Jazzitalia - Emanuele Passerini, G. M. Bruno Belloni: New Standard Jazz Duo
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

UltraSound – 2009
Emanuele Passerini, G. M. Bruno Belloni
New Standard Jazz Duo


1. Bar triste
2. Laura
3. Adagio in si bemolle
4. Andante cantabile
5. Three to get ready
6. Almeno tu nell'universo
7. Autumn Leaves
8. Intermezzo
9. Moon River
10. Walzheimer
11. Paul & Hank
12. Wolfgang
13. Big Band
14. Over the rainbow
15. Improvisation

Emanuele Passerini - Tenor and soprano saxophones
Galag Massimiliano Bruno Belloni - Piano





Via Cascina Sparapina, 2
27011 Belgioioso Pavia

email:
info@ultrasoundrecords.it


La formazione in duo – pianoforte e sassofono – pur avendo avuto esempi luminosi nella storia del jazz, ha mantenuto tutto sommato un carattere eccezionale ed episodico, spesso legato ad incontri estemporanei, e che solo in pochi casi si è sviluppata in forme di collaborazione stabili e continuative.  Tra le poche eccezioni vanno ricordati almeno il duo di Steve Lacy e Mal Waldron, ed in chiave più "mainstream" i bellissimi album di fine carriera incisi da Art Pepper con George Cables, nonché – solo pochi anni fa - la collaborazione tra il pianista Martial Solal ed il grande Johnny Griffin.

L'album in questione si inserisce perfettamente in questo ambito specifico, e l'ascolto del disco conferma l'impressione di una ricerca tutt'altro che episodica, visto l'affiatamento e l'interplay mostrato dai protagonisti al loro debutto discografico. Il repertorio va a ripescare standard famosi, non solo della tradizione jazzistica americana come "Laura", "Over the rainbow" o "Moon River", ma anche nuovi standard come "Almeno Tu Nell'universo", resa difficilmente riconoscibile tra le pieghe di un arrangiamento davvero inusuale. Analogo trattamento viene riservato all'eterna "Autumn Leaves"- identificabile al primo ascolto solo dall'orecchio più smaliziato.

Grazie alla penna di Galag Massimiliano Bruno Belloni, il duo si diverte infatti a riscrivere, stravolgere o citare con ironia pezzi della tradizione classica e testi sacri del jazz, come in "Waltzheimer", giocosa parafrasi - con amnesie – della mitica "Waltz for Debbie" di Bill Evans.

Comunque è nella interpretazione degli standard che il duo da il meglio di sé, in particolare in "Laura", dove il sax tenore ripercorre con sensibilità gli accenti scuri e virili di Don Byas, ed in "Moon River", forse il pezzo più riuscito, nel quale spiccano le qualità eccellenti del pianoforte di Galag M. B. Belloni, ed il soprano sognante di Emanuele Passerini si lascia andare ad un lungo bellissimo assolo sulle tracce di Coltrane.

Anche se probabilmente una maggior capacità di sintesi avrebbe giovato al risultato finale - personalmente restiamo dell'avviso che i 45 minuti scarsi dei vecchi ellepì possano essere ancora l'estensione ideale per una prova discografica - ci troviamo di fronte ad un album ben calibrato, ricco di atmosfere sognanti, che cattura pian piano ad ogni successivo ascolto; perfetto sottofondo per un brumoso pomeriggio autunnale davanti ad un thè caldo.

Roberto Biasco per Jazzitalia
 







Articoli correlati:
22/02/2016

The Well-Tempered Duo: Bach Project (Painting Jazz Duo)- Niccolò Lucarelli

07/01/2014

Talk And Fly (Painting Jazz Duo)- Francesco Favano







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.093 volte
Data pubblicazione: 06/01/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti