Jazzitalia - Dagnino - Haslam - Pastor - Waterman: Narcète
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Max Ionata Three One per la rassegna Boogie Jazz Season presso il BOOGIE CLUB di Roma.

Per i dieci Anni di Milleunanota arriva la cantante brasiliana Rosàlia De Souza.

Dolomiti Ski Jazz 2019. 22° Edizione, dal 9 al 17 marzo 2019: concerti su misura per… sciatori. Il Dolomiti Ski Jazz è un incrocio di passioni: quelle per gli sport invernali, per la black music, per la natura alpina.

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

"Musicista Italiano dell'anno" e "Disco Italiano dell'anno" per Franco D'Andrea al Top Jazz 2018.

Marilena Paradisi & Kirk Lightsey in concerto a Roma presso l'Auditorium Parco della Musica.

Susanna Stivali in "Caro Chico" (omaggio a Chico Buarque de Hollanda) all'Auditorium Parco della Musica di Roma.

Un duo particolare per Notti di Stelle Winter: Enrico Rava e Danilo Rea per la Camerata Musicale Barese.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Dagnino - Haslam - Pastor - Waterman
Narcète



Slam (2012)

Chant I/II/III/IV/V/VI/VII/VIII/IX/X

Erika Dagnino - poetry, voice
Stefano Pastor - violin, double bass
Steve Waterman - trumpet
George Haslam - baritone sax, tarogato




Nel luglio del 2011 Stefano Pastor ha suonato in diverse situazioni con un gruppo di musicisti a cui è particolarmente legato per affinità estetiche, per uno stesso modo di intendere la musica, oltre che da un rapporto di amicizia consolidato negli anni. Con una parte di questi artisti lo ritroviamo in questo "Narcète", inciso a Campoligure, prima della partenza per il festival di Clusone. Rispetto al sestetto che si è esibito nel comune del bergamasco, mancano Ken Filliano e Silvia Bolognesi, il doppio contrabbasso, mentre sono presenti tutti gli altri membri della formazione. A fornire un aspetto particolarmente inconsueto al disco è la presenza di Erika Dagnino, autrice delle poesie e voce del gruppo. Siamo di fronte, cioè, al connubio jazz & poetry. I testi dell'autrice genovese sono impregnati nel simbolismo con immagini spiazzate e stranianti, in un racconto teso, frutto di una ricerca accurata anche di accorgimenti fonetici, che scava a fondo nella corporeità dell'inconscio con rimandi colti a personaggi della mitologia e agganci a neologismi di uso comune (tipo: privacy). Ci sono immagini particolarmente felici come "Le riunioni degli uomini sono illusioni di simposi, all'ultima moda, per non imparare a morire", "l'amore è un annegato con le dita da martire..." La poetessa privilegia un modo di porgere le parole secco e tagliente. E' un flusso verbale uniforme, dove le dinamiche espressive sono pressoché scartate. E' una scelta di campo. Non è un'attrice e non ambisce a questo ruolo. Lancia il suo messaggio, i suoi versi attraverso una lettura partecipata emotivamente, ma impersonale nel tono. Malgrado questo, la parola diventa autentico elemento musicale, senza pretendere di esserlo a priori. E' stata indovinata, poi, l'opzione per la lingua inglese, Nella performance di Clusone l'italiano aveva costituito un freno, un limite alla sequenza verbale, rendendola meno efficace in rapporto all'improvvisazione dei partners.

Accanto alla Dagnino opera Stefano Pastor, autentico regista della parte musicale. Il violinista, quasi sempre, lascia l'iniziativa ai due fiati e poi si insinua per inserire un carattere significativo, una giunta timbrica eloquente e di rilievo con il suo strumento acustico o elettricamente modificato. In un "Chant" si esibisce anche al contrabbasso con un contributo decisamente jazzistico, pieno di swing al 100%.

Steven Waterman è una vera sorpresa. La sua tromba vivaldiana, aperta e squillante, girovaga all'interno delle composizioni istantanee aggiungendo un tono classico, ma antitradizionale, in un contesto peraltro affatto libero.

George Haslam è il solito complemento ideale sul registro grave per questo tipo di performances. La sua voce pesante e "sporca", di chi ha una pratica improvvisativa di così lunga data, si unisce magnificamente alla brillantezza dell'ottone, agli effetti speciali del violino distorto e irrequieto e allo "spoken word" della Dagnino.  Si ascolta tanto blues in questo disco. E' un blues sotterraneo, serpeggiante, non esplicito, arcaico nelle intenzioni, attuale nella forma e nella sostanza.

"Narcète", in conclusione, è un cd di jazz contemporaneo con poesia inclusa, che conferma la volontà di Stefano Pastor & soci di cercare ogni volta situazioni inedite per mettersi alla prova. Anche in questo caso i risultati sono molto confortanti.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
03/01/2016

Sides (Erika Dagnino Trio)- Gianni Montano

01/05/2012

Per Kelli Fini Que Ki Contene (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Andrea Gaggero

22/10/2011

Once Upon A Time In Argentina (George Haslam)- Gianni Montano

03/07/2011

North South Dial (Stefano Pastor - Ari Poutiainen)- Gianni Montano

26/02/2011

A Cuàntas Paradas De Aqui’? (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Gianni Montano

24/12/2010

Freedom - Bows (Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

01/02/2010

Live at Tortona (Borah Bergman-Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

05/09/2009

Chants (Stefano Pastor) - Marco Buttafuoco

07/04/2009

Baudrillard Est Mort (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna )

16/03/2008

Uncrying Sky (Stefano Pastor)

03/02/2008

Cuban Meltdown (George Haslam with Bobby Carcasses)

23/12/2007

Cycles (Stefano Pastor e Erika Dagnino)

02/06/2006

Transmutations (Stefano Pastor Quartet)

19/07/2005

Una Notte in Italia (Stefano Pastor)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.742 volte
Data pubblicazione: 17/02/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti