Jazzitalia - Giovanni Mirabassi: Out of track
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Discograph 2009
Giovanni Mirabassi
Out of track


1. Dear Old Stockholm (Tradizionale)
2. Pieranunzi (Giovanni Mirabassi)
3. Vuelvo Al Sur (Astor Piazzolla)
4. Alone Together (Dietz/Schwartz)
5. Le chant Des Partisans (Kessel/Marly)
6. Just One Of those Things (Cole Porter)
7. Zoom (Giovanni Mirabassi)
8. Impressions (John Coltrane (Hamlet, 23 settembre 1926 – New York, 17 luglio 1967))
9. Souvenirs Souvenirs (Giovanni Mirabassi)
10. Here's The Intro (Giovanni Mirabassi)
11. Here's To You (Baez-Morricone)
12. Convite Para a Vida (Antonio Pinto/ Ed Cortes)

Giovanni Mirabassi - piano
Gianluca Renzi - basso
Leon Parker - batteria
 





N
uovo progetto per il trio formato dal pianista Giovanni Mirabassi, il contrabbassista Gianluca Renzi e il batterista Leon Parker, che con "Out of track" consolidano il sodalizio iniziato nel 2008 con l'album "Terra furiosa".

In quest'ultimo lavoro Mirabassi si dedica quasi interamente a musiche altrui; infatti otto dei dodici brani sono temi che fanno parte della tradizione. Si passa dagli standard jazz come "Dear old Stockholm", "Alone Together" o "Just one of those things", a interpretazioni appassionate di brani sudamericani come "Vuelvo al sur" di Astor Piazzola, fino a toccare il cinema con "Convite para a vida", tema del film City of God e "Here's to you" di Ennio Morricone scritta per il film Sacco e Vanzetti, e preceduta da una delle composizioni del leader, "Here's the intro" per piano solo.
T
ra un omaggio al punto di riferimento pianistico di Mirabassi, "Pieranunzi", e la rivisitazione di brani della Resistenza francese come "Le chant des partisans" scritta nel 1943, il trio riesce con un ottimo interplay a bilanciare gli assoli regalandoci temi fluidi e puliti, in un lavoro che anche se delle volte rischia di sfiorare l'esercizio di stile, rimane un prodotto di squisita fattura per una piacevole ora di musica.

Cinzia Guidetti per Jazzitalia

 







Articoli correlati:
04/05/2016

Ctrl Z (Fabio Morgera & NYCats)- Enzo Fugaldi

18/03/2015

Intervista con Fabio Morgera: "...quando uno come Frank Lacy ti dice 'You're Black' mentre stai suonando con lui, beh, allora puoi dire di esserci veramente dentro." (Achille Brunazzi)

23/12/2013

Viva V.E.R.D.I. (Giovanni Mirabassi Trio & Strings)- Francesco Favano

09/07/2012

The 4 One (Pierluigi Villani)- Gennaro Pasquariello

05/12/2010

Charles & Joe (Gianluca Renzi All Stars Orchestra)- Elide Di Duca

21/11/2010

Vie di Jazz 2010 - VI Edizione: " Quando non c'è un testo che faccia riferimento alla realtà o un contenuto che costringa l'ascoltatore alle emozioni del compositore oppure ad un significato che è stato attribuito, allora la musica rende liberi..." (Lorella Marino)

05/04/2010

Neapolitan Heart (Fabio Morgera)- Roberto Biasco

05/04/2010

Green Moon (Rino Vernizzi)- Marco Buttafuoco

29/11/2009

Italian Jazz Days a New York: "Il jazz italiano sbarca a New York in occasione del mese dedicato a Cristoforo Colombo e rende omaggio non solo alla grande tradizione jazzistica ma anche al jazz contemporaneo. Molti gli artisti italiani, e non solo, che hanno preso parte all'Italian Jazz Days, la kermesse musicale che si è tenuta al Jazz Lincoln Center e all'Istituto Italiano di Cultura." (Liliana Rosano)

25/10/2009

Fires 'n Pyres (Federica Zammarchi) - Luca Labrini

16/11/2008

Fine Herbs (Michael Lösch Quartet)

02/11/2008

Strange Energies (Charles Blenzig, Gianluca Renzi, Pierluigi Villani)

15/08/2008

Jass & Jazz & More (Marcello Rosa)

10/08/2008

Jazz in Parco XI Edizione "Oltre il Jazz": "Allargare gli orizzonti, spingere un po' più in là il confine costituito dalla consuetudine e della tradizione. Andare un passo oltre il Jazz più tradizionale nei colori e nel linguaggio, mantenendo però un altissimo livello musicale, di spettacolo e di arte...." (Luigi Spera)

15/09/2007

La quinta stagione (Roberto Giglio)

01/10/2006

Gianluca Renzi Sextet a Diagonal Jazz 2006: "Le melodie nascono spesso da un riff di contrabbasso, su cui si sviluppano gli assoli...Il leader del sestetto è in gran forma, accompagna e improvvisa con fervore e gusto del ritmo..." (Andrea Caliò)

03/05/2006

Don't Stop You Mind (Gianluca Renzi)

19/12/2005

Maurizio Giammarco & Megatones: "...la proposta di Giammarco risulta essere meritevole di attenzione e approfondimento. Dalle sue composizioni si coglie quel sottile "fil rouge" che in qualche modo lega i due elementi apparentemente inconciliabili..." (Bruno Gianquintieri)

05/06/2005

Punkromatic (Maurizio Giammarco & Megatones)

28/11/2004

Gianluca Renzi Sextet presenta il suo ultimo lavoro a La Palma: "Gianluca Renzi, con questa formazione, ha realmente trovato la "quadratura del cerchio". Esistono quelle affinità che rendono certi incontri determinanti, e questo lo è." (Franco Giustino)

23/11/2004

Edward Simon Trio, "...Musicalmente la serata al Pinocchio, va detto subito, non ha momenti particolarmente forti...Ci piace sottolineare invece la maiuscola prova di Renzi..." (Paolo Carradori)

07/11/2004

Intervista a Gianluca Renzi: "...Chi inizia deve essere spinto da una grande passione, veramente molto forte, altrimenti rischia di cedere. Come in tutti i lavori artistici, prima di vedere i risultati devi fare una grande fatica. Bisogna vedere poi quanto durano questi risultati, non puoi permetterti di mollare, neppure per un attimo, verresti cancellato." (Franco Giustino)

24/04/2004

Looking for the right line (Gianluca Renzi)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 3.252 volte
Data pubblicazione: 03/08/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti