone sax
Marta Raviglia - voice, live electronics
Roberto Raciti - double bass


Assemblare, mescolare, miscelare musiche di diversa provenienza, colta e popolare, per costruire un'improvvisazione tanto libera quanto ricca di riferimenti e di sorprendenti liason, di imprevedibili commistioni, di stupefacenti trovate. Sembra questo l'obiettivo di questa "Mansarda", quintetto del collettivo "Improvvisatore involontario", costituito da musicisti di esperienze contigue o dissimili, ma uniti nella creazione più o meno istantanea e nella "ricreazione", nel divertimento intellettuale, anche attraverso la rilettura di repertori "seri" o di altri volutamente e "solitamente idioti".
Protagonista assoluta è Marta Raviglia che passa dalla declamazione impersonale di notizie di efferati episodi, ripresi pari pari dalla cronaca nera ad uno scat jazzistico ricco di swing. Da un canto attentissimo alle dinamiche, ai sottintesi, va a finire in un urlo strozzato, in un respiro soffocato, per riemergere e continuare a guidare il gruppo con una voce capace di esprimere ironia, sarcasmo, non sense o banalità assortite, elevate, rese dotte, dalla pronuncia straniante, dalla modulazione particolare dei toni, dagli aspetti "avanguardistici" a tutti gli effetti del suo stile.
Contribuisce efficacemente alla realizzazione del progetto Henry Cook con il suono del suo flauto abbastanza ortodosso nei confronti dei sassofoni spinti su territori più accidentati e spinosi, fra rimandi al linguaggio di un Anthony Braxton in versione "olandese" (nel senso di componente dell'ICP orchestra) con l'alto, all' iterazione incalzante e al solismo potente e a volte sopra le righe dello strumento più ingombrante, in tutti i sensi, il baritono.

Giacomo Ancillotto, fra l'altro nuovo acquisto del quintetto di Enrico Rava per il suo ultimo lavoro "Tribe", qui lavora in scioltezza con una grande duttilità, passando da fraseggi delicati e riflessivi a sonorità più dure, aspre e poco consolatorie. Roberto Raciti fornisce un accompagnamento preciso con il suo basso, captando al volo i continui cambi di clima, riuscendo a compiere agili sterzate fra i vari mondi musicali sfiorati o esplorati, senza perdere mai la bussola. Francesco Cusa dimostra di divertirsi molto in un ambito lontano dal radicalismo di certe sue precedenti esperienze. Il batterista si disimpegna agevolmente nelle varie situazioni arricchendo di ritmo e colori i vari brani, senza sovrastare l'insieme, da gregario più che da leader.

Il cd è stato inciso in due successive sessioni e consta di diciannove tracce, ognuna con una sua fisionomia, una sua personalità. Come non rimanere conquistati, ad esempio, da "Per gole sì": il testo sembra ripreso da un libretto d'opera di Metastasio. La musica ondeggia fra echi funky, blues e zone jazzistiche più avanzate con la voce della Raviglia sfacciata e scostante a ripetere frasi prive di qualsiasi qualità poetica, inequivocabilmente datate e trasferite nel post-post-moderno. Che viaggio artistico audace e intrigante!

E' decisamente sorprendente, poi, "Vorticoso twist" per il contrasto fra le parole di comune banalità, tipiche delle canzoni "leggere" sanremesi degli anni sessanta, con il canto impertinente, flessuoso, disarticolato e i cambi di tempo e di atmosfera "sottostanti" provocati dalla band. Ogni pezzo, ad ogni modo, non si conclude mai per come è iniziato. Succede sempre qualcosa nel prosieguo, poiché le idee sono tante e non c'è la voglia di soffermarsi su alcuna. L'intenzione è quella di alternare gli stimoli, le intuizioni, di accumulare elementi per comporre un mosaico impossibile, dove i tasselli non vanno mai a posto, perché tratti da scatole di puzzle diversi. E il gusto è proprio quello di forzare la mano per incastrare tessere che non collimeranno, non potranno formare un disegno precostituito, malgrado i tentativi ripetuti.

Non è riposante, ma è corroborante visitare questa "Mansarda". D'accordo, questo tipo di esperienza è debitrice dall'operazione camaleontica e disorganica, ma onnicomprensiva di John Zorn. Qui, però, l'azione non è predefinita. Si segue un percorso suggerito di volta in volta da qualcuno dei componenti il gruppo e lo si sviluppa sul momento con la partecipazione attiva di tutti. Per questo "Mansarda" è un progetto che va ascoltato e seguito con attenzione, lasciandosi anche andare nella lettura dei titoli assolutamente improbabili, fra i quali segnaliamo almeno "Le ultime lettere di Alberto Fortis" e "Tony Blair witch project".

E affascina, ancora, la musica sgangherata, involuta o raffinata, ballabile, melodica o antimelodica, free sempre (in tutti i significati del termine) che si avvicenda in sessantasette minuti da godere senza sovrastrutture di sorta. "Danzando nella mente", come suggeriscono, con un "sentimento sentimentale" i versi o i "versacci" (in senso positivo) di Marta Raviglia.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
18/09/2016

Oltremente Festival. Itinerari di Jazz Contemporaneo: "La terza edizione del festival si è svolta in tre serate al Molo di Levante, affiancata da un laboratorio musicale sull'improvvisazione e la musica d'insieme condotto da Giancarlo Schiaffini." (Vincenzo Fugaldi)

27/08/2016

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei XXXVI: ""Sisong. Una canzone per Siso" il titolo dell'edizione 2016 dello storico festival calabrese, il primo senza la presenza del senatore Sisinio Zito, fondatore del festival deceduto dopo lunga malattia il 6 luglio scorso." (Vincenzo Fugaldi)

08/08/2016

Chaos Magnum (Forefront)- Enzo Fugaldi

24/07/2016

L'uomo poco distante (Toni Cattano Ottetto)- Gianni Montano

03/01/2016

Polemonta (Luz)- Antonella Chionna

03/01/2016

Fair is Foul and Foul is Fair (Costanza Alegiani)- Niccolò Lucarelli

13/12/2015

Sphere (Try Trio)- Niccolò Lucarelli

11/10/2015

Love (Francesco Cusa & The Assassins)- Antonella Chionna

10/05/2015

Laut (Gaia Mattiuzzi)- Laura Scoteroni

16/11/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Francesco Cusa, Improvvisatore Involontario: "Il jazz è musica di sincretismi, senza una dialettica costante finisce per cristallizzarsi in schematismi e idiomi surreali..." (Alceste Ayroldi)

19/10/2014

Parole Inutili (Lillo Quarantino)- Alessandra Monaco

19/10/2014

Meets Mahler (Sonata Islands (Giovanni Falzone))- Valeria Loprieno

28/09/2014

Ankara Live (Odwalla)- Alessandra Monaco

24/08/2014

The Fourth Door (Tan T'ien)- Gianni Montano

06/07/2014

The Sleepwalker (Massimo Spano Rural Electrification Orchestra)- Gianni Montano

28/04/2014

Emoticons (Simone Sassu)- Gianni Montano

15/04/2014

Open Letter To Mingus (Matteo Marangiu)- Gianni Montano

06/04/2014

Flowers In The Garbage (Francesco Cusa 'Vocal Naked Musicians')- Gianni Montano

02/03/2014

Tree Forms (Forthcoming Trio)- Nina Molica Franco

09/06/2013

R.A.V. (Giorgio Distante)- Gianni Montano

07/04/2013

The American Dream (Marco Cappelli’s Italian Surf Academy)- Gianni Montano

23/12/2012

Altai (Skinshout & Xabier Iriondo)- Gianni Montano

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

14/05/2012

Vocione (Toni Cattano - Marta Raviglia)- Gianni Montano

10/03/2012

Sweet Dream Baby (Baap!)- Rossella del Grande

22/02/2012

D'onde (Aurora Curcio)- Gianni Montano

05/02/2012

Ragh Potato (Heimweh)- Gianni Montano

04/02/2012

Tri Soni (Soni Sfardati)- Gianni Montano

23/04/2011

Cherry Dance (Pierluigi Balducci – Maurizio Brunod – Marta Raviglia Trio)- Roberto Biasco

31/07/2010

Morfeo (Marta Raviglia - Manuel Attanasio) - Cinzia Guidetti

03/01/2010

Francesco Cusa, Gianni Gebbia, Alessandro Salerno a Roma presso Il Baffo della Gioconda: "Questi tre giovani musicisti dimostrano di saper rimanere sempre "dentro" alla performance, sfruttando in modo innovativo le potenzialità dei loro strumenti, dandosi ciascuno il turno nel "trascinare" gli altri, senza perdere mai concentrazione e l'interplay è davvero grandioso." (Laura Mancini)

18/10/2009

L'arte della Guerra (Francesco Cusa "Skrunch") - Giuseppe Mavilla

13/09/2009

Una proposta interessante e innovativa dall'inedito duo Cusa-Matteuzzi: "Un canto che si fa strazio, grido, sofferenza, gioia, tenerezza assumendo un'infinità di sembianze e di plastiche evanescenze..." (Giuseppe Mavilla)

12/09/2009

Due serate dedicate alla musica jazz al Cortile Pandolfi Art Pub di Pozzallo anche se in ambiti antitetici dal punto di vista del linguaggio espressivo. La prima serata ha visto esibirsi l'inedito quartetto del chitarrista Paolo Sorge, la seconda un altro quartetto con l'armonicista Angelo Adamo.

28/06/2009

Magique (Hot Tune) - Roberto Biasco

29/11/2008

Spiral Tales (Marta Raviglia Quartet)

17/03/2007

Improvised music for imaginary films (Nursery Four)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.834 volte
Data pubblicazione: 05/02/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti