Jazzitalia - Beppe Aliprandi Jazz Accademy New 4tet: Natura Morta Con Flauto
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ventisettesima Edizione per l'EFG London Jazz Festival, unanimemente riconosciuto come uno degli eventi più sfavillanti all'interno dell'offerta culturale della capitale inglese.

Sessantesimo anniversario del Bologna Jazz Festival, sui palchi e nei club anche di Modena e Ferrara, con un ricco programma e molti eventi didattici, culturali .

Chick Corea, John Scofield, Joe Lovano, Enrico Rava, Pat Martino tra i nomi di spicco del Padova Jazz Festival che si terrà dal 13 ottobre al 24 novembre.

Esce il 19 ottobre "La Fenice", registrazione del concerto che Keith Jarrett ha tenuto a Venezia nel luglio 2006.

Robert Vignola da Trivigno a Hollywood e ritorno con la musica di Zerorchestra: l'anteprima mondiale di "Beauty's Worth" è stato un autentico trionfo..

Brda Contemporary Music Festival: festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua ottava edizione tornare a Smartno, con la dir. artistica di Zlatko Kaučič.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
Beppe Aliprandi Jazz Accademy New 4tet
Natura Morta Con Flauto



Ultra Sound Records (2010)

1. I walked Bud
2. Limone e panna
3. Natura morta con flauto
4. Forsizia
5. XYZ
6. Thelonious hat
7. Very very blue
8. Blucobalto
9. Davito

Beppe Aliprandi - sax contralto, sax tenore, flauto
Francesco Pinetti - vibrafono
Yuri Goloubev - contrabbasso
Marco Zanoli - batteria



Via Cascina Sparapina, 2
27011 Belgioioso Pavia

email:
info@ultrasoundrecords.it


Ultimo lavoro discografico per il sassofonista e flautista Beppe Aliprandi e la sua Jazz Academy, una formazione notevole e spesso rinnovata negli anni ma sempre composta da strumentisti di sicuro spessore e valore artistico. E' questo il caso anche di "Natura Morta Con Flauto", ove assieme al front man vi sono tre eccellenti performers come Francesco Pinetti (vibrafono), Yuri Goloubev (contrabbasso) e Marco Zanoli (batteria).

La band propone due cover, reinterpretate con notevole autenticità e freschezza armonica, e sette brani originali scritti ed eseguiti secondo uno stile filologico tipico dell'hard bop - di cui Aliprandi è ampiamente veterano, sebbene siano evidenti le sue aperture al free – unito ad un interplay flessibile e apparentemente slacciato.

I frequenti contrappunti e le melodie sottili presentano un disegno armonicamente articolato, modulato in linee profonde dal lato improvvisativo. Le scritture, per la loro godibilità estetica, appaiono originali e ben disegnate, imperscrutabili in superficie ma perfettamente distinguibili se osservate attraverso le coloriture brillanti dei singoli strumentisti, tendenzialmente immaginative ed ampie dal lato emozionale.

Diversi i riferimenti artistici, come spiega lo stesso band leader nelle note di copertina, tra i quali spicca in primis il fraseggio irregolare e frastagliato di Thelonious Monk, il suo sense of humour e l'eccentrica brilliance che lo collocarono ai margini di tutte le correnti stilistiche per quel sardonico, imprendibile, ingegnoso ed instabile pianismo. L'interpretazione dei temi del caposcuola di Rocky Mountain richiede un approccio tematico, e pochi solisti riescono davvero a tanto. Abbiamo la sensazione che Aliprandi ne abbia la forza perentoria e che il suo solismo ne ampli gli accenti nelle visioni armoniche di Don Cherry, Eric Dolphy, Ornette Coleman, ma anche di Fats Walzer e Cal Tjader, come del resto egli stesso sembra riconoscere.

Due sole le riletture: la prima è "In Walked Bud " di Monk stesso, interpretata senza snaturare il tema originale ma ricostruendo la ritmica seguendo tempi composti in una sequenza differente dal 4/4 classico con cui è stata composta originalmente. E' il sound l'elemento più innovativo che viene proposto, manipolato con colorazioni del tutto nuove e affascinanti: il vibrafono sostituisce con degna souplesse le sonorità del pianoforte, il contrabbasso mantiene il controllo sull'interplay con tecnicismi di grande virtuosismo.

La seconda cover è "Davito" di Cal Tjader, eseguita con una verve accesa e luminosa in cui il flauto riesce a dar senso ad un'esecuzione distinta da una gradevole alchimia.

In quasi tutti i brani è il contrabbasso di Yuri Goloubev ad essere l'elemento preponderante e dinamico, dimostrando una grande precisione ed una tecnica solida sia nel pizzicato che con l'archetto, con particolare riferimento al brano "Limone e Panna" dove si alternano un tema più concreto ed essenzialmente hard bop ad uno molto più free e cromaticamente rarefatto, dove egli interpreta il momento di quiete con limature di archetto davvero intense.

Molto interessante il tema del brano "Natura morta con flauto" in cui l'immagine dominante, come bene consiglia il titolo, è composta da punti di luce e cromatismi statici. Sotto la scorza cupa e scura del contrabbasso si agita il sassofono di Aliprandi, si dimena fra balzi timbrici di ampia flessuosità che scaturiscono in un finale emozionante colorato con le tempere più chiare del sax tenore.

Prova convincente questa dell'Academy, anche se resta la sensazione che dal lato estetico ci si possa attendere una finezza ancor più stimolante.

Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante per Jazzitalia







Articoli correlati:
26/08/2018

Haiku Time (Claudio Fasoli Samadhi 5tet)- Alceste Ayroldi

02/05/2016

Reverie at Schloss Elmau (Simcock & Goloubev Duo Art)- Enzo Fugaldi

22/02/2016

Play (Michele Di Toro Trio)- Niccolò Lucarelli

05/01/2015

Elements (Seven Steps Quintet)- Gianni Montano

28/09/2014

Insight (Maciek Pysz Trio)- Gianni Montano

06/07/2014

Standpoint (Just Music Trio)- Francesco Favano

08/06/2013

Quattro chiacchiere con...Gianna Montecalvo: "...voglio tornare a salire sul palco in maniera più incisiva per dire: "ci sono anche io"." (Alceste Ayroldi)

07/04/2013

Titanic For A Bike (Yuri Goloubev)- Francesco Favano

20/01/2013

Secret World (Marco Gamba Quintet)- Gianni Montano

08/04/2012

A Life Behind (Cromax)- Andrea Gaggero

08/04/2012

Balkan Bop (Markelian Kapedani Trio)- Gianni Montano

06/11/2011

Res Nova (Mattia Cigalini) - Alceste Ayroldi

27/09/2011

Lyrics (T.R.E. Tri Razional Eccentrico)- Gianni Montano

08/05/2011

Reflections (Claudio Fasoli Emerald Quartet) - Alceste Ayroldi

06/02/2011

...some Portraits (Carlo Morena Trio)- Gianni Montano

06/02/2011

Blues Vignette (Gwilym Simcock)- Gianni Montano

23/10/2010

Elè (Fabio Zambelli Trio)- Alessandro Carabelli

08/12/2009

Vocifero vol.2 – Composizioni (Stefano Risso) - Giuseppe Mavilla

29/11/2009

Live in China (Gruppo Q)- Rossella Del Grande

25/08/2009

Viaggio (T.R.E (Tri Razional Eccentrico))- Elio Marracci

12/01/2009

Mulini a vento (Bottos/Goloubev/Colussi)

24/11/2008

A French Man in New York (Kekko Fornarelli)

14/08/2008

Dallo swing al funk per la 6° edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival 2008 con l'intensità di Kekko Fornarelli insieme a Rosario Giuliani, la tranquilla andatura dei Manhattan Transfer, la scherzosa (e sacra...) musica di Lino Patruno e l'incendiaria forza di Marcus Miller: 4 serate all'insegna della musica di qualità con un pubblico che ha sempre riempito la piazza della Reale Basilica di Capurso. (Marco Losavio)

18/05/2008

Presents... (SGS Group, Inc.)

17/03/2008

Vocifero vol. 1 - Canzoni (Stefano Risso)

16/03/2008

Way Out (Europe Connection)

27/12/2007

Private Tales (Zara - Goloubev - Zanoli)

27/12/2007

Promenade (Claudio Fasoli Emerald Quartet)

01/11/2007

Il passo del gatto (Michele Di Toro)

16/06/2007

Unquiet Serenade (Carlo Nicita / Rosario di Rosa Sextet)

03/08/2006

Enrico Pieranunzi e Yuri Goloubev Duo: "Il concerto è stato indubbiamente piacevole e intenso, soprattutto grazie alla percepibile, perfetta integrazione sviluppata da Pieranunzi tra gli aspetti consci e inconsci del modo di improvvisare." (Bruno Gianquintieri)

19/03/2006

Passaggi (T.R.E. (Tri Razional Eccentrico))







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.431 volte
Data pubblicazione: 07/02/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti