Jazzitalia - Alessandro Fabbri: Pianocorde
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Alessandro Fabbri
Pianocorde



Caligola records 2009

1. Il tango riflesso
2. Pianocorde
3. For those i Never knew
4. I've got The World on A String
5. Caravan
6. Rubato
7. II° V° Martire
8. Cinemascope
9. Bon-Go
10. Tema per Annalena

Alessandro Fabbri - drums-ud drum
Massimiliano Calderai - piano
Mauro Fabbrucci - violin
Vieri Bugli - violin
Marcello Puliti - viola
Damiano Puliti - cello
Filippo Pedol - double bass


"Pianocorde" mette insieme un trio jazz standard (pianoforte, basso e batteria) e gli archi. Il risultato è interessante, anche perché non c'è l'intenzione di ammantare di "classicismo" il repertorio selezionato. La "third stream" è lontana dal mondo espressivo del leader. L'"Archaea strings" offre colori inusuali, rivisitando brani originali o a standards che avrebbero potuto "funzionare" pure in una versione più scarna.

Alessandro Fabbri rivela buone doti di compositore e versatilità nell'ispirazione, destreggiandosi in diverse situazioni musicali con garbo e proprietà di linguaggio. A cominciare da "Il tango riflesso" con i violini swinganti a commentare il motivo guida ed a supportare Massimo Calderai che conduce "le danze" in un motivo caratterizzato da una persistente cantabilità. In "Pianocorde" sono ancora gli archi protagonisti all'interno di un brano che contiene un intenso assolo del batterista, qui impegnato alle spazzole. In "For those I never Knew" di Luca Flores, i violini si spingono verso il registro più acuto. Il ritmo sale grazie alle percussioni, mentre nel finale la musica lascia il campo scemando. Il trio in solitudine suona "I've got the world on a string" in souplesse, in modo rilassato ma sempre vigile. L'udu drum gioca a nascondere il tema di "Caravan", che viene fuori di prepotenza quando entrano in scena gli altri strumenti. E' una versione piuttosto articolata del famoso brano di Ellington con cambi di tempo, di atmosfere, ma rispettosa dell'idea dell'autore perfino nella conclusione arabeggiante. In "Rubato" si segue uno schema ormai consolidato: gli archi illustrano il tema, successivamente la ritmica fa crescere d'intensità il brano. Non si discostano dal procedimento evidenziato neppure "Cinemascope" e "Bon-Go". Nel primo dei due titoli si apprezza, in particolare, il pregevole intervento di Filippo Pedol accanto agli archi. Chiude il lavoro un solo di pianoforte in "Tema per Annalena", breve e toccante.

La cura degli arrangiamenti, la varietà dei temi scelti, l'intesa fra i musicisti rendono "Pianocorde" un valido prodotto. L'attenzione al dettaglio, al particolare contribuiscono, infatti, a distinguere e far riconoscere un disco come questo da tanta produzione di musica "in serie", legata agli stereotipi, ai clichè.

Gianni B.Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
24/05/2020

John Lewis Centennial (Botte Di Cool)- Marco Losavio

25/05/2013

Cameristico (Riccardo Tesi)- Gianni Montano

28/04/2013

Stray Horns (Alessandro Fabbri)- Nicola Barin

08/12/2009

Profumo d'Africa (Paolo Ghetti)- Alessandro Carabelli

18/01/2006

Rosso Fiorentino (Alessandro Fabbri)

12/07/2005

LEZIONI (batteria): Winter Solstice, un blues in minore con esempi e file audio. (Alessandro Fabbri)

15/12/2003

Ringin' Bells (Quarte)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.120 volte
Data pubblicazione: 27/08/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti