Jazzitalia - New Open Circle : Passato Remoto
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ottava edizione del Torino Jazz Festival, un omaggio al jazz in tutte le sue declinazioni espressive. In cartellone, insieme ai grandi nomi internazionali, artisti di ricerca ed eccellenze del territorio. .

Grace DB lancia "Donna 3.0": Il suo primo album d'esordio parla del ruolo della donna nella società contemporanea, di scelte personali ed equilibri che si trasformano.

New Echoes. Rassegna di Nuova Musica Svizzera a Venezia (4a edizione) con realtà musicali che si muovono attorno ai linguaggi contemporanei del jazz, della ricerca multidisciplinare, dell'indie-rock e dell'elettronica..

Prospettive Sonore a Foggia: 5 eventi di Jazz Crossover, progetti inediti e di ricerca con, tra gli altri, Roberto Ottaviano, Tom Kirkpatrick e Brian Charette..

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

Musica, poesia, racconti e tanto altro per la V Edizione di Case Ospitanti a Matera, una suggestiva iniziativa che riempie la città di cultura e di conviviale stare insieme..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Bergamo Jazz: Maria Pia De Vito firma l'edizione del 2020 con un cartellone che rende la manifestazione tra le migliori per respiro e profondità a livello europeo.

Pianisti di altri mondi, 7 + 1 concerti dal jazz alle sonorità contemporanee. Tornano a Milano i concerti delle domeniche mattina in una rassegna ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
New Open Circle
Passato Remoto



Music Center (2010)

1. Afro Blue (M.Santamaria);
2. Inclinazioni (V. Della Fonte);
3. Passato Remoto (M. Signorino);
4. Nanna Livia (M. Signorino);
5. Caravan (D. Ellington);
6. Conference of the Birds (Dave Holland);
7. Mama Rose Blues (M. Signorino);
8. The Oracle (Dave Holland);
9. Bye Bye Thelonious (M. Signorino);
10. Footprints (W. Shorter);
11. Inclinazioni (V. Della Fonte) – alternate take.

Carlo Gatti - clarinetto, sax alto e tenore
Maurizio Signorino - sax soprano, alto e tenore
Valerio Della Fonte - contrabbasso
Francesco Di Lenge - batteria


Un "pianoless quartet" con due ance è di per sé una formula non troppo usuale rispetto al più canonico abbinamento tromba-sassofono più sezione ritmica, con o senza pianoforte. In questo caso inoltre i due fiati giocano a scambiarsi i ruoli, puntando sul contrasto tra timbri e colori nelle varie combinazioni tra sassofoni diversi, ovvero tra sax e clarinetto.

Il sassofonista Maurizio Signorino – classe 1955 - è il vero leader occulto della formazione, avendo firmato ben quattro delle cinque composizioni originali dell'album. Gli altri titoli inquadrano bene le fonti di ispirazione del quartetto, da John Coltrane a Wayne Shorter, passando per Duke Ellington e Dave Holland. Una formazione quindi protesa verso la sperimentazione, ma con un piede ben saldo nella storia del jazz.

Non a caso l'album si apre con una travolgente versione di "Afro Blue", nella quale le due ance inventano un dialogo fittissimo, un liberissimo contrappunto, quasi a rievocare i duetti asimmetrici tra Coltrane ed Eric Dolphy. E' un jazz che si ferma sul limite del confine tra libertà espressiva e rottura degli schemi. Nel nostro caso le improvvisazioni dei solisti, per quanto libere e "trasgressive" restano inquadrate in una cornice ritmico-armonica tutt'altro che rigida, ma sempre chiaramente riconoscibile. Questa precisa scelta espressiva si ricollega a quell'avanguardia "moderata" che, già a partire dalla seconda metà degli anni sessanta, cercava una "terza via" tra improvvisazione modale e free jazz.

In questa direzione si muovono le riuscite rivisitazioni dei brani di Dave Holland"Conference of the Birds" in particolare, concepita all'epoca per una formazione analoga, con Anthony Braxton e Sam Rivers - ed il cameo (due minuti scarsi) di "Footprints", devoto omaggio al maestro Wayne Shorter.

Tra le composizioni originali spiccano due diverse takes di "Inclinazioni" a firma del contrabbassista Valerio Della Fonte, che lascia il segno come solista in una splendida cadenza con l'archetto che introduce la lirica "Nanna Livia", dagli accenti cameristici vagamente bachiani, scritta da Maurizio Signorino. La batteria di Francesco Di Lenge, in perfetta simbiosi con il basso, arricchisce il tappeto ritmico con il giusto colore "africano" delle percussioni.

Un disco davvero riuscito, che ben si inserisce nell'eccellenza del panorama jazzistico nazionale.

Roberto Biasco per Jazzitalia







Articoli correlati:
04/05/2016

Tsunamici (Tsunami Trio (C. Uboldi, V. Della Fonte, M. Manzi))- Niccolò Lucarelli

11/05/2015

Stella By Starlight (The Splay Trio)- Laura Scoteroni

08/04/2012

Monk's Mind (Biagio Coppa, Gabriele Orsi, Francesco Di Lenge Feat. John Patitucci)- Rossella del Grande

11/09/2011

Nevertheless (Valerio della Fonte)- Enzo Fugaldi

01/08/2011

L'albero e il fiume (Santino Carcano Quintet)- Alessandro Carabelli

08/12/2009

We will rock you, we will jazz you, we will mock you (C.O.D. TRIO) - Cinzia Guidetti

09/04/2009

Mal's Colors – Tribute To Mal Waldron (Silvana Renzini – Maurizio Signorino)

03/05/2006

Per un istante (Valerio Della Fonte)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.142 volte
Data pubblicazione: 06/02/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti