Jazzitalia - Riccardo Fassi Tankio Band: Plays the Music of Eric Dolphy
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Splasc(h) records 2005
Riccardo Fassi Tankio Band
Plays the Music of Eric Dolphy


1. Hat And Beard - 7.13
2. Less - 3.49
3. For Eric - 1.44
4. Something Sweet Something Tender - 4.41
5. Seventeen West - 3.48
6. Miss Ann - 4.03
7. Straight Up And Down - 5.47
8. Miss Ann - 1.27
9. Out There - 5.18
10. Out To Lunch - 6.47
11. Gazzelloni - 1.25
12. Gazzelloni - 7.07

Riccaro Fassi - piano
Andy Gravish - tromba
Giancarlo Ciminelli - tromba
Massimo Pirone - trombone, trombone basso
Roberto Pecorelli - tuba, trombone basso
Sandro Satta - sassofono alto
Michel Audisso - sassofono alto e soprano, clarinetto basso
Mauro Verrone - sassofono alto
Torquato Sdrucia - sassofono baritono
Achille Succi - clarinetto basso
Ricardo Luppi - flauto
Steve Cantarano - contrabbasso
John Arnold - batteria




Grazie alla commissione del festival jazz di Tivoli e dell' Associazione Costa della Forma, Riccardo Fassi ha celebrato lo scorso anno con l'uscita su CD di un progetto dedicato alla musica di Eric Dolphy i 20 anni di attività dal primo disco Splasc(h) records, datato 1985. Come afferma il pianista e compositore varesino, "l'idea di arrangiare per grande organico la musica di Dolphy si è rivelata un'interessante sfida sia dal punto di vista dell'arrangiamento che dell'improvvisazione". Non dev'essere stato semplice coordinare un organico numeroso – 10 fiati, oltre alla sezione ritmica – eppure, ascoltando il disco, tutto sembra andare per il verso giusto e concordiamo con il pensiero di Fassi riguardo al fatto che il suono dell'orchestra risulta arricchito grazie alla presenza, oltre al sax contralto, del clarinetto basso e del flauto (suonati nell'ordine da Sandro Satta, in alternanza con Mauro Verrone, Achille Succi, che figura come artista ospite, e Riccardo Luppi), in modo da avere una sezione composta dai tre strumenti di Dolphy suonati contemporaneamente. Un'ultima annotazione interessante del leader riguarda gli arrangiamenti che "si sviluppano su strutture che tengono conto di tutte le tracce lasciate da Dolphy: strutture aperte, giri armonici inconsueti, improvvisazioni collettive, accostamenti timbrici, contrasti ed ironia". Il CD comprende l'esecuzione integrale dell'album Out To Lunch – inciso dal sassofonista nel febbraio 1964, pochi mesi prima della morte improvvisa e inaspettata, alla fine di giugno, causata da una forma diabetica che non gli era stata diagnosticata – più altre perle del suo repertorio. Le 12 tracce sono in realtà 11, perchè l'undicesima è l'introduzione per flauto solo della dodicesima, Gazzelloni. 10 sono composizioni di Dolphy – 9 in realtà perchè Miss Ann è eseguita sia per grande organico che per solo sax alto (Sandro Satta) – ed uno, For Eric, è un breve omaggio del leader per piano solo.

Pur essendo pensati per ampio organico, i nuovi arrangiamenti non tradiscono il suono e lo spirito dolphyano. I musicisti sembrano molto concentrati, creativi, pur nel rispetto delle parti, e ispirati, sin dal brano d'esordio, Hat and Bread, nel quale emergono, nell'ordine, gli assolo di Massimo Pirrone al trombone, di Giancarlo Ciminelli, alla tromba con sordina - con una citazione dell'ultimo Davis ("Jean Pierre") - e libera, e di John Arnold alla batteria che costruisce nella prima parte un assolo in stile Swing Era, mentre nella seconda alterna uno stile Bop ad uno moderno.

Dei 13 musicisti, ognuno si ritaglia almeno un intervento solistico, ad eccezione di Roberto Pecorelli, alla tuba e al trombone basso, tuttavia distinguibile nettamente nell'insieme delle varie esposizioni tematiche. L'ospite Achille Succi si pone in bella evidenza con un lungo assolo pieno di sfumature in Something Sweet, Something Tender, mentre restiamo favorevolmente impressionati dall'incisione ‘overdubbing' di ben 4 tromboni, di Massimo Pirrone, che interpreta con perizia, groove e brio l'arrangiamento ideato da Fassi per Seventeen West. Di Miss Ann, oltre alla versione per grande organico, possiamo apprezzare anche una sintetica esposizione per solo sax contralto di Sandro Satta, che dà vita ad un assolo trascinante in Out There, organizzato secondo un emozionante climax ascendente.

Straight Up And Down, con ben sei interventi solistici è un brano in cui si respira un'atmosfera di mistero, che crea una tensione non risolta nemmeno nel tema finale, di più facile comprensione.

Ottima Gazzelloni, introdotta dal celestiale flauto di Riccardo Luppi, che detta il tema per l' ensemble e si costruisce il primo dei tre assolo, assecondato dal pulsare del contrabbasso di Steve Cantarano e dal fraseggio spezzettato della batteria di John Arnold.

Un disco da ascoltare più volte, per assaporarne le diverse sfumature timbriche ed apprezzarne gli arrangiamenti e da confrontare in un secondo momento con le versioni originali di un gigante del jazz, che sebbene scomparso troppo presto ha lasciato nei dischi una musica originale, precorritrice delle avanguardie sviluppatesi nella decade a cavallo tra gli anni '60 e '70.
Giovanni Greto per Jazzitalia







Articoli correlati:
22/09/2018

Rumori Mediterranei - XXXVIII Edizione: "Trentottesima edizione del festival di Roccella Jonica dedicata alle tematiche collegate 'Italians' e 'Going west-A ovest di Zappa'" (Vincenzo Fugaldi)

08/08/2016

Newswok (Giancarlo Tossani Synapser + Ralph Alessi)- Enzo Fugaldi

25/10/2015

It Came to Broadcast the Yucatan (Niccolò Faraci)- Niccolò Lucarelli

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

19/10/2014

Meets Mahler (Sonata Islands (Giovanni Falzone))- Valeria Loprieno

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

28/09/2014

Almost Jazz (Jocopo Pierazzuoli & The Kings Of Fire)- Nina Molica Franco

16/06/2014

Cherry Tree Lane (Ida Landsberg)- Nina Molica Franco

11/05/2014

Intervista a Danilo Zanchi: "Il mio obiettivo era proprio quello di realizzare un disco che avesse non solo l'impronta del trio ma anche un "sound di trio", cercando di andare ad approfondire l'essenza melodica ed armonica di certi passaggi." (Roberto Biasco)

07/01/2014

Sitting In A Song (Riccardo Fassi New York Pocket Orchestra)- Francesco Favano

25/11/2013

Collettivo Gallo Rojo (Collettivo Gallo Rojo)- Gianni Montano

20/11/2013

Everything Is Whatever (Gallo & The Roosters)- Andrea Gaggero

16/06/2013

Suoni, Parole, Ritmi del Mondo: La rassegna di Villa Bombrini conferma il proprio valore e il radicamento nel capoluogo ligure. Quest'anno in calendario alcuni musicisti americani e alcuni protagonisti della scena italiana, scelti con mano felice dalla meritoria associazione "Jazz Lighthouse". (G. Montano, A. Gaggero)

16/06/2013

Sea Winds (Nico Marziliano)- Francesco Favano

20/05/2013

1/2 A Dozen (Norbert Dalsass)- Francesco Favano

29/12/2012

I Separatisti Bassi (Mauro Ottolini)- Roberto Biasco

06/11/2011

A Little Bartok (D. Santimone, A. Tavolazzi, R. Paio Trio)- Gianni Montano

22/10/2011

Furioso (Jürg Wickihalder Overseas Quartet)- Giovanni Greto

05/12/2010

Charles & Joe (Gianluca Renzi All Stars Orchestra)- Elide Di Duca

27/11/2010

Mingus Uni&Versus (Flight Band – Biagio Coppa Feat. Achille Succi) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

27/11/2010

Una frase un rigo appena (Christian Ravaglioli)- Vincenzo Fugaldi

21/11/2010

Vie di Jazz 2010 - VI Edizione: " Quando non c'è un testo che faccia riferimento alla realtà o un contenuto che costringa l'ascoltatore alle emozioni del compositore oppure ad un significato che è stato attribuito, allora la musica rende liberi..." (Lorella Marino)

26/09/2010

Aforismi protestanti (Alessandro Sgobbio) - Franco Bergoglio

18/09/2010

Fresh Frozen (Fresh Frozen)- Vincenzo Fugaldi

04/09/2010

Rune (Lusi / Masciari Quartet) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

31/07/2010

Directly From Heart (Massimo Pirone) - Marco Buttafuoco

04/04/2010

When the Teacher (Einfalt) - Giuseppe Mavilla

16/03/2010

Tre gosse de luna (Oscar del Barba)- Gianni B. Montano

14/03/2010

Welcome (Piero Delle Monache) - Alceste Ayroldi

22/11/2009

Tirodarco (Tirodarco)- Enzo Fugaldi

08/11/2009

Effetto Ludico (Alessandro Sacha Caiani) - Alceste Ayroldi

01/11/2009

Piu' Nove (Angelo Schiavi)- Roberto Biasco

06/10/2009

XXIVa EDIZIONE del Festival Internazionale "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Da Chicago a Sant'Anna Arresi (e vice versa). Questo e altro è stato l'esplosivo leitmotiv del Festival Internazionale "Ai Confini Tra Sardegna e Jazz". A quarantaquattro anni di distanza dalla fondazione della AACM (Association for the Advancement of Creative Musicians), storico movimento chicagoano nato dall'idea rivoluzionaria di un artista come Muhal Richard Abrams, bene si è pensato di celebrare all'interno della manifestazione le gesta memorabili di un periodo, di una fase storica, di una filosofia musicale e politica che ha influenzato profondamente il jazz contemporaneo e non solo." (Gianmichele Taormina)

26/09/2009

Rolli's Tones (Maurizio Rolli Big Band) - Giuseppe Mavilla

04/07/2009

Dario Cecchini Four Winds: "I quattro sono riusciti a catturare l'attenzione di un pubblico folto accorso probabilmente per ascoltare il secondo set della serata, l'esplosiva proposta delle cinque batterie rockeggianti del gruppo "La drummeria". Un pubblico quindi poco a suo agio con la tradizione afro-americana." (Marco Buttafuoco)

06/06/2009

Double Exposure (Riccardo Fassi Quartet)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

30/10/2008

Panta Rei (Roberto Spadoni Nine )

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

15/08/2008

Jass & Jazz & More (Marcello Rosa)

03/02/2008

Sound Advice (Andy Gravish, Luca Mannutza and Sound Advice)

28/01/2007

Coherent deformation (Giancarlo Tossani Synapser)

13/05/2006

Todo Chueco (Gallo & the Roosters)

26/11/2005

Logorythms (John B. Arnold)

10/08/2005

Double Plunge (Riccardo Fassi Quartet with Alex Sipiagin )

10/07/2005

Dialogs, mostra di grandi tele di Arturo Carmassi - featuring Francesco Bearzatti, Marco Tamburini e Achille Succi: "...Un viaggio - anzi tre - attraverso le "grandi tele" che il maestro toscano ha realizzato dagli anni '90 ad oggi, nella sua ricerca incessante verso le possibilità espressive del segno e della creazione..." (A. Terzo, F. Albanese)

10/03/2005

Solo Trio (L. Cesari - R. Fassi - G. Coen)





Video:
Jazz in Baia - Achille Succi & Salvatore Maiore
Jazz in Baia - Achille Succi & Salvatore Maiore.Rassegna jazz alla Baia di Finale Emilia, tutti i mercoledi sera è Jazz in Baia.Banzai's vide...
inserito il 10/10/2011  da labaiaclub - visualizzazioni: 2926


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 4.623 volte
Data pubblicazione: 21/01/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti