Jazzitalia - Recensioni - Dino Betti van der Noot: Notes are but wind
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Paolo di Sabatino con Dominique Di Piazza e Damien Schmitt, Dado Moroni con Peter Erskine ed Eddie Gomez e i francesi Dam'n'Co per la 16ma edizione di Jazz & Vento a Cortale.

Il Peperoncino Jazz Festival diventa maggiorenne. Apre il sipario Steve Gadd.

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Otto concerti internazionali gratuiti nello splendido scenario della piazza Cattedrale sotto il tema "La fisarmonica nel jazz" per la diciannovesima edizione del Beat Onto Jazz Festival..

Riflettori accesi sul Montreux Jazz Festival: un programma da capogiro che coinvolge anche le altre due sedi, un programma vario, variopinto che tiene a mente solo una cosa, la buona musica..

Bari in Jazz: Caetano Veloso, Francesco De Gregori, Paolo Fresu, Andrea Motis, Michel Godard, Redi Hasa, Aziza Brahim, Daniele di Bonaventura, Daniele Sepe, Amaro Freitas, Lucia Carvalho e molti altri per uno degli eventi più attesi dell'estate pugliese .

XI edizione del CEMM Summer Camp aperto a tutti i musicisti professionisti e amatori, iscritti a scuole di musica, istituti musicali e Conservatori all'interno delle prestigiose Fattorie di Celli.

BariJazz: il 22 luglio annunciato a Fasano Caetano Veloso, ultima data del tour italiano.

Cinquant'anni di ECM, al Teatro la Fenice un evento speciale con i tre concerti di Anouar Brahem, Egberto Gismonti, Enrico Rava. .

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Marsicovetere Jazz Contest 2019 - ad agosto il contest riservato a giovani musicisti italiani, gruppi e solisti, di età inferiore a 35 anni.

Furto di Sax alla collezione privata del Maestro Berni. Trafugato anche un Selmer appartenuto a Sonny Rollins.

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Dino Betti van der Noot
Notes are but wind



Stradivarius (2015)

1. Notes Are But Wind
2. Memories from a Silent Nebula
3. In the Deep Bosom of the Ocean
4. Midwinter Sunshine
5. The Rest Is Music (dedicated to Giorgio Gaslini)

Gianpiero Lo Bello, Alberto Mandarini, Daniele Moretto, Alberto Capra - tromba, flicorno
Luca Begonia, Stefano Calcagno, Enrico Allavena - trombone
Gianfranco Marchesi - trombone basso
Sandro Cerino - dizi, flauti, didjeridoo, sax alto, clarinetto basso
Giulio Visibelli - sax soprano e tenore, flauti
Francesco Bianchi - clarinetto, sax alto
Claudio Tripoli - flauto, sax tenore
Gilberto Tarocco - clarinetti, flauto alto, sax baritono
Emanuele Parrini - violino
Luca Gusella - vibrafono
Vincenzo Zitello - arpa
Nicola Cattaneo - tastiere
Gianluca Alberti - basso elettrico
Stefano Bertoli, Tiziano Tononi - batteria, percussioni
Dino Betti Van Der Noot - direzione


Con una cadenza regolare, ogni biennio, dal 2009 in poi, Dino Betti esce con un nuovo lavoro discografico e immancabilmente ci sorprende e conquista con la sua musica multiforme e multicolore. Il titolo del disco, Notes are but wind, riprende una frase di Shakespeare adeguatamente modificata. Nell'originale: le parole non sono che aria, qui le note…Non è una novità assoluta. Anche il precedente album utilizzava una citazione dalla Tempesta dello scrittore inglese: "The stuff dreams are made on", " siamo fatti della stessa materia dei sogni"…

Il disco è composto da cinque tracce. Due sono già state registrate in "They cannot know", opera premiatissima, datata 1987. Il compositore milanese, cioè, va avanti in perfetta continuità con quanto prodotto fino ad oggi. Anche la big band, forte di una ventina di elementi, vede la conferma di tanti effettivi. Non ci sono le cantanti, però, presenti nelle ultime incisioni. Le composizioni non prevedono la loro partecipazione. Manca Alberto Tacchini, un punto fermo nell'orchestra sino a poco tempo fa. Niccolò Cattaneo, a quel punto, oltre che delle tastiere elettroniche, viene ad occuparsi pure del pianoforte. Il nucleo di base, il nocciolo duro della band è stabile, unito e risponde nel migliore dei modi agli stimoli per far lievitare le idee, le folgorazioni, i colpi di genio del leader. Betti procede incrociando percorsi differenti e trova equilibri complicati in questo coacervo di spunti contrastanti. Il basso elettrico e le tastiere, con l'aggiunta di qualche altro strumento, spargono note e accordi ventosi, aerei per dar luogo ad introduzioni indefinite e sospese. Il tema è di solito enunciato dalla sezione-fiati in unisoni corposi e dinamicamente mossi, in crescendo dall'inizio al prosieguo del brano. Gli assoli germogliano da questo humus fertile, sgomitano e si fanno strada per venire fuori e gettare nuova luce sul carattere dei vari pezzi. In secondo piano le percussioni sottolineano una base jazz rock, più rock che jazz in verità, pulsante e (ir)regolare, con qualche accento africano trasferito sulle rive del Tamigi.
Non sempre suonano tutti contemporaneamente. A parti comuni, in cui l'orchestra dispiega la sua compattezza, il suo spessore, succedono intermezzi dedicati a pochi protagonisti, in un'alternanza virtuosa di pieni e di vuoti. L'ascolto, comunque, viste le premesse, non è per niente impegnativo. La musica scorre miracolosamente fluida e senza interferenze, risultando gradevole e intellettuale (nel senso migliore del termine)

Fra i musicisti arruolati per la registrazione, occorre almeno ricordare Gianluca Alberti che con il suo basso connota il timbro complessivo dell'ensemble. Fra i solisti, Mandarini è lirico e trascinante al tempo stesso. Parrini strapazza il suo violino con un archetto battente, per realizzare interventi graffianti e discorsivi. Visibelli si lascia andare in un assolo turbinoso, quasi a rivelare la facoltà di forzare il suo temperamento solitamente mite, meno aggressivo, per questa occasione.

Dino Betti, da parte sua, si gratifica parecchio nel dirigere un gruppo così omogeneo e disponibile, addirittura entusiasta nell'eseguire le partiture scelte. Il risultato finale premia il lavoro attento e scrupoloso del leader e lo spirito di collaborazione mostrato dagli orchestrali.

C'è solo da aggiungere, per concludere, che "Notes are but wind" ha stravinto nel referendum di Musica jazz come miglior disco del 2015. Ci sarà un motivo?

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
27/05/2018

Narrafantasmi (Quartetto 19)- Gianni Montano

27/05/2018

Exwide - Live (Dinamitri Jazz Folklore)- Lavinia Testi

07/01/2018

Ancestral Ritual (Odwalla e Baba Sissoko)- Gianni Montano

18/12/2017

Où sont les notes d’antan? (Dino Betti van der Noot)- Alceste Ayroldi

12/03/2017

Tiresia (Enten Eller)- Gianni Montano

26/12/2016

Dedications (Tito Mangialajo Rantzer Quartet)- Gianni Montano

11/09/2016

Undici Cormorani (I Maestri Invisibili)- Gianni Montano

27/12/2015

Claudio Angeleri Quintet - Ellingtones: "Si sono apprezzate una notevole abilità di scrittura del leader, autore di temi estremamente variati e armonicamente ricchi..." (Andrea Gaggero)

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

01/03/2015

Gigiabbo (Claudio Bianzino 4et feat. Alberto Mandarini)- Alessandra Monaco

28/09/2014

Ankara Live (Odwalla)- Alessandra Monaco

08/06/2014

Young Jazz Festival 14: "Dieci anni di Young Jazz a Foligno, celebrati con un'edizione densa di appuntamenti, che ha puntato a valorizzare il centro storico della cittadina umbra con una serie di momenti musicali di notevole spessore." (Vincenzo Fugaldi)

11/05/2014

Dinamitri Jazz Folkore : "...profumo di una ritualità primordiale in cui l'essere e la natura, le ritmiche africane, quelle delle cultura tuareg, e il blues e il jazz si intrecciano tessendo una straordinaria rete sonora." (Nina Molica Franco)

06/01/2014

ParmaJazz Frontiere 2013 - Ia Parte: "Tim Berne' Snakeoil Quartet, Jim Black Trio, Slanting Dots, Ricardo Costa, Ruvido Insieme, Artijoke, Luca Savazzi Trio e Alessia Galeotti, Emanuele Parrini" (M. Buttafuoco, N. Molica Franco)

29/12/2013

Shibui (Enrico Fazio Critical Mass)- Gianni Montano

25/11/2013

Filastorta e altri racconti (Fabio Brignoli Trio)- Francesco Favano

02/11/2013

Intervista a Dino Betti van der Noot: "...se tu prendi un talento e lo fai tuffare in un contesto completamente differente da quello in cui nuota ogni giorno, questo talento si scatenerà su strade nuove." (Gianni Montano)

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

08/09/2013

Slight Imperfection (Paolo Botti Quartet with Betty Gilmore)- Marco Buttafuoco

17/06/2013

La Società Delle Maschere (Dinamitri Jazz Folklore)- Gianni Montano

20/05/2013

1/2 A Dozen (Norbert Dalsass)- Francesco Favano

18/03/2013

More Music (Massimiliano Rolff Unit Five)- Francesco Favano

22/12/2012

Black Ol' Blues (Black Hole Quartet) - Francesco Favano

30/11/2012

E(x)stinzione (Enten Eller Orkestra)- Gianni Montano

13/05/2012

"Massimo Barbiero e soci confermano che le buone idee possono trovare gambe per marciare quando a sostenerle sono la passione e la capacità di organizzare e coordinare i vari eventi, anche in tempi di "vacche magre" come questi." (Gianni Montano)

01/05/2012

Per Kelli Fini Que Ki Contene (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Andrea Gaggero

18/03/2012

Figli (Tiziana Ghiglioni)- Enzo Fugaldi

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

24/12/2011

Isis (Odwalla)- Gianni Montano

11/12/2011

September's New Moon (Dino Betti Van Der Noot)- Gianni Montano

20/11/2011

4 Friends (Zanolini, Bianchi, Visibelli, Ricci)- Alessandro Carabelli

08/05/2011

Trio B&A (Roger Rota) - Daniele Camerlengo

26/02/2011

A Cuàntas Paradas De Aqui’? (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Gianni Montano

27/11/2010

Mingus in Strings Vol. 1 (Musikorchestra di Luca Garlaschelli)- Rossella Del Grande

27/08/2010

In the Mean Time (Marco Detto)- Alessandro Carabelli

23/08/2010

Double Red Street (Luca Garro)- Alessandro Carabelli

01/08/2010

Unit five in "Genoa Original Jazz Night" a Sestri Jazz 2010: "Non ci sono intenzioni particolari di ricerca, di contaminazione di stili, di agganci con qualche eco folk o etnico. Il quintetto conosce bene la materia, cioè la tradizione, e la propone in maniera appassionata e convinta." (Gianni B. Montano)

12/06/2010

Dance your way to heaven (Martha J. - Francesco Chebat)- Elio Marracci

06/06/2010

Non Sono io (Musiche di Luigi Tenco) (Tiziana Ghiglioni)- Gianni B. Montano

06/03/2010

Promenade (Francesco Chebat, Gianni Satta)- Elio Marracci

06/01/2010

"E Se Domani" – The Carlo Alberto Rossi Songbook (Verona Improvisers Jazz Orchestra) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

22/11/2009

God Save the Earth (Dino Betti van der Noot)- Enzo Fugaldi

06/06/2009

Between (Jazz Fantasy)

11/04/2009

Black Hole Quartet (Black Hole Quartet )

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

07/04/2009

Baudrillard Est Mort (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna )

08/03/2009

Sunday Afternoon (Andrea Dulbecco Trio )

09/02/2009

TotoCorde (Alberto Mandarini / Daniele Tione)

08/09/2008

That's it (Martha J.)

13/07/2008

VIa Maestra (Giulio Visibelli)

16/03/2008

The Humming Cloud (Dino Betti van der Noot)

29/02/2008

Roberto Bonati e i Sacred Concerts di Ellington a Parmafrontiere: "...il vasto ensemble, nel suo complesso, ha fatto sentire quel mix indicibile di spiritualità e sensualità, quel superamento della scissione fra arte e vita, fra danza e preghiera, fra religione e quotidianità proprio dell' arte africana prima e afro americana poi." (Marco Buttafuoco)

07/08/2007

Invenzioni a più voci (Claudio Angeleri)

15/07/2007

Intervista a Daniela Panetta e Sandro Cerino in occasione della presentazione del loro album "Ampio Respiro", Un progetto singolare e notevole, che merita certamente attenzione da parte del pubblico e della critica. (Eva Simontacchi)

26/05/2007

Intervista e recensione del concerto dei "Quadrivision", ovvero Marco Ricci, Massimo Manzi, Alberto Mandarini e Roberto Cecchetto. Un nuovo progetto nato principalmente attraverso un rapporto di amicizia e stima reciproca e che mira alla ricerca di un suono amalgamanto ma costituito da elementi individuali chiaramenti distinguibili. (Eva SImontacchi)

25/02/2007

Love Songs (Alberto Mandarini/Phoebus Quartet + Strings)

19/12/2006

Ampio Respiro (Daniela Panetta, Sandro Cerino)





Video:
One Lip 4tet - The Call (Guido Mazzon)
Guido Mazzon - Tromba, Nicola Cattaneo - Chitarra, Franco Cortellessa - Chitarra Baritona, Peppe Leone - Percussioni. Settembre 2012...
inserito il 02/10/2012  da NicoCattaneo - visualizzazioni: 3065
The Sinner - Marcello Rosa, Dino Piana e Luca Begonia.MPG
...
inserito il 30/05/2010  da MAVICH81 - visualizzazioni: 3795


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 669 volte
Data pubblicazione: 18/09/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti