Jazzitalia - Recensioni - Antonio Zambrini: Plays Nino Rota
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

E' morto Ben Riley, batterista di Thelonious Monk.

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

Secondo appuntamento per la rassegna del The Empty Space presso RED Eventi di Gusto di Molfetta, con la presentazione del nuovissimo disco della vocalist Francesca Leone.

Chick Corea, Steve Gadd, Dave Douglas, Carla Bley, Steve Swallow e molti altri i protagonisti di Giordano In Jazz Winter Edition 2017.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            AUTINO Adriano (chitarra)
            CAIAZZA Igor (perccussioni)
            CIMINO Lorenzo (tromba)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            ESPOSITO Sergio (chitarra)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            RONCA Marco (piano)
            SCARAMELLA Giulio (piano)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            VENTUROLI Danilo R. (piano)
            VIGNALI Michele (sax)
Antonio Zambrini
Plays Nino Rota



Abeat (2013)

1. Otto e mezzo
2. Il Padrino/ The Godfather: Finale
3. La dolce vita: Valzer
4. I vitelloni
5. La strada
6. I due Timidi
7. Rocco e i suoi fratelli (unused in the film)
8. Prelude n.2 for piano
9. Il Padrino / The Godfather: Love song

Antonio Zambrini - piano
Andrea Di Biase - doublebass
Antonio Fusco - drums



Via Pasubio, 6
21058 Solbiate Olona (VA)
tel/fax +39 0331 376380


Antonio Zambrini plays Nino Rota: riduttivo, considerando il notevole lavoro di rivisitazione presente in questo disco – tributo di Antonio Zambrini edito dalla Abeat records. Non solo un omaggio al celebre Nino Rota ma un modo di far rivivere degli spaccati temporali che sono radicati nel ricordo collettivo; dunque un lavoro che scava nella memoria, la supera e porta l'ascoltatore ad assaporare il gusto di un sound moderno e personale.

Stessa modernità che accompagna un trio d'eccellenza, formato da Antonio Zambrini al piano, Andrea Di Biase al contrabbasso e Antonio Di Fusco alla batteria e che tratteggia con finezza espressiva non solo cinquantatré minuti di pura emersione, proprio la collaborazione della cineteca italiana permette all'ascoltatore di ritrovare le immagini di quella trasversalità emotiva presente nei film che hanno consacrato al grande pubblico Nino Rota, ma anche un processo d'immersione assoluta quasi fosse giunto tempo di uccidere ogni possibile ancoraggio alla tradizione e fare dell'escursione musicale sentimento istantaneo. Proprio "Otto e mezzo" rievoca con forte verve e coesione dinamica la pellicola felliniana stavolta con una punta di ironico potere dissacratorio che conduce alla tensione emotiva di "Il Padrino/The Godfather: finale" in cui il contrabbasso di Di Biase elabora delle mirabili risposte timbriche che fondendosi col pianoforte calibrano la duplice funzione dinamica del giogo armonico, in sordina. Equilibri distanti tra loro che riescono dunque a essere propulsivi, basti pensare a "I vitelloni" in cui il trio prolunga quella coerenza ritmica in cui il ruolo di Zambrini sembra consolidarsi e traghettare la marcabile presenza di Fusco alla batteria.

Non è un caso che le molteplici facce di questo lavoro tendano a confluire in una dimensione ben più introspettiva con i pezzi "Prelude n.2 for piano" e "Il Padrino/ The Godfather: Love song" in cui il tocco di Zambrini è imprescindibile: una presenza cristallina che muove le fila di un'impalcatura apparentemente eretta nella storia, soggetta all'istantaneità di un dialogo tra pari. Un disco che sa sorprendere nel buon gusto dedicato alla grafica, nel potenziale evocativo e nella preveggenza di un'imminenza spirituale che il trio risolve e sospende, a patto che sia necessario.

Antonella Chionna per Jazzitalia






Articoli correlati:
12/11/2017

Different Standards - Short Stories (Lo Greco Bros)- Alceste Ayroldi

26/01/2015

Suite for Motian (Antonio Fusco Sextet)- Antonella Chionna

30/03/2014

Quattro chiacchiere con...Tito Mangialajo Rantzer: "Nell'album "Dal basso in alto" Mangialajo Rantzer riesce a tirare fuori un sound così corposo che appare orchestrale." (Alceste Ayroldi)

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

21/07/2013

Marcel & Solange Trio e Giovanni Falzone Quintet "Around Ornette": Nell'ambito del festival "Una Striscia di Terra Feconda", il Marcel & Solange trio con le loro "atmosfere minimaliste e rarefatte" e il personale omaggio a Ornette Coleman di Giovanni Falzone con suo Quintet. (Valeria Loprieno)

17/02/2013

Acrobats (Tino Tracanna)- Alceste Ayroldi

30/09/2012

La Belle Vie (Simona Severini)- Enzo Fugaldi

20/02/2011

Time To Change (Diego Ruvidotti)- Rossella Del Grande

22/01/2011

Progetto nudo (Simone Schirru) - Cinzia Guidetti

27/08/2010

In the Mean Time (Marco Detto)- Alessandro Carabelli

30/05/2010

Songs From The Procol Harum Book (Antonio Zambrini Trio) - Marco Buttafuoco

22/11/2009

Not Really Jazz (Marcello Testa Trio)- Stefano Ferrian

20/08/2009

It's a Gadget World… (Ron Horton feat. Antonio Zambrini) - Alceste Ayroldi

23/11/2008

An Ordinary Week (Marcello Testa Trio)

03/02/2008

Gerardmer (Rumur Hang)

06/01/2008

Il Lee Konitz Quartet al Barletta Jazz Festival: "Il trio Zambrini-Tavolazzi-Manzi è stato assolutamente superlativo! Gli interventi dell'ottimo pianista Zambrini, in particolare evidenza per intelligenza e purezza espressiva, sono stati apprezzati dal pubblico per la chiarezza delle linee melodiche e ritmiche." (Pasquale Stafano)

12/09/2006

Intervista ad Antonio Zambrini: "Non ci sono delle difficoltà particolari nell'avviare una carriera nel jazz: è proprio la carriera che è difficile, per mille motivi..." (Rossella Del Grande)

05/08/2006

Il Nick La Rocca Jazz Festival 2005 in uno scenario con un'atmosfera semplicemente incantevole, una perfetta organizzazione, una manifestazione che ha offerto sicuramente più luci che ombre. (Francesco Peluso)

24/05/2006

Musica (Antonio Zambrini)

15/03/2006

Ron Horton Quartet alla Salumeria della Musica: "Il grande jazz può essere anche molto fresco e giovane. Questa è la sensazione che ho provato fin dall'inizio, ascoltando Ron Horton, Ben Allison, Mike Sarin ed Antonio Zambrini..." (Rossella Del Grande)

01/11/2005

I concerti di Viggiano 2005: Aula, Vigorito e Zambrini con intervista, Zegna, Marcotulli, Bonvini, Giammarco e l'Orchestra Laboratorio diretta da Mario Raja... (Francesco Peluso)

23/08/2003

Due Colori (Antonio Zambrini)

09/02/2003

Antonio Zambrini (piano)

12/12/2001

Quartetto di Antonio Zambrini





Video:
Maurits Roes New Trio "Live Public Library"
The Hague - OlandaMaurits Roes (piano) Andrea Di Biase (doublebass) Matteo Fraboni (drums)...
inserito il 02/11/2009  da masmella - visualizzazioni: 2059


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 456 volte
Data pubblicazione: 28/09/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti