Jazzitalia - Recensioni - Claudio Cojaniz : Orfani
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Pubblicità su Jazzitalia! (click!)

Brass in Jazz. Palermo unica in Europa con Jon Faddis, unica in Italia, esclusa dal Mibact per il Jazz.

Joey DeFrancesco, 51 Anni, è Improvvisamente venuto a mancare la notte del 26 agosto 2022.

Mimmo Langella pubblica "EAR TRAINING PER CHITARRA e non solo!", il primo manuale di Ear Training dedicato specificamente ai chitarristi.

Master della durata di 12 mesi in Music Industry Management. Direzione: Alceste Ayroldi. .

Prima edizione del Little Jazz Festival: il nuovo progetto degli studenti dell'indirizzo musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo di Fiesso Umbertiano..

Pubblicato dalla Sher Music Co. un nuovo volume della collana Jazz Songbook dedicato alla musica di Steve Khan.

Blue Note Records e Universal Music Group Africa annunciano la creazione del nuovo marchio Blue Note Africa con la pubblicazione dell'album di Nduduzo Makhathini, "The Spirit Of NTU".

Grammy Award 2022: premi postumi (Chick Corea e Lyle Mays), la voce di Esperanza Spalding e i tre "nuovi talenti" Ron Carter, Jack DeJohnette, Gonzalo Rubalcaba.

Stage di Chitarra Flamenco di Manuel Montero nell'ambito del festival Arte in Vivo a San Lucido (Cosenza).

Esce anche in e-book il libro di Alceste Ayroldi sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore delle opere musicali.

Monopoli, sabato 12 marzo - Presentazione libro Alceste Ayroldi.

Nasce Pantuk, sinergia tra Pannonica e Tuk Music.

Alceste Ayroldi pubblica un libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica .

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Ultimi aggiunti:

            BATTAGLIA Sergio (sax)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAPORALE Giorgio (chitarra)
            CAPPI Andrea (piano, tastiere)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            LUCA NECCIARI QUARTETTO (gruppo)
            LUPI Benedetta (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            PELLEGRINO Vincenzo (batteria)
            RUSSO Biagio (piano)
            TATONE Angelo (chitarra)
            THE JAZZ RUSSELL (gruppo)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Claudio Cojaniz
Orfani



Caligola (2021)

1. Bozo
2. Blues dans la nuit
3. Mokoba
4. Winter
5. Orphans
6. Fumoir
7. Papaveri gialli

Claudio Cojaniz - pianoforte
Alessandro Turchet - contrabbasso
Luca Colussi - percussioni
Luca Grizzo - batteria


Claudio Cojaniz è un musicista che unisce alla notevole perizia tecnica un atteggiamento molto partecipato nei confronti di quello che realizza. Il pianista friulano respira e vive, infatti, la musica che elabora. Ci mette dentro il fisico e l'anima in maniera integrale, oltre alle sue idee, i suoi ideali umani e collettivi.

Per quest'ultimo disco sono con lui i partners già presenti in "Sound of Africa" del 2017 e in "Molineddu" del 2019. Con il gruppo il tastierista detiene una considerevole empatia, non soltanto sul piano estetico. L'album è formato da sette tracce, tutte a firma di Cojaniz. Colpiscono, prima di tutto, le scelte melodiche sempre appaganti contenute nei brani del cd. L'artista di Palmanova ha la mano felice nel tratteggiare temi ariosi che dispiega con un pianismo sensibile, dotato di accezioni colte e popolari.

Il cd inizia con "Bozo", caratterizzata da un basso ostinato su cui lavora il solismo del leader, facendo pensare ad un jazz dai risvolti africani, come era in uso negli anni settanta nelle incisioni di Mc Coy Tyner o di Pharoah Sanders, per fare qualche nome.
"Blues dans la nuit" è delicata e romantica. Le mani di Cojaniz accarezzano le note, gli accordi, per illustrare un tema assorto e malinconico. Quando entra Turchet il dialogo pianoforte-contrabbasso viene condotto su toni pacati, in perfetta simbiosi espressiva.
"Mokoba" custodisce un motivo accogliente. L'incedere è sospeso e dondolante. La tensione aumenta gradualmente, cioè, senza mai deflagrare.

"Winter" è su tempo moderato ed è giocata sui ricami della tastiera, impregnati nel sentimento e nel blues, e sulle pennellate del basso, altrettanto direzionate nella stessa area emozionale.

"Orphans" contiene una narrazione senza parole che racconta, forse, una storia o si riallaccia a tante storie di sofferenza e di dolore, magistralmente esposte dagli 88 tasti morbidamente percossi dal band leader.

"Fumoir", letteralmente locale per fumatori, rappresenta una pausa vivificante illuminata dallo scambio mai sopra le righe fra Turchet e Cojaniz

"Papaveri gialli" ha un ritmo latineggiante, un andamento magnetico e chiude degnamente l'album, racchiudendone i tratti distintivi dei vari capitoli.

Cojaniz è un musicista che ha fatto l'avanguardia, ha suonato, infatti, nella sua lunga carriera, con personaggi di riferimento nel jazz di ricerca a livello internazionale. Da qualche anno, però, predilige una proposta per certi versi introspettiva, che ne rappresenta il suo lato intimo, ma, alla stessa maniera, non nasconde il suo punto di vista sociale. In questo ambito il pianista mette in mostra qualità di abile creatore di melodie e di fine cesellatore di abbellimenti, il tutto reso con autentica adesione pure dalla sua band, complice del tutto adeguata in questa incisione, in perfetta continuità con le precedenti.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
09/01/2022

StraborDante (XY quartet & John De Leo)- Gianni Montano

01/01/2020

Meraki (Marco Trabucco)- Alceste Ayroldi

19/10/2019

Rumori mediterranei - XXXIV Edizione: "Il festival calabrese ha concluso quest'anno il suo terzo decennio con un nutrito programma con Uno sguardo rivolto verso l'Est e quello remoto, la Cina. Molte prime nazionali e produzioni originali del festival hanno caratterizzato l'edizione." (Vincenzo Fugaldi)

23/09/2018

Stride - Vol. 3 Live (Claudio Cojaniz)- Enzo Fugaldi

27/05/2018

Orbite (XY Quartet)- Alceste Ayroldi

21/09/2017

Rumori Mediterranei XXXVII Edizione: "Lo storico festival del meridione italiano è arrivato alla XXXVII edizione, dopo alcuni anni di incertezze e di svolte, inaugurando un nuovo corso organizzativo." (Vincenzo Fugaldi)

08/01/2017

Why Not? (Lanfranco Malaguti)- Gianni Montano

11/09/2016

Saadif (Hyper+ & Amir Elsaffar)- Alceste Ayroldi

27/08/2016

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei XXXVI: ""Sisong. Una canzone per Siso" il titolo dell'edizione 2016 dello storico festival calabrese, il primo senza la presenza del senatore Sisinio Zito, fondatore del festival deceduto dopo lunga malattia il 6 luglio scorso." (Vincenzo Fugaldi)

22/02/2016

Oltre il confine (Lanfranco Malaguti)- Gianni Montano

21/02/2016

Roccella Jazz Festival - II Edizione Jazzy Christmas: L'evento più importante del festival calabrese è stato il concerto del trio di Ches Smith con Mat Maneri e Craig Taborn...composizioni di intensa bellezza, complesse e articolate, che nelle mani di questo trio danno risultati eccelsi..." (Vincenzo Fugaldi)

13/07/2015

Stride Vol. 1 (Claudio Cojaniz)- Gianni Montano

09/11/2014

Mosaico (Riccardo Chiarion)- Francesco Favano

09/08/2014

XY (Fazzini Fedrigo XY Quartet)- Alceste Ayroldi

06/07/2014

Trilemma (Massimo De Mattia)- Alessandra Monaco

20/05/2014

Blue Africa (Claudio Cojaniz - Franco Feruglio)- Alceste Ayroldi

23/12/2013

Danza Pagana (Massimo Barbiero - Claudio Cojaniz)- Marco Buttafuoco

09/06/2013

Galaxies (Lanfranco Malaguti Quartet)- Gianni Montano

09/06/2013

The Heart Of Universe (Claudio Cojaniz A.P. Trio)- Enzo Fugaldi

17/03/2013

Shadows Of Colours (Claudio Cojaniz)- Gianni Montano

20/01/2013

Black Novel (Massimo De Mattia)- Gianni Montano

06/11/2011

Desiderata (Quinteto Porteno)- Pietro Scaramuzzo

06/11/2011

Panorami (Lanfranco Malaguti Quartet) - Alceste Ayroldi

01/11/2011

Steve Grossman Quartet al Count Basie di Genova (Andrea Gaggero)

23/04/2011

Endrigo in jazz (Barbara Errico)- Gianni B. Montano

27/08/2010

Marmaduke (Massimo Barbiero - Maurizio Brunod, Alexander Balanescu, Claudio Cojaniz)- Franco Bergoglio

31/07/2010

Double Face (Lanfranco Malaguti Quartet)- Gianmichele Taormina

31/07/2010

Visionary (Lanfranco Malaguti Quartet)- Gianmichele Taormina

25/07/2010

Beat Spirit (Claudio Cojaniz – Francesco Bearzatti)- Vincenzo Fugaldi

08/12/2009

4+1 (Federico Missio)- Alessandro Carabelli

08/12/2009

Answering (Riccardo Morpurgo Trio)- Alessandro Carabelli

21/11/2009

'A casciaforte dei ricordi (Graziella Vendramin) - Marco Buttafuoco

12/10/2009

Non Son Tornati, VIaggio nella grande Guerra (Claudio Cojaniz) - Marco Buttafuoco

12/01/2009

Mulini a vento (Bottos/Goloubev/Colussi)

02/11/2008

Intermission Riff (Claudio Cojaniz)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 263 volte
Data pubblicazione: 22/12/2022

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti