Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Andrea Tofanelli
Mattia's Walk

1. Mattia's Walk (A. Tofanelli)
2. Nigerian Marketplace (O. Peterson)
3. Cubach (R. Martinelli)
4. For so many years (A. Tofanelli)
5. Jogral (Djavan, J. Neto, Filo)
6. Desperado (A. Tofanelli)
7. Gentle flight (A. Tofanelli)
8. Round dance (A. Tofanelli, M. Zagonari)
9. Noh' ma (N. Betancourt)
10. Modern child (A. Tofanelli)
11. Mambo influenciado (C. Valdez)
12. Maynard Ferguson (S. Rogers)

Andrea Tofanelli -
tromba, flicorno
Sandro Debellis -
percussioni
Tony Arco -
batteria
Carmelo Isgrò -
basso
Nelson Betancourt -
piano
Mauro Negri -
clarinetto
 Roberto Martinelli -
sax alto
Massimo Zanotti -
trombone
Riccardo Fioravanti -
contrabbasso
Mauro Grossi -
piano
Alessandro Lugli -
batteria
Ivano Borgazzi -
piano
Paolo Gialdi -
basso


Andrea Tofanelli è un trombettista con molteplici e variegate esperienze che vanno dal classico alla musica leggera, al jazz, al latin, alla sezione trombe di diverse orchestre. La caratteristica più rilevante di questo trombettista è la sua tecnica e il modo in cui utilizza la tromba su un registro sovracuto. Lo strumento sale fino a raggiungere vette dove le note sono rarefatte, l'ossigeno manca ma il sustain è mantenuto solidamente. Nonostante si sia ad altissima quota, il suono è pulito, pieno, il fraseggio è adeguatamente sofisticato e la dinamica assolutamente sotto controllo. Insomma, non vi aspettate suoni estremi ottenuti in modo circense ma note acute, squillanti, funzionali a questo stile derivante da Maynard Ferguson, Arturo Sandoval o Gillespie. Il CD è apertamente dedicato in particolare a Ferguson anche perchè riporta una piccola chicca e cioè la reincisione di un concerto che Ferguson incise con Stan Kenton nel 1954. Da allora non l'ha inciso più nessuno e la versione di Tofanelli è attualmente l'unica, oltre quella di Ferguson stesso. Tra l'altro, in questa orchestra (la Jazz Art Orchestra) figura, tra le trombe, anche Fabrizio Bosso.

In questo CD troviamo molto latin: cha cha cha, samba, partido alto, bayon, bossanova ma anche una ballad:
For So Many Years composta da Tofanelli stesso (autore della maggiorparte dei brani). Qui Tofanelli mostra un'assoluta padronanza anche con un suono oserei dire, "normale ", molto Bakeriano, molto affascinante. Bel brano.

C'e' spazio anche per una contaminazione acid jazz molto gradevole: Modern Child composta sempre da Tofanelli.

Una nota di merito ai compagni di viaggio di Tofanelli. Sandro Debellis alle percussioni contribuisce notevolmente, insieme al batterista Tony Arco e al bassista Carmelo Isgrò, a rendere questa musica ritmata in modo impeccabile, così come va notato il pianista Nelson Betancourt che sostiene armonicamente le evoluzioni di Tofanelli e non si fa trovare mai impreparato quando deve dargli il cambio nei soli. Analogamente lo splendido clarinetto di Mauro Negri fornisce un tocco di vera classe durante i suoi interventi. Ci sono molti altri contributi che vanno segnalati perchè tutti di ottima fattura: Roberto Martinelli al sax alto, Massimo Zanotti al trombone, Riccardo Fioravanti al contrabbasso, Mauro Grossi al piano (e anche arrangiatore del Maynard Ferguson concert).

In conclusione, un CD che sprizza energia, desiderio di sfogare attraverso le note emesse dal proprio strumento una contagiosa gioia di suonare, di farsi coinvolgere dal ritmo.
Marco Losavio
 

Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 7.480 volte
Data pubblicazione: 02/06/2003





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti