Jazzitalia - Recensioni - Soren Dahl Jeppesen: Pipe Dreams
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Edizione Speciale, il nuovo album di Enrico Rava.

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Soren Dahl Jeppesen
Pipe Dreams



Gateway Music (2013)

1. Insomnia
2. Fallback
3. Rain (Part.1)
4. Pipe Dreams
5. Tinkerbell
6. Blinded
7. Broken
8. Drifting
9. Anytime
10. Doom & Gloom
11. Rain (Part.2)

Søren Dahl Jeppesen - chitarra
Óskar Gudjónsson - sassofoni
Simon Toldam - pianoforte
Klaus Nørgaard - contrabbasso
Jakob Højer - batteria


Dal Nord Europa sempre buone nuove. Qui è la Danimarca a parlare, in ogni senso, visto che il disco in questione porta anche il sigillo della Statens Kunstråd, Danish Art Of Council che fornisce un sostegno finanziario ai jazzisti danesi: cosa, in pratica, mai accaduta in Italia, neanche all'epoca delle vacche grasse, fatta eccezione per gli sperperi finiti nella musica pop e classica.

Il fluire della musica di Søren Dahl Jeppesen racconta belle storie, insieme a un gruppo già consolidatosi nel precedente "Red Sky", fatta eccezione per l'innesto del pianista Simon Toldam. Le riflessive e vellutate note di "Insomnia", che mettono subito in chiaro quanto Jeppesen sappia far pesare le note il giusto e si trovi d'amore e d'accordo con il soffiato vibrante del sassofono di Óskar Gudjónsson, fanno eco a "Fallback", che si muove intorno a un ritmo bossa nova, mascherato dal fraseggio posato del leader. E mascherate dallo swing, anzi opportunamente coinvolte, sono le tensioni europee, illuminate da Simon Toldam e rimarcate dalle incrinature di Jakob Højer nella traccia eponima. Tradisce un milieu della liturgia tradizionale "Tinkerbell" giocata sulle onde della chitarra acustica limpidamente arpeggiata da Jeppesen sul bisbiglio sensuale di Gudjónsson; e, così, anche "Blinded", narrativa e sapientemente condotta dal fraseggio posato, incisivo e fresco del chitarrista danese. I registri slow e medi la fanno da padrone, mescolando tempi e ritmi afferenti da ogni dove: "Drifting", che spinge verso lidi mediterranei; il lirismo sinfonico di "Doom & Gloom" piegato dalle pause e le piccole dissonanze di Toldam.

Il trentatreenne Søren Dahl Jeppesen pone un'altra pietra nella tradizione chitarristica danese, parecchio in fermento: ha carattere nel saper mettere fianco a fianco note calde e acidificate, freschezza e spontaneità scevra dall'esibizionismo tecnico e una particolare attenzione all'aspetto melodico, a un disegno finito.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
25/05/2013

Remote Location (Scott Mclemore)- Dario Gentili







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 312 volte
Data pubblicazione: 22/09/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti