Jazzitalia - Medeski Scofield Martin and Wood: Out Louder
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Indirecto Records - 2006
Medeski Scofield Martin and Wood
Out Louder


1. Little Walter Rides Again [3:55]
2. Miles Behind [2:53]
3. In Case The World Changes Its Mind [3:41]
4. Tequila and Chocolate [6:25]
5. Tootie Ma Is A Big Fine Thing [4:42]
6. Cachaca [4:14]
7. Hanuman [6:24]
8. Telegraph [3:55]
9. Whats Now [4:54]
10. Julia [5:18]
11. Down the Tube [11:40]
12. Legalize It [3:55]

John Medeski - keyboards
John Scofield - guitar
Billy Martin - drums
Chris Wood - bass


C John Scofield signori! Insieme a questi tre newyorkesi che stanno facendo impazzire i giovani del jazz americano.



Si aprono le danze con una splendida rullata degna di ogni grande intro funky, (I MMW adorano questa intro, nessuno gliela deve toccare!) ed ecco che parte l'hammond denso e delizioso di John Medeski trentacinquenne del Kentucky che negli anni '80 suona con mostri sacri come Jaco Pastorious (tour in giappone del 1981) e che inizia a studiare con Bob Mintzer.

Funk Jazz puro, che ci fa alzare dalle nostre sedie, e ci fa chiudere gli occhi in una dimensione tutta fatta di sonorità che portano alla memoria il grande Miles Davis. E' proprio il grande Davis che compare nel successivo brano "Miles Behind", sulle ali del divertente wah-wah classico della "electric Miles Davis era" egregiamente interpretato dal grande Scofield che per la prima volta nella sua carriera suona una Fender Telecaster.

Nel brano successivo, "In case the world changes it's mind" è puro funky blues alla Otis Grand, mentre Scofield cambia chitarra e il giovane Billy Martin si trova impegnato in un blues bello tirato ed energico.

Eccoci tutti sorpresi all'ascolto di "Tequila and chocolate": un divertentissimo e delizioso flamenco-funk, dal sapore molto filmico, che farebbe venire la pelle d'oca a Quentin Tarantino. Nella chitarra si avvertono note che ricordano il Santana di "Supernatural" e che si perdono in distorsioni dal sapore puramente elettronico.

Rumori di ghiaccio mescolato dalla cannucce, e un tramonto sul mare all'orizzonte: "Cachaca", brano tutto da gustare, che ci porta alla mente quella cultura di jazz da aperitivo che spopola tra i giovani in questi ultimi anni. Sonorità ben diverse (sia chiaro) da quelle di impronta lounge...

Nostalgia Beat nel brano "Julia", un classico di John Lennon, pieno di pathos, accompagnato dall'organo di Martin, che ha preferito scegliere un effetto "church" per restituire al pezzo una certa sacralità.

In "Down the Tube" ritroviamo una carica Funky-elettronica data anche dall'utilizzo di effetti wah-wah, e da una interpretazione (come spiega Scofield) completamente spontanea ed improvvisata.

L'album si conclude con "Legalize it" rivisitazione del brano reggae di Peter Tosh, che introduce un messaggio piuttosto chiaro, la legalizzazione delle droghe (ovviamente quelle leggere). Anche in questo ultimo brano John Scofield ci regala una serie di preziosismi senza nulla togliere all'ottima interpretazione dei tre giovani musicisti, che con questo lavoro hanno raggiunto un notevole traguardo.

Che dire infine…Questo CD per gli amanti del genere è imperdibile, perché mescola una serie di sonorità in un piatto moderno e davvero delizioso.
Ugo Galelli per Jazzitalia







Articoli correlati:
25/04/2018

Notti di Stelle a Bari: Cammariere, Paoli e Rea, Chano Dominguez e il progetto Hudson di Jack Dejohnette &, John Scofield per la 29ma edizione di Notti di Stelle, il festival jazz della Camerata Musicale Barese

13/02/2017

John Scofield si aggiudica 2 Grammy Jazz: Miglior solo e Miglior album strumentale

11/11/2012

Gezmataz Festival 2012: L'alto tasso elettrico degli Interstatic e dei Planet Microjam contrapposto alla sublime dinamica del Brad Mehldau trio e allo spettacolo musicale di John Scofield con la sua Hollowbody Band. (G. Montano, A. Gaggero)

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #1: Chick Corea, Stefano Bollani, Herbie Hancock, John Scofield, Joe Lovano, Esperanza Spalding, Al Jarreau, Paolo Fresu...(Pierfrancesco Falbo)

18/08/2011

The Paris Concert (dvd) (John Scofield)- Giovanni Greto

27/11/2010

Joachim Kuhn "Out of the Desert" e John Scofield trio a Jazz&Wine of Peace 2010 di Cormons: bravura, voglia di suonare, carisma sono gli ingredienti adatti per inserirli nel ricordo dei concerti belli del 2010... (Giovanni Greto)

10/05/2010

The Complete Town Hall Concert (Jim Hall & Friends) - Alceste Ayroldi

16/01/2010

Umbria Jazz Winter 2009: "Dedicata essenzialmente alla chitarra, la diciassettesima edizione di Umbria Jazz Winter ha consegnato agli archivi numeri da record e una sentita dedica a Gianni Basso...atmosfera come sempre unica nella deliziosa cittadina etrusca...una eccellente qualità artistica, che ha avuto nei concerti del quartetto guidato da Jim Hall e Bill Frisell, nel duo fra John Scofield e Larry Goldings e, quindi, nel quintetto accreditato a Kurt Elling, alcuni momenti di pura estasi." (Vittorio Pio)

17/09/2009

Big Neighborhood (Mike Stern) - Marco Losavio

22/02/2009

"Tony Williams Lifetime Tribute" featuring Jack Bruce, Vernon Reid, John Medeski & Cindy Blackman al Blue Note di Tokyo: "L'idea di rendere omaggio ad un ensemble originalmente formato dal talentuoso batterista jazz nel 1969, dopo aver lasciato il quintetto di Miles Davis, da John Mclaughlin e da Larry Young, cui in seguito si sarebbe aggiunto Jack Bruce, parte da Vernon Reid, chitarrista inglese trasferito a Brooklyn, che nel 1984 creò i Living Colours." (Giovanni Greto)

16/03/2008

Intervista a Mimmo Langella: "Secondo me le cose più interessanti sono quelle che vanno oltre il jazz. I personaggi più interessanti sono quelli che tendono ad usare l'elettronica nel jazz, i computer e gli altri aggeggi elettronici. Ovviamente fanno cose interessanti i creativi, quelli che hanno delle idee ed usano le macchine non per maschere delle lacune o una mancanza d'idee, ma per trovare nuove strade. " (Emanuele Capasso)

14/03/2007

I Bass Desires a Etnafest: "Grande musica grazie alla statura musicale dei componenti del gruppo ... ma rimane qualche piccola perplessità in chi credeva nella possibilità di ascoltare qualcosa di più della somma di quattro grandi protagonisti del jazz che si incontrano per il gusto di suonare insieme." (Enzo Fugaldi)

10/12/2006

Trio Beyond al Roma Jazz Festival: "La scaletta del concerto ha riproposto, anche se in un diverso ordine, i brani contenuti nel cd, tuttavia non sono mancate sorprese nell'esecuzione e quel surplus che si attende sempre dalla dimensione live..." (Dario Gentili)

05/03/2006

Umbria Jazz Winter #13: "Un festival importante, quello di quest'anno, dove hanno trovato spazio musicisti affermati come John Scofield e Bireli Lagrene, ma anche giovani promesse del jazz mondiale come il pianista americano Robert Glasper e gli inglesi Soweto Kinch..." (Marco De Masi)

05/03/2006

Gallery di Umbria Jazz Winter (Francesco Truono)

26/10/2005

That's What I say – John Scofield plays the Music of Ray Charles (John Scofield)

19/08/2005

John Scofield Quartet nell'ambito del Barletta Jazz festival: "...Scofield conferma tutto il suo valore, la sua attenzione ai contenuti ed alla ricerca. La voglia di rischiare in avventure armonico-melodiche dal sapore hard..." (Alceste Ayroldi)

16/04/2005

Jack De Johnette, John Scofield e Larry Goldings in "A Celebration of Tony Williams": "...Poteva essere un semplice tributo, e in vece non lo è stato..." (Dimitri Berti)

29/11/2003

John Scofield Trio al Blue Note: "...trovo che Scofield sia un musicista in continua evoluzione, assorbe di continuo gli stimoli esterni e li mette in musica con intelligenza, si mette ancora in gioco, rischia." (Andrea Lombardini)





Video:
QUISISANA JAZZ EVENTS 2012 - John Scofield's Hollobody Band
QUISISANA JAZZ EVENTS 2012 - 8 luglio, John Scofield and Hollobody Band, , John Scofield, Guitar, , Kurt Rosenwinkel, Guitar, , Ben Street, Bass, , Bi...
inserito il 13/10/2012  da QUISISANAJAZZ - visualizzazioni: 3461
Martino,Scofield & DeFrancesco - SUNNY [High Quality]
Pat Martino Trio In Umbria Jazz 2002 (Italy) with Joey De Francesco and guest John ScofieldPat Martino - GuitarJoey Defrancesco - Hammond B-3 OrganByr...
inserito il 21/02/2011  da palanzana - visualizzazioni: 3720
Patitucci - Bach
Cello suite n.1 in G on the six-string bass...
inserito il 28/11/2009  da ekkeccakkio - visualizzazioni: 2522
Bill Stewart with John Scofield - 11/2005
Fantastic drummer with an excellent trio...
inserito il 04/10/2008  da krstnyotec - visualizzazioni: 3042
Joe Henderson & John Scofield - Summertime (1 of 2) 1998
Bern 1998 Switzerland. Joe Henderson - tenor; John Scofield - guitar; Conrad Herwig - trombone; Tommy Flanagan - piano; Georg Mraz - bass; Bill Stewar...
inserito il 12/09/2008  da bobjazz11 - visualizzazioni: 2810
Joe Henderson & John Scofield - Summertime (2 of 2) 1998
Bern 1998 Switzerland. Joe Henderson - tenor; John Scofield - guitar; Conrad Herwig - trombone; Tommy Flanagan - piano; Georg Mraz - bass; Bill Stewar...
inserito il 12/09/2008  da bobjazz11 - visualizzazioni: 3014
Miles Davis & John Scofield
http://worldmusicstore.com.au Purchase this DVD by clicking above:...
inserito il 13/07/2007  da ozmusicshop - visualizzazioni: 3569


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 4.630 volte
Data pubblicazione: 07/04/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti