Jazzitalia - Recensioni - Reims-Demuth-Wiltgen: One in a Blue Moon
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Addio a Carlo Loffredo, tra i padri del Jazz in Italia.

Il sassofonista Roberto Ottaviano, a Tel Aviv per un omaggio al compositore Sasha Argov.

E' morto Roy Hargrove!! Il geniale trombettista statunitense è deceduto il 2 novembre 2018. Il cordoglio dei musicisti e della comunità tutta in ricordo del suo grandioso talento..

Giordano in Jazz Winter 2018: Bollani, Cincotti, Level 42, Alex Han e il gospel natalizio per l'edizione winter 2018, nella stupenda cornice del Teatro Umberto Giordano e non solo..

26ma edizione di Umbria Jazz Winter: nel cartellone i più bei nomi del jazz italiano e personaggi di culto del jazz americano. Una edizione che si segnala anche per alcune esclusive. .

Jazz Concept: Forme e Linguaggio Moderno del Jazz. workshop intensivo dedicato allo studio melodico del linguaggio jazzistico a cura del CEMM.

Simona Molinari, Maria Pia De Vito e il B&B Quartet per la 19a Edizione di Sorrento Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Reims-Demuth-Wiltgen
One in a Blue Moon



Cam Jazz (2018)

1. Freedom Trial
2. Push
3. 22 May
4. Both Sides Now
5. New Beginning
6. Never Seen Again
7. Sacred Conversation
8. Catherine's Song
9. A Day In The Village
10. Between A Rock And A Hard Place
11. Dante
12. Coming Home
13. Sunrise In Juba

Michel Reis - pianoforte
Marc Demuth - contrabbasso
Paul Wiltgen - batteria


Sembra che i nordeuropei facciano a gara per riscrivere i confini del piano jazz. E, bisogna dirla tutta, il tenzone produce frutti buoni e freschi. Ed è il caso della triade lussemburghese che dà in pasto ai posteri un goloso grappolo di brani che, attenzione, non mettono in discussione il glorioso passato del trio del piano jazz, ma ci raccontano quanto sia possibile superarlo con garbo, tatto e idee innovative, senza dover emulare – ob torto collo – Tizio, Caio o Sempronio con orecchio e volto nostalgico.

Qui non c'è chi giganteggia, anche se a Michel Reims, ovviamente, è dato l'incarico di portare avanti linee melodiche, sempre in proscenio, e armonie. Il podio è da dividersi alla pari, con Marc Demuth che tornisce a fondo le corde del basso sviluppando un groove sostanzioso e di grana grossa, come nel brano d'apertura ("Freedom Trial"); Paul Wiltgen è un creatore di ritmi, di soluzioni aperte e acquarelli sonori in cui Reims sguazza con piacere.

Il suono arriva triplice e molteplice: l'attenzione non è solo rivolta all'eleganza del pianoforte, ma semmai alle composizioni. L'unisono porta a dei cambi di volumi, a delle sospensioni, rarefazioni pronte a sprigionare una muscolarità disinvolta. Reims fa la voce grossa nella veste autoriale, lasciando a Demuth e Wiltgen, a testa, un brano: del primo si ascolta l'espressionistica "Dante" e del secondo la cantabile " Between A Rock And A Hard Place". Nel mezzo di una selva di brani autografati dal trio, si rinviene una piccola perla che rec ail sigillo di Joni Mitchell, "Both Sides Now", farcita dall'appetitoso contrabbasso di Demuth che ne canta la melodia con passo sicuro. Il tocco di Reims è di quelli che hanno a mente anche la musica classica, con accordi aperti, un linguaggio forbito, tinte delicate mai noiose ed esibizionistiche, abile nel dare forma a strutture circolari che incanala perfettamente nell'improvvisazione.

Così, anche dal vicino e piccolo Lussemburgo arrivano belle novità, di quelle che si ricordano quanto l'Europa abbia sempre a cuore la poetica melodica e la narrazione non angolare e troppo virile. La maestria nel tessere un racconto in poche parole, in versi musicali mai lunghi rende questo album un piccolo capolavoro di certosina sensibilità artistica.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
01/12/2018

Blend Pages (Enrico Zanisi)- Alceste Ayroldi

18/03/2018

Harvesting Minds (Filippo Vignato 4tet)- Alceste Ayroldi

21/07/2014

Keywords (Enrico Zanisi)- Alceste Ayroldi

19/05/2014

In Two Minds (John Taylor)- Alceste Ayroldi

23/12/2013

Viva V.E.R.D.I. (Giovanni Mirabassi Trio & Strings)- Francesco Favano

08/12/2013

Beyond (Mattia Cigalini)- Enzo Fugaldi

09/06/2013

Monk'n'nroll (Francesco Bearzatti Tinissima 4et)- Marco Losavio

28/04/2013

Intervista a Ermanno Basso: Abbiamo incontrato a Dublino, nell'ambito del 12Points Festival, il produttore della CAM Jazz che ci racconta il lavoro di sostegno ai giovani e di come il jazz abbia bisogno di "coraggio"... (Daniela Floris)

31/03/2013

Live At Village Vanguard (Enrico Pieranunzi Trio)- Marco Losavio

24/03/2013

Intervista a Enrico Zanisi: Ospite al Festival 12points di Dublino, perchè selezionato come artista italiano tra giovani di tutta Italia. "Non serve dovere fare qualcosa per innovare ma 'poter' fare qualcosa per esprimersi." (Daniela Floris)

16/03/2013

New Life (Antonio Sanchez)- Vincenzo Fugaldi

03/03/2013

Life Variations (Enrico Zanisi Trio)- Nicola Barin

01/08/2011

We Don't Live Here Anymore (Giovanni Guidi Quintet feat. Gianluca Petrella) - Dario Gentili

20/03/2011

House Of Cards (Fulvio Sigurtà) - Alceste Ayroldi

02/01/2011

In stride (Oregon)- Alessandro Carabelli

22/11/2009

Woman's Perfume (Antonio Faraò)- Roberto Biasco

14/11/2009

Intervista a Richard Galliano: "...utilizzare vari linguaggi è stata una necessità più che una scelta. Un fisarmonicista non può tagliare le sue radici. La fisarmonica non è mai servita a tracciare nuove strade musicali. Noi siamo necessariamente immersi nel nostro passato. E il nostro passato è quello di tantissimi musicisti di strada, gente che suonava ai balli popolari e nelle ricorrenze di paese. La fisarmonica, un organo portatile, non può prescindere da questa sua storia umile." (Marco Buttafuoco)

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

06/06/2009

Dream Dance (Pieranunzi Johnson Baron)

01/02/2009

Live at the Village Vanguard (Martial Solal)

08/07/2007

Indian Summer (Giovanni Guidi)

17/03/2007

Ballads (Pieranunzi – Johnson – Baron)

01/02/2007

Journey to Donnafugata (Salvatore Bonafede)

17/11/2006

For the time being (Salvatore Bonafede)

19/03/2006

So Right (Maria Pia De Vito)

12/03/2006

Duologues (Jim Hall - Enrico Pieranunzi)

10/12/2005

Prime (Oregon)

14/08/2004

Scores (Paolo Fresu)

22/05/2004

Play Morricone 2 (Pieranunzi - Johnson - Barron)

22/05/2004

Journey to Donnafugata (Salvatore Bonafede)

17/12/2001

Play Morricone il CD che Enrico Pieranunzi in trio con Marc Johnson e Joey Baron ha dedicato alla musica di Ennio Morricone (Cam Jazz)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 98 volte
Data pubblicazione: 19/11/2018

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti