Jazzitalia - Recensioni - Luca Velottti Quartet: Moonray
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019, edizione del segno delle donne e del piano solo internazionale. Apertura affidata a Linda May Han Oh e poi si continua con Rickie Lee Jones e Brad Mehldau..

Ventisettesima edizione per l'EFG London Jazz Festival, uno dei più importanti festival europei in programma dal 15 al 24 Novembre prossimi con una line up stellare, disseminata fra le principali (e prestigiose) venues della capitale britannica. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RAVERA Leo (piano)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Luca Velottti Quartet
Moonray



LuckyVelox (2015)

1. I'll be seeing you
2. Anita
3. Gee baby ain't I good to you
4. Migalhas de amor
5. Shine
6. Nobody knows you when you're down and out
7. Moonray
8. Jitterbug waltz
9. Sidney & Louis
10. I'm in the mood for love
11. So cool

Luca Velotti - sax, clarinetto
Michele Ariodante - chitarra, voce
Carlo Battisti - batteria
Gerardo Bartoccini - contrabbasso


A volte si parte prevenuti, se oggi non si è eccentrici, innovativi, contaminati, si pensa di non poter essere originali. E invece esistono molti altri aspetti nella musica che la rendono sempre (e comunque) originale: i suoni, le dinamiche, il senso ritmico, la naturalezza espressiva, il fluido sonoro che scorre senza intoppi trasmettendo un'intensità eloquente. Luca Velotti, noto ai più per la sua lunga appartenenza alla band di Paolo Conte, ha da sempre approcciato la musica jazz cosiddetta "traditional" curandone tutti gli aspetti di cui sopra e nel suo ultimo album "Moonray" li concentra circondandosi di musicisti nostrani a loro volta con una lunga e importante esperienza come Michele Ariodante alla chitarra 7 corde e voce, Carlo Battisti alla batteria e Gerardo Bartoccini al contrabbasso.

Con un repertorio che attinge da jazz, blues con inserti di choro e habanera e un'alternanza da parte del leader di sax tenore, soprano e clarinetto l'imprinting sonoro risulta talmente vario da non assuefare mai l'ascolto.

L'apertura è affidata a "I'll be seeing you" (1938), una ballad nella quale l'emissione del sax tenore, controllata in modo egregio, sostiene con continuità l'intero svolgersi del brano senza farlo mai indebolire, seguito poi dal primo dei tre originals, "Anita", con una "cavalcata" del soprano poi doppiato dal clarinetto. Al sempre graffiante "Gee, Baby, Ain't I Good to You" (1929) si contrappone "Migalhas de amor", la grazia di un choro sussurrato dal clarinetto. Ottima scioltezza per "Shine" (1910), uno dei pezzi più suonati dai grandi hero degli anni dixie e poi swing e nel quale vanno sottolineati i soli di chitarra di Ariodante e di clarinetto del leader che poi riprende il soprano per il trascinante blues "Nobody knows you when you're down and out" (1923). Andamento sobriamente swing per la title track "Moonray", e giro canonico di soli del quartet nel fluido "Jitterbug Waltz" (1942, Fatz Waller). "Sidney & Luis" è la dedica di Velotti a due dei suoi miti e nel quale è utilizzato il sax soprano ovviamente in onore di Bechet con un'esposizione del tema che fa subito immaginare l'inconfondibile voce di Armstrong a cantarlo. Chiudono il suadente "I'm in the mood for love" (1935) e il melanconico habanera "So cool" terzo original a firma di Velotti.

Un disco di classe con un repertorio non scontato, una rimarchevole amalgama del quartetto per un più che piacevole ascolto.

Marco Losavio per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/03/2014

Igor Palmieri 5et : "Una serata convincente in cui Palmieri e soci sono riusciti ad attingere a piene mani dal repertorio di Chet Baker ma anche dall'intero ambito cool-jazz dei tempi che furono." (Francesco Favano)

23/10/2010

A Clarinet Affaire (Velotti D'Amato)- Marco Buttafuoco

18/05/2010

Bye Bye Lazybird (Gerardo Bartoccini) - Alceste Ayroldi

19/10/2009

Non solo parole confuse (Tiziana Bacchetta) - Alceste Ayroldi

12/01/2009

The silver lining (Marco Ferri)

28/12/2008

The Magic Sound of Joe Venuti & Eddie Lang (Lino Patruno & His Blue Four)

02/11/2008

Listen...Silent (Lee Konitz)

04/02/2006

Some Like It Hot In Rome (Luca Velotti)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 664 volte
Data pubblicazione: 15/05/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti