Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


WD 123 - Wide Sound 2003
Realizzazione grafica: Oiko Design
Foto di Salvatore Pastore
Design di Anna M. Gioja

Aldo Vigorito
Napolitanìa

1) Baires – 9:18
2) Que te pasa – 7:38

3) Prologue – 1:17
4) Napolitanìa – 8:32

5) Ribeira – 7:08
6) Weird tale – 12:02

7) Guapparìa – 9:03
8) SA/NA – 7:14

Tutti i brani sono stati composti da Aldo Vigorito
eccetto “Guapparia” (Bovio, Falvo)

Aldo Vigorito contrabbasso
Stefano “Cocco” Cantini
sax soprano
Francesco Nastro
piano
Peppe La Pusata
batteria


via L. Fioravanti 26
64020 Nepezzano (TE)
Tel./Fax 0861.558611
email:
info@widesound.it

"Resta per me un mistero il processo creativo che regola una composizione: l'improvviso sbocciare di un idea, il suo lento ed inesorabile sviluppo…a volte sembra che, quasi per magia, sia la musica stessa a guidarti in territori che nascono da urgenze interiori. Napolitanìa è nato così: volevo un qualcosa che avesse il profumo del mare, che risuonasse di melodie dense di quella ricchezza tipica delle città di mare, e del magma umano che le compongono. Che si tratti di Buenos Aires o Napoli, la mia Salerno, Oporto o l'immaginaria Innsmouth, le città a cui i titoli fanno riferimento, non ha nemmeno tanta importanza. In fondo il mare è uno spazio senza fine, un'apertura verso il mondo sconosciuto e misterioso, una sorta di disposizione mentale per cui si è sempre pronti a navigare ed accogliere tutto quello che s'incontra sulla propria rotta…".

Queste le parole con cui Aldo Vigorito, contrabbassista e compositore d'origine salernitana illustra il senso del suo ultimo disco; il secondo da solista dopo Do it (Ariston). Napolitanìa è un'opera interamente strumentale, ma pensata in un'ottica melodica e quasi nell'intento di realizzare un ponte immaginario tra la tradizione del jazz americano, tradizione cui è in parte ispirata la bellissima Weird Tale, e le atmosfere mediterranee particolarmente presenti in Napolitanìa; il brano che dà il titolo all'album. Un disco in cui le diversissime ispirazioni trovano tutte un loro dimensione; quasi a realizzare un'armonia di suggestioni dissonanti. Gli struggenti ed intensi chorus di Baires, gli specials di Francesco Nastro (piano) e Stefano "Cocco" Cantini in Que te pasa e l'intro di Ribeira lasciato alla creatività del batterista Peppe La Pusata arricchiscono gli splendidi ed articolati temi composti da Aldo Vigorito che è autore di tutti i brani ad eccezione di Guapparìa. Napolitanìa è un album dedicato a chi desidera emozioni vere; quelle emozioni, dalla malinconia alla gioia, che appartengono a tutti e che Aldo Vigorito ha saputo abilmente tradurre in musica.
Massimiliano Cerreto







Articoli correlati:
15/08/2016

Rag Trio (Giovanni Scasciamacchia)- Niccolò Lucarelli

05/01/2015

Hope (Giovanni Scasciamacchia Trio with Fabrizio Bosso)- Alessandra Monaco

12/05/2013

Carla Marciano e il suo Quartetto : "Carla Marciano è una delle più notevoli artiste del jazz contemporaneo nostrano, orgoglio femminile al sax in Italia e all'estero dotata di fraseggi articolati, passionali e che danno vita a notevoli immagini sonore variegate." (Francesco Favano)

07/04/2013

Il Viaggio di Sindbad (Giuliana Soscia & Pino Jodice Quartet)- Gianni Montano

06/09/2009

Ispani Jazz 2009, "Una coraggiosa svolta internazionale" con Bob Mintzer, John Abercrombie, Flavio Boltro: "La macchina organizzativa dell'Ispani Jazz Festival ha rivelato, in questa settima edizione 2009, una concreta ed encomiabile evoluzione che, tanto nella coraggiosa, quanto interessante svolta internazionale, ha riscosso un palpabile gradimento dei numerosi appassionati accorsi." (Francesco Peluso)

06/06/2009

Orfeu Negro (Effetto Musica Ensemble Incontra Claudia Marss)

27/09/2008

Cantabile (Trio di Salerno)

10/08/2008

Jazz in Parco XI Edizione "Oltre il Jazz": "Allargare gli orizzonti, spingere un po' più in là il confine costituito dalla consuetudine e della tradizione. Andare un passo oltre il Jazz più tradizionale nei colori e nel linguaggio, mantenendo però un altissimo livello musicale, di spettacolo e di arte...." (Luigi Spera)

23/02/2008

Change of Mood (Carla Marciano Quartet)

23/12/2007

Palavras de Amor (Effetto Musica Ensemble e Claudia Marss)

11/08/2007

Nella Tana del Coniglio (Giuseppe Onofrietti Trio)

26/02/2007

European Jazz Expò, International Talent Showcase a Cagliari: "Antonello Salis con la sua musica, la magia delle note che scorrono dalle sue mani al pianoforte, ha di nuovo incantato gli spettatori...La salita, come al solito, silenziosa sul palco e subito a sfiorare, schiacciare, percuotere, i tasti bianchi e neri..." (Enzo Saba)

04/12/2006

All the Way (Francesca Leone)

22/08/2006

Smile Again (Miles Griffith & Tony Pancella Trio/Quartet)

01/11/2005

I concerti di Viggiano 2005: Aula, Vigorito e Zambrini con intervista, Zegna, Marcotulli, Bonvini, Giammarco e l'Orchestra Laboratorio diretta da Mario Raja... (Francesco Peluso)

04/01/2004

Intervista a Aldo Vigorito: "Sono uno con le orecchie molto aperte; un musicista che desidera ancora imparare da ciò che mi circonda...In me convivono molte anime; non amo la staticità. ". (Massimiliano Cerreto)





Video:
Quisisana Jazz Events 2010 Part2.mov
Quisisana JAZZ Events 2010 - Direzione Artistica Peppe De RosaPeppe De Rosa GroupGerardo Di Lella Bigband guest star Bob Mintzer (leader degli yellow ...
inserito il 13/10/2010  da totoderosafilmmaker - visualizzazioni: 3944


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 8.754 volte
Data pubblicazione: 28/12/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti