Jazzitalia - Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna: Per Kelli Fini Que Ki Contene
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Chiude la XXI Ed del Beat Onto Jazz Festival con un doppio appuntamento di marca pugliese. L'apertura spetta al quartetto guidato da Gianna Montecalvo e da Nico Marziliano. Il secondo set, invece, vedrà in scena uno dei gruppi vocali più apprezzati nel mondo: i Mezzotono.

Mimmo Langella pubblica "EAR TRAINING PER CHITARRA e non solo!", il primo manuale di Ear Training dedicato specificamente ai chitarristi.

Master della durata di 12 mesi in Music Industry Management. Direzione: Alceste Ayroldi. .

Prima edizione del Little Jazz Festival: il nuovo progetto degli studenti dell'indirizzo musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo di Fiesso Umbertiano..

Annunciati dal 16 al 20 luglio 2022 i prestigiosi Summer Camp del CEMM nella bella location toscana Poggio Cennina Resort con la distinzione tra jazz e pop-rock, entrambi con un team di altissimo profilo.

Alceste Ayroldi presenta al Conservatorio di Napoli il suo libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica.

Pubblicato dalla Sher Music Co. un nuovo volume della collana Jazz Songbook dedicato alla musica di Steve Khan.

Blue Note Records e Universal Music Group Africa annunciano la creazione del nuovo marchio Blue Note Africa con la pubblicazione dell'album di Nduduzo Makhathini, "The Spirit Of NTU".

Grammy Award 2022: premi postumi (Chick Corea e Lyle Mays), la voce di Esperanza Spalding e i tre "nuovi talenti" Ron Carter, Jack DeJohnette, Gonzalo Rubalcaba.

Stage di Chitarra Flamenco di Manuel Montero nell'ambito del festival Arte in Vivo a San Lucido (Cosenza).

Esce anche in e-book il libro di Alceste Ayroldi sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore delle opere musicali.

Monopoli, sabato 12 marzo - Presentazione libro Alceste Ayroldi.

Nasce Pantuk, sinergia tra Pannonica e Tuk Music.

Alceste Ayroldi pubblica un libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica .

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Ultimi aggiunti:

            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAPORALE Giorgio (chitarra)
            CAPPI Andrea (piano, tastiere)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            LEPORE Fabio (voce)
            LUPI Benedetta (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            PELLEGRINO Vincenzo (batteria)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            RUSSO Biagio (piano)
            TATONE Angelo (chitarra)
            THE JAZZ RUSSELL (gruppo)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna
Per Kelli Fini Que Ki Contene



Splasc(h) (2011)


Andrea Rossi Andrea - basso elettrico, basso Midi, elettronica, voce
Luca Bonvini - tromba a coulisse, ney
Daniele Cavallanti - sax tenore
George Haslam - sax baritono, tarogato
Stefano Pastor - violino, voce
Tiziano Tononi - batteria


Artista visivo-concettuale, pittore informale, videomaker Andrea Rossi Andrea è un "...bassista di grande talento e di una grandissima immaginazione", il virgolettato è di Stefano Pastor che così lo ritrae nel presentarlo in uno dei frammenti qui impiegati.
Fughiamo subito possibili equivoci: questo non è (non vuole essere) un ritratto in musica dell'autore, non è la registrazione audio-video di un concerto. ARA (che sta per Andrea Rossi Andrea, per brevità) realizza qui un video d'autore in cui la musica (e i musicisti) svolgono un ruolo di primo piano costituendo la materia prima su cui lavorare.
I frammenti selezionati, sovente brutalmente accostati, provengono da diversi concerti tenutisi, in contesti vari fra il 2006 e il 2011, alcuni sono estratti dagli stessi concerti contenuti del precedente dvd "A cuanta paradas de aqui…". Tranquillizziamo agevolmente quanti già abbiano apprezzato il Dvd citato: qui troviamo musica differente, altro è il montaggio, che riserva diverse sorprese confermando il metodo di lavoro dell'artista vicentino, metodo che ha nella ricerca dell'accostamento imprevedibile uno degli elementi base.
Sarebbe qui fuorviante utilizzare la qualità audio-video del materiale quale criterio di giudizio, perché questo è volutamente ed ostinatamente low-fi, materiale di scarto, un insieme "casuale" di oggetti ri-trovati fatti di riprese amatoriali con camere inesorabilmente fisse, con prese audio di ugualmente bassa, talvolta bassissima, qualità che ARA utilizza con grande disinvoltura e freschezza.

Selezionando e accostando frammenti di performances, lontane nel tempo e differenziate per il contesto in cui sono state riprese, ARA continua ad affermare la propria natura di improvvisatore totale e di artista visivo concettuale. Le pillole, i frammenti o le sequenze più lunghe si avvicendano e forse la sequenzza potrebbero anche essere, rivoltata, senza che la struttura complessiva del filmato subisca radicali mutamenti. Se tornasse a rimontare i medesimi pezzi, Andrea Rossi Andrea potrebbe ri-costruire un video forse diverso.

A parte le questioni di metodo troviamo qui "spezzoni" assolutamente raccomandabili e di altissima qualità musicale: il trio ARA-Pastor–Haslam si impegna, su un tempo parossistico del basso elettrico, in un quadretto free tutt'altro che radicale o urlato, nel quale rilucono prima lo splendido timbro e l'aplomb del baritonista inglese, poi la capacità d'ascolto di Stefano Pastor che gli permette di dialogare con chiunque senza rinunciare al proprio lirismo e personale linguaggio.

Nel lungo estratto dal "concerto per pochi intimi" del trio ARA-Bonvini-Pastor, la musica risulta abrasiva, materica, ritmicamente intensa e insieme lirica, con il violino di Pastor, volutamene in penombra. Al nucleo dei Nexus, Cavallanti e Tononi, spetta poi un lungo intermezzo più jazzistico, figlio della tradizione "importata" da Chicago, laddove ARA limitando la sua estroversione, fornisce un accompagnamento uniforme, preciso e meravigliosamente adatto alla musica dei due musicisti milanesi.

Con il solo Tononi è protagonista il MIDI electric bass e ci inoltriamo allora in climi prossimi al rock progressive dei Tangerine Dream o in aree limitrofe. Tutto viene rimescolato e appare inedito...
Il duo ARA-Pastor, infine, ripreso a Forlì, ci fa capire quanto siano distanti e vicini i due musicisti e più si allontanano e più la musica acquista incredibilmente fascino.

Ad ogni cambio di formazione e di scenario, si aprono prospettive dissimili, si respira un'aria nuova, pur con la costante "immaginativa"/"immaginifica" del suono del basso dell'artista veneto.

Andrea Gaggero per Jazzitalia

 







Articoli correlati:
12/04/2020

Intervista ad Andrea Rossi Andrea: "Dopo aver ascoltato dal vivo Jaco Pastorius, sono rimasto letteralmente scioccato, tanto da restare una settimana senza riuscire a proferir parola..." (Gianni Montano)

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

17/02/2013

Narcète (Dagnino - Haslam - Pastor - Waterman)- Gianni Montano

22/12/2012

Black Ol' Blues (Black Hole Quartet) - Francesco Favano

18/03/2012

Figli (Tiziana Ghiglioni)- Enzo Fugaldi

11/12/2011

September's New Moon (Dino Betti Van Der Noot)- Gianni Montano

22/10/2011

Once Upon A Time In Argentina (George Haslam)- Gianni Montano

03/07/2011

North South Dial (Stefano Pastor - Ari Poutiainen)- Gianni Montano

26/02/2011

A Cuàntas Paradas De Aqui’? (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Gianni Montano

24/12/2010

Freedom - Bows (Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

06/06/2010

Non Sono io (Musiche di Luigi Tenco) (Tiziana Ghiglioni)- Gianni B. Montano

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

01/02/2010

Live at Tortona (Borah Bergman-Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

05/09/2009

Chants (Stefano Pastor) - Marco Buttafuoco

11/04/2009

Black Hole Quartet (Black Hole Quartet )

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

07/04/2009

Baudrillard Est Mort (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna )

16/03/2008

The Humming Cloud (Dino Betti van der Noot)

16/03/2008

Uncrying Sky (Stefano Pastor)

03/02/2008

Cuban Meltdown (George Haslam with Bobby Carcasses)

02/06/2006

Transmutations (Stefano Pastor Quartet)

19/07/2005

Una Notte in Italia (Stefano Pastor)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.406 volte
Data pubblicazione: 01/05/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti