Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ed. "Preludio" – PL 3005
Alti & Bassi
Medley


1. Disneìade
- Who's afraid of the big bad wolf (F. Churchill, A. Ronell)
- Dream is a wish your heart makes (M. David, A. Hoffman, J. Livingstone)
- Heigh ho (F. Churchill, L. Morey)
- A spoonful of sugar (R.M. Sherman, R.B. Sherman)
- The bare necessities (T. Gilkyson)
- One song (F. Churchill, L. Morey)
- Bibbidi Bobbidi Bu (M. David, Al Hoffman, J. Livingstone)
- Everybody wants to be a cat (F. Huddlestone, A. Rinker)

2. Platters Forever
- My prayer (G. Boulanger, J. Kennedy)
- Sixteen tons (M. Travis)
- Only you (B. Ram, A. Rand)
- Smoke gets in your eyes (O. Harbach, J. Kern)

3. West Side Story
- Maria (L. Bernstein)
- Tonight (L. Bernstein)
- America (L. Bernstein)

4. I Love America – A Spasso Per Broadway
- Singin' in the rain (N.H.Brown, A. Freed)
- Cheek to Cheek (I.Berlin)
- Night And Day (C.Porter)
- New York, New York (J. Kander, F. Ebb)

5. A&B Road – Omaggio Ai Beatles
- Sgt. Peppers' lonely hearts club band (J. Lennon, P. Mc Cartney)
- The long and winding road (J. Lennon, P. Mc Cartney)
- If I feel (J. Lennon, P. Mc Cartney)
- Norwegian wood (J. Lennon, P. Mc Cartney)
- All you need is love (J. Lennon, P. Mc Cartney)
- Help (J. Lennon, P. Mc Cartney)
- Sgt. Peppers' lonely hearts club band (reprise), (J. Lennon, P. Mc Cartney)

6. Canto Libero – Omaggio A Lucio Battisti
- Fiori rosa fiori di pesco (Mogol, L. Battisti)
- Il mio canto libero (Mogol, L. Battisti)
- Con il nastro rosa (Mogol, L. Battisti)

7. A&B G's – Omaggio Ai Bee Gees
- Night fever (B., R., M. Gibb)
- How deep is your love (B., R., M. Gibb)
- Stayin' alive (B., R., M. Gibb)


Diego Saltarella
Filippo Tuccimei
Paolo Bellodi
Alberto Schirò
Andrea Thomas Gambetti



Le note di copertina sono di Paolo Conte (!), e con questo, per citare Totò e Peppino, "…….. ho detto tutto!".

Ascoltare un ensamble di bravi cantanti che si esprimono in libertà giocando con le proprie voci dà un senso di leggerezza e grande divertimento. Questo può essere vero per qualunque disco di canto "a cappella", ma Medley degli Alti & Bassi ha alcune particolarità che ne accrescono il valore.



Prima di tutto è un disco cantato eccezionalmente bene, come del resto ci si poteva aspettare conoscendo questi ragazzi che sono già alla quarta esperienza discografica. Lo spettro dei colori è variegato, e i diversi stili vocali si amalgamano molto bene, oltre a evidenziare un grande gusto nella scelta dei brani in funzione alle peculiarità espressive di ciascun solista.

Punto due: sono molto interessanti anche gli arrangiamenti, tutti di Alberto Schirò che è anche una delle voci del gruppo (West Side Story è firmata insieme a Nando de Luca).

Punto tre: ancora una volta un disco in cui la Musica viene trattata senza pregiudizi, prescindendo da generi, categorie e schemi (sarò ripetitivo, ma…….. i dischi così mi sono sempre piaciuti moltissimo. E che ci posso fare???). Gli A&B, con un sound da swing band ma con le sole voci e nessun altro strumento all'infuori di un tamburello, propongono un repertorio che attinge ai contesti più disparati, ridando vita persino a brani che si sarebbero detti ostici a un trattamento di tipo jazzistico (es Battisti o i Beatles).

Punto quattro: non è pretenzioso dire che gli Alti & Bassi si divertono a evocare alcuni miti del 900 attraverso le musiche che ne hanno fatto da colonna sonora. Io, ad esempio, ascoltando "A&B G's - omaggio ai Bee Gees", non ho potuto evitare nostalgie da "splendido quarantenne" ripensando a certe "merendine al cioccolato che non torneranno più……".

I brani sono delle medley e sono tutti molto belli. Per questo sarei in imbarazzo se dovessi esprimere delle preferenze e ho avuto difficoltà nel dover scegliere solo alcuni sample per questa recensione. Mi si perdoni una considerazione di carattere molto personale (non interesserà a nessuno, ma a me piace raccontarlo): la mia passione per la musica, il mio più grande amore, è nata all'età di cinque anni, quando mi portarono al cinema a vedere Gli Aristogatti. La mia vita è stata segnata (per fortuna!) dalla famosa scena della jam session itinerante, con i gatti che suonano "Everybody wants to be a cat" in street parade sui tetti di Parigi. Premesso questo, non vi dico la commozione quando ho sentito gli Alti & Bassi riproporre proprio questo brano, con lo stesso spirito dei personaggi del cartoon e l'aria di chi si sta divertendo un mondo…..

Medley e i precedenti lavori di questo gruppo sono in vendita on line sul sito http://www.altiebassi.it
Gianni Rubolino per Jazzitalia













Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.851 volte
Data pubblicazione: 09/05/2006

Bookmark and Share


Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti